Alice Walczer Baldinazzo

Recensione: Giovani Inversi di Romina Lombardi e Alice Walczer Baldinazzo

07:30



Titolo: Giovani Inversi
Autrici: Romina Lombardi ed Alice Walczer Baldinazzo
Editore: Nati per scrivere
Formato: cartaceo
Pagine: 64
Prezzo: 10.00€
Lingua: Italiano
Genere: Raccolta di poesie


Trama:
Di bullismo si è parlato molto negli ultimi anni. E non sempre nei termini giusti. La strada per la demolizione di questo fenomeno è ancora lunga e tortuosa, ma è necessario partire da una consapevolezza: il bullismo è sempre esistito ed esisterà a lungo. In passato frutto di soprusi accettati e resi leciti nel mondo di allora, nel presente e nel futuro frutto di sempre minor attenzione a processi quali empatia, inclusione, condivisione e socialità.
Ecco allora una testimonianza viva e forte, di quando ancora di bullismo non si parlava. Una voce che ha scelto la Poesia come mezzo di racconto e che riporta il genere nello scenario dell'attualità, facendone il protagonista di una contestazione interiore che porti avanti un cambiamento.


Recensione:
Questa raccolta di poesie è realmente molto interessante poichè permette di avere uno sguardo limpido sulla realtà adolescenziale e sull'orribile fenomeno che è il bullismo, di cui spesso i ragazzi sono vittime.
La stessa autrice, infatti, rileva che queste poesie sono nate in un periodo di rabbia e di dolore, ma anche di forza, in cui lei stessa è stata vittima di tanta crudeltà da parte dei suoi coetanei.

La poesia intesa come salvezza, come interlocutrice silenziosa. Molto carina la poesia dedicata all’amico:

“…continua a credere nelle storie a lieto fine.
A ridere dei discorsi da bar, a osservare le rondini, a credere.
Negli ideali nascosti,
Dietro vecchie toppe arrugginite, ad annusare l’odore del mare.
A tenere in mano il sale.
A stupirti della luce del tramonto,
a credere nel connubio delle menti.”


Molto espressiva, secondo me, la poesia dedicata alla vita, definita alla pari di una guerra di sentimenti che si consuma ogni giorno nell’anima. La vita è una conquista difficile dell’amore di sé.
Spesso, come la stessa autrice racconta in prosa, la nostra vita appare come un niente.
Altrettanto d’impatto, poi, è la poesia dal titolo “ Puzzle”, dedicata all’ambiente che ci circonda.

“ … La natura è l’unica cosa
Su cui l’uomo non ha potere
E con cui sa di non avere niente a che fare.
Impotente e sicuramente invidioso.
…c’è un tempo che scorre.
Amo il mondo
Quando la gente s’inginocchia al silenzio
E i rumori della natura prendono la parola.
E regnano anarchici.
Sono un’oligarchia di suoni non umani.”.

Vi invito a scoprire questa casa editrice ed in particolare la collana di cui questo romanzo fa parte,“ gli straordinari”, una collana per riportare l’attenzione sulle persone, su ciò che vivono e sentono, sulle emozioni catturate dalle pagine di un libro. Persone ordinarie forse, ma straordinarie nel modo di sentire la vita. Persone comuni, persone come tutte noi.
Davvero belle le illustrazioni. 

 



c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #340

08:00

Buongiorno lettori, 
e buona domenica a tutti! Oggi giornata strana con il cambio dell'ora appena fatto. Quindi procedete con calma, prendetevi tempo, magari un bel caffè e, perchè no, guardate qualche uscita interessante insieme a me e a C'è post@ per noi !




Manuale di permacultura integrale
di Saviana Parodi Delfino
Terranuova Edizioni | Coltivare secondo natura | 168 pagine
ebook €11,90 | cartaceo+ebook €16,50
marzo 2019 | scheda Terranuova Edizioni



Partendo dall’osservazione dei modelli naturali, la Permacultura propone un nuovo modo di fare agricoltura a basso impatto ambientale, realizzare abitazioni ecosostenibili e gestire le risorse energetiche.
L’autrice, forte dei lunghi anni di esperienza in diversi paesi, ci mostra come applicare i principi della permacultura anche nella vita di tutti i giorni e scoprire le attitudini necessarie per una vita in armonia con l’ambiente e gli ecosistemi. Un invito a mettere in pratica i nostri sogni e imparare a imitare la natura per una nuova economia della felicità.






