Alessia Bottone

C'è post@ per noi... #75

23:21


Buona sera lettori,
sarò io a tenervi compagnia in questa piovosa Domenica, come procedono le vostre letture? Avete qualcosa da consigliarmi??
Ma torniamo a noi, oggi ritorna la nostra rubrica "C'è posta per noi", quindi vi presenterò tre libri che mi hanno colpito. Prendete carta e penna e segnatevi queste intriganti uscite! 








Papà mi presteresti i soldi che devo andare a lavorare di Alessia Bottone



Titolo: Papà mi presteresti i soldi che devo andare a lavorare
Autore: Alessia Bottone
Editore: Kowalski
Prezzo: € 13,00 (brossura), €9,90 (ebook)
Pagine: 137 p.
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
Un manuale ironico e irriverente per chi cerca lavoro o ha perso la speranza. Una collezione esilarante di paradossali colloqui, richieste singolari e annunci bizzarri. Consigli utili per districarsi fra i “lei è troppo per la nostra azienda”, “lei è una persona instabile, ha viaggiato troppo” e i “dobbiamo tornare tutti all’agricoltura”.
Uno spunto per riflettere, sorridendo, sui cambiamenti del mondo del lavoro e della nostra società ma soprattutto per non arrendersi di fronte all’incertezza. Mal comune, mezzo gaudio? Forse, ma anche consapevolezza che dalla crisi se ne esce solo credendo in se stessi e nelle proprie capacità. 
Per cercare lavoro bisogna porsi alcune domande fondamentali tipo: “Cosa so fare?”. Suddividere le molecole e creare un nuovo teorema, recitare a memoria il Codice Civile, fare un business plan a occhi chiusi? Bene, sappiate che al mondo non gliene frega niente. Pensate piuttosto alle vostre capacità. Che cosa avete imparato facendo la barista durante l’estate? Che le mance che avete accumulato sono quasi il doppio del vostro rimborso spese dello stage? No, risposta sbagliata.

Biografia
Alessia Bottone, classe 1985, ha una laurea in Scienze Politiche, Istituzioni e Politiche per la Pace e i Diritti Umani, ovvero in Scienze della Disoccupazione a Lungo Termine. Ha pubblicato per un piccolo editore Amore ai tempi dello stage. Manuale di sopravvivenza per coppie di precari. Ha un canale youtube e un blog, Danordasudparliamone, da cui ha scritto una lettera al ministro Fornero che ha ricevuto molta attenzione dai media. Nel 2012 è stata opinionista a LA7. Scrive per “Vero salute”, “Verona InForma” e “Sportdi+”.



One Day di Monique Scisci



Titolo: One Day
Autore: Monique Scisci
Editore: Autopubblicato
Prezzo: € 0,99 (ebook)
Pagine: 85 p.
Anno di pubblicazione: 31 Ottobre 2014

Trama
 
Loro non sapevano che quel giorno la loro vita sarebbe cambiata per sempre.
 
Una storia d'amore senza fine, un incubo da cui non si può più uscire, una goccia di sangue per spezzare un legame e un'antica maledizione che ha il colore di un fiore. Dall'autrice de L'Ampolla Scarlatta Saga, quattro storie dedicate al mondo del fantasy per scoprire come tutto può cambiare nell'arco di un solo giorno.



Link Utili
Acquista il libro su: Amazon|  Sito autricePagina Facebook



Charming Devil di  I.M. Another



Titolo: Charming Devil
Autore: I.M Another
Editore: Amazon
Prezzo: € 1,48 (ebook)
Pagine: 406 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Romance, erotico
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
Emily aveva bisogno di soldi, e in fretta. Per questo, in un attimo di disperazione, ha deciso di vendersi a uno sconosciuto per qualche ora. La ferita nel suo orgoglio inizia a bruciare, e la coscienza non accenna a darle pace. Alla ricerca di un rifugio, varca la soglia del Charming Devil, un locale fuori dal comune, gestito da un eccentrico e sadico proprietario. A prima vista, si direbbe solo un bar un po’ troppo lussuoso, ma in realtà, il Charming Devil è un Host Club: un luogo in cui degli uomini bellissimi vendono la propria compagnia a prezzi esorbitanti. Castiel è un host, e lo fa ogni giorno, con orgoglio e presunzione. Per lui, è semplicemente normale offrirsi a chiunque possa permettersi di comprarlo. Emily, insicura e sola, diventa presto il suo passatempo preferito. Di fronte a una realtà tanto distorta, nuovi dubbi si insinuano nella sua mente. È davvero così sbagliato, vendersi in cambio di denaro? 


Una citazione dal libro:
«Emily, io sono solo un host.» disse infine, a voce bassa, e con un tono profondo. «Non posso risolvere nessuno dei tuoi problemi. Però posso lenire la tua solitudine, farti sentire meno dolore, almeno per un’ora. Ti basta chiederlo.»

Biografia
I. M. Another ha iniziato a scrivere sin da quando ha ricordi. Ogni volta che scrive un nuovo romanzo, ne resta tanto influenzata da subire dei piccoli cambiamenti che la trasformano sempre in una persona nuova, e da qui nasce la sua firma.
Ha un ossessione per i personaggi eccentrici, i toni erotici delicati e l'immaginazione altrui.


Link Utili
Acquista il libro su: Amazon|  Blog Charming DevilPagina Facebook


***

Spero che i romanzi che vi ho proposto vi incuriosiscano ^_^ a presto!
Buona serata!!





