buone vacanze

BUONE VACANZE

09:00

Buongiorno lettori e lettrici adorati, siete già stati in vacanza o siete pronti a partire? In ogni caso, noi abbiamo bisogno di un periodo di riposo per ricaricarci e pensiamo ci possiate comprendere.

Problemi vari ci hanno un po' decimate di recente ma, non temete, da settembre torniamo alla carica e ci saranno anche new entry nello staff! Stay tuned ;)!



Come sempre, buone letture a voi tutti, che siano sotto l'ombrellone, vicino ad un ruscello di montagna oppure sul caro comodo divano. A prestissimo!




Lo Staff di IDIB

Alessandra Leonardi

C'è post@ per noi... #284

09:12




Buona domenica, Lettori!
Siamo arrivati all'ultimo appuntamento del mese con la nostra rubrica di segnalazioni: abbiamo avuto qualche imprevisto che ha portato un leggero ritardo nella pubblicazione, ma speriamo di essere ancora in tempo per aiutarvi a scoprire nuove letture con cui accompagnare la vostra estate.

I titoli di oggi appartengono al catalogo della NPS, la nuova realtà editoriale nata dall'associazione culturale Nati per scrivere.


I fuochi di Valencia di Elena Covani


Titolo: I fuochi di Valencia
Autore: Elena Covani
Editore: NPS edizioni
Genere: urban fantasy
Pagine: 192
Prezzo: cartaceo, 14 euro / ebook, 2,99 euro

Trama
Valencia, giorni di Las Fallas, la grande festa di primavera che anima le strade della città. Occasione ideale per gli Erjes per attaccare e contaminare numerosi umani, rendendoli loro schiavi. Le Sentinelle si apprestano a difendere la città, ma il Soldato José si interroga sul fine ultimo delle loro azioni: quella guerra tra le loro razze avrà mai termine? 
Quando si imbatte in Maria, una ragazza contaminata ma in grado di resistere al virus dei demoni, i suoi dubbi aumentano e farà di tutto per proteggerla: dagli Erjes, che vogliono studiarla, dal Concilio, che vuole sopprimerla. 
Una guerra per l’evoluzione, combattuta per le strade di Valencia. 

Biografia autrice
Elena Covani è nata e cresciuta in Versilia. Appassionata di storia e cultura spagnola, ha trascorso un anno universitario a Valencia, le cui atmosfere le hanno ispirato il suo romanzo fantastico. Trascorre le giornate tra lavoro, famiglia, scrittura e la ginnastica ritmica, sua grande passione.
Ha pubblicato il romanzo “Una canzone all’improvviso”, una commedia romantica ambientata in Versilia, e alcuni racconti in antologie. “I fuochi di Valencia” è il suo primo urban fantasy.

L'ora del diavolo di Alessio Del Debbio


Titolo: L’ora del diavolo
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: NPS Edizioni
Genere: Raccolta di racconti fantastici
Prezzo:  cartaceo, 14 euro / ebook, 2,99 euro

Trama
“L’ora del diavolo” è un’antologia di racconti fantastici ispirati a leggende e tradizioni popolari lucchesi. Tredici storie che conducono il lettore nei sentieri oscuri della Lucchesia, della Versilia e delle Alpi Apuane, assieme al linchetto, alle sirene, agli streghi e a tutte le creature fantastiche che popolano l’immaginario locale. Storie di donne bellissime e maliarde, di guardiani di abissi oceanici, di uomini insicuri e inappagati, pronti a evocare il diavolo per chiederne i favori. Presenza incombente nella loro vita, mercante di sogni altrui, il diavolo tesse la sua tela all’ombra degli uomini, fautori inconsapevoli del proprio destino, e anche del suo.
L’ora del diavolo” contiene i racconti: L’ora del diavolo, Il guardiano degli Oceanini, Le voci alla Balza, La donna di fuoco, La luna sul fondo, La guerra del Fatonero, Il mercante di sogni, Gli uomini della neve, Il violinista del diavolo, Le fate di pioggia, Il risveglio degli Oceanini, Che fine ha fatto Babbo Natale?, In viaggio con te.

Biografia autore
Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste e in antologie, cartacee e digitali. I suoi ultimi libri sono la saga fantasy Ulfhednar War, composta da La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e I Figli di Cardea (Edizioni Il Ciliegio, 2018) e l’urban fantasy Berserkr (Dark Zone Edizioni, 2017). 
Cura il blog “i mondi fantastici”, che promuove la letteratura fantastica italiana. Presiede l’associazione “Nati per scrivere”, che organizza eventi e incontri letterari con scrittori locali.


Oracoli di Alessandra Leonardi

Titolo: Oracoli
Autore: Alessandra Leonardi
Editore: NPS Edizioni
Genere: Storia/avventura
Pagine: 100
Prezzo: ebook, 1,99 euro

Trama
Quattro racconti, quattro epoche remote, quattro popoli che hanno segnato la storia del Mediterraneo, accomunati da un’ossessione: la divinazione, per aprire squarci sul futuro e scoprire il volere degli Dei. I Fenici in Sardegna, gli Etruschi in Toscana, Umbria e Lazio, gli Ellenici in Campania e nel Sud dell’Italia, infine i Romani: sussurri divini nell’acqua e nella pietra, voli di uccelli e viscere degli animali, sacrifici e visioni, oracoli vergati su fogli di papiro e libri con una risposta per ogni domanda.
Storia, mito e fantasia sono le basi da cui si dipanano le avventure narrate in “Porpora”, “Il dono dell’aruspice”, “Sibilla” e “I libri fatali”.

Gli Dei sembrano aiutarci, ci mandano segnali, ci parlano, esigono da noi preghiere e sacrifici, ma alla fine nulla cambia: siamo burattini nelle loro mani capricciose, sempre e comunque. A cosa serve allora conoscere quello che accadrà? A cosa serve dedicare loro le nostre devozioni?