Coltivazione biologica delle piante aromatiche
di Francesco Beldì
Terranuova Edizioni | Coltivazione secondo natura | 168 pagine
ebook €9,99 | cartaceo+ebook €14,00
aprile 2019 | scheda Terranuova Edizioni



Le aromatiche, o officinali, rappresentano un gruppo di piante di particolare interesse sia per i loro molteplici impieghi culinari ed erboristici, sia per la relativa facilità di coltivazione.
In queste pagine, Francesco Beldì, agronomo e autore di successo di manuali di coltivazione biologica, guida il lettore in un affascinante viaggio nel mondo delle piante aromatiche, attraverso oltre 50 schede che illustrano in dettaglio: dalla A di acetosa fino alla Z di zafferano, le proprietà, l’impiego e il metodo di coltivazione delle principali specie in grado di prosperare nel nostro clima. Per ogni pianta sono inoltre riportati preziosi consigli e suggerimenti per il controllo dei parassiti, la raccolta e la conservazione, indispensabili per preservare al meglio le preziose proprietà delle aromatiche.





Pericolo all'Avana. La scienza al servizio del nemico
di Rocco Luccisano
Selfpublishing | 232 pagine
ebook €2,99 | cartaceo €11,78
9 giugno 2019 | scheda Amazon



Che cosa unisce la morte di un multimilionario svizzero nel ristorante numero uno al mondo con Cuba e l’epidemia che sta sterminando la popolazione dell’intero globo? Qual è il ruolo del governo dell’isola caraibica in tutto ciò?Il romanzo si articola tra scomparse misteriose e apparizioni imprevedibili, segreti familiari e intrighi internazionali, tensioni diplomatiche e spionaggio commerciale. Al suo interno si muovono spie veterane e killer mercenari senza scrupoli immersi in presunti complotti mossi da cieche ambizioni e da piani di vendetta. Sarà Alexander Keeric, il commissario italo-greco che non crede alle coincidenze, a dover affrontare un caso di portata internazionale in cui dovrà divincolarsi tra misteri e insidie che lo porteranno a viaggiare da Roma all’Avana e dall’Avana di nuovo all’Europa. Toccherà ad Alex trovare le risposte per far luce sugli oscuri segreti che si celano dietro la morte del tycoon elvetico, e non solo. Ma esisterà davvero un legame tra quella morte altisonante e il virus inarrestabile? E soprattutto: quali sono i retroscena e il messaggio nascosto dietro la minaccia di nuove armi segrete che allerta vertici di servizi d’intelligence?





L'albero e il viandante
di Rita Salvadori
Selfpublishing | 24 pagine
ebook €2,99 | cartaceo €8,00
4 luglio 2019 | scheda Amazon



Alby è un albero possente e fortunato che vive con la sua famiglia sulla cima di una montagna, lontano dal traffico, dalla confusione e dall'inquinamento, a contatto con l'aria pulita e fresca della natura più incontaminata.Tuttavia, il suo cuore non è felice. Alby ha un sogno nel cassetto che presto, con l'aiuto di Sebastian, un viandante ormai stanco di viaggiare e di spostarsi in continuazione, sarà in grado di realizzare. Alby chiederà all'amico Sebastian di tagliargli le forti radici per poterlo finalmente rendere libero di scappare dalla sua montagna e di viaggiare per vedere cosa c'è al di là del suo piccolo mondo.Alby vedrà altre montagne, dolci colline, si farà trasportare dalle acque trasparenti e cristalline di torrenti e fiumi per poi giungere nell'immenso mare!L'albero, però, non è ancora soddisfatto...L’albero e il Viandante è una favola per bambini, per ragazzi, ma anche per adulti sognatori; un racconto toccante e divertente, pieno di spunti e tematiche da leggere a vari livelli di coscienza.

Alla prossima





Eliza

Recensione: STELLE MINORI - MATTIA SIGNORINI

08:00

Buongiorno lettori!
E buon venerdì! Vi state preparando per Halloween? Io non molto, non è una di quelle festività che mi facciano proprio impazzire, diciamo che mi limito a comprare le caramelle e i dolcetti e a finirli prima del 31... Lo so, sono una brutta persona. 

Ma parliamo di libri, che ne dite? Oggi vi parlo di Stelle minori di Mattia Signorini.


Stelle minori
di Mattia Signorini
Feltrinelli | I Narratori | 224 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €16,50
6 giugno 2019 | scheda Feltrinelli


Sono passati nove anni dal giorno che ha deviato il corso della vita di Zeno, quando in un tragico incidente muore il suo professore, Nicola Sceriman. Ora Zeno ha trent'anni, insegna in un liceo e sta per sposarsi: è arrivato il momento di fare i conti con il passato. Perché solo lui e Agata, la sua ragazza di allora, sanno come sono andate davvero le cose, solo loro conoscono la verità sulla morte di Sceriman. Ed è proprio Agata a rompere l'antico patto di silenzio attraverso una lettera in cui gli chiede di incontrarla: "Ci sono delle cose che ancora non sai, Zeno. È sull'Altopiano di Asiago che è iniziato il nostro silenzio, e credo sia lì che dobbiamo concludere questa storia, adesso con le giuste parole. Ho bisogno di farlo, perché ho paura di quello che accadrebbe alla tua vita se ritornasse a galla tutto quanto". Nel ricostruire quel giorno lontano torna l'amore che legava Zeno e Agata e tornano le promesse di futuro che gli anni dell'università e della gioventù portavano con sé, l'impressione di poterlo cambiare, quel futuro, il fascino sprigionato da Sceriman - autore di un solo romanzo, acclamato dalla critica e amato dai ragazzi, "La natura umana", e professore anticonvenzionale, capace di stringere con gli allievi rapporti di grande vicinanza, di coinvolgerli in progetti ambiziosi, esaltanti... Ma tornano anche le verità nascoste, le ombre che raccontano un'altra storia.