Ancella (Monia)

Recensione: "TRAINING IN LOVE" di Manuela Pigna

18:52

Buonasera, lettori ^_^
Vi lascio le mie impressioni su un libro che mi è piaciuto tantissimo. È capitato per caso tra le mie mani e quando l'ho iniziato mi ha totalmente coinvolto e fatto dimenticare la realtà. Sto parlando del romance contemporaneo Training in love di Manuela Pigna e ve lo consiglio caldamente!!! Se siete romantiche ma non vi accontentate dei soliti cliché, questo fa per voi perché è diverso e originale ;-)

***********************

Titolo: Training in Love
Autore: Manuela Pigna
Editore: Amazon
Prezzo: € 2,81 (ebook)
Pagine: 283 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Romance Contemporaneo
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
Olivia è una ragazza dolce e simpatica, ha un unico problema: il sovrappeso. Per quasi tutta la vita è stata una ragazza grassa, presa di mira a scuola e non solo a causa delle sue dimensioni; ha passato diversi anni a lottare strenuamente con la bilancia, gettando la spugna quando sembrava che ogni tentativo non andasse a buon fine, e rassegnandosi a vivere per sempre con tutti i suoi chili in più. Finché una sera un incontro con un ragazzo speciale non le ridona un nuovo stimolo per risolvere il problema con l'alimentazione una volta per tutte e iniziare a vivere la sua vita a pieno, cominciando dal cambiare se stessa e finendo con il progetto di conquistare il ragazzo in questione. Attorniata da amici premurosi, cerca una figura professionale che la aiuti nel suo intento, senza sapere che questo sconvolgerà per sempre i suoi piani. E proprio quando tutto si realizzerà esattamente come si era augurata, si renderà conto che il fato è ironico e birichino, e a volte, quando i desideri si realizzano, non si è così felici come ci si aspetterebbe, soprattutto se nel frattempo quei desideri sono cambiati, sconvolti da un turbine alto e biondo, difficile da ignorare...

***********************

La mia recensione

Già prima di iniziare la lettura di questo libro, sapevo che l’avrei amato. Non so il motivo, ma qualcosa mi diceva che sarebbe andata così, me lo sentivo. Ebbene, mai intuizione fu più giusta. Questa è stata una delle migliori letture dell’ultimo periodo. Dolce, vera, riflessiva, romantica, commovente. Training in love, secondo romanzo di Manuela Pigna che ha preso parte anche al concorso BigJump, è un romance contemporaneo bello, bello, bello. Mi ha emozionato, coinvolto e divertito in un modo unico. Mi ha fatto sognare e battere il cuore e la cosa bella è che c’è riuscito trattando sempre una tematica importante e delicata: il rapporto della donna con il cibo. Ciò significa che dietro questa storia c’è un’autrice di grande talento.
Ma passiamo alla trama: Olivia, per gli amici Olly, è in sovrappeso da tutta la vita. Ha provato qualsiasi cosa per dimagrire, ma non ha mai ottenuto risultati. Stavolta, però, è decisa a provarci sul serio, perché vuole vivere una vita piena ed è stanca di stare sempre sullo sfondo della sua esistenza, lei vuole giustamente diventare la protagonista. Così chiede consiglio ai suoi amici Linda, Marco e Nic, che le suggerisce di affidarsi a un suo amico che lavora come personal trainer. Inizialmente titubante, Olly sceglie comunque di provarci e inizia il suo percorso con Andrea, riuscendo ad ottenere ottimi risultati. Il ragazzo, infatti, le fa comprendere quanto il suo problema sia soprattutto di natura psicologica: non mangia per fame, ma per sfogo. Seguendo i suoi consigli il peso diminuisce e Olly comincia a sentirsi finalmente bene con sé stessa. Ma i guai non sono ancora finiti: l’amore, si sa, è dispettoso e lei si innamora del suo personal trainer, che d’altronde è bellissimo e molto corteggiato, e ogni cosa sembra remare contro il suo sogno. Così, tra un allenamento e una chiacchierata, il sentimento tra loro si rafforza e - forse per la prima volta - Olly diverrà la protagonista della sua vita…
Vi avverto: scritta così, la trama del libro sembra molto più allegra di quello che è in realtà. È una storia leggera, certo, ma è incentrata su un serio problema e si alternano capitoli divertenti e più spiritosi ad altri tristi e che fanno molto riflettere. Tutto di questo libro mi ha colpito: la storia è fresca e realistica, i personaggi sono descritti benissimo, le emozioni, i pensieri e le sensazioni di Olly sembrano prendere vita nella testa del lettore, e le descrizioni sono curate ma non pesanti. 
In più, il modo in cui è trattato un argomento delicato come il rapporto tra le persone e il cibo mi ha conquistato da subito; l’autrice riesce a parlarne senza mai cadere nella banalità, non è mai scontata né stucchevole, anzi, è abile nel mostrare un disagio interiore ed esteriore che affligge milioni di persone in tutto il mondo e che spesso viene trattato con superficialità e anche deriso. Olly è così vicina a ogni ragazza che si sente a disagio con il proprio corpo che ci si dimentica di leggere un libro, sembra infatti di assistere al proprio tumulto interiore. Perché qui non si parla solo di cibo e peso, qui si pone l’attenzione sui disturbi che purtroppo danneggiano molte ragazze che si sentono sempre fuori luogo, non a proprio agio, incomprese e di tutto ciò non sanno nemmeno il motivo scatenante.
Perché questo è un romanzo assolutamente da leggere? Perché possiede una voce meravigliosa impossibile da ignorare. Ogni libro ha una voce e quando è così travolgente come in questo caso non può che catturare. È un romanzo che possiede un forte carattere e che mostra con sensibilità e intelligenza la crescita e il cambiamento di una persona dolce e gentile che vuole uscire fuori dal guscio e dimostrare a sé stessa e agli altri che può farcela ad essere come desidera.
Ho adorato i dialoghi sempre ironici e realistici, i pensieri di Olly e la sua personalità genuina, ho apprezzato anche i personaggi secondari come la pacata Linda, il gentile Marco e l’estroverso Nic, ma di certo un posto speciale se l’è conquistato Andrea, così caparbio e determinato, così dolce alla fine, anche se in alcuni punti l’avrei preso a schiaffi! I momenti che Olly e Andrea condividono sono sempre ricchi di atmosfera e coinvolgimento e creano quel clima di romanticismo instabile che mi piace tanto, perché ancora non è successo niente di concreto ma la scintilla è nell’aria. Lodevole poi l’intensità con cui ogni emozione è descritta, tanto che mentre leggevo potevo quasi respirare le sensazioni provate dai personaggi.
Manuela Pigna è sicuramente una scrittrice talentuosa e che sa come raccontare una storia e come far emozionare e commuovere. Il suo stile è semplice, colloquiale, frizzante, ma anche intenso, autentico, ricco di vitalità, trascinante e infinitamente sincero. Infatti, se devo attribuire un pregio a quest’opera mi viene subito in mente la sincerità. Si può trovare nel racconto della vita di Olly, nel modo di mostrare i fatti, nei pensieri della protagonista, nell’amore che vive.
Training in love è un dolcissimo e realistico romance contemporaneo, una storia bella e diretta che emoziona e appassiona. Lo consiglio a chiunque voglia leggere di un tema delicato trattato con sensibilità e tatto, ma anche a chi desidera passare qualche ora spensierata e con un pizzico di romanticismo in compagnia di personaggi ironici e veri. Non ve ne pentirete, fidatevi!