Biografia autrice
Alessandra Leonardi nasce nel 1969 a Roma, dove risiede tuttora. Ha svariati interessi, tra cui il cinema e le serie tv, soprattutto di genere fantastico, i fumetti, i viaggi, l’archeologia, la storia antica e la mitologia. Dalla passione per il fantastico, i miti e la storia è nata l’antologia “Oracoli”. 
Ha in precedenza pubblicato diversi racconti e poesie contenuti in varie antologie e sillogi.

Venuti dal mare di Gianluca Malato


Titolo: Venuti dal mare
Autore: Gianluca Malato
Editore: NPS Edizioni
Genere: Fantasy/horror per ragazzi
Pagine: 122
Prezzo:  cartaceo, 12 euro / ebook, 1,99 euro

Trama
Trapani, inizi del Novecento. Giuseppe Nicosia è il primo flautista dell’orchestra del Conservatorio. Per lui, la musica è tutto. Durante un temporale, viene aggredito da una bizzarra creatura, proprio nel cuore della sua città.
Convinto di aver sognato, Giuseppe prova a cacciare dalla mente il pensiero di quell’essere, ma nuove apparizioni lo convincono che la minaccia è reale. Con l’aiuto di un cacciatore e di un pescatore, Giuseppe indaga per scoprire il mistero che circonda le creature venute dal mare, prima che la tempesta da loro scatenata travolga Trapani e la Sicilia intera.

Biografia autore
Nato a Erice (TP) nel 1986, Gianluca Malato scrive racconti fantastici fin dall’adolescenza.
Ha scritto articoli per il giornale Fantascienza.com, per il portale Silenzio-In-Sala.com, per la rivista Fantasy Magazine e per il blog Ossblog.it. 
I suoi racconti e romanzi sono disponibili su tutti gli store di libri e ebook.
Tra le sue numerose pubblicazioni, ricordiamo i romanzi “Il cuore di Quetzal” (Nativi digitali edizioni, 2014), “Vapore nero” (Dunwich Edizioni, 2015), e il racconto lungo “L’isola del male” (autoprodotto, 2016)

Cosa ne pensate? 


Fernando Santini

Recensione: "SICE. Le bambole non hanno diritti" di Fernando Santini

09:00

Titolo: SICE. Le bambole non hanno diritti
Autore: Fernando Santini
Edizioni: Dark Zone
Genere: Thriller
Pagine: 224
Formato: Cartaceo-Digitale
Prezzo: Cartaceo EU 14,90-Digitale EU 1,49


Trama:
 Il Vice Questore Marco Gottardi ha avuto un passato importante nei reparti operativi della Polizia di Stato. Dopo aver vissuto sulla sua pelle la violenza della lotta alla criminalità si è ritirato a gestire un tranquillo commissariato romano. La sua esperienza e la sua capacità di gestione dei propri uomini non possono, però, essere sprecate. È a lui che i vertici del ministero degli Interni affidano il comando di una nuova unità: la Squadra Investigativa Crimini Efferati. La prima indagine in cui la Squadra sarà coinvolta riguarderà la morte di un regista cinematografico, forse collegata all'uccisione di un adolescente il cui corpo, orrendamente torturato, è stato ritrovato alla foce del Tevere. Nel corso della propria azione investigativa, la S.I.C.E. troverà un alleato, anche se non particolarmente gradito al Vice Questore Gottardi: un'organizzazione segreta denominata ARCO, i cui membri hanno deciso che il fine giustifica i mezzi e che quindi si può usare la violenza per far trionfare la giustizia.

Recensione:
Il regista Guglielmo Pieretti viene trovato morto nel suo appartamento romano. In contemporanea, un bimbo viene trovato orribilmente ucciso nel Tevere.
Cosa accomuna queste dui casi, all'apparenza, così diversi?
Marco Gottardi, Vice Questore dall'integerrima carriera, viene incaricato dai piani alti, di formare una nuova squadra investigativa: la SICE, la Squadra Investigativa Anticrimine, dopo che alcuni elementi poco chiari, ricondurranno la morte del piccolo Khaled ad un centro di accoglienza per immigrati a Lecce e al traffico di esseri umani.
Da qui in poi l'autore vi metterà davanti a una scelta: stare con la giustizia "pura", oppure con i giustizieri fai da te, che attraverso la legge del Taglione, abbatteranno la loro scure sui membri di una associazione criminale, che va ben oltre la compresione umana: quella degli snuff movies, i cui protagonisti sono i più innocenti, i più puri: i bambini.
Più di una volta mi sono scordata dell'esistenza di una giustizia chiamata a conferire la giusta pena ai criminali, tifando per i giustizieri, fregandomene delle regole, così come nel romanzo, ai membri della SICE, costerà una fatica enorme dover aspettare, pur avendo ormai scoperto le nefandezze compiute da questi individui, che in nome dei soldi, hanno perso tutto, compresa l'umanità. Alla loro professionalità si contrappone l'istinto, la pura vendetta, dell'anonima ARCO, così si fanno chiamare questi paladini della giutizia fai da te. Come biasimarli, in fondo, se non mettendo da parte la rabbia, e comprendendo che occhio per occhio significa abbassarsi al livello degli aguzzini?
SICE è un romanzo che fa riflettere, che pone al lettore un quesito etico e morale, che ci mostra come il mondo non sia popolato solo da buoni o cattivi e come sia, a volte, difficile di fronte alla disumanità, rimanere lucidi. Un thriller accattivante, forte emotivamente e ben strutturato in ogni sua parte. 




 

Brividi a cena. Misteri e manicaretti dell'Appenino Bolognese

Recensione: BRIVIDI A CENA - Misteri e manicaretti dell'Appenino Bolognese

09:03

Titolo: Brividi a cena. Misteri e manicaretti dell'Appenino Bolognese.
Autori: Roberta Brintazzoli, Carmine Caputo, Fabrizio Carollo, Eliselle, Massimo Fagnoni, Manuela Fiorini, Lorena Grattoni, Sabrina Leonelli, Lorena Lusetti, Sara Magnoli, Luca Martinelli, Andrea Masotti, Fabio Mundadori, Luca Occhi, Cristina Orlandi, Francesca Panzacchi, Paolo Panzacchi, Carlo Vanni
Editore: Edizioni del Loggione
Pagine: 190

Sinossi: Particolare raccolta che ha la peculiarità di affiancare racconti gialli, ambientati negli angoli più suggestivi della montagna bolognese, a ricette della trazione culinaria locale.