La mia recensione.
Avete presente quando vagate in libreria e finite col portarvi a casa un libro per voi completamente sconosciuto, solo perchè, leggiucchiando la sinossi, il diavoletto sulla vostra spalla ha sussurrato "sssiiiiii, ci serveeeee, il nostro tessssooorrrooo"?.... vabbè forse non è proprio un diavoletto ma la vostra passione infame per i libri. Comunque, ecco questo mi è capitato più o meno con il libro di Mattia Signorini: vagavo su Amazon tra le prossime uscite e sono inciampata nella sinossi di Stelle Minori, l'ho inserito nel carrello con un semplice click, senza conoscere niente se non quelle poche righe, senza aver letto altro dell'autore (ma da qualche parte si dovrà pur cominciare, no?).

Ecco, è così che ho conosciuto Zeno, giovane insegnante di liceo. Mentre sfoglia un giornale legge la notizia che a breve si terrà una messa in ricordo di Nicola Sceriman, professore universitario morto in circostanze misteriose nove anni prima. Il suo professore universitario. Zeno e Nicola si conoscevano, facevano parte di un gruppetto che stava cercando di mettere in piedi una rivista letteraria di nuovo respiro. Loro, Agata, Enrico, Herman. Poi la morte di Nicola ha spezzato sogni e idee, sciogliendo questo gruppo. Ora Zeno si trova davanti a quella tragica notte ed ad Agata, l'amore della sua giovinezza, e a un terribile segreto.

Per parlarvi di questo libro voglio distinguere la storia in se dal resto. Pur alternandosi su piani temporali diversi, la storia ha un che di lineare, ha uno svolgimento oserei dire logico, che permette, arrivati poco oltre la metà, di capire dove la morte di Nicola andrà a parare. Ma questa "prevedibilità" non mi è del tutto dispiaciuta, soprattutto perché le parti forti del romanzo sono ben altre. In primo luogo la scrittura. Mattia Signorini ha saputo creare un romanzo poetico e profondo, che sa toccare il cuore del lettore, ma soprattutto lo spinge a riflettere sulla natura umana e sui rapporti che si creano in determinati ambienti. In un certo senso il gruppo che si raduna intorno alla figura di Nicola Sceriman viene messo sotto alla lente di ingrandimento e analizzato, un po' come se l'autore avesse voluto ricreare un esperimento in ambiente controllato. Quindi ci troviamo presto a vedere come nasce ed evolve un rapporto di sola conoscenza in qualcosa di più importante, come un'amicizia profonda, o come si sviluppa l'amore, da semplice attrazione fisica a condivisione. L'accettazione, in un senso o nell'altro, è al centro di tutto, il saper trovare il proprio posto nel mondo e a far si che ciò venga accettato anche dagli altri. Ecco quindi che un gruppo sparuto di poche persone diventa paradigma di sistemi sociali ben più ampi e complessi.

In secondo luogo i personaggi sono nella loro parte di racconto così ben caratterizzati e forti da riuscire a dare colore a tutta la storia. Zeno è l'emarginato che emerge ed evolve sotto gli occhi di tutti, che esce fuori dal suo piccolo mondo di provincia e vuole finalmente risaltare. È un po' il cucciolo che se da un lato scatena anche nel lettore un istinto di protezione, dall'altro lo spinge verso il desiderio di dargli due schiaffi e di intimarlo a darsi una svegliata. 
Agata e Nicola invece sono due personaggi ben diversi, più problematici, che nella loro ambiguità d'azione si rendono difficili da amare, ma non per questo meno adatti o meno interessanti nella storia. Agiscono sempre sul filo del detto e del non detto. Quanto di egoista c'è in loro? Quanto ci si può fidare di loro? Ecco, penso che insieme all'accettazione anche la fiducia sia una tematica importante in questo romanzo, un nuovo spunto di riflessione intorno al quale Signorini ha saputo costruire non un romanzo perfetto ma un romanzo che appassiona il lettore e lo porta a farsi domande e a indagare la natura umana.