4 cuori e mezzo
per questo tenero e brioso romance!


Amaranth

Recensione: LE FIGLIE DI ANANKE. BLACK LIGHT di Dilhani Heemba

10:12



Titolo: Le Figlie di Ananke. Black Light 
Autore: Dilhani Heemba
Editore: selfpublishing
Pagine: 143
Prezzo: Brossura - € 4,33; Ebook - scaricabile GRATUITAMENTE / € 0,89

TRAMA
Le Figlie di Ananke sono dei demoni che uccidono gli umani per un equilibrio superiore. Thari, oltre ad essere figlia di Ananke, è figlia di un umano e da questa specie è attratta. Ma cosa succede se la sua attenzione si posa su un umano in particolare? Lei, già demone a metà, cosa rischia nell'intrufolarsi nei vicoli di Roma, invece di combattere i Figli della Luce sui tetti della capitale?
Rischia la sua essenza di demone, la vita, forse, il cuore…


LA MIA OPINIONE

«Thari», esordì con una voce mielata. «Quell’uomo deve vivere.»
«Akel», replicò lei senza il minimo tentennamento, «quell’uomo deve morire. Stanotte.»
Lui spostò il peso del corpo su un lato, sfiorando con la mano una delle ruote della scultura e guardando la ragazza, immobile due gradoni più sotto rispetto a lui. «Io non vi comprendo: trovo ridicola la testardaggine di voi Moire.»
Thari sorrise a quell’appellativo. «Non lo devi comprendere e non capisco neppure perché tu stia tentando di farlo da così tanto tempo. Ucciderò quell’uomo, Akel, Figlio della Luce, e ucciderò anche te se tenterai di impedirmelo; sai che lo farò.»

Thari è una delle figlie di Ananke, demoni che mantengono l’equilibrio decidendo il momento in cui ogni essere umano deve rinascere. Thari, però, non è come le sue sorelle: è una mezzosangue, nata dall’unione di Ananke con un uomo. Disprezzata dalle sorelle, Thari è incuriosita dagli esseri umani, dalle loro emozioni e dalle sensazioni. Così si ritrova a seguire Ryker Mancini.
Sebbene le figlie di Ananke solitamente si nascondano alla vista degli uomini, Ryker è riuscito a vedere Thari. La prima volta il demone aveva l’aspetto di una bambina: la pelle liscia e scura, i capelli chiari e gli occhi neri come l’ultimo respiro. Da allora il ruolo e il compito di Thari sono cresciuti e così anche il suo aspetto.

L’interesse di Thari non passa inosservato e le sue sorelle che iniziano a tormentare il giovane. Thari è costretta a intervenire manifestandosi apertamente a Ryker, ma ci sono leggi che lo proibiscono: gli uomini non possono venire in contatto con i demoni.
Ma è troppo tardi: Ryker rischia la vita, la sanità mentale o forse entrambe, Thari potrebbe perdere tutto.

Le figlie di Ananke. Black Light è un romanzo breve, ma intenso ed emozionante. Ricordo di averlo divorato in poche ore, trascinata dapprima dalla curiosità verso il mondo che viene progressivamente svelato e successivamente dall’adrenalina e dalla tensione generate dall’incontro tra Thari e Ryker.
Quando leggo romanzi così brevi, tengo sempre in conto che troverò personaggi abbozzati da poche pennellate e che la storia avrà uno sviluppo rapido. Avendo letto e amato Nuova Terra e Nuova Vita, conoscevo la Heemba e il suo stile: l’attenzione e la cura per il dettaglio, però, sono alcune delle caratteristiche dei suoi libri e speravo di ritrovarle anche tra queste pagine. Le mie aspettative non sono state affatto smentite e, benché le avessi ridimensionate in relazione alla brevità della storia, sono state soddisfatte.
La narrazione, in terza persona, alterna i punti di vista di Ryker e Thari soffermandosi su entrambi, caratterizzandoli e approfondendoli attraverso i gesti, le parole e i pensieri.
In seguito alla morte della madre, Ryker è divenuto il collante della famiglia: è lui a prendersi cura dei fratelli, in particolare della sorella Lucrezia e la grande responsabilità che sente lo porta ad avere una maturità diversa da quella dei suoi coetanei.
Thari è una guerriera per sua natura e per necessità: dover competere, combattere e difendersi, in primo luogo dalle sue sorelle, l’ha resa forte e determinata. Thari, però, è dotata anche di sensibilità e della capacità di meravigliarsi.
Iside è uno dei personaggi più amati del romanzo e d’altra parte è difficile resistere a questo affascinante demone, che concentra in sé il divertissement della storia. Sorella (per scelta oltre che di sangue) e amica inseparabile di Thari, Iside colpisce dapprima per la particolarità della sua parlata, un elaborato miscuglio di arcaismi, nomignoli e stravaganze, e successivamente per i suoi gusti eccentrici. La sua adorazione per le scarpe è arcinota, ma dovreste scoprire cosa colleziona!
Sebbene il romanzo risenta della brevità che non solo fa desiderare al lettore qualche pagina in più (un centinaio circa), ma richiede un’evoluzione rapida dei sentimenti, il ritmo narrativo non procede a velocità insostenibile da essere umano né accelera sul più bello: la Heemba non ha fretta, si prende il tempo e lo spazio necessari allo sviluppo riuscendo anche a soffermarsi su poetici e suggestivi scorci di Roma.

