1886. Quando le Lunatermiti invasero la Terra

C'é post@ per noi... #224

08:34

 Buongiorno lettori!Rieccoci con le nostre segnalazioni made in Italy.









Titolo: Mindfulness per bambini e adolescenti
Autore: Christopher Willard
Edizioni: Terra Nuova
Pagine: 224
Prezzo: 14€

Sinossi: Vincere l'ansia con la mindfulness. Si può insegnare a un bambino a essere pienamente presente all’esperienza del “qui e ora”, al momento che sta vivendo nella sua unicità? Non solo la risposta è sì, ma certamente i bambini sono molto più predisposti e pronti degli adulti a cogliere la consapevolezza di ogni singola esperienza, per piccola o quotidiana che sia. È forse la frenesia della vita moderna che li “distrae” dalla loro naturale capacità di non perdere mai il contatto con il presente. Ed è proprio con loro che si possono osservare risultati estremamente positivi con la mindfulness.



Titolo: 1886. Quando le Lunatermiti invasero la Terra
Autore: Marco Bertoli
Editore: I Doni Delle Muse
Pagine: 154
Prezzo: 11€

Sinossi: 1883. Grazie alle scoperte di un geniale inventore, la prima nave spaziale, dotata di motore etereo, sbarca sulla Luna.
1886. Nello scenario apocalittico di un’Italia invasa da nemici alieni, la figlia dell’inventore viaggia alla ricerca del padre disperso, accompagnata da un giovane tamburino dell’esercito e da un cane meccanico.
Un romanzo denso di avventura che parla di tradimenti, di coraggio e di un’amicizia così forte da ergersi contro la minaccia che sta devastando la Terra, in una storia alternativa in cui la posta in gioco è la sopravvivenza del genere umano.

L’autore: Prolifico autore di racconti e romanzi, Marco Bertoli ha pubblicato per I Doni delle Muse il giallo storico d’ambientazione sumera L’avvoltoio. Delitti all’alba della scrittura (2014), seguito dai due libri illustrati per ragazzi Gilgamesh. La storia di un eroe sumero (2015) e Ivano. Il cavaliere del leone (2016). Appassionato di saggistica storica, videogiochi e wargame da tavolo, è geologo e lavora come tecnico di laboratorio presso il dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa.


Titolo: Ombre dal Passato
Autrice: Barbara Ghinelli
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 28/04/2017
Genere: Thriller Psicologico
Formato: Ebook, cartaceo
Prezzo: ebook 2.99€, cartaceo 10.40€

Sinossi: Italia. Anno 1930. Tutti i quotidiani locali recano l'annuncio di un naufragio al largo delle coste triestine. Nessun superstite.
Duino. Anno 1960. Quattro ragazzine amanti del mistero e dell’avventura una sera vedono qualcosa che non avrebbero dovuto vedere.
Nel castello di Duino, ubicato sulla rocca a picco sul mare, sta accadendo qualcosa di losco e di singolare. Le amiche osservano un ragazzo mentre sotterra una lettera e mentre compie un inquietante sacrificio. Sentono il vagito di un neonato, soltanto per pochi minuti. Poi, più nulla.
Duino. Anno 1980. La città è sconvolta dalle misteriose sparizioni di alcune bambine e, mentre la polizia indaga, uno strano simbolo storico viene ritrovato sui luoghi delle scomparse.
Le quattro amiche si vedono coinvolte in ciò che accade, mentre la loro amicizia viene messa a dura prova e il passato, concentrato in quella terribile notte di vent’anni prima, minaccia di sopraffarle.
Cosa accomuna tutti questi elementi sparsi, raccontati su diversi livelli temporali? Cosa collega le sparizioni del 1980 con il ritrovamento dell’antico diario di una suffragetta sotterrato in mezzo alle rovine del vecchio castello di Duino?
Ombre dal passato è un thriller psicologico, permeato da mistero e da colpi di scena che si avvicendano fino all’inaspettato finale. È una storia sull’amicizia, sull’amore in tutte le sue forme e sfumature, sul perdono più sincero. E sul coraggio di una donna che, in epoche difficili, quelle del primo dopoguerra, lotta per esporre le proprie idee e la propria dignità. Sempre.

L’autrice: Mi chiamo Barbara Ghinelli, sono nata a Milano e vivo a Desio.
Ho frequentato il liceo linguistico e poi la facoltà di scienze biologiche all’università di Milano.
Da tre anni lavoro per un’azienda farmaceutica come informatrice scientifica del farmaco ma la mia passione più grande è la scrittura. Per me è un’esigenza. E, come tutti gli scrittori, naturalmente sono anche una lettrice, o meglio una divoratrice di libri.

Ho scritto ad oggi quattro romanzi, due di fantascienza (uno il seguito dell’altro) e due thriller/mistery con componente psicologica, alcuni racconti brevi e diverse poesie.  Attualmente sto lavorando al mio quinto romanzo, di genere mistery, ambientato in Cornovaglia.