Voto


Alla prossima


Laura Caterina Benedetti

Recensione: Ombre di passione - Laura Caterina Benedetti

08:00

Titolo: Ombra di passione
Autrice: Laura Caterina Benedetti
Casa Editrice: Self publishing
Data di pubblicazione: 15 Luglio 2013
Pagine: 289
Prezzo: 2,49 € (ebook); 9,00 € (cartaceo)

Sinossi: 

Una giovane impiegata respinge con violenza l'ardente passionalità di un affascinante sconosciuto incontrato sul posto di lavoro...
Sette anni dopo, Ada Lyon deve a tutti i costi salvare la sua tessitura dalla bancarotta e l'unico acquirente disposto a investire denaro nell'azienda è l'ingegnere Siegfried Gaynor. Ognuno dei due ignora chi è l'altro fino alla firma del contratto, momento in cui entrambi scoprono la reciproca identità: l'uomo decide allora di prendersi ciò che sette anni prima la ragazza gli ha negato, ponendo questo come condizione principale della trattativa.
Ada sa che Siegfried vuole fargliela pagare per il rifiuto e lo schiaffo ricevuti al loro primo incontro, costringendola a capitolare sotto la sua bruciante passione, ma non ha altra scelta che quella di accettare per il bene dell'azienda; si ripromette però di dargli filo da torcere, proprio mentre l'orgoglioso e dispotico ingegnere inizia a scoprire al fianco della donna un nuovo e sconosciuto sentimento...

Una passione che risorge dal passato deve scontrarsi con un indomabile orgoglio, per una storia d'amore fatta di silenzi e parole non dette.


Recensione 

"Ombre di passione" non è il primo romanzo che leggo di questa autrice quindi sono andata praticamente sul sicuro. Ho sempre apprezzato le storie raccontate da Laura Caterina Benedetti grazie anche al suo stile di scrittura che risulta essere ricercato ma, nonostante questo, si dimostra essere anche scorrevole e lineare. 

Come i precedenti romanzi, anche "Ombre di passione" ha catturato la mia attenzione per tutta la durata della lettura. La trama è avvincente, si parla di passione tra due persone che non si assopisce nonostante gli anni lontani, intrighi, problemi in famiglia e ricatti; è un continuo intrecciarsi di vicende e colpi di scena che tengono il lettore con il fiato sospeso! 
Quello che ho apprezzato maggiormente di questo libro è il viaggio interiore che i protagonisti compiono. Questi percorsi emotivi hanno donato alla lettura un tocco di sensibilità e di profondità.

Ada, la nostra protagonista femminile,  all'inizio sembrava una ragazza senza polso, a tratti ingenua e immatura ma mi sono sbagliata di grosso; sotto quella corazza si nasconde una donna forte e orgogliosa, pronta a non arrendersi davanti alle avversità. 
Per quanto riguarda Siegfried, il protagonista maschile, non mi sono affatto piaciuti alcuni dei suoi comportamenti, altro che meritarsi uno schiaffo, meritava molte più botte. Alla fine è riuscito a farsi perdonare per QUASI tutti i suoi comportamenti. 


Se non avete paura di un viaggio alla scoperta di se stessi e di sentimenti forti e appassionanti, siete davanti al libro che fa per voi!




Spero che la recensione sia di vostro gradimento!
A presto^^


Allyson Taylor

C'è post@ per noi... #339

08:00

Buona domenica, lettori!
Siete pronti per una nuova puntata della nostra rubrica???
Prendete carta e penna, non lasciatevi sfuggire queste succulente novità!!









Unexpected - Allyson Taylor


.
Titolo: Unexpected
Autrice: Allyson Taylor
Casa editrice: self publishing
Pagine: 297
Prezzo: 1,99€

Sinossi: 
A volte bisogna avere coraggio e compiere scelte difficili… E questo è ciò che fa Fanny Reyes quando decide di lasciare Miami e tutte le sue certezze per trasferirsi a Sacramento. Cominciare una nuova vita non è semplice, ma lei ci riesce: vive in un piccolo e vecchio appartamento e lavora in una pasticceria. Tutto sembra perfetto, almeno fino al momento in cui incontra Zach in drammatiche circostanze. Da quel giorno, la vita di Fanny cambia completamente per la seconda volta e l'unica persona che la può aiutare è proprio Zach.



Biografia: 
Allyson Taylor è lo pseudonimo di una ragazza di Modena nata il 30 marzo 1994. Ha sempre amato leggere libri, in particolare romance, thriller e fantasy; ma questa sua passione è diventata più forte quando, dopo gli studi, si è avvicinata al mondo della scrittura iniziando la stesura del suo primo romanzo. Pubblica le sue opere su Wattpad e tramite self-publishing.





Tutta colpa dell'autocorrettore - Mina F.