Il sole tingeva di rosso le punte dei platani nelle strade. Le foglie secche scendevano dagli alberi con una danza cremisi e volteggiavano di nuovo beige fino a poggiarsi leggere sul fiume, che in un attimo le divorava con la sua foga.
Gli infiniti riflessi color cannella degli alberi e dei tetti di Roma riempivano la vista scontrandosi con il cielo limpido di quel giorno. Thari socchiuse gli occhi e assaporò il gusto morbido degli ultimi raggi sulla pelle.

Nelle note finali, che vi consiglio di leggere perché molto interessanti, l’autrice giudica severamente il romanzo, ma laddove la Heemba trova il difetto, io ne ho trovato l’abilità: condensare, senza dare l’impressione di farlo, una storia tanto emozionante e complessa in poche pagine rivela padronanza della propria penna.

Con Le figlie di Ananke – Black Light Dilhani Heemba si è confermata tra le autrice italiane che più ammiro. L’attenzione per il dettaglio e la piacevolezza del suo stile rimangono sempre una garanzia.





c'è posta per noi

C'è post@ per noi...#74

08:41

Buongiorno lettori! Come sempre, questo weekend vi segnaliamo alcuni scritti Made in Italy nella nostra consueta rubrica di segnalazioni.











Titolo libro: Gli Eredi di Atlas
Saga: La Guerra degli Elementi
Genere: Fantasy, Urban Fantasy
Autore: Veronika Santiago
Pagine:  354 pp.
Editore: YouCanPrint
Data di pubblicazione: Luglio 2014
Blog: http://laguerradeglielementi.blogspot.it/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/laguerradeglielementi
Pagina Google+: https://plus.google.com/u/0/+VeronikaSantiagoLaGuerraDegliElementi/posts
Sinossi: Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.
Biografia: Nata e cresciuta nella città del Sommo Poeta, ivi laureata con il massimo dei voti, attualmente lavora nel campo della creatività per un’azienda di fama internazionale. Ha iniziato a scrivere all’età di tre anni e da allora non ha più smesso…
Questo è ciò che avrei voluto dirvi di me ma l’unica informazione che risponde a verità è il mio luogo natio, dove vivo e lavoro. In realtà, grazie ai consigli non richiesti di una zelante professoressa delle scuole medie, sono finita al liceo scientifico che ho concluso con sufficienze striminzite in matematica e ottimi voti nelle materie umanistiche. Poco tempo dopo il diploma sono stata assunta nell’azienda dove tutt’ora lavoro occupandomi di contabilità, e per quanto possa sembrare un impiego che non necessita di creatività, vi assicuro che a volte per scovare le differenze ci vuole tanta fantasia…



Titolo: Il ritorno di Inna-Monk
Autpre: Max Giorgini
Editore: 0111 Edizioni
Pagine: pp. 232
Sinossi: IL RITORNO DI INNA-MOK è un fantasy di impostazione classica, con combattimenti, magie e colpi di scena. Il ritmo è abbastanza veloce ed essenziale, i personaggi sono colti nella loro complessità psicologica e nelle loro dinamiche interiori. Le diverse parti del romanzo sono inframmezzate da brevissimi inserti narrativi che aprono piccoli squarci sul mondo immaginario in cui è ambientata la storia.

A proposito della storia… Inna-mok, uno stregone potentissimo appartenente al popolo degli spettri, cerca di sottomettere la Terra di Ruhel, però le altre razze, alleate, riescono a sconfiggerlo. Credono di averlo neutralizzato per sempre, ma non è così. Il negromante molto tempo dopo torna – il romanzo comincia qui; ma forse si era già capito – con l’intenzione di rispolverare il vecchio progetto. Purtroppo per lui troverà qualcuno deciso a impedirglielo.

Quanto ai personaggi principali, tralasciando lo stesso Inna-mok sono tre quelli che svolgono un ruolo davvero fondamentale. Innanzitutto c’è una giovanissima maga dei figli dell’aria, che si chiama Venorè, e che – detta così fa un po’ ridere - all’inizio del romanzo è già morta. Comunque ciò che doveva fare l’ha fatto, perché prima di morire, presagendo il ritorno del negromante, ha messo a punto un’arma magica con cui affrontarlo. Gli altri sono due giovani di razza umana, e questi – buon per loro - sono ancora vivi: Rash, fuggito dal castello di famiglia e diventato bracconiere; e Nystrid, a cui, mentre è coinvolta in un combattimento contro i barbari della steppa, succede che…


Titolo: Ossessioni
Autore: AA. VV.
Editore: È scrivere (autopubblicazione di escrivere.com)
Genere: vari
Pagine: 64 pp.
Sinossi: L’antologia che stringete fra le mani è il frutto del lavoro di un’intera comunità di scrittori esordienti ed emergenti (o aspiranti tali). Un lavoro collettivo che ha impegnato non solo i membri dello staff di escrivere.com, ma anche gli utenti stessi, fino a ottenere il risultato che ora vi apprestate a leggere. Questa antologia è composta da una serie di racconti incentrati sulla degenerazione di un hobby, sulle ossessioni (da cui il titolo della raccolta). Perché le passioni possono spesso sfociare in disturbi lievi o in alcuni casi veramente gravi. E noi abbiamo voluto rappresentarli nelle loro sfumature più varie.

Qualche titolo ha colpito la vostra attenzione? Non amo i fantasy ma penso il primo romanzo sia molto accattivante! 




pensieri oltreblog

PensieriOltreblog #7: “Tony Tormenta" di Rosanna Rubino

08:19

Buongiorno lettori! Rieccoci con la rubrica Pensieri Oltreblog, in cui ospitiamo altri/e blogger che hanno accettato di condividere con noi le loro impressioni su un libro made in Italy.