Elisa Manzini

Recensione: IL MIO NOME E' AVA CINCOTTI di Elisa Manzini

09:00

Titolo: Il mio nome è Ava Cincotti
Autrice: Elisa Manzini
Editore: Cento Autori
Collana: A cuor leggero
Pagine: 107
Sinossi: Melissa, parrucchiera, ha lasciato la Pennsylvania per New York, in cerca di un lavoro e di nuovi stimoli. E, dopo aver ottenuto un impiego nel salone di Chris (a sua volta fidanzato con un altro Chris), sembra trovare le sognate emozioni nel rapporto con Adam Mason: rockstar decadente ma ancora affascinante, tanto sexy e attraente quanto misteriosa e sfuggente. Dopo i primi approcci reali, infatti, il rapporto tra i due sembra essersi trasformato soltanto in un bel passatempo virtuale, tenuto in piedi da quotidiane chat su Facebook e audaci conversazioni su Skype. Peccato che, per Melissa, il rapporto con Adam non sia affatto un gioco, ma una passione-ossessione che la ragazza confida al suo diario - chiamato affettuosamente Bob - e all'amica svedese Marie, sua cliente al salone. Ma quando la tensione psicologica e fisica tra i due, alimentata dalle continue sparizioni del musicista e da sempre più ardite fantasie virtuali, diventa insostenibile per Melissa, la ragazza decide che è ora di agire. O meglio, di far agire per lei una donna molto più seducente: il suo alter ego, Ava Cincotti.


Recensione:
Come ormai sapete, sono una fan della collana A cuor leggero e avevo già apprezzato l'autrice, per cui mi sono tuffata a capofitto in questa lettura.

Melissa è una parrucchiera della provincia americana che dopo la rottura con l'ex fidanzato decide di trasferirsi a New York.
In breve Melissa trova casa e lavoro ma non solo, conosce Adam, un affascinante chitarrista in declino e più maturo.

Dopo aver fatto le dovute ricerche su google, Melissa inizia a flirtare con Adam tramite i social. La relazione, però, non sembra decollare sul piano reale e viene fuori che Adam convive con la ex per motivi economici ed è ancora preso dalla sua ultima storia.

Stanca del continuo tira e molla, Melissa ordisce un piano machiavellico per scoprire quali sono le reali intenzioni di Adam nei suoi riguardi, crea un falso profilo facebook e così vede la luce Ava Cincotti, una eclettica e disinibita giovane donna di Boston.

Secondo voi, non ne usciranno fuori delle belle? Leggete il libro per scoprire la verità.

Personalmente sono stata completamente d'accordo con Melissa in quanto ai camerieri che sono appollaiati alle tue spalle e non ti permettono nemmeno di gustarti il cibo per quanto son rapidi a portarti via il piatto, roba da sorvegliati speciali a volte!

Anche io in passato ho adottato qualche espediente come Melissa, fidarsi è bene ma spesso non fidarsi è meglio, no ;)?

Come Melissa e credo tante altre, anche io ho vissuto situazioni simili in cui gli uomini ti illudono, fanno capire di avere difficoltà ad aprirsi ma di fatto non sono presi come te.

Se l'epilogo era in parte prevedibile, ci sono comunque delle sorprese, dei risvolti positivi che magari non ci si aspettava affatto.

Sacrosanta è l'ultima pagina, riassumendo vi si legge che le donne forti sanno affrontare la verità e non si accontentano di bugie dorate, concordo al 100%!

In definitiva, si tratta di un libricino piccolo ed economico, pratico da portare ovunque con sé e che si fa leggere con piacere!



April Anderson

C'è post@ per noi #223

08:00

Buona domenica, Lettori!
Curiosi di scoprire i titoli che sono arrivati nella nostra posta? Bene, cominciamo subito, allora!












Fashion Love 2: L'amore va sempre di moda di Sarah J. Del Consile

Titolo: Fashion Love 2 - l'amore va sempre di moda
Autore: Sara J. Del Consile
Editore: Butterfly Edizioni
Prezzo: 2,99 € 
Data di uscita: 3 maggio 2017

TRAMA
È passato qualche tempo da quando Mia ha finalmente trovato l'amore e adesso la vita sembra sorriderle più che mai. 
Tra qualche mese coronerà il suo sogno, sposandosi con Diego, ma prima che questo accada, Mia potrà realizzare un altro grande sogno: partecipare alle settimane della moda come assistente personale di Nenè, una delle più famose fashion blogger del momento. 
Mia vivrà così un'esperienza indimenticabile che la porterà nelle grandi capitali europee della moda: Londra, Milano e Parigi le apriranno le porte per farle vivere tre settimane da favola tra importanti sfilate, lusso sfrenato, party esclusivi e tanto glamour. 
Conoscerà nuovi amici, ma anche... nuovi inaspettati nemici. 
Scoprirà che il mondo dorato della moda non è sempre luccicante come sembra e ben presto sarà costretta a fare i conti con una realtà che non le piacerà affatto. 
Nell'ambito del gossip, dove apparire è importante, non mancano invidie e colpi bassi, basta distrarsi un attimo per rischiare di perdere ciò che di più caro si ha...

La memoria di un'ala dorata di April Anderson

Titolo: La memoria di un'ala dorata
Autore: April Anderson
Editore: Autopubblicato
Pagine: 282
Prezzo: € 10,40 (cartaceo) € 2,99 (ebook)
Sl'unica cosa che la ragazza senza nome riesce a fare è fuggire. Un tiranno di cui sa poco la cerca con ogni mezzo. La ragazza scoprirà di poter contare su numerosi alleati mossi dall'odio per il loro nemico comune, capace di soggiogare un'intera nazione da tempi immemori, e conoscerà l'importanza dell'amicizia, della solidarietà e dell'amore.
Ricominciando da capo, Kiral ha la possibilità di scegliere chi essere, a partire dal nome, frenata dal timore di scoprire che la persona che era prima non le piaceva, o di rivelarsi incapace di essere all'altezza della sua vita precedente.
Una cosa è certa: Kiral è una maga con poteri fuori dal comune e può rivelarsi un elemento chiave nella lotta contro il tiranno.
E scoprirà che forse non è lei a dover avere paura del mondo, ma il mondo a dover temere lei.