Titolo: Tutta colpa dell'autocorrettore
Autrice: Mina F.
Casa editrice: Butterfly Edizioni
Data di uscita: 23 Luglio 2019
Pagine: 490 
Prezzo: 3,99€

Sinossi: 

Avalon ha diciotto anni, odia le feste e preferisce rifugiarsi nel suo mondo fatto dei libri che legge o delle storie che scrive e pubblica su Wattpad. La vita reale, invece, l’ha abituata a lottare e difendersi dai suoi dispettosi – ma anche affettuosi – fratelli gemelli e dal suo nemico giurato numero uno: Julian Hamilton, capitano della squadra di football. Se Avalon non sa spiegare il motivo per cui lo odia tanto, Julian sa bene perché con lei è guerra aperta. Non può dimenticare quello che lei gli ha fatto due anni prima. Quando legge il post in cui Avalon mette in vendita la propria verginità, anche se si tratta di un errore dell’autocorrettore, Julian manifesta un prepotente senso di protezione nei confronti della ragazza. È inutile nasconderlo, in tutto quell’odio c’è un legame silenzioso e indissolubile. Solo quando si troveranno a faccia a faccia con una crudele realtà sapranno comprendersi, perché Avalon, più di ogni altra cosa, è arrabbiata con la vita e con la morte. Non riesce a superare la prematura perdita della madre e non accetta che il suo cuore malato non funzioni come dovrebbe. Ha tanti progetti per il futuro, ma solo un miracolo potrà permetterle di realizzarli...


Uno scherzo del destino - Raffaella Secchi 

Titolo: Uno scherzo del destino

Autrice: Raffaella Secchi
Casa editrice: Butterfly Edizioni
Data di pubblicazione: 5 Agosto 2019
Prezzo: 2,99€

Sinossi: 
Stella Allegri ha quarantuno anni , è single e lavora in uno studio legale. La sua vita procede monotona, senza grandi emozioni, finché un giorno, allo studio, si presenta l’ispettore Alessandro Demon. L’uomo è accusato di aver picchiato e arrestato un uomo innocente, per questo motivo ha bisogno di un avvocato che lo difenda e faccia luce sulla vicenda. Stella non sopporta quel poliziotto arrogante e antipatico, convinto di avere ragione su tutto e tutti, abituato a comandare ed essere ubbidito. Alex, invece, vede in lei una persona di cui fidarsi. Sarà la vicinanza di Alessandro a turbare la monotonia di Stella, coinvolgendola in situazioni adrenaliniche, pedinamenti, appostamenti e inseguimenti, oltre a piacevoli e infuocate notti di passione. Accanto a lui non rischierà soltanto di perdere il cuore, ma anche la vita, perché chi sta accanto all’ispettore Demon è in pericolo…




Non si può sfuggire al domani - William Pinto



Titolo: Non si può sfuggire al domani
Autore: William Pinto 
Casa Editrice: Les Flaneurs Edizioni
Data di pubblicazione: 26 Luglio 2019
Pagine: 158
Prezzo: 14,00 €

Sinossi: 


Corrado Principali vive di storie. Scrittore di successo, trasforma in libro gli eventi più importanti della sua vita: anche la separazione da Monica, che è per lui fonte di angoscia e di rimpianti a cui si rifiuta di cedere.

Corrado Principali vive di storie, e il lettore con lui: gli incontri condominiali, il viaggio in Puglia, i ricordi dell’infanzia assolata e l’immersione nel passato sono occasioni per raccogliere i racconti delle vite che intrecciano la sua, in un mosaico di episodi sui personaggi che accompagnano Cor­rado nel suo viaggio di crescita.




Biografia: 
William Pinto (1981) condivide il compleanno con John Fante, il suo scrittore preferito. Appassionato da sempre di hip-hop e di letteratura statunitense, è cresciuto a Grottaglie (TA), in una casa popolare di periferia. Ha lavorato all’Ilva per pagarsi gli studi universitari, ma l’e­sperienza come obiettore in una comunità per tossicodipendenti gli ha fatto scoprire la propria vocazione: ora lavora a Milano come pedagogista e coordinatore di un progetto per l’inclusione scolastica. Nel 2017 ha esordito con il romanzo Non c’è giorno più lontano di ieri.



A presto^^





La Ragazza del Canneto

Recensione: "La Ragazza del Canneto" di Marco Pareti

07:30




Titolo: La Ragazza del Canneto
Autore: Marco Pareti
Edizioni: Armando Editore
Genere: Giallo
Prezzo: 14 Euro
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 208











Trama:
Romanzo giallo dai toni avvincenti e attuali, ispirato da una storia reale. Carlo, un uomo con diversi problemi famigliari ed emotivi, si trova coinvolto nelle indagini svolte dai Carabinieri per un femminicidio e la scomparsa di due giovani fanciulle adescate tramite internet e social media. In compagnia della sua cagnolina Bimba, entra in contatto con un mondo di delinquenza, droga e prostituzione minorile. Scenario della storia è il bellissimo Lago Trasimeno, in netta contrapposizione con le malvagie caratteristiche di alcuni personaggi implicati nelle vicende narrate.
Recensione:
Carlo, ex carabiniere, ora impiegato di banca, si ritrova a fare la stessa passeggiata tutte le mattine 

con la sua cagnolina Bimba, quando una mattina fa una macabra scoperta. Tra i canneti lungo il lago 

Trasimeno, rinviene il corpo di una giovane ragazza bionda morta, che semina il panico tra gli 

abitanti del luogo.

