E' una vita che ti sto aspettando

RECENSIONE: E' una vita che ti sto aspettando - Jenny Leotta

09:00

 

Titolo: È una vita che ti sto aspettando
Autore: Jenny Leotta
Editore: Autopubblicato
Pagine: 202
Prezzo: € 13 (cartaceo) € 4,99 (ebook)



Sinossi:
Si può essere «colpiti» da un colpo di fulmine alla tenera età di sette anni? Può un amore andare momentaneamente in letargo, e al momento giusto risvegliarsi più forte di prima? Può bastare uno sguardo per innamorarsi per... sempre? Jennifer e Giordano hanno ventuno anni e non si vedono da tanto tempo. Ma che accadrebbe se il destino decidesse di metterli, di nuovo, nella stessa strada? Lei ha sofferto tanto, a detta sua anche troppo, e non intende assolutamente ricascarci; lui in passato prestava attenzione ad altro e non la vedeva nemmeno. O forse faceva finta di non vederla? Adesso però è arrivato il suo momento di innamorarsi di lei e di dover fare in modo che lei si innamori, di nuovo, di lui. Può l'amore resistere al tempo, alle gelosie e alle incomprensioni? I due ragazzi sono ancora in tempo per essere felici insieme o hanno già avuto la loro occasione e hanno perso il loro treno?




Recensione


Quando ho iniziato la lettura di "E' una vita che ti sto aspettando" avevo il bisogno di una lettura leggera capace di farmi staccare dalla realtà. Devo dire che questa storia è stata capace di farmi passare delle ore in totale relax.

Jennifer e Giordano sono i protagonisti di questo libro. La loro è una storia un po' particolare: si sono conosciuti quando entrambi avevano 7 anni poi si sono persi di vista per rincontrarsi all'Università a 21 anni. Se per Jennifer l'interesse per Giordano è nato fin da subito, quindi fin da quando aveva 7 anni, per Giordano l'interesse scaturisce quando si rincontrano e Jennifer è adulta. 

La caratteristica principale di "E' una vita che ti aspetto" è la semplicità della storia. Nonostante la semplicità è stata in grado di tenere il lettore attaccato alle pagine, infatti mi sono ritrovata a girare l'ultima in un soffio. 
I protagonisti sono stati in grado di trasmettere emozioni, soprattutto grazie alla doppia narrazione che ci permette di scoprire la profondità dei personaggi descritti. 

Alcune scene, alcune descrizioni sono state narrate troppo velocemente, infatti avrei preferito un maggior approfondimento soprattutto di episodi che, secondo me, erano importanti e interessanti. Questa "velocità" mi ha fatto storcere un po' il naso, in quanto, mi ha lasciato la sensazione che la storia fosse finita troppo bruscamente e che avesse ancora tanto da dare e da raccontare. Sono convinta che con qualche accortezza la storia potrebbe lasciare qualcosa in più al lettore. 


Tutto sommato il libro mi è piaciuto e mi sento di consigliarlo a tutte le lettrici che hanno bisogno di una pausa. 



3 cuori +
3 cuori +




Spero che questa recensione vi sia piaciuta!