Oltre la barriera  di Filippo Mammoli

Titolo: Oltre la barriera
Autore: Filippo Mammoli
Editore: Autopubblicato
Pagine: 255
Prezzo: € 3,99 (ebook) € 9,99 (cartaceo)

TRAMA
In una calda giornata di agosto, in seguito a una condanna per omicidio, il fisico italiano Lorenzo Rossi viene prelevato dal tribunale di Lafayette e condotto nel braccio della morte del penitenziario di Stato della Louisiana. Insieme ai colleghi ricercatori di un laboratorio del Massachusetts Institute of Technology, Lorenzo stava lavorando da diversi anni a un progetto ambiziosissimo dalle molteplici implicazioni scientifiche e sociali. La vita nel carcere si rivela durissima e a Lorenzo viene concesso come unico passatempo quello di scrivere una sorta di diario. Attraverso vicende fortuite e rocambolesche, le pagine scritte da Lorenzo vengono scoperte da Susan Taylor, che vive e lavora a Baton Rouge. Improvvisandosi investigatrice, arriverà a conoscere i risvolti inquietanti di una storia per cui scienza e pregiudizio si intrecciano in un gioco pericolosissimo. E altrettanto pericoloso è il gioco di provocazioni e minacce ripetute che il direttore del carcere intavola con Lorenzo, rovesciando su di lui, uomo di scienza e ateo convinto, tutta la sua carica di fanatismo religioso. Nel suo racconto Lorenzo alterna le vicende della vita carceraria con quelle del percorso di ricerca fino all'ultimo esperimento, prendendoci per mano attraverso un viaggio emozionante all'origine fisica del mistero della vita. Ma quale sarà l'ultima tappa di questo cammino tortuoso e sofferto per Lorenzo?



Barbara Bellomo

Recensione: LA LADRA DI RICORDI di Barbara Bellomo

08:00

Titolo: La ladra di ricordi
Autore: Barbara Bellomo
Editore: Salani
Pagine: 310
Prezzo: € 15,90 (cartaceo) € 9,99 (ebook)

TRAMA
Cosa accomuna l'omicidio, ai giorni nostri, di una dolce, vecchia signora dalla vita irreprensibile e i grandi protagonisti dell'età repubblicana Cesare, Lepido, Cicerone, Marco Antonio, la crudele moglie Fulvia e la piccola Clodia? È quello che dovrà scoprire un terzetto stranamente assortito, chiamato in causa per l'occasione. Isabella De Clio, giovane archeologa siciliana specializzata in arte antica, è bella, volitiva, preparatissima, ma ha un motivo particolare per temere la polizia. E il fatto che l'affascinante Mauro Caccia, l'uomo che la affianca nelle indagini, sia un commissario non l'aiuta più di tanto. Con loro c'è anche Giacomo Nardi, depresso professore di museologia e beni culturali... È l'inizio di una storia che intreccia la Roma del I secolo a.C. e l'Italia contemporanea, gli antichi intrighi politici e i mediocri baroni universitari dei nostri tempi, la violenza che si nasconde tra le mura di casa e la precarietà in cui i ragazzi di oggi, anche i migliori, sono costretti a crescere e a diventare adulti.

LA MIA OPINIONE

Devo ammettere di aver scoperto questo romanzo per caso, qualche mese fa, navigando tra una pagina web e l'altra. La trama però, mi ha subito colpita.
In un tema di terza elementare avevo scritto che mi sarebbe piaciuto diventare un'archeologa, un mestiere che sapeva di mistero e avventura. Anche se sto per diventare tutt'altro nella vita, l'archeologia  e l'antichità in generale continuano ad affascinarmi terribilmente. Ecco spiegato perché non ho esitato a procurarmi questo romanzo al più presto per leggerlo.

Isabella De Clio è determinata a trasformare la sua passione per la storia e l'arte antica nel suo lavoro. Ecco perché, dopo la laurea, è alle prese con un importante dottorato presso l'Università di Todi, dove sta studiando alcuni cammei di età romana. Questo dottorato e questo studio potrebbero portarla a realizzare il suo sogno, quello di dirigere un museo. 
Sulla strada di Isabella, però, ci sono alcuni ostacoli non proprio semplici da superare: due candidati altrettanto validi e tre professori che devono valutare il suo elaborato, e che non sempre sono imparziali.
Proprio quando il dottorato sta per volgere al termine, però, Isabella viene coinvolta in un'indagine di omicidio che ruota proprio intorno ad un cammeo rarissimo per la sua preziosità e la sua iconografia.
Ad indagare accanto a lei ci sono il commissario Mauro Caccia, un uomo molto affascinante che da subito attira l'attenzione di Isabella, e Giacomo Nardi, uno dei professori di riferimento della nostra archeologa, che da quando ha perso la moglie è caduto in una grigia depressione.
L'indagine porta Isabella a ripercorrere, attraverso il cammeo, la vita di Ottaviano, primo imperatore di Roma, e dei suoi nemici, ma anche a svelare misteri che riguardano gli ultimi proprietari del cammeo.