Ci troviamo in Umbria, più precisamente tra i paesi che compongono lo splendido lago Trasimeno, 

che fa da sfondo alle vicende che ci vengono narrate. L’autore attraverso una scrittura semplice e 

pulita, ha composto un classico giallo all’italiana, che nonostante la trama fin troppo lineare, risulta 

comunque avvincente e a tratti commovente. I personaggi fanno solo da sfondo alla trama, la vera 

protagonista del romanzo. Mi è piaciuta particolarmente la descrizione dei luoghi in cui Carlo vive 

con Bimba e i colpi di scena che portano a galla la terrificante realtà del traffico di minori. La storia è

 tratta da una vicenda realmente accaduta, quindi ho personalmente apprezzato molto l'intento di 

Marco Pareti, di mettere in guardia i giovani riguardo ai pericoli delle chat e degli incontri online.






Alessandro Cannavale

C'è post@ per noi... #338

08:00


Buongiorno lettori e buona Domenica!
Anche oggi vogliamo suggerirvi alcuni titoli per le vostre prossime letture e lo facciamo come sempre suggerendovi alcune delle ultime uscite più interessanti, rigorosamente made in Italy.


Titolo: Manuale di permacultura integrale
Autore: Saviana Parodi Delfino
Edizioni: Terra Nuova Edizioni
Formato: Copetina flessibile
Pagine: 161
Prezzo: € 16,50


TRAMA
Partendo dall'osservazione dei modelli naturali, la permacultura propone un nuovo modo di fare agricoltura a basso impatto ambientale, realizzare abitazioni ecosostenibili e gestire le risorse energetiche. L'autrice, forte dei lunghi anni di esperienza in diversi paesi, ci mostra come applicare i principi della permacultura anche nella vita di tutti i giorni e scoprire le attitudini necessarie per una vita in armonia con l'ambiente e gli ecosistemi. Un invito a mettere in pratica i nostri sogni e imparare a imitare la natura per una nuova economia della felicità.

Titolo: Coltivazione biologica delle piante aromatiche
Autore: Francesco Beldì
Edizioni: Terra Nuova Edizioni
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 168
Prezzo: € 14,00

TRAMA
Le aromatiche, o officinali, rappresentano un gruppo di piante di particolare interesse sia per i loro molteplici impieghi culinari ed erboristici, sia per la relativa facilità di coltivazione. In queste pagine, Francesco Beldì, agronomo e autore di successo di manuali di coltivazione biologica, guida il lettore in un affascinante viaggio nel mondo delle piante aromatiche, attraverso oltre 50 schede che illustrano in dettaglio: dalla A di acetosa fino alla Z di zafferano, le proprietà, l'impiego e il metodo di coltivazione delle principali specie in grado di prosperare nel nostro clima. Per ogni pianta sono inoltre riportati preziosi consigli e suggerimenti per il controllo dei parassiti, la raccolta e la conservazione, indispensabili per preservare al meglio le preziose proprietà delle aromatiche.

Titolo: Versi Randagi
Autore: Alessandro Cannavale, M. Piro
Edizioni: Les Flaneurs Edizioni 
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 104
Prezzo: € 8,50

TRAMA
"Versi randagi" è un connubio di forme espressive, di parole e immagini, scaturito da un proficuo incontro di ferite aperte per giungere, infine, al coraggio di una rinnovata fiducia nella bellezza. Per "ingannare l'attesa", Cannavale e Piro reperiscono miracoli nella semplicità o annunciano "piccole catastrofi di rami spezzati". Sullo sfondo, una società frammentata, accelerata fino al parossismo, in cui ci si ritrova, sempre più spesso, incastrati nella condizione di randagi. Sulle molteplici declinazioni di questa condizione viene approfondita l'indagine, incontrando destini andati a vuoto tra le ruote del mondo, mentre un dio si prepara a soffiare su un fiore.