Recensione:
Nonostante la raccolta non sia lunghissima ci ho messo mesi a leggerla, non perché non fosse interessante ma perché io ero troppo presa e i racconti si prestavano ad essere letti comodamente una tantum.

Ad ogni racconto segue una ricetta, spesso citata all'interno dello stesso racconto. Alla fine ci sono le biografie di tutti gli autori e l'indice.

Una lettura piacevole, ovviamente ho preferito alcuni racconti ad altri, taluni li ho ritenuti ben costruiti ed altri meno. In particolare mi sono piaciuti: CHISSA' DI CHE COLORE E' LA PAURA, URTICA RIDENS, SUSSURRI DEL BOSCO, UNA STELLA TRA GLI ETRUSCHI e I POLLI DI SATANA.

Quanto alle ricette, anche di queste alcune mi hanno colpito, tipo STRAPPONI CON RAGU' DI CIPOLLE, TORTELLONI RICOTTA E NOCI, TORTELLONI PATATE E SALSICCIA, SPIEDINI DI CASTAGNE CON MIELE. Ho anche provato a fare una ciambella, la BRACCIADELLA, poco dopo aver letto la ricetta, l'impasto era diverso dal solito e mi incuriosiva :). Ci sono anche trucchi per fare tagliatelle perfette!

Non sono un'amante dei gialli ma il connubio giallo e cucina mi ha attirata, non conosco la zona in cui i racconti sono ambientati ma ciò non è stato un problema, molti erano ricchi di particolari che pareva di essere in tali paesini.



Ambra: Lui che ama a modo suo

C'è post@ per noi... #283

08:00

Buongiorno e buona domenica, cari lettori!
Anche oggi vogliamo proporvi alcuni titoli da leggere...magari sotto l'ombrellone!
Curiosi di scoprirli?








L'intestino, secondo cervello di Irina Matveikova

Titolo: L'intestino, secondo cervello
Autore: Irina Matveikova
Editore: Terra Nuova
Pagine: 239
Prezzo: € 11,90

Nel nostro apparato digerente vivono circa cento milioni di neuroni che producono serotonina - l'ormone della felicità e del benessere. È quindi inevitabile che quando il nostro stomaco non funziona ci sentiamo stanchi e depressi, e viceversa. Questo libro non solo ricostruisce i legami tra emozioni e digestione, ma spiega in che modo il sistema digestivo influenza il nostro umore e l'importanza di un approccio olistico in grado di lavorare proprio sull'equilibrio tra corpo e mente. L'autrice aiuta, con esempi e consigli pratici, a risolvere i più comuni problemi digestivi: dalla costipazione cronica al bruciore di stomaco, dalla colite spastica al reflusso gastroesofageo all'ulcera peptica. La combinazione di suggerimenti alimentari, medici e psicologici rendono questo libro una guida pratica originale e indispensabile per migliorare la propria salute.


Sei il mio bastardo di Glory C.


Titolo: Sei il mio bastardo
Autore: Glory C.
Editore: Butterfly Edizioni
Prezzo: 2,99 € 

TRAMA
Sarah Castelli vorrebbe essere come tutte le sue coetanee, ma a causa di suo padre, immischiato in loschi giri di affari, è sempre tenuta sotto controllo per paura che le succeda qualcosa. Le paure del padre si materializzano quando Sarah viene rapita. L'uomo che la tiene prigioniera ha un conto in sospeso con lui e la figlia è solo una pedina nei suoi piani vendicativi. Quello che non sanno è che la loro vita verrà sconvolta. Nonostante la grande differenza di età, la vicinanza forzata scatenerà una passione violenta tra i due. Ma Mirek Alexander è stato chiaro con lei: deve stargli lontano, perché è un uomo pericoloso e tutto ciò che può offrirle è solo freddo sesso. Sarah odia quel bastardo senza cuore che però le fa provare delle sensazioni nuove e fortissime di cui non riesce più a fare a meno...



Ambra: Lui che ama a modo suo di Anna Chillon

Titolo: Ambra: Lui che ama a modo suo 
Autore: Anna Chillon
Editore: Autopubblicato
Pagine: -
Prezzo: € 2,99

TRAMA
Niccolò Aragona, artista chiacchierato, soprannominato dai media “Il Mannaro”, a causa dei soggetti dei suoi dipinti. Per quel che ne sapevo, d’indole dominante. 
Cristiano Riva, stimatissimo medico e cliente abituale della caffetteria in cui lavoravo. Lo avrei definito anaffettivo.
Da uno dei due ricevetti una proposta di lavoro, dall’altro una proposta indecente. 
Io volevo soltanto il denaro per fare il viaggio dei miei sogni, perciò, anche se un baratro di diversità mi separava dall’uomo che lo avrebbe reso possibile, accettai la sua offerta. Entrai nel suo mondo e giorno dopo giorno in quel baratro ci cascai a piedi pari. Fu lui a trascinarmici e fui io a dargli tutta me stessa senza sapere che ne avrebbe fatto. 
Fino a quel giorno. 
Fino a quelle parole.


Lasciata all'altare di Vittoria Tomasi

Titolo: Lascata all'altare
Autore: Vittoria Tomasi
Editore: Delos Digital
Pagine:
Prezzo: € 4,99

TRAMA
L’esordio di Sofia come wedding planner? Un completo disastro. Ecco perché ora è partita lei, anziché la sposa, in viaggio di nozze con il fratello Claudio. Dopo essere stata lasciata nel bel mezzo del matrimonio di Claudio, Sofia si lascia consolare da Andrea, affascinante ufficiale di crociera, nonché fratello della sposa. Tutto, nonostante qualche imprevisto (e con l’aiuto di qualche bicchiere di prosecco), sembra andare per il verso giusto, almeno fino a quando scopre, nel peggiore dei modi, l’identità dell’amante del suo ex fidanzato. Da quel giorno per Sofia inizierà un interminabile viaggio pieno di disavventure e situazioni imbarazzanti, dalle strane nottate in compagnia di mister Tartaruga alle docce al sapore di pollo. Ad agitare ulteriormente questo mare in burrasca, tornerà l’ufficiale Andrea Rasi, che stravolgerà ogni sua idea sul rapporto a distanza, e Messere John, il misterioso cavaliere con la maschera da volpe incontrato a un ballo a Venezia…







J. Lovely

Recensione: Wildfire - J. Lovely

09:00


Titolo: Wildfire 
Autrice: J. Lovely
Pagine: 445
Data di uscita: 20 agosto 2013
Prezzo: 0,89€
L'acquisto è disponibile su Amazon al seguente link Clicca qui.