La storia ci viene raccontata attraverso i tre punti di vista di Isabella, Mauro e Giacomo, inframmezzata da vero e propri racconti sulla vita di Ottaviano e di Marco Antonio e la sua famiglia, in particolare della moglie Fulvia, crudele e scaltra, e della piccola Clodia. 
Si tratta di un romanzo piacevole ed affascinante, perché trova dei punti di collegamento interessanti tra la storia antica ed un caso di omicidio che nasconde un mistero per niente banale.
Si legge in fretta, indubbiamente, perché è molto scorrevole e ben scrittocon uno stile semplice ed immediato.
Quello che non mi ha convinta del tutto è stata la caratterizzazione dei personaggi, che anche per Isabella è rimasta un po' superficiale, ma trattandosi del primo volume di una serie confido che su di lei si possa sapere di più nei prossimi volumi.
Intanto è stato interessante scoprire un po' del suo passato e delle sue ambizioni, così come si è rivelato molto interessante il personaggio del professor Nardi, che grazie a quest'indagine sembra ritrovare una nuova motivazione per continuare a vivere e a fare il suo mestiere.

E a proposito la seconda indagine di Isabella è in uscita, sempre per Salani editore, a Giugno. Il titolo sarà Il terzo relitto. 

Insomma, una lettura imperdibile se siete appassionati di storia e di romanzi gialli, che in questo volume trovano un'ottima sintesi.





c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #222

09:00





Buongiorno a tutti!
I libri che vi propongo oggi mi sembrano delle ottime letture per questo periodo primaverile così imprevedibile.












Titolo: “I Cento Ritratti”

Autore: Francesco Montori

Editore: autopubblicato

Data di uscita: 10/04/2017

Genere: Racconti, Narrativa Contemporanea

Formato: Ebook

Prezzo: 2.99€
Ebook disponibile su Amazon (bit.ly/100ritratti) e le più importanti librerie online

Sito web autore: montori.it


Sinossi:

I cento ritratti siamo noi: le persone. Colte in momenti comuni o paradossali, ma sempre carichi di elettricità umana, sia nella rinuncia che nella rivolta. 
Sono presenti la frustrazione, le dipendenze, il lavoro, la follia, il sesso, il timbro di una resa e l’ironia per abbatterla; ci sono le domande attorno a un suicidio, un 18 preso all’università, un incontro del terzo tipo, la lista di una persona che assomiglia, il rapporto con degli occhiali da vista, e molto altro ancora della commedia umana.
Ogni ritratto inizia con un nome, come trasfigurazione letteraria di un dipinto su tela, mentre la brevità ne è la cornice.
Nella galleria, sono presenti anche animali e oggetti, e i rapporti che le persone intrecciano con ognuno di essi nel quotidiano.
Sono immagini rese statiche o in movimento grazie alle parole, con tutto ciò che di implicito e nascosto si trova al loro interno. 
Ogni tela di un dipinto, infatti, è tessuta con una trama, molto più vasta e sottile di ciò che si pensi.


L'autore:

Francesco Montori nasce a Bologna. Ha vissuto in diversi paesi, fra cui Francia, Germania, Siria, Egitto e ora in Polonia. Ha svolto numerosi impieghi: dal lavapiatti, all’insegnante di italiano, dal contabile, al giornalista (è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Emilia Romagna), lavorando anche come addetto call center e manovale. 
Ha scritto per diverse testate e associazioni culturali; suoi testi e poesie sono presenti in numerose riviste. Ha un sito http://www.montori.it/ dove chiunque potrà lasciare il proprio contributo nella sezione Esercizi, uno spazio nel quale poter descrivere un volto, cimentarsi in un dialogo, e altro ancora. 
Dal 2016, fa parte del trio Dogon, formato con un attore e un sound designer, per la produzione di audio racconti e monologhi originali. 
I cento Ritratti è il suo primo libro. 
L’autore invita chiunque desideri un ritratto a contattarlo; il soggetto, l’argomento e lo stile saranno scelti da voi, e il ritratto sarà breve come quelli presenti nel libro. Tutto in forma gratuita, solo per il piacere di un rapporto diretto e creativo tra chi legge e scrive.


Link sito: www.montori.it

Dogon audio: su Facebook e Youtube









Titolo
: Piccoli imprevisti d'amore

Autore: Ilenia Sartori

Editore: Butterfly Edizioni

Data di uscita: 26 aprile 2017

Genere: romantico contemporaneo

Collana: Digital Emotions

Prezzo: 1,99 €
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited




Sinossi:

Carlotta non crede più nelle favole e nel lieto fine. Un po' buffa e combina guai, non fa altro che lasciare dietro di sé una sfilza di figuracce che la fanno sentire sempre sbagliata. Ha inseguito l'amore fino a Roma, cambiando del tutto la sua agiata vita, per poi scoprire di non essere neppure ricambiata.
Sarà nel locale dove ha iniziato a lavorare da poco che il destino si divertirà con lei...
Il proprietario, dal fascino dannato e due occhi blu da infarto, le sconvolgerà i piani di conquista della sua cotta di sempre.
Ma se Diego, oltre a essere un rubacuori, non fosse sincero con lei e le nascondesse un segreto che potrebbe farla soffrire?
Carlotta farà di tutto per tenerlo lontano da sé... Ma l'amore è in grado di sciogliere anche il più ghiacciato dei cuori.