Titolo: Traditi e consegnati alla morte
Autore: Emilia Anzanello
Edizioni: Autopubblicato
Pagine: 503
Prezzo: € 18,99 (cartaceo) € 1,99 (ebook)

TRAMA
Dopo l'8 maggio 1945 e la capitolazione della Germania, anche la 3. SSPanzer Division Totenkopf, ormai priva di mezzi, di armi e con gli effettivi ridotti a soli 6000 uomini, ricevette l'ordine di deporre le armi e si arrese: si consegnò agli Americani, che avevano assicurato ai comandanti tedeschi che le truppe sarebbero state trattenute quali prigionieri di guerra. Fu una delle più colossali menzogne degli Statunitensi: dopo aver tenuto i soldati prigionieri in un campo provvisorio, senza cibo nè acqua, li consegnarono tutti ai Sovietici, consapevoli di mandarli a morte, ma del tutto indifferenti alla loro sorte. Iniziò così, per quei valorosi, una odissea di sofferenza, che li decimò lentamente, uno dopo l'altro, prima di far approdare i superstiti, meno della metà, ai campi di prigionia in Russia, e dai quali fece ritorno solo uno sparuto gruppo, più di dieci anni dopo. Questo è il racconto di alcuni di loro: di Fabian, che qualche peccatuccio, sulla coscienza, ce l'aveva, ma che certamente lo scontò ben al di là delle sue colpe. Di Ulrich, che tenterà la fuga, per ricongiungersi con la donna amata e col loro bambino. E di altri, ai quali non è mai stata concessa voce per farsi ascoltare, ma che sicuramente meritano il rispetto dovuto a chi, anche dopo la fine della guerra, ha continuato a soffrire e a morire, colpevole solo di aver combattuto per la propria patria e per i propri ideali fino all'ultimo, e oltre ...


E per oggi è tutto!
Vi diamo appuntamento a Domenica prossima per un nuovo appuntamento con questa rubrica.




Annie

Recensione: "Il senso del dolore: L'inverno del Commissario Ricciardi" di Maurizio De Giovanni

08:00

Il senso del dolore: l'inverno del Commissario Ricciardi
di Maurizio De Giovanni
Il Commissario Ricciardi #1
Einaudi
2012 (precedentemente pubblicato da Graus nel 2006 e da Fandango nel 2007)
206 pagine
€ 5,99 (ebook) € 13 (cartaceo)

TRAMA
Napoli, 1931. Marzo sta per finire, ma della primavera ancora nessuna traccia. La città è scossa dal vento gelido e da una notizia: il grande tenore Arnaldo Vezzi – voce sublime, artista di fama mondiale, amico del Duce – viene trovato cadavere nel suo camerino al Real Teatro di San Carlo prima della rappresentazione di Pagliacci. La gola squarciata da un frammento acuminato dello specchio andato in pezzi. A risolvere il caso è chiamato il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, in forza alla Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli. Investigatore anomalo, mal sopportato dai superiori per la sua insofferenza agli ordini ed evitato dai sottoposti per il carattere introverso, Ricciardi coltiva nell’animo tormentato un segreto inconfessabile: fin da bambino vede i morti nel loro ultimo attimo di vita e ne sente il dolore del distacco. Mentre i giorni passano e il vicequestore incalza, timoroso dell’impazienza del regime che da Roma chiede chiarezza ed esige che i colpevoli siano consegnati alla giustizia, la città freme sotto un alone cupo e livido, il risentimento cova nei vicoli e nei bassi, i raggi del sole illuminano a squarci le facciate degli antichi palazzi. Attento alle esigenze dei più deboli, il commissario segue il suo senso di giustizia per dare un nome all’assassino.

LA MIA OPINIONE

In una sera di Marzo del 1931, la città di Napoli viene scossa da una notizia incredibile: Arnaldo Vezzi, tenore di fama mondiale e artista dalla voce e dalle capacità interpretative eccezionali, è stato trovato assassinato nel suo camerino al Teatro San Carlo, dove era in scena.
Ad indagare sull'omicidio viene chiamato Luigi Alfredo Ricciardi, un Commissario dall'intuito eccezionale ma dal carattere scostante, che nasconde un segreto che da sempre lo affligge: riesce a vedere i morti  di morte violenta nel loro ultimo attimo di vita e ne percepisce il dolore. L'animo di Ricciardi è tormentato da queste visioni, ma non può confidare a nessuno ciò che riesce a vedere.
Mentre gli ultimi sprazzi d'inverno si abbattono sulla città, Ricciardi deve addentrarsi nella vita di Vezzi, per scandagiare le sue conoscenze e scoprire, infine, chi lo ha ucciso e perché.

Ho avuto qualche diffidenza nell'approcciarmi a questo romanzo, come mi capita sempre per i libri e per le serie più popolari. Alla fine ho ceduto quando ho saputo che dai romanzi sarebbe stata tratta una serie TV (prossimamente in onda su Rai 1) e così la curiosità ha preso il sopravvento.

Di questo romanzo mi hanno catturata prima di tutto l'atmosfera e l'ambientazione: siamo nel mezzo del ventennio fascista, ma non ancora al culmine del regime. Napoli è una città dalle mille contraddizioni, divisa tra i fasti di ricchi e l'estrema povertà di chi deve sgomitare per sopravvivere.
Immerso nell'atmosfera plumbea di un inverno che non vuole andare via, Ricciardi è un personaggio che attira sin da subito l'attenzione, prima di tutto per questo potere che lo contraddistingue, per questo dolore della morte che lo insegue e che lo rende scostante, sfuggente.
Ma intorno a Ricciardi si muovono diverse figure, da Maione, suo fedele braccio destro, al morto stesso e ad altri personaggi coinvolti nella vicenda, che scopriamo attraverso i molteplici PoV.