Trama:

Chris Sanford è uno studente universitario, abita a Salem e discende da una famiglia di Veggenti; ha cioè Facoltà di avere delle Visioni. Può vedere il futuro ed è così che scopre che Chase, suo fratello gemello,verrà ucciso entro pochi mesi da una ragazza misteriosa. Provare ad avvisare lui o i genitori risulta impossibile:non ha rapporti con loro da anni e nessuno è al corrente del suo potere. Per salvare Chase non gli rimane che trovare la ragazza e fermarla in tempo.
Emma Moore è un'orfana di 18 anni; vive a Oak Hills e passa le sue giornate con Gabriel, il suo migliore amico gay. Prima di morire, sua nonna le lascia una lettera in cui rivela la natura della loro famiglia:sono Facoltose col potere del controllo del fuoco. Emma scopre così l'esistenza di un mondo a lei sconosciuto, il Velux, lacerato da lotte interne e maledizioni, come quella che lega da secoli la sua famiglia ai Veggenti . E' lei la prescelta per spezzarla: dovrà uccidere l'ultimo Veggente prima di caderne vittima.
Quando Emma incontra Chris non può immaginare la sua vera natura, nè quello che si nasconde dietro i suoi segreti. In un crescendo di colpi di scena e rivelazioni scoprirà che l'amore può essere la maledizione più pericolosa di tutte.


Recensione:



Quando ho iniziato la lettura non sapevo cosa aspettarmi, la trama mi aveva intrigato, ma comunque avevo un pò di paura, non volevo rimanere delusa. Non potevo ascoltare altri pareri, perchè stavo leggendo questa storia in anteprima.
Anzi ora che ci penso, è stato meglio non leggere alcun pensieri, cosi non mi sono fatta influenzare da niente.
Ma la mia titubanza è durata si e no un paio di pagine, la storia mi ha assorbito totalmente.
Emma Moore è una ragazza orfana  di 18 anni, che vive con la nonna nel paesino di Oak Hills, passa le sue giornate con il suo migliore amico gay Gabriel a pensare al futuro. Una vita piuttosto normale, ma non è cosi, tutto cambia quando la nonna muore, e trova una sua lettera dove le spiega la vera natura della sua famiglia.
Sono delle Facoltose e hanno il potere di controllare il fuoco.
Ma non è tutto, esistono altre famiglie con altri poteri. Inconsapevolmente Emma entrerà a fare parte del suo mondo, Il Velux, dove purtroppo non regna la pace, ma è lacerato da guerre, maledizioni e faide.
Proprio la sua famiglia è legata ad una maledizione con i Veggenti. Lei è la prescelta l'ultima discendente e per spezzarla dovrà uccidere l'ultimo Veggente, prima che lo faccia il suo nemico.
Emma non crede alle sue orecchie, e finchè non avrà le prove non ci crederà mai, e si dimentica della lettera, come se non fosse mai esista. Ma il "battesimo del fuoco" arriva ben presto, e la nostra protagonista si deve ricredere. Ovviamente è spaventa e si crede pazza. Ma avrà un amico inaspettato con cui parlare.
Chris invece è uno studente universitario, vive con gli zii  a Salem, e passa le sue giornata tra una sbronza e l'altra, non ha nessuna preoccupazione, finchè non ha una visione, il fratello gemello Chase verrà ucciso da una ragazza misteriosa. Chris fa parte anche lui del mondo Velux, e discende dalla famiglia dei Veggenti.
Però nessuno della sua famiglia sa del suo potere.
La sua vita da allora cambia radicalmente, vuole salvare suo fratello, anche se sono anni che non hanno più rapporti, sono due estranei, e in quegli anni il fratello è cambiato totalmente.
Le strade di Chris e Emma si incontrano, (non vi voglio dire di più, perchè se no rischio di spoilerare) e incominciano a frequentarsi, anche se all'inizio la ragazza era molto titubante, era già rimasta scottata con un ragazzo donnaiolo, e Chris sembra avere proprio quella fama. 
L'unica cosa che Chris non voleva era di innamorarsi di Emma, voleva solo trovare delle risposte per la questione del fratello, ma quando vede quella bellissima ragazza, qualcosa in lui cambia. Nessuna ragazza ha mai suscitato dei sentimenti cosi forti in lui. Emma è riuscita con poco a rendere migliore Chris. Gli ha donato quell'amore che mancava nella vita del ragazzo.
Ma il loro amore è minacciato, riusciranno a superare gli ostacoli che il destino mette davanti alla loro strada??
Riuscirà Emma a spezzare la maledizione??
Per scoprirlo non vi resta che leggerlo.
Ho trovato questa storia davvero avvincente ed emozionante. Non mi ha mai annoiato, anzi non vedevo l'ora di sapere come andavano le cose, infatti ho divorato questo libro in poco tempo.
La storia d'amore è presente, ma non ruba la scena al tema principale, ovvero la maledizione delle due famiglie.
Una storia d'amore dolce e pura. Chris da spaccone, menefreghista, arrogante diventa una ragazzo per bene, che si cura non solo di se stesso, ma per la prima volta anche degli altri, come degli zii, che poveri ne hanno passato di tutti i colori, e diventa un tenerone con Emma. Durante il libro matura davvero tanto.
Mentre Emma, all'inizio era un pò fragile, non voleva rimanere da sola, aveva paura. Ma quando questo accade, riesce a tirarsi su, con qualche difficoltà, ma diventa più sicura di se stessa.
I colpi di scena che si susseguono fino alla fine del libro, fanno rimanere il lettore a bocca aperta e con il fiato sospeso.
Per non parlare del finale che ti stupisce, mai ti aspetti una cosa del genere. 
Per quanto riguarda lo stile di scrittura, sono presenti qualche errore e refusi, ma oltre a quello è fresco e semplice. La descrizione dei luoghi è curata nei minimi dettagli, e per quanto riguarda i protagonisti sono tutti ben caratterizzati, non solo nella descrizione fisica, ma anche quella caratteriale.
In poche parole, il libro mi è piaciuto tanto, la storia secondo il mio parere è originale e intrigante. Sono sicura che l'autrice possa solo che migliorare nei prossimi volumi.
Spero che le case editrici, si accorgano di questo talento e di questa storia molto carina.
Ringrazio l'autrice per avermi dato la possibilità di leggere questo libro.