 Oggi ci fa dono della sua recensione Valeria del blog My Sweet Book:

Titolo: Tony Tormenta
Autore: Rosanna Rubino
Editore: Fanucci
Pagine: 235
Prezzo: 12.90 euro

Trama: Tony Tormenta ha 16 anni, una madre che lo ha tirato su da sola e una grande passione per i libri di medicina. Due soli veri amici, il cane Boa e la sua bicicletta. Giù in città, a Mammoth Rock, si dice che accadano cose strane quando Tony è nei paraggi. Secondo alcuni è un menagramo attaccabrighe. A detta di altri è una specie di genio. La verità è che Tony nasconde un segreto. Dietro il suo apparente distacco si cela un potere magnifico quanto terrificante. Un giorno Tony fa l'incontro della vita. Quello capace di segnare per sempre un'esistenza. Marla è una ragazzina albina. Una teenager sui generis. Si è trasferita in città da poco e vive a casa della nonna. I due s'innamorano. Sarà la vita a separarli e farli incontrare di nuovo. Le cose, però, non stanno come sembra, in un crescendo di eventi sino al colpo di scena finale.


Recensione:
Difficile scrivere la recensione di questo libro, davvero difficile, Tony Tormenta è un piccolo capolavoro che ti entra dentro fin dalla prima parola.
 Avevo letto quando uscì il libro, tante recensioni positive, finalmente sono riuscita ad averlo in scambio e sono rimasta davvero sorpresa da quanto un libro del genere mi abbia preso. Di solito libri del genere mi fanno addormentare subito, per cui non farò accostamenti con Stephen King o altri, ma con Tony Tormenta non è stato per niente così.

Fin da subito entriamo nel vivo della storia, conosciamo Tony, quello che riesce a fare, il suo mondo, la sua vita in Nebraska, e si crea un legame incredibile con lui, un legame che porta a seguirlo pagina dopo pagina in questo suo viaggio per diventare adulto. Vediamo prima il Tony ragazzo, solitario, taciturno, maltrattato da 3 compagni di scuola e temuto da tutta la cittadina, e poi il Tony 26enne, che ha preso la sua decisione ed è andato alla scoperta del mondo. Ad aiutarlo in questa evoluzione ci sarà la giovane Marla, ragazza forte all’apparenza ma davvero fragile, che si trasferisce in città. E’ lei ad avvicinarsi a lui e, senza accorgersene, i due legano e diventano amici, ascoltano musica e parlano, parlano del futuro, ed è da questi discorsi che inizia la parte più bella del romanzo, la presa di coscienza e anche la rassegnazione dell’esistenza stessa.

Gli eventi portano Tony a prendere una decisione decisiva sul suo futuro ed è da quel momento che entriamo nella seconda parte del libro, dopo 9 anni vediamo un Tony in Alaska, dove incontra di nuovo Marla, e entriamo in un mondo psichedelico, formato da luci colorate, flash, morte, prostitute e compagnia bella. Si riflette, in questa parte, quello che in realtà tutte le persone pensavano di lui da ragazzo, che era un vero e proprio pezzo di ghiaccio e scostante, arrivando così all’ultima parte del libro, la più schioccante.
 Il finale mi ha davvero sorpreso, non mi aspettavo che andasse a finire così, è uno di quei finali che ti prende così alla sprovvista che non hai il tempo di reagire e che, a mente lucida, ti fa determinare se il libro sia piaciuto o meno. Ma sono sicura su questo, a me il libro è piaciuto moltissimo e non posso che consigliare a tutti di leggerlo.