Titolo: I love my spy

Autore: Sadie Jane Baldwin

Editore: Butterfly Edizioni

Data di uscita: 12 aprile
Cartaceo disponibile dal 12 maggio

Prezzo ebook: 2,99 €

Prezzo cartaceo: 15,00 €
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited






Sinossi:


Ethan Kent, 30 anni, è un cacciatore nato, rimorchiare gli viene facile grazie al suo fascino irresistibile: nonostante una cicatrice sul viso, è atletico e muscoloso al punto giusto e ha uno sguardo magnetico a cui tutte le donne cedono. Abituato a storielle di una notte, anche per via del suo lavoro di investigatore privato che lo mette costantemente in pericolo, non ha fatto i conti col destino... Helen Stuart, dopo una carriera da modella, è diventata una giornalista tosta: non si ferma davanti a niente e ottiene sempre ciò che vuole. Bellissima e testarda, ma spaventata dai sentimenti, non esce con un uomo per più di cinque giorni di fila. Ethan è sulle tracce di alcuni esponenti della mafia Russa ed Helen si ritrova coinvolta nelle indagini per avere uno scoop in anteprima. Tra feste in maschera, operazioni di spionaggio, fughe e inseguimenti, la missione si farà pericolosa... soprattutto perché tra i due scorre un'ardente attrazione che li coinvolgerà più del previsto...




Buona lettura a tutti, alla prossima!






Barbara Pumhosel

Recensione: " LA VOLPE, IL PICCHIO E LA BAMBINA" di Barbara Pumhosel

08:57



Titolo: La volpe, il picchio e la bambina
Autrice: Barbara Pumhosel
Casa editrice: Terra Nuova Edizioni

Sinossi: Un testo molto poetico che celebra la biodiversità e l'amore per i libri e le storie che raccontano.












Recensione:
Ho amato questo libro fin dalle prime righe. Narra le vicende di una volpe molto furba che, per sopravvivere, ha imparato alcuni “trucchi del mestiere”. Non lo era da sempre. No, lo diventò per sopravvivere.

Smise di aspettare il cibo dalla bocca della mamma, di essere credulona e fiduciosa nel destino e si mise a studiare. Studiò lucchetti, serrature e reticolati, disegni di progetti architettonici per pollai e dispense. Imparò gli odori tipici dei cacciatori, dei loro stivali e dei loro cani. Imparò anche come mangiarsi giusto quel pezzettino di filo per impedire ai loro suv di partire.

Alla fine non c’era serratura o recinto che riuscisse a fare da barriera tra lei e le galline. Aveva studiato tanto, ora riconosceva i pericoli in tempo e li affrontava senza farsi prendere dal panico.

I pollai che un tempo questa volpe (ancora viva e vegeta) visitava, sono ancora esistenti, anche se mostrano alcune sostanziali differenze: quelli di oggi sono fabbriche ermeticamente chiuse, con dentro polli tristi che non hanno mai visto il sole o sentito la pioggia sulle piume, ne hanno mai sentito parlare delle volpi.

I cacciatori hanno cominciato a usare armi simili a quelle usate nelle guerre e di notte cercano le volpi nei mirini a raggi infrarossi fissati sui loro super fucili. Date le attuali circostanze, la nostra povera volpe deve necessariamente adattarsi.
Così inizia a costruire tunnel che le consentano di raggiungere comunque i tanto agognati “ polli”.
Nel corso delle sue giornate di “ caccia”, la volpe stringe amicizia con un furbissimo picchio;  i due animali parlano di tutto, del tempo, del bosco, della luna e del sole, dei cacciatori e dei pulcini, di vermi e di polli.
Parlano del mondo, della filosofia degli alberi, dell’aria, dell’acqua, della terra, del correre e del volare.
Alla coppia si unisce presto anche una deliziosa bimba, che insegnerà ai due animali l’importanza della lettura.

Ora sono in tre: l’equilibrio è perfetto, dicono ,perché sono sotto e sopra la terra, e nell’aria.”

I tre amici scoveranno il modo di aprire un magico forziere contenente semi che meritano di essere piantati, anche nei luoghi più tristi e privi dell’esistenza di elementi naturali.

Un libricino dalle illustrazioni meravigliose e dal messaggio importante: l’obiettivo chiaro e specifico di insegnare anche ai più piccoli l’amore per la natura, la rinascita degli elementi anche nei luoghi ove la “mano dell’uomo” ha distrutto l’equilibrio della madre terra.

Una favola  moderna, che merita grande attenzione.




AA.VV.

C'è post@ per noi... #221

08:00

Buona domenica lettori!!
Il brutto tempo, tra una scodata e l'altra, sembra non volerci più di tanto abbandonare, ma noi lettori siamo sempre pronti all'evenienza. Guardiamo insieme qualche segnalazione, magari troverete il libro che vi accompagnerà durante la prossima settimana.


Titolo: Adolescenti inquieti
Autore: Mario Gianfrate
Editore: Les Flaneurs Edizioni
Prezzo: €11,00 (cartaceo)

Dove acquistare: SITO EDITORE

Trama.  Caduti per la libertà durante la Resistenza – Cucciolo, Balilla, Monello, Madama avevano un’età compresa tra i dieci e i diciassette anni. L’età del gioco e dei primi amori. Eppure, dinnanzi alla possibilità di contribuire alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo, non esitarono a imbracciare le armi; lasciarono la famiglia e si unirono ai partigiani, pagando con la vita.
In questo libro, Mario Gianfrate ci racconta le storie di questi e altri “adolescenti inquieti”, per sottrarle all’oblio; storie di orrore e indicibili atrocità che ci invitano a riflettere su un periodo storico fondamentale per l’Italia, quello da cui ebbe origine la nostra Costituzione.
Ha ancora senso, oggi, ripercorrere la grande epopea che è stata la Resistenza? Questo libro ci dice di sì: in un momento di disaffezione verso i valori di libertà e giustizia, parlarne si rende più che mai necessario.