c'è posta per noi

C'è post@ per noi... # 282

09:00

Buona domenica, Lettori!
Avete già pianificato le vostre letture estive? Oggi vi propongo qualche recente pubblicazione e magari troverete un titolo che sarà il vostro fuori programma: ogni tanto è proprio quello che ci vuole.







Revenge di Manuela Ricci




Titolo: Revenge
Autore: Manuela Ricci
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romantic suspense
Pagine: 350 ca.
Prezzo: € 4,99- ebook; €16,00- cartaceo

Trama
E se tutto quello in cui credi fosse una bugia?Bryanna Bailey sta scappando da un passato difficile che vuole dimenticare. Nasconde la sua vera identità fra segreti e bugie solo per avvicinarsi lei stessa alla verità che le è stata strappata. Sa che i sentimenti possono far solo del male e vive nell'indifferenza senza lasciare avvicinare nessuno, perché da quando ha perso tutto, ha sete di vendetta. Nessuno sa chi sia realmente la ragazza che si aggira indisturbata fra i corridoi della scuola. Solo quando il suo mondo inaspettatamente entra in collisione con quello di Alexandre Wood dovrà cercare di tenersi lontana da quello sguardo magnetico che scava nella sua anima in cerca di risposte che non può dargli. Ma Bryanna non è la sola ad avere una vita nascosta. Anche Alex ha dei segreti... Le loro vite sono state segnate da un destino che ha mischiato male le sue carte. E quando ogni segreto verrà svelato cosa succederà? Riusciranno a sopravvivere a loro stessi o verranno travolti dalla verità? Un debito da saldare Una vendetta studiata per anni Un passato oscuro da nascondere Non fidarti delle apparenze...

Il mio angolo perfetto di Melissa Spadoni



Titolo: Il mio angolo perfetto
Autore: Melissa Spadoni
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romance
Prezzo: € 2,99- ebook

Trama
Ofelia, timida e impacciata, ha una grande passione per i libri e, appena può, si rifugia nel suo mondo fatto di parole e fantasia. Dietro ai suoi occhi sfuggenti e alle magliette fin troppo larghe si nasconde però un passato fatto di abusi e privazioni. Quando per caso incontra Dominick in libreria, le sue paure e i suoi incubi ritornano a galla. Il suo obiettivo è quello di allontanarlo a tutti i costi, perché fidarsi di nuovo di qualcuno è troppo complicato. Ma quel ragazzo dagli occhi grigi ipnotici e scintillanti come diamanti non ha intenzione di arrendersi tanto facilmente e decide di farle una corte spietata. Ofelia non è pronta a lasciarsi andare alle emozioni contrastanti che la sorprendono, perché non ha mai avuto un ragazzo e vive rinchiusa nelle sue paure, ma pian piano la dolcezza di Dominick saprà alleviare anche le ferite più nascoste fino a farle scoprire il piacere della passione e l'amore.


È qui che volevo stare di Monica Brizzi



Titolo: È qui che volevo stare
Autore: Monica Brizzi
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romance
Pagine: 150
Prezzo: € 2,99- ebook

Trama
Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l'idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell'ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l'ex da cui cerca di scappare. Ma anche Tommaso, l'amico di sempre, per cui prova una segreta attrazione. I sentimenti taciuti da anni rischiano di scoppiare da un momento all'altro e di rovinare la loro amicizia, ma i due sono legati da uno strano rapporto per cui non riescono a stare lontani a lungo. In una notte stellata, tra la spensieratezza del viaggio e le risate degli amici, ci scappa un bacio e la situ azione diventa piùcomplicata del previsto...

La memoria degli uomini di Luigi Manno



Titolo: La memoria degli uomini
Autore: Luigi Manno
Editore: autopubblicato
Genere: Distopico, Sci-Fi
Prezzo: € 0,99 (a episodio)

Trama
L’umanità rischiava l’estinzione, così la Natura ha risolto donandogli l’immortalità. Ma non a tutti, abbattendo le mille discriminazioni presenti sulla faccia della Terra e lasciando solo quella tra immortali e tutti gli altri. Una razza, quella degli eterni, con il coltello dalla parte del manico e dai sentimenti appannati. Inoltre anche i sogni sono svaniti, come ogni empatia.
Ma James Kendall inizia a vedere cose, mentre dorme. Delle immagini di vite non sue. Dei sogni che sembrano risvegliarlo.



Il romanzo si compone di tre episodi e un prologo gratuito:
Prologo: Immagini
Parte 1: Piccoli sogni perduti
Parte 2: Dietro gli occhi
Parte 3: Il volto del padre


Cosa ne pensate?



Amaranth

Recensione: MENZOGNA E SORTILEGIO di Elsa Morante

09:18



Titolo:
Menzogna e sortilegio
Autore: Elsa Morante
Editore: Einaudi
Pagine: 728
Prezzo: cartaceo - € 17,00; ebook - € 7,99

Trama
Scritto subito dopo la seconda guerra mondiale, la Morante con questo romanzo ha iniziato il suo lungo percorso letterario. "O impareggiabile prosapia! Mia madre fu una Santa, mio padre un granduca in incognito, mio cugino Edoardo un ras dei deserti d'oltretomba e mia zia Concetta una profetessa regina. Si fissarono così, in solenni aspetti a me familiari, le maschere delle mie futili tragedie...". Così assediata da tali "magnifiche" ombre, l'io narrante di Menzogna e sortilegio s'incammina verso la necropoli del proprio mito familiare: pari a un archeologo che parte verso una città leggendaria.