Valeria

Nicholas ed Evelyn e il diamante guardiano

Recensione: "Nicholas ed Evelyn e il diamante guardiano" - Tania Paxia

14:27


 
Titolo: Nicholas ed Evelyn e il diamante guardiano
Autore: Tania Paxia
Editore: Selfpublishing
Pagine: 502
Ebook: €0,99
Cartaceo: € 12,36
Trama
Nicholas ed Evelyn vivevano a Renfrew, nella Contea di Renfrew, Ontario. Erano gemelli ed erano cresciuti insieme ai nonni paterni, George Breeks e Christine Wyatt-Breeks, poiché avevano perso i genitori in un incidente stradale nel giorno del loro primo compleanno. Avevano sedici anni e frequentavano l'ultimo anno al Renfrew Collegiate Institute. Soltanto Evelyn sembrava avere le idee chiare sulla carriera da intraprendere: voleva diventare un ottimo investigatore privato, come i nonni paterni. Nick, al contrario, era afflitto da molti dubbi... Tuttavia la loro vita fu sconvolta da una inaspettata rivelazione: tutta la famiglia era composta da maghi provenienti dal Mondo Magico, una dimensione posta materialmente tra la Terra e la Luna. I nonni non erano investigatori privati, ma facevano parte della squadra anti-demone denominata "White Knights", della quale Christine era il Capo. Quando il segreto fu svelato, grazie alle informazioni contenute nel libro di famiglia nascosto nel sotterraneo della casa, vennero a conoscenza di ciò che li attendeva: riconquistare il Diamante per riportare la pace nel Mondo Magico. Il Diamante faceva parte delle cinque pietre donate dai nani ai popoli immortali con cui era stato fondato il Mondo Magico. Gli immortali decisero in seguito di occulatare la loro presenza agli occhi dei maghi mortali e di lasciare che la Leggenda delle Pietre cadesse nell'Ombra. Ogni pietra apparteneva a un popolo e ognuna era stata affidata a un custode. Il Diaspro rosso apparteneva ai Druidi. Gli Ekun, signori del deserto, avevano in custodia l'Occhio di Tigre. La verde Avventurina apparteneva agli Elfi. L'Opale blu era custodito dai Keweron, creature simili nelle fattezze agli elfi, ma con poteri temporali. Il Diamante, invece, apparteneva agli Hallahon, popolo dalle origini incerte. Nicholas ed Evelyn riusciranno a riconquistare il Diamante?  
La mia recensione
FINALMENTE! Dopo secoli e secoli.. Sono riuscita a superare la mia paura per il 'librone' e addentrarmi nel mondo creato dalla carinissima Tania.. Yei! *_*
Il libro mi è stato regalato proprio dall'autrice e so che non interesserà a nessuno, ma ha un odore particolarissimo e buonissimo che mi ha mandato in estasi..
*Tania amica mia: se tutti i tuoi libri hanno questo odore, io mi trasferisco a casa tua! Qual è il tuo segretooooo!! ç__ç*
La lettura, dopo una breve parentesi iniziale incerta, si è rivelata godibile e interessante; certo, risente un po' il fatto di essere un'opera prima, ma nulla di invalicabile o troppo impervio, tranquilli!
Come dicevo, la prima parte è quella che mi ha creato più difficoltà e che più mi ha rallentato perché è molto introduttiva.. Mi rendo conto della sua importanza però forse l'avrei sviluppata in maniera diversa, ecco!
C'è da dire però che nella seconda parte si riprende completamente ed è un susseguirsi di azione, di attesa e di scoperte.. Quindi mi raccomando, tenete duro e proseguite senza indugi, verrete ricompensati!!
Tania mi ha dato l'impressione di sapere di cosa stesse parlando, e che non abbia buttato a caso due o tre cavolate per imbastire un fantasy (cosa che detesto: metti un potere qui, una bacchetta lì.. Ed ecco sfornato un fantasy: MA ANCHE NO!).. Insomma la trama è intricata a sufficienza per stuzzicare la curiosità e porta avanti un'idea molto valida e forse giusto qualche punto risulta un po' più farraginosa e confusa; nella mia pignoleria (ma ammetto di essere MOLTO MOLTO MOLTO fissata a riguardo) a volte ho avuto qualche deja-vù di Potteriana memoria, ad esempio "I nostri genitori non sono morti in un incidente d'auto, vero?", però mi rendo conto di essere nazi oltremisura :D
Ho apprezzato molto anche il modo in cui Tania ha sfruttato il suo campo di studio (la giurisprudenza) inserendo un processo all'interno della storia - senza risultare pesante né fuoriluogo: bello veder mescolate due realtà diverse!!
Per quanto riguarda lo stile l'ho trovato in alcuni punti un pochino acerbo: al di là di errori e sviste che ci possono stare, a volte ho dovuto rileggere alcune frasi perché parecchio contorte e soprattutto spesso i dialoghi non mi hanno convinta al cento per cento perché troppo 'veloci' e 'irrealistici'. ("Non ti giudicheremo, perché credo proprio che tu abbia agito per il bene del Mondo Magico, anche se così facendo hai violato molte regole". O.o ma chi parla così?? :D).
Promosso!

  
 Serena.

Ancella (Monia)

C'è post@ per noi...#73

16:42

Buona domenica, lettori :-) come vedete anche oggi ci sono io a tenervi compagnia! Ok, penso che per questa settimana ne avete avuto abbastanza di me, ma fate un altro piccolo sforzo perché devo parlarvi di due romanzi pazzeschi e che piaceranno da morire alle romanticone.








Con un poco di zucchero di Chiara Parenti

Chi di voi adora Mary Poppins? Io sì, assolutamente sì. E così quando sono venuta a conoscenza di questa nuova uscita ne sono rimasta incantata. È impossibile restare indifferenti di fronte a un titolo del genere, sarete sicuramente d'accordo con me. E la copertina è deliziosa e zuccherosa e mi trasmette tanta dolcezza e coccole. La trama di questo romanzo è originale e spiritosa e conoscendo un pochino l'autrice Chiara Parenti e il suo senso dell'umorismo sono certa che la storia sia scoppiettante e romanticissima *-* non vedo l'ora di leggerlo!

Titolo: Con un poco di zucchero
Autore: Chiara Parenti
Editore: Rizzoli
Collana: You Feel
Prezzo: € 2.49 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Romance, Commedia
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie. Beatrice e i suoi bambini restano subito incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci... e che con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili è in grado di cancellare l’amaro della vita. Matteo invece cercherà (o crederà) di sottrarsi al suo influsso: ma sarà tutto inutile, perché Katie compirà su di lui la magia più grande. Quella dell'amore.
Dall’autrice del romanzo rivelazione dell’estate 2014 “Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)” una nuova, divertente e supercalifragilistichespiralidosa storia d’amore, che fa rivivere il mito di Mary Poppins.

L'autrice
Sono arrivata sul vostro pianeta 34 anni fa e ci sto molto volentieri. Sono giornalista e addetta stampa, ma lavoro anche con i libri che mi piacciono tantissimo. Abito a Carraia-County, una spolverata di casine tra i campi e l’A11, in provincia di Lucca. Sono brava a fare la raccolta differenziata, adoro contare gli scalini, odio il cetriolo che si ostinano a mettere dentro il Big Mac e stramaledico le pulizie di primavera. La settimana in cui ho lavorato come rappresentante di aspirapolvere è stata la più terrificante della mia vita.
Dotata di almeno 45 personalità diverse che albergano allegramente nella mia testa, adoro scrivere storie, per poter dar voce a ognuna di esse. Ho un Topino Adorato, una Lady Gaga come gatto, e scrivo cose buffe su un blogghino che si chiama Il Giardino d’estate, che aggiorno con una cadenza giornaliera. Cioè settimanale. No, forse quindicinale. Insomma, ogni volta che me lo dicono le vocine nella mia testa.

Link Utili
Blog Romanzo | Acquista il libro su: Amazon


L'uragano dentro me di Rhoma G.