Titolo: Amira. Storia di una mezzosangue
Autore: Nicole Cascione
Editore: Las Flaneurs Edizioni
Prezzo: €13,00 (cartaceo)

Dove acquistare: SITO EDITORE


Trama. Storia di una mezzosangue – Come è possibile considerarsi una straniera dopo essere cresciuta come cittadina dell’universo della letteratura? Amira si è sentita un ragazzino che giocava sulla via Pál e una delle piccole donne dell’America di metà Ottocento: per lei confini e nazionalità sono solo etichette. Eppure, da egiziana che si trasferisce a Bari per ritrovare la storia di suo padre, si scontra con l’intolleranza e la discriminazione.
Amira è un ingegnere e aspira alla serenità, alla condivisione della vita con un ragazzo che abbia la forza di superare la disapprovazione altrui, che non si vergogni del suo velo e delle sue preghiere quotidiane, che comprenda il significato del ramadan.
Non tutti, però, scoprirà Amira durante il suo soggiorno a Bari, sanno accettare la diversità e abbracciarla come portatrice di ricchezza. Le dediche di suo padre sui libri che le ha lasciato saranno una guida per affrontare le insidie della vita, degli insegnamenti veicolati attraverso i classici della letteratura che la aiuteranno a trovare la propria strada e la propria identità, al di là di ogni confine.



Titolo: Chiara Samugheo. Un'amazzone della fotografia
Autore: AA.VV.
Editore: Les Flaneurs Edizioni
Prezzo: €24,00 (cartaceo)

Dove acquistare: SITO EDITORE

Trama. Chiara Samugheo, la fotografa delle stelle, ma anche prima “donna fotografa” in Italia. Universalmente nota per i ritratti delle grandi star, detiene anche un altro primato: quello di aver immortalato, negli anni del Dopoguerra, il fenomeno delle tarantolate in Puglia. Il suo obiettivo ci ha svelato un mondo arcaico, quello del Sud d’Italia, ancora impregnato di superstizione e miseria e ben lontano dalla ripresa economica che stava interessando il resto del paese. È proprio sulla produzione “neorealista”, forse meno nota, della fotografa barese che si concentrano i saggi raccolti in questo volume: delle vere e proprie istantanee sul percorso umano e professionale della Samugheo, in cui analisi critiche e ricordi personali si alternano in maniera coinvolgente.

Alla prossima


Amaranth

Recensione: AVRÒ CURA DI TE di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale

09:15

Titolo: Avrò cura di te
Autori: Massimo Gramellini e Chiara Gamberale
Editore: Longanesi
Pagine: 250
Prezzo: cartonato - € 16,00; flessibile - € 10,00; ebook - € 4,49

Trama
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto. La notte di San Valentino, Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all'angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, ma anche il coraggio, di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. L'angelo ha un nome: Filemone, ha una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Di ascoltarla come non si è mai ascoltata. Nasce così uno scambio intenso, divertente, divertito, commovente, che coinvolge anche le persone che circondano Giò. Uno scambio che indaga non solo le mancate ragioni di Giò: ma le mancate ragioni di ognuno di loro. Perché a ognuno di loro, grazie a Filemone, voce dell'interiorità prima che dell'aldilà, sia possibile silenziare la testa e l'istinto. Per ascoltare il cuore. Anche e soprattutto quando è chiamato a rispondere a prove complicate, come quella a cui sarà messa davanti Giò proprio dal suo fedele Filemone, in un finale che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.

***

«Va’ da lei, Filèmone. E restituiscile il senso del meraviglioso.» 

In una notte piena di disperazione Gioconda, detta Giò, scrive una lettera al suo angelo custode per chiedergli aiuto. Da due mesi Leonardo l’ha lasciata e l’incubo ricorrente che faceva da bambina è tornato a tormentarla: è la sua festa di compleanno e nessuno si presenta. Nemmeno l’unico invitato che conta davvero.
Giò non ha idea di cosa chiedere al suo angelo e non si aspetta certo di ricevere risposta, ma ha bisogno di crederci e così inizia uno scambio epistolare con Filèmone, il suo angelo custode.
Avrò cura di te è, a tutti gli effetti, una conversazione intima come un racconto scritto su un diario segreto, ma il dialogo tra un angelo e la sua anima non avrebbe potuto essere diverso. Filèmone è stato accanto a Giò fin da quando era una bambina, ma pur conoscendo ogni spigolo del suo carattere e ogni silenzio, lascia che sia lei a rivelarsi, ad aprirsi a poco a poco. La sostiene e la sospinge come si fa con un bambino che impara a trovare l’equilibrio sulla bici. 
Nonostante la grande pazienza di Filèmone (non a caso è un angelo), però, sempre più spesso le lettere sono terreno di scontro. Nel mare in tempesta che è la sua interiorità, nell’insicurezza che la domina, Giò ha una voce decisa, battagliera quando esprime le proprie ragioni, quando si oppone alle osservazioni e ai consigli del suo angelo con la a minuscola. Filèmone le tiene testa con parole lievi e al tempo stesso concrete: laddove Giò vuole, sogna e costruisce castelli di ideali, l’angelo è un’ancora. 

Non hai sbagliato. Sei andata avanti. A modo tuo, ma avanti.
E non sarà certo tornando indietro che riavrai quanto hai perduto.
Dovrai arrivarci da qualche altra parte.