***

La morte della madre adottiva ha lasciato Elisa apparentemente sola, con l’unica compagnia del misterioso Alvaro. In realtà la ragazza ha da sempre goduto della presenza dei personaggi fuoriusciti dai romanzi per abitare la sua fantasia e renderla protagonista delle avventure delle storie a lei note. Da qualche tempo, però, ai sogni a occhi aperti si sono aggiunti quelli notturni. Proprio quando vorrebbe riposare, Elisa riceve la visita dei suoi famigliari trapassati che le permettono di assistere al passato e alla dolorosa genesi della sua famiglia. Al risveglio è costretta, sospinta dalle voci dei suoi, a scrivere ciò che da spettatrice ha vissuto durante la notte.
Le origini della saga famigliare sono individuate nella figura di Cesira, la nonna materna di Elisa, e la narrazione, pur non trascurando le figure dell’ascendenza paterna, si dipana seguendo la fanciullezza e la gioventù della madre della narratrice, Anna, alla quale non a caso è dedicato il romanzo.
Sbocciato quando era ancora una bambina e alimentato dalla fantasia e dalla speranza paterne, l’amore di Anna per il cugino Edoardo assume il predominio dell’intera esistenza della donna, riverberandosi in quelle dei famigliari a lei più prossimi. D’altro canto, Edoardo ricambia l’assoluta devozione di cui oggetto con un sentimento per lo più narcisistico, frutto del piacere di intravedere nel volto della cugina la sua stessa bellezza.
È una relazione tormentata dotata di una forza attrattiva che finisce con l’attirare altre disgraziate figure, predestinate forse dalla loro stessa indole, all’interno di un intreccio di sfibranti amori mai ricambiati e mai felici.
I protagonisti del grande romanzo famigliare di Elisa sono miserevoli, succubi l’uno dell’altro e abbagliati dal potere che bellezza e ricchezza, sia essa reale o presunta, esercitano. Qui sta la malia, in questo viluppo di venerazione e disprezzo, e accanto a essa, sua fonte e suo risvolto, la menzogna. La prima diventa dipendenza e prigione, mentre la seconda è inganno altrui e soprattutto di se stessi delineando l’impossibilità di un rapporto sano e sincero e tutti, senza esclusioni, ne escono sconfitti nei sentimenti prima ancora che dallo squallore della vita.
Ambientate in una città del sud d’Italia, le vicende si sottraggono a una collocazione temporale precisa benché, con snervante pignoleria, siano spesso raccontate con l’indicazione di un giorno particolare della settimana. D’altra parte, Elisa è per buona parte del romanzo un narratore onnisciente, a cui non è soltanto dato di conoscere e rivelare i pensieri più intimi dei personaggi, ma anche di essere una presenza costante e partecipe. Non passano inosservate, né si tenta di nascondere, le impressioni e le preferenze della voce narrante, che allude a colpe e debolezze, avanzando poi giustificazioni che le permettono di sorvolare e dimenticare le ombre più scure dei suoi personaggi.
Sulla scorta di Freud, infatti, i genitori e tutti gli avi di Elisa diventano creature di sua invenzione, fantasmi miticizzati dall’aura splendente dell’infanzia, dell’illusione e della menzogna. Lo sguardo di Elisa, dunque, non può che essere iniquo perché inserito nelle dinamiche famigliari a cui appartiene in prima persona e oscilla, inevitabilmente, tra compassione e crudeltà.
La presenza di Elisa, ingombrante quando non rinuncia a sottolineare il proprio ruolo di narratore, è fondamentale per sostenere il complicato equilibrio tra realismo e fantasia su cui l’intera storia si regge. Elisa potrebbe facilmente apparire una giovane alienata che scrive annebbiata dalla follia; la stessa follia, in fondo, dalla quale parrebbe essersi liberata al punto da poterne fornire un dettagliato resoconto.

I miei lettori mi perdoneranno se li intrattengo su simili fanciullaggini: essi devono comprendere che una storia come una pianta, avanti d’essere un albero frondoso, e carico di frutti è uno stelo acerbo la cui natura si può riconoscere appena appena dalla forma delle foglioline insapori ed esigue. Perciò avanti che la mia storia maturi, vogliano essi adattarsi al sapore insipido, comune e amarognolo della sua età acerba.

A ciascuno dei personaggi, anche ai secondari, è dedicato lo spazio narrativo necessario a elevarlo al di sopra delle sue stesse meschinità e sciocche illusioni, a eleggerlo eroe della propria storia. Al lettore, che come la stessa Elisa non può ignorare le millanterie e le miserie, non resta che parteggiare e sperare, invano, che la menzogna possa mutare in verità.
Nello stile di un grande romanzo storico o epico-cavalleresco, Morante imbastisce un racconto lungo e impegnativo, che costringe il lettore a racimolare tutta la sua pazienza per superare il magnificato grigiume dell’ambientazione e l’aridità dei sentimenti dei protagonisti che, impegnati nella venerazione di un idolo, sono incapaci di scorgere e accogliere l’affetto o il barlume della serenità, se non della felicità.
Menzogna e sortilegio solleva il velo che magnifica le figure parentali e nella fantasia rende illustri le proprie origini, ma la menzogna non può essere eliminata del tutto e continua a esercitare il proprio sortilegio.
Romanzo complesso nella struttura come nelle tematiche e nei modelli, Menzogna e sortilegio divide il mio giudizio tra l’ammirazione per l’articolazione e le diramazioni della storia e la difficoltà di una lettura che ha stentato a trovare un ritmo e a calamitare la mia attenzione.