Lo stile di De Giovanni è molto evocativo, quasi poetico, ma allo stesso tempo scorrevole e dosato e sin da subito permette di immergersi nella storia.
Un ottimo esordio in questa serie, ormai già conclusa con il dodicesimo romanzo, che sicuramente continuerò a leggere.





Fabiola

Recensione: L'assassino, di Federico Fabbri

07:00


Titolo: L'assassino
Autore: Federico Fabbri
Genere: Thriller e gialli
Listino: € 20,00
Editore: Les Flâneurs
Collana: Maigret
Data uscita: 07/05/2019
Pagine: 404
Formato:brossura

Sinossi:
Può un uomo comune trasformarsi da un giorno all'altro in un mostro? Schivo e solitario, Federico Ansaldi conduce una vita tranquilla nel paesino di Santa Sofia, fino al giorno in cui, preso da una furia mai conosciuta, uccide il suo vecchio amico Alessandro. Inizialmente tormentato dal rimorso e dal terrore di essere scoperto, Federico precipiterà ben presto in una spirale di follia, fino a convincersi di avere una missione divina: epurare il mondo da tutti coloro che sono indegni di vivere. Da quel momento in poi il suo progetto si allargherà a macchia d'olio, finendo per coinvolgere persone la cui vita non sarà più la stessa e cambiando per sempre il loro destino. Chi vincerà, alla fine, nell'eterna lotta fra il bene e il male? E, soprattutto, dove si trova il confine fra giusto e sbagliato, fra normalità e follia, fra il lecito e l'illecito? Il male dimora nel mondo, oppure si annida in ognuno di noi, pronto a venire a galla e a ingoiarci se solo allentiamo la guardia? Domande inquietanti, a cui questo romanzo, che sfocia nel surreale, cerca di fornire una risposta che vada al di là del contingente per farsi universale.


Recensione:

L'assassino non è il classico giallo, il romanzo infatti inizia presentando da subito l'assassino: Federico Ansaldi inizia a uccidere per gelosia e continua spinto da un folle istinto che, crescendo di omicidio in omicidio, lo porterà a credersi un nuovo Dio in grado di rendere il mondo un luogo migliore, quando in realtà non sarà altro che un giustiziere psicopatico che uccide per egoismo, per il puro piacere di farlo.

La storia ha come centro l'assassino, ma i personaggi di contorno sono parecchi e molti di loro sono coprotagonisti dei quali potremo conoscere le storie, variegate e interessanti, raccontati con la giusta dose di particolari dall'autore. Tra questi spicca Vanessa, una donna che accetterà l'assassino e che ne pagherà in seguito le conseguenze; Bob, un uomo che deve provare il suo valore alla società nonostante i pregiudizi; e Ulisse, un ragazzino abituato a fare ciò che vuole senza dare spiegazioni, che non ha avuto modo di conoscere l'affetto della famiglia e che avrà un ruolo centrale in tutta la vicenda raccontata.

Quando ho scelto di recensire questo libro me lo aspettavo diverso, qualcosa di più simile a un giallo classico incentrato sulle investigazioni e sulle fughe, invece queste parti sono state messe in secondo piano, per dare spazio e risalto all'introspezione dei personaggi e all'intreccio narrativo, che ci permetterà di seguire la vita dei protagonisti per un lungo arco delle loro vite. 
L'autore ci avvisa da subito: il mondo che leggeremo non sarà in tutto e per tutto identico al nostro, infatti troveremo qualche variazione alle leggi e qualche ingenuità da parte delle forze dell'ordine, ma nel complesso del libro la cosa non disturba a mio parere. A pensarci bene, non sono molti i libri o i film che possono essere definiti realistici al cento per cento, qualche licenza qua e là si può lasciar correre senza problemi. Ho apprezzato invece il realismo dell'ambientazione: Forlì e Santa Rita fanno da sfondo a una narrazione avvincente, che alterna tensione e tranquillità con ritmi ben gestiti e uno stile che mantiene vivo l'interesse del lettore.

Consiglio questo libro a chi ama i gialli e a chiunque voglia avvicinarsi al genere con un romanzo avvincente e ricco di colpi di scena. Invito comunque chi non fosse per niente interessato al genere a dare un'occhiata agli altri libri dell'autore, che ha deciso di devolvere l'intero ricavato della vendita di questo libro (e di altri prima di questo) in beneficenza, scelta che dimostra il grande cuore dell'autore. 
Sicuramente leggerò presto un'altra opera di Federico Fabbri.