mercoledì 2 luglio 2014

Questione di Cover #1

Buongiorno! Benvenuti al primo appuntamento con la nostra nuovissima rubrica. Quasi tutti i blog che parlano di libri ne hanno una perché si sa anche l'occhio vuole la sua parte e noi abbiamo deciso di dedicare uno spazio speciale alle cover dei made in Italy.



Questione di Cover è la rubrica dedicata alle copertine dei libri italiani.
Sceglieremo le più belle e lasceremo a voi la possibilità di eleggere la migliore e dire la vostra:
chissà che dietro la cover più bella non ci sia anche un piccolo tesoro da leggere e scoprire.


 

***
Titolo: Evangeline e il caso dell'incendiario
Autore: Rachele V. Draghi
Editore: autopubblicato
Prezzo: € 1,99 (ebook)
Pagine: 85
Pubblicazione: 10 marzo 2014

Evangeline ha 18 anni, vive in una villa nella contea di Dartford, in Inghilterra, con suo padre, la sua migliore amica Katy e la governante, Mrs. Petry. La sua vita viene sconvolta in una fredda mattina d'Inverno, quando Mr. Gould, Commissario londinese di 27 anni, giunge a casa sua, invocando l'aiuto di suo padre, l'Ispettore Edgar W. York. Dopo il Grande Buio, in una Londra futuristica, diversa da quella che conosciamo, dove la tecnologia del vapore la fa da padrone, Evangeline si ritroverà invischiata in un caso investigativo apparentemente senza sbocchi. Un demone infesta la barriera a nord di Londra, mietendo vittime tra la povera gente in cerca di un po' di riparo. Lo chiamano il caso dell'Incendiario... fino alla fine, nulla sarà come sembra. Evangeline: il giallo si tinge di rosa!

Per saperne di più leggete la nostra recensione

TitoloDiari dal sottosuolo
Autore: AAVV
EditoreDiario di Pensieri Persi
Prezzo€ 2,49 (ebook) - 12,14 (cartaceo)
Pagine218
Pubblicazione28 aprile 2014

L’agghiacciante nenia di una sirena assetata di sangue. Una giovane strega desiderosa di vendetta che invoca demoni oscuri. Un uomo disposto a tutto pur di ricordare il suo passato. Città immaginarie, portali che separano il quotidiano dall’incubo. Echi provenienti dall’abisso dell’animo umano e che affiorano minacciosi come ombre. Tra le pagine di questi racconti, tutto può accadere. Una straordinaria antologia che coglie con un unico sguardo il mondo del sovrannaturale. Diari dal Sottosuolo ci inizia al perturbante confronto con un universo dalle tinte cupe e dai labili confini, quello dello Urban Fantasy, nel quale risuonano le voci di dieci talentuosi autori italiani che credono nella suggestione del diverso e nel fascino dell’orrore.

TitoloLa distanza da Helsinki
Autore: Raffaella Silvestri
EditoreBompiani
Prezzo€ 12,90 (cartaceo)
Pagine240
Pubblicazione7 maggio 2014

Quando si diventa davvero grandi? Quanto coraggio ci vuole per fare il grande passo e uscire dall'adolescenza una volta per tutte? Viola e Kimi hanno sedici anni, e non lo sanno ancora. Lei è italiana, lui finlandese. Lei socievole e intraprendente, lui con gli occhi fissi sul libro che sta leggendo, come se il mondo intorno non ci fosse. Entrambi hanno un segreto che li rende molto diversi dagli altri. Viola ha perso la madre, Kimi è affetto da una indefinibile forma di autismo. Lei non vuole, o meglio, non vorrebbe che quello che le è successo condizionasse la sua vita, lui percepisce la realtà soltanto attraverso le note di un pianoforte. Si incontrano a un corso d'inglese a Londra, e da quel momento, ogni anno, a luglio, si incontreranno attraverso l'Europa, mentre la vita scorre loro accanto. Fino a quando, sedici anni dopo il primo incontro, entrambi riceveranno un invito che li porterà a prendere un'altra decisione, che cambierà per sempre le loro vite. Un romanzo sulla necessità e la voglia di crescere. Un romanzo sulle occasioni che la vita ci offre, e non sempre riusciamo a cogliere, ma anche un richiamo all'autenticità, all'intensità che i protagonisti devono affrontare. E soprattutto, un romanzo sul coraggio e sulle prove che bisogna superare per poter dire di essere veramente vivi.


E ora a voi: qual è la vostra cover preferita?
Vi piace la nostra nuova rubrica?


15 commenti:

  1. Io adoro quella di Evangeline *-* meravigliosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io! Ho un debole per quella cover :3

      Elimina
  2. Ehm ehm... non ve la prendete, vero, se dico che nessuna mi colpisce particolarmente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no! Ci mancherebbe ^.^

      Elimina
  3. Le copertine sono molto importanti. E' la veste del libro. A me piace quella di Evangeline e il caso dell'incendiario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo: la copertina è molto più importante di quello che sia abituati a pensare ^.^ Grazie per il voto :3

      Elimina
  4. Avevo già scritto, non so se comparirà poi con il doppio commento, ma dato che non lo vedo qui sul blog riscrivo (non mi prendete per matta, eh!) :-)
    MI PIACE MOLTO EVANGELINE, copertina suggestiva, accattivante, bei colori, soggetto chiaro in primo piano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla! Ogni tanto blogger fa il furbetto, lo sappiamo bene ^.^
      Evviva Evangeline, allora! ;)

      Elimina
  5. Evangeline... la copertina ha contribuito a farmelo leggere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente ha avuto lo stesso effetto su di me ^^

      Elimina
    2. Ciao Stefania, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di Evangeline, e grazie del commento!!

      Elimina
    3. Hai commentato la mia recensione tempo fa sul mio blog e son la Stefania della recensione collettiva qui ;)

      Elimina
  6. ciao
    la mia cover preferita è Evangeline e il caso dell'incendiario

    RispondiElimina
  7. ah ah ah non posso dire che la mia preferita è la mia ah ah ma sono contenta che Violet riscuota così tanto successo con le cover.. comunque, adoro quella dei Diari del Sottosuolo, mi ha colpita subito!

    RispondiElimina