AndreaCamilleri

Recensione: IL METODO CATALANOTTI di Andrea Camilleri

08:00

Titolo: Il metodo Catalanotti
Serie: Il Commissario Montalbano #26
Autore: Andrea Camilleri
Editore: Sellerio
Pagine: 293
Prezzo: € 14

TRAMA
Questa volta Mimì Augello se la vede brutta: nella casa dell’amata di turno rientra inaspettatamente il marito; così Mimì è costretto a calarsi dalla finestra per salvare pelle e reputazione. Da un pericolo all’altro: nell’appartamento del piano di sotto dove ha cercato riparo, nel buio intravede un corpo steso sul letto, completamente vestito e irrigidito dal gelo della morte. Di un morto ammazzato ritrovato sul letto viene informata la polizia, solo che non si tratta di quel morto, perché è in tutt’altra casa, anche lui con l’abito buono. Come può essere accaduto? E che ne è stato dell’altro cadavere? Perché tutta la scena del crimine ha qualcosa di strano che sa di teatro? Parte da questo groviglio la nuova indagine di Salvo Montalbano, ed è proprio il teatro il protagonista del romanzo; la vittima, Carmelo Catalanotti, aveva una vera passione per le scene e dedicava tutto il proprio tempo alla regia di drammi borghesi. Si era anche inventato un metodo personalissimo per mettere gli attori in condizione di recitare: affrancarli dai loro complessi, aiutarli a liberare le emozioni, una vera e propria operazione di scavo nelle coscienze. Catalanotti conservava scrupolosamente annotazioni e commenti su tutti i potenziali attori con cui veniva in contatto, oltre che appunti di regia e strani quaderni pieni di cifre e di date e di nomi… Il commissario Montalbano spulcia tutti i dossier di Catalanotti, i testi teatrali ai quali lavorava, le note sui personaggi e soprattutto il dramma che stava per mettere in scena, Svolta pericolosa. Poco a poco si lascia coinvolgere dall’indagine e dalla nuova responsabile della scientifica, Antonia, che sul commissario ha l’effetto di una calamita. Sarà proprio il teatro a fargli trovare la soluzione del doppio cadavere.

LA MIA OPINIONE

Chi conosce biograficamente Andrea Camilleri sa sicuramente del suo lavoro e della sua passione per il teatro, nata molto prima del suo mestiere di scrittore. 
In questo romanzo l'autore ha incrociato queste due passioni, mettendo Montalbano di fronte ad un caso i cui tutto è teatro e messinscena.

Nel corso di una rocambolesca fuga dalla casa dell'ennesima amante, Mimì Augello viene a trovarsi faccia a faccia con un cadavere. Nel cuore della notte avverte ovviamente Montalbano, per condividere con lui il fardello ma anche il problema fondamentale: come far ritrovare il cadavere?
Tutto sembra risolversi il giorno dopo, quando in commissariato arriva la notizia del ritrovamento di un cadavere, che però non è il morto di Mimì.
Tra una scena del crimine che sembra quasi finta, come se fosse una messinscena ed una che non sa come far scoprire, Montalbano incontra Antonia, la nuova responsabile della polizia scientifica di Montelusa, che si aggiunge ai grattacapi che deve affrontare in questo romanzo.
Intanto una cosa è certa: bisogna indagare sulla vita di Carmelo Catalanotti, la vittima, e scoprire di più sulla sua vita e soprattutto sulla sua passione per il teatro ed il suo particolare metodo, che non mancava di applicare sulle persone che aspiravano a salire sul palcoscenico dei drammi di cui curava la regia.

Questo romanzo risulta, anche per chi come me legge i gialli di Camilleri da tempo, qualcosa di nuovo. Prima di tutto, per questa immersione quasi totale nel mondo del teatro. Per trovare la soluzione dell'omicidio, Montalbano deve assumere un punto di vista nuovo e leggere i fatti attraverso un punto di vista nuovo, che coinvolge non la vita della vittima in generale, ma il suo metodo, il suo approccio al teatro, che è così totale da essere quasi crudele.
In secondo luogo per Antonia, che porta così tanto scompiglio nella vita del commissario, con la sua compostezza, i suoi silenzi e la sua distanza.
Camilleri riesce a rigenerare Montalbano in questo romanzo, a dimostrazione che nelle serie di gialli non cambiano solo gli ambienti e le situazioni, ma che è necessario rinnovare anche i protagonisti, renderli vivi, realistici e non appiattirli mai.
Menzione speciale per lo stile ed il linguaggio di Camilleri, unico autore siciliano a potersi vantare di aver esportato il nostro dialetto senza glossari e note a margine, facendo un percorso graduale nei suoi romanzi tale da essere ormai giunto alla narrazione in siciliano puro per passare all'italiano solo occasionalmente nei dialoghi.

Camilleri è una sicurezza, uno di quegli autori che mi piace così tanto che so per certo che non può deludermi e che anzi, riesce ancora a sorprendermi.




a distanza di insicurezza

C'è post@ per noi...#281

09:00


Buona domenica a tutti!

Oggi è una splendida giornata e io mi farò un bel giretto in montagna, la preferisco al mare quando voglio rilassarmi. Sicuramente troverò anche il tempo di leggere anche un libro, magari uno dei nostri consigli di lettura, voi cosa ne dite, mi sembra che ci siano delle proposte interessanti.



















Lontana da me, di Cristiana Serangeli


Autore: 
Cristiana Serangeli 
Titolo: Lontana da me
Casa editrice: Kimerik, 
Uscita: gennaio 2018,
Genere: Romanzo 
Prezzo: 13,60 Euro, 
Pagine: 120,
ISBN: 978-88-9375-521-4


Finalista al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa - Percorsi Letterari


“Dal Golfo dei Poeti Shelley e Byron, alla Val di Vara” 
Continuerai a farti scegliere? O finalmente sceglierai?
Fabrizio De André

L’amore arriva e ti scompiglia i capelli e la ragione, ti travolge e ti lascia senza parole, portando così tanta felicità da non saperla quasi gestire. Ma arrivano anche i litigi, i silenzi, la fine della relazione. Matilde e Filippo rappresentano la forza e la debolezza che c’è in ognuno di noi.
Lontana da me è una condizione necessaria: interrogarsi, mettersi in discussione con distacco e autocritica, ricostruirsi per cambiare pelle e tornare a respirare la vita.
Cristiana Serangeli descrive con tocco delicato la quotidianità - alternando versi poetici, aforismi e descrizione introspettiva - e evoca con grande sensibilità il caleidoscopio di emozioni che nascono dal cuore. 