Devo dire che la trama di questo libro mi ha sorpresa, trovo sia davvero articolare. Nonostante si tratti di un romanzo che ruota attorno all'amore, quindi un tema sempre molto esplorato, si discosta dai soliti cliché e analizza le relazioni in modo originale e insolito. L'autrice è bravissima a stuzzicare la curiosità dei lettori e l'intreccio che ha intessuto si preannuncia ricco di sentimento, di amore, dolore e sorprese, proprio come la vita. Mi ispira moltissimo e sono rimasta folgorata dalla cover che è davvero meravigliosa *-* 

Titolo: L'uragano dentro me
Autore: Rhoma G.
Editore: youcanprint
Prezzo: € 2.49 (ebook)
Pagine: 441 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Contemporary Romance
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
Che cosa puoi fare quando l’uomo della tua vita non ti guarda più come una volta, e la passione fra voi è appassita come petali di fiori recisi? Puoi soffrire, disperarti, chiuderti in te stessa, oppure puoi reagire e alzare la testa. E se ciò ti porterà davanti ad un bivio, non temere, scegli. Esiste una via d’uscita, anche se non sempre è quella giusta. 
Ary ha venticinque anni, ma per la sua amica Phoebe ne dimostra cinquanta. Possiede una casa, un lavoro, ed è sposata col suo primo amore. Eppure… le manca qualcosa. È apatica, insofferente, non sa cosa sia la puntualità, inoltre il suo matrimonio sta andando a rotoli. Bagna il cuscino tutte le notti, ma Danny non se ne accorge. Ed è proprio in questo momento della sua vita che comincia a formulare strani pensieri, mettendo in discussione tutto quello che ha sempre ritenuto essere “il suo mondo”. Poi accade il miracolo: Danny torna a essere l’uomo di cui si è innamorata. Per Ary è una vera tragedia perché, a quel punto, è lei a non essere più quella di una volta. 
Una giovane donna di provincia, un marito distratto e un manager di successo. La prima fa i conti con un matrimonio scivolato nell'oblio, il secondo non ha idea di cosa stia succedendo alla moglie, il terzo è allergico a qualsiasi tipo di legame affettivo. Un scontro in auto cambierà le loro vite.

L'autrice
Rhoma G. ha cominciato a scrivere racconti all’età di tredici anni, e sebbene la vita l’abbia poi indirizzata da tutt’altra parte, non ha mai messo di coltivare il sogno di diventare scrittrice. Divoratrice di libri e scrittrice per passione, considera la lettura il mezzo per vivere tante avventure diverse, e la scrittura il tramite tra il mondo reale e i personaggi creati dalla sua fervida immaginazione. Vive col marito in una città di mare, ama viaggiare e nutre una smodata passione per i film di Hitchcock.

Link Utili
Acquista il libro su: Amazon - Kobo - InMondadori


***

Ok, anche per oggi è tutto. Spero che i romanzi che vi ho proposto vi incuriosiscano ^_^ a presto!
Buona domenica!


Ancella (Monia)

Segna-Libro #14

17:58

Buonasera lettori,
oggi avrei dovuto pubblicare la recensione di un libro che mi è piaciuto da matti, ma non ho fatto in tempo a scriverla. È stata una settimana di fuoco e alla fine ho preferito posticiparla e pubblicare invece un bel Segna-Libro ^-^

********

IL MIO LIETO FINE

È uscito da pochissimi giorni e già sta facendo palpitare centinaia di cuori. Il nuovo romanzo di Eilan Moon, autrice conosciuta già per R.I.P. Requiescat In Pace (qui la mia recensione) e Theufel, il Diavolo (qui la mia segnalazione), si discosta dai generi abituali dell'autrice per tuffarsi nel rosa. Un libro breve ma ricco di sentimento che trascina il lettore nella vita di una ragazza dolce ma forte, fragile ma coraggiosa, che si trova di fronte a una scelta inaspettata e importante. Chi sarà in grado di conquistare il suo cuore? Il principe o il pirata? Con una penna in grado di incantare anche i cuori più duri, Eilan Moon imbastisce una storia che ha il sapore delle favole e la magia di una realtà che supera la fantasia.
In occasione della lettura collettiva organizzata su facebook, da oggi il romanzo sarà in offerta al prezzo più basso di mercato. Per partecipare e lasciare le vostre impressioni, seguite l'evento qui.  

Titolo: Il mio lieto fine
Autore: Eilan Moon
Editore: Amazon
Prezzo: € 1.98 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Contemporary Romance
Anno di pubblicazione: 2014

Trama 
Serena è un agente letterario di Milano. Si sente realizzata e ama il proprio lavoro. Quando sulla sua strada si incroceranno i destini di Christian e Nicola, la vita di Serena cambierà. Lei, che non aveva mai cercato di piacere a nessuno e che era sempre stata se stessa, si ritroverà a indossare una maschera per piacere al proprio principe azzurro. Ma Serena ha davvero bisogno del principe azzurro o piuttosto dell’indomabile pirata? 
La vera storia di una ragazza che non credeva di poter essere una principessa.



Acquista su Amazon

********

Allora che ne pensate? Vi ispira? Io ce l'ho già sul kindle e lo inizierò stasera...non vedo l'ora :-)


Alessandra Nitti

Recensione in anteprima: "L'AMULETO DI GIADA" di Alessandra Nitti

16:27

Buon pomeriggio, lettori ^_^ oggi è un'occasione speciale perché vi posto una recensione in anteprima, cosa non abituale qui sul blog. E sono contenta che il libro che taglia il nastro rosso sia proprio L'amuleto di giada di Alessandra Nitti. Si tratta del primo volume di una saga time travel che vi consiglio di leggere perché è davvero bello. Il romanzo esce in formato cartaceo venerdì 14 novembre, quindi tra due giorni, e spero riscuoterà molto successo perché lo merita davvero.

***********************

Titolo: L'amuleto di giada (#1)
Autore: Alessandra Nitti
Editore: Arpeggio Libero
Prezzo: €  --- (cartaceo)
Pagine: 316 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Time Travel, Storico, Avventura
Anno di pubblicazione: 2014

Trama
Athena è una ragazza comune. Conduce una vita normale finché, durante un rituale esoterico al quale partecipa per scherzo, viene spedita nel passato, nel 1786. Si ritroverà nell' Europa alla vigilia delle rivoluzioni, disorientata e sola. Athena vivrà la sua vita, perseguirà il cammino che le era da sempre destinato e combatterà tra la voglia di tornare nel ventunesimo secolo e quella di rimanere nel 1700. La scelta non è facile, perché il percorso di ognuno di noi non è mai scontato.