F

«Tutto è sempre giusto e perfetto», scrive instancabile Filèmone a Giò che, altrettanto tenacemente, continua a rimpiangere il passato, quanto è stato e i propri errori. Tra le tantissime frasi da citare che si rincorrono tra le pagine, questa riassume uno dei messaggi per me più belli: anche lo sbaglio è perfetto, anche l’errore può insegnarci a trovare la nostra strada. Sbagliando si cresce, cadere insegna a rialzarsi e a restare in piedi.
Avrò cura di te è una promessa fatta a un’anima che ha bisogno di essere salvata dalle proprie ombre: scure, limacciose, ma allo stesso tempo tanto familiari da sembrare confortevoli. È la promessa di restare nei momenti più bui, di asciugare le lacrime, di spronare e spingere a ritrovare confidenza e fiducia. È l’impegno di insegnare a concentrarsi su se stessi, a non chiedere che gli altri ci forniscano forza, sostegno e alibi per i fallimenti. Avrò cura di te, sussurra Filèmone in una lettera e quello che vuole dire è: avrò cura di te affinché tu possa imparare ad avere cura di te stessa.

Io ti sussurravo: smetti di chiedere agli altri l’amore che non riesci a darti da sola, altrimenti continuerai a incontrare soltanto persone che non te sapranno dare. Ma tu eri troppo immersa nella prosa del mondo per ascoltarmi e mi costringevi ad assistere alle pantomime con cui mortificavi il tuo cuore. 

Se a Filèmone spetta il compito di ascoltare e guidare, l’umana curiosità spinge Giò a immaginare e indagare la vita del suo angelo che, d’altra parte, tende a essere restio a confidarsi. Certo, spiega e racconta, ma più spesso tace. È questo un aspetto interessante, un filo sottile che cattura l’attenzione.
È piacevole durante la lettura l’alternarsi delle due penne, quella della Gamberale che muove Giò e quella, immediatamente riconoscibile per i suoi lettori, di Gramellini nei panni di Filèmone. 
In Avrò cura di te mi è sembrato di cogliere l’eco de L’ultima riga delle favole, un romanzo del giornalista torinese che avevo molto apprezzato. Sulla base dei miei ricordi non penso che i due libri siano allo stesso livello. Non di meno credo che Avrò cura di te sia un libro che sa mettere la mano sul cuore. Quanto possa effettivamente lasciare dipende dalla personale disposizione del lettore.



c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #220

08:41

Buongiorno lettori! Rieccoci con le nostre segnalazioni tutte rigorosamente tricolori.










Titolo: Xpo Ferens
Autore: Alessandro Forlani
Editore: Acheron Books
Data di uscita: 2 aprile 2017

Sinossi: Il giovane Cristoforo Colombo e suo fratello Bartolomeo, mercanti e navigatori, a seguito di un attacco di pirati saraceni raggiungono una strana isola dove rinvengono la mappa di un continente sconosciuto, situato al di là dell'Oceano Atlantico.
I due fratelli decidono quindi di partire alla scoperta del misterioso continente. Braccato dall'Inquisizione, e alla guida di un bizzarro manipolo di marinai provenienti da mezzo mondo, Cristoforo Colombo troverà il sostegno del più pericoloso armatore che si possa immaginare, e che sembra molto interessato alla meta finale: Abdul Alhazred, l'Arabo Pazzo...

Orrende negromanzie, equipaggi zombeschi, relitti di navi impossibili popolati da creature antidiluviane... il genio weird di Alessandro Forlani, premio Urania 2012, ci trasborda in una navigazione da incubo, che mescola e reinventa le suggestioni del fantasy avventuroso, del romanzo storico e dell'horror lovecraftiano!


Titolo: Un amore di sorpresa
Autrice: Daisy Raisi
Editore: Rizzoli You Feel
Genere: Narrativa, romanzo rosa
Data di pubblicazione: 25 novembre 2016
Pagine: 99

Sinossi: Samuel, ex frontman di una band inglese di successo, e Caterina, editor e aspirante scrittrice italiana, hanno avuto un solo vero incontro prima che lui imboccasse la strada dell’autodistruzione, in seguito alla separazione dalla moglie. Travolto dai problemi personali, Samuel vede la sua carriera declinare e non ha più modo di rivedere Caterina, che nonostante la brevità dell’incontro non è mai riuscita a dimenticare. Lo stesso vale per Caterina che serba intatto il ricordo di quel breve intensissimo incontro.
Otto anni dopo si ritrovano grazie a Internet, ma insidie, nemici e un passato maledetto rischiano di dividerli per sempre.

L’autrice: Sono da sempre una lettrice compulsiva e ho cominciato a scrivere all’età di otto anni.
Scrivevo di tutto: poesie, piccoli racconti, storie di vario genere.
Crescendo, il mio amore per la scrittura non è diminuito e mi ha portato a partecipare con successo a concorsi nazionali di poesia nonché a dedicarmi alla stesura di libri e racconti a sfondo sociale, oltre che alla narrativa di vario genere.
Attualmente, sotto nomi diversi, ho al mio attivo sei libri autopubblicati e una breve silloge di poesie, oltre a molti scritti inediti e a un nuovo libro che sto completando.