***********************

La mia recensione

Ho una smisurata passione per i viaggi nel tempo, questo è indiscutibile. È un tema affascinante, caratteristico e appassionante che rende un romanzo una continua sorpresa. Insomma, a quale amante della Storia non piacerebbe viaggiare nel tempo e vedere con i propri occhi ciò che ha solo letto nei libri? Alcuni autori sono così talentuosi e preparati da inserire nelle loro opere ampi scorci di ere passate e la giovanissima Alessandra Nitti fa parte di questo gruppetto. Con il suo romanzo d’esordio L’amuleto di giada, primo volume di una serie che ha tutte le carte in regola per sbalordire il lettore, ci trasporta indietro nel tempo e nello spazio, ridando vita a luoghi ed epoche ormai lontane e quasi surreali per una persona che vive nel 2014. La girandola di paesaggi, avventure e colpi di scena che si proietta sotto i nostri occhi è vivace e colorata come non mai e le sorprese che la sua storia sa riservare non lasciano indifferenti e catturano l’attenzione in modo assoluto.
Athena, studentessa universitaria alle prese con esami, amici, fidanzato e famiglia, trova per puro caso durante un viaggio uno strano medaglione con una gemma molto particolare di un verde suggestivo e antico: un amuleto di giada. Ne viene in possesso per quella che sembra una casualità e lo conserva gelosamente appeso al suo collo senza più separarsene. Quando un certo signor Monti la contatta raccontandole del potere insito in quella pietra e di quelle che dovrebbero essere le sue origini mitologiche, la ragazza pensa che l’uomo sia un pazzo e non dà retta alle sue inutili chiacchiere. Le ha raccontato del salto nel tempo, un viaggio di cui lei dovrebbe conoscere la formula, ma Athena non sa di cosa stia parlando e prosegue la sua vita come prima. Tuttavia, quando in varie occasioni vede l’immagine di una ninfa dei corsi d’acqua perfettamente identica a lei e in seguito si ritrova catapultata nella Venezia del XVIII secolo, comincia a dubitare della sua vera identità e a chiedersi se l’amuleto che porta al collo non sia davvero magico come le è stato detto. In un’epoca lontana e piena di insidie dovrà affrontare molti pericoli per salvarsi la pelle e trovare risposta alle sue domande.
Il primo termine che mi viene in mente per definire precisamente il modus narrandi di Alessandra Nitti è schietto. Di certo l’autrice non si perde in giri di parole né lo fa la sua indomita protagonista che -come direbbe un certo Jean- è sfacciata e non conosce mezze misure. È proprio questo il bello dello stile della Nitti: è diretto e sincero, non vuole ricamare una storia con il pizzo dell’epoca, ma affrontare di petto l’intreccio e le difficoltà di un’opera ambientata nel passato. E Athena, eccezionale personaggio femminile, ci accompagna senza filtri alla scoperta di un mondo pericoloso e ricco di fascino, perché quello che vediamo è esattamente quello che appare sotto i suoi occhi, non ci viene addolcito il racconto né nascosta la verità. Il registro utilizzato è consono alla tipologia di narrazione e il linguaggio, pur risultando abbastanza moderno perché il POV è in prima persona e segue la protagonista, è forbito e i termini dell’epoca vengono usati con precisione e logica.
Tutta la parte riguardante l’amuleto, il salto nel tempo, la ninfa dei corsi d’acqua, mi ha entusiasmato e coinvolto moltissimo. È davvero interessante e mi ha fatto restare tutto il tempo con il fiato sospeso per la curiosità, che ancora deve essere soddisfatta perché essendo una saga la storia continua, e spero proprio di non dover aspettare troppo per conoscere gli sviluppi dal momento che si conclude sul più bello. I temi introdotti nel testo sono molteplici e tra questi viene dato ampio spazio alla stregoneria vera o presunta, all’esoterismo e all’alchimia, alla magia…se vi appassionano queste tematiche questo libro fa per voi. Se poi siete studiosi di storia, allora questo romanzo è come un banchetto perché l’autrice ci fa visitare prima la splendida Venezia, poi la raffinata Vienna e infine la rigida Bruxelles del XVIII secolo e potete star certi che resterete soddisfatti perché ogni aspetto è descritto dettagliatamente ma senza mai perdere la verve che caratterizza lo stile della Nitti, quindi non c’è da annoiarsi. Devo dire che non mi aspettavo che fosse ambientato quasi tutto nel passato, credevo ci sarebbe stata un’alternanza tra le due epoche, ma la scelta dell’autrice è stata ben definita e si è rivelata azzeccata; la narrazione così minuziosa e ritmata mi ha permesso di immergermi totalmente nell’ambientazione, cosa che non sarebbe stata possibile se ci fosse stato un continuo alternarsi di tempi. 
Anche le risate, in fondo, non mancano perché l’incontro/scontro tra passato e presente dà vita a molte scene comiche che vi strapperanno sorrisi e vi faranno anche riflettere. Mentre si legge, infatti, ci si chiede spesso: “E se fossi al posto di Athena come reagirei?”. Per la protagonista l'impatto con un passato ammaliante ma sconosciuto è brusco e sconvolgente e la ragazza faticherà ad ambientarsi lì e non verrà mai veramente accettata dalla società dell’epoca, ma per fortuna troverà anche buoni amici, come Jean, e grazie a loro riuscirà ad affrontare le mille difficoltà che le bloccheranno spesso il cammino. Un altro aspetto interessante è proprio il rapporto tra Athena e Jean perché in fondo questi due personaggi sono la personificazione del presente e del passato, che si scontrano, inizialmente non si comprendono, ma poi imparano ad accettarsi e ad amalgamarsi.
L’amuleto di giada è un romanzo time travel ricco di sapore e sfumature, che consiglio a ogni tipo di lettore, in particolare agli appassionati di storia e leggende mitologiche. Un’avventura rocambolesca in giro nel tempo che si legge tutta d’un fiato e fa vivere mille peripezie. Come vedete, per viaggiare nel tempo, fortunatamente a volte basta un bel libro.

4 CUORI E MEZZO
per questo avventuroso e appassionante
time travel italiano!