Titolo: L'amore che ci manca
Autore: Giulia Mancini
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Love self
Genere: contemporaneo
Data di uscita: 4 aprile 2017

Sinossi: Linda Sarti ha realizzato ogni suo desiderio: ha un lavoro fisso, anche se stressante, si è sposata e ha una figlia. Ma ha un grande rimpianto: Giulio Grandi. Il loro era stato un amore complicato, ostacolato soprattutto dal comportamento freddo e scostante di Giulio, che si faceva amare da lei senza mai mettere in gioco i propri sentimenti. Quando il marito la lascia, le sue certezze si sgretolano. Ricominciare la propria vita a quarant'anni non è facile e quella dolorosa mancanza del passato torna a farsi più vivida. Non ha però fatto i conti col destino... che la rimette sulla strada di Giulio. Anche lui si è rifatto una vita ma ha sempre quell'aspetto tormentato e infelice che lei ricorda. Quando i loro occhi si incrociano, i diciotto anni che li hanno divisi sembrano soltanto poche ore e l'attrazione assopita riesplode senza lasciarli scampo. Si cercano, si desiderano e si vogliono a ogni costo. È troppo tardi per loro due? Linda non si fa troppe aspettative, vive quei pochi attimi rubati in modo intenso come se fossero gli ultimi... Lo sa che da Giulio non può avere certezze di alcun tipo e che l'unica cosa sicura è l'amore che non ha mai smesso di provare per lui. Ma sa anche che dopo di lui nulla è stato più lo stesso e farà di tutto per conquistarlo.


Fabiola

Recensione: La speranza dei vinti, di Michele Rampazzo

09:00


Titolo: La speranza dei vinti

Autore: Michele Rampazzo

Pagine: 272

Editore: Intrecci, 2016

Sinossi:

Cosa fareste se l'apocalisse vi sorprendesse in terra straniera, lontano da tutti e da tutto ciò che conoscete? Giorgio, giovane scrittore a Londra per lavoro, si risveglia in un incubo. Il suo agente gli ha lasciato un biglietto, è corso in aeroporto, chiamerà appena troverà un volo; ma intanto le reti telefoniche sono mute, i trasporti bloccati, le sirene suonano impazzite e strani individui si aggirano per le strade. Figure non proprio vive, sinistre, claudicanti. Zombie. Un'epidemia tanto violenta che girare senza mascherina significa contagio assicurato. E mentre i pochissimi sopravvissuti si accalcano in cerca di spiegazioni e imperversa la legge marziale, Giorgio sfugge ai controlli dell'esercito e decide d'intraprendere la sua personale odissea attraverso l'Europa per tornare da Alessia, rimasta a casa, in Italia. Lungo il tragitto, sarà testimone degli orrori causati dall'epidemia, lotterà per la propria vita e per le persone che incontrerà, con cui legherà a doppio filo le sue aspettative e le sue paure. Soprattutto, non perderà mai di vista il suo proposito: tornare a casa, dove risiedono le sue speranze più grandi.



Recensione

Il protagonista di questo libro è Giorgio, un giovane scrittore italiano, a Londra per affari. Giorgio si risveglia in hotel e si ritrova nel pieno di una sorta di apocalisse zombie, un po' diversa però da quelle a cui siamo abituati. Chi si ammala infatti mantiene una base di umanità e soprattutto non muore immediatamente. Le creature che identifichiamo come 'zombie' che incontriamo nel corso del romanzo sono degli 'esseri umani vivi' che a causa di un virus (di cui non conosciamo la provenienza) riescono a reagire solo ai bisogni primordiali, la fame prima di tutto, e per provare a sopravvivere questi 'malati' cercheranno di sfamarsi come possono, anche a spese di chi troveranno sulla loro strada.

L'autore ci racconta del viaggio di Giorgio verso casa, verso la sua fidanzata, che lui spera e crede di trovare ancora in vita. Il pensiero di Alessia sarà il motore che spingerà Giorgio a non perdere la speranza e a proseguire nonostante le difficoltà che comporta il lungo viaggio.

I personaggi che ci vengono raccontati cercano di aiutarsi l'un l'altro, dividendo le risorse e condividendo i mezzi di trasporto e le idee. 
In molti mi hanno colpito, in particolare mi è piaciuta molto Sarah, la prima vera compagna di viaggio di Giorgio, lei lo aiuterà a lasciare Londra e lo guiderà nella sua strada verso il mare.

Anche se la situazione descritta non è ideale, questo libro porta un messaggio positivo, e cioè che nonostante la società come la conosciamo sia quasi perduta, è possibile mantenere l'umanità e quindi aiutarsi, lasciando da parte l'egoismo proprio del senso di sopravvivenza che spesso siamo abituati ad associare a situazioni come questa pandemia.

Dall'altro lato, però, il comportamento dell'esercito sembrerà non favorire la cittadinanza, anche se dal punto di vista di Giorgio ovviamente non viene spiegato bene il senso degli ordini, che sinceramente mi sono sembrati un po' strani a volte.

Questa collaborazione tra i singoli individui mi ha portata a chiedermi se secondo me la situazione descritta sarebbe plausibile in un caso analogo e sono giunta alla conclusione che mi piacerebbe, perché secondo me anche nella società odierna sono le persone a fare la differenza e spero tanto che l'autore abbia ragione e che solo in pochi cercherebbero di approfittare della situazione o cercherebbero di salvarsi la vita a ogni costo.

Il libro è originale e ben scritto, lo stile dell'autore è molto descrittivo, anche un po' troppo per i miei gusti personali, ma devo dire che ho letto con piacere e con curiosità apprezzando i dettagli e l'ambientazione.

Rinnovo i miei complimenti all'autore per aver avuto un'idea originale, considerato il tema di partenza (abbastanza sfruttato, in effetti).
Consiglio questo libro a tutti quelli che hanno voglia di leggere una storia di speranza e d'amore, con alla base un po' di sangue e di zombie.