Biografia dell'autrice: 
Cristiana Serangeli nasce a Vercelli. Blogger, scrittrice, poetessa. Inizia a scrivere giovanissima collaborando con un giornale locale occupandosi di sport. Per anni è stata contributor dei più importanti siti on line calcistici trattando diverse categorie dalla SerieB all’Eccellenza. E’ stata opinionista in vari programmi radio e tv. Compone poesie e partecipa a diversi concorsi letterari nazionali classificandosi sempre tra i finalisti. E’ apparsa con le sue opere in diverse raccolte letterarie tra cui “I nuovi poeti ermetici”, “Amore e Psiche”, “Vento a Tindari”, “Poets in love”, “Ti racconto una favola”. Diventa in poco tempo popolare su Instagram. Da maggio 2018 è testimonial/influencer del progetto e del concorso Talent in action organizzato dall'azienda tedesca Schneider che premia il talento e lo valorizza. Scrive parole per tutti, ama le parole di pochi.





A distanza di (in)sicurezza, di Jessica Black



Titolo: A distanza di (in)sicurezza
Autore: Jessica Black
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital Emotions
Genere: Romance
Prezzo: 1,99 €
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Data di uscita: 4 giugno


Sinossi:

Elena ha 24 anni, una relazione a distanza di tre alle spalle, un libro sempre davanti agli occhi e l’autostima sotto i piedi. Alex, il suo migliore amico ‒ nonché parrucchiere di fiducia ‒ l’ha soprannominata “DDS”, per sottolineare come lei viva sempre a distanza di sicurezza da tutto e tutti. Elena non concorda con questa sua visione, ma non fa niente per dare un’immagine di sé diversa, più frizzante: indossa occhiali spessi, si nasconde nei vestiti, nelle librerie o in qualche pasticceria. Di sicuro a mancarle non sono l’autoironia o i ragazzi: la sua vita ‒ secondo lei ‒ va benissimo così! Eppure, dopo un incontro inaspettato, sarà costretta a rivedere i suoi piani e superare le sue insicurezze. Perché, a volte, la vita ci sorprende facendoci incontrare proprio quella persona che pensavamo di non rivedere più..





Out of my limits, di Lucia Panzavolta




Editore: Lettere Animate nel 2017.
Titolo: Out of my Limits
Autore: Lucia Panzavolta
Genere: dark romance
Pagine: 298
Disponibile in copertina rigida a 13 euro su amazon o 16 su altri siti, e in formato ebook kindle a 2,99 euro.

Trama: Summer Henks è una ragazza che ha il pieno controllo della propria vita: è tirocinante nella squadra narcotici della polizia di Oakland, lavora in un bar, vive da sola, è indipendente. Le sue sicurezze però vengono messe in discussione nel momento in cui decide di fare un sopralluogo in un magazzino fuori città che sembrerebbe essere il covo di un cartello di droga. La sua vita cambia radicalmente, e il primo passo sarà trasferirsi per un periodo indeterminato a Miami. Summer sarà costretta a vivere in un mondo che non le appartiene, e l’unica persona che le permetterà di non mettersi ancora più nei guai sarà William, uno dei criminali che la tengono rinchiusa. Ma forse le cose non sono proprio come sembrano e William non è chi dice di essere. Con le sue indagini Summer si avvicinerà sempre più alla verità.


Biografia dell'autore:
Lucia Panzavolta è nata nel 1999 a Faenza, in provincia di Ravenna. Sta frequentando l'ultimo anno del Liceo delle Scienze Umane, e nel tempo libero si dedica alle sue passioni più grandi: la scrittura e la fotografia. Ama molto anche viaggiare, e unisce la voglia di scoprire il mondo a ciò che le piace di più tramite il suo account Instagram e i libri che scrive.





Azioni e protagonisti per cambiare il paese, di Andrea Degl'Innocenti e Daniel Tarozzi


Editore: Terra Nuova Edizioni
Formato: Libro Libro
Genere: Ricerca Interiore 
Collana: Nuovi paradigmi
Pagine: 352
Pubblicazione: 04/2018
ISBN/EAN: 9788866813774



Cambiare l’Italia è possibile e dipende solo da noi. È quanto emerge da questo libro, in cui gli autori ci guidano in un percorso costruito intorno a diciassette temi fondamentali per la nostra vita e il nostro Paese. Visioni e azioni concrete per un futuro sostenibile che tutti insieme possiamo realizzare a partire da oggi. Come? Attraverso le proposte sviluppate da oltre 100 attori del cambiamento coordinati dallo staff di Italia che Cambia e riguardanti diciassette aree tematiche di grande attualità. Un vero e proprio viaggio verso un Paese che può essere diverso e che in parte lo è già; un viaggio che può iniziare o proseguire una volta chiusa l’ultima pagina di questo testo.


Biografia degli autori:
Andrea Degl'Innocenti e Daniel Tarozzi sono gli autori del manuale "E ora si cambia". Giornalisti e scrittori, sono i co-fondatori di "Italia che cambia". Tarozzi è anche regista e videomaker.

Alice Basso

Recensione: LA GHOSTWRITER DI BABBO NATALE - ALICE BASSO

09:00

Nonostante l'estate ormai manifesta, oggi vi presento un racconto offerto dalla Garzanti in occasione delle passate festività natalizie.

Titolo: La ghostwriter di Babbo Natale
Autrice: Alice Basso
Editore: Garzanti
Pagine: 40
Sinossi: Per la maggior parte delle persone il Natale è il periodo più bello dell’anno: strade illuminate, cene in famiglia, regali da scartare. Ma non per Vani Sarca. Per lei, che normalmente odia la prossimità delle persone, il Natale è il peggior incubo che si possa immaginare. Non vorrebbe fare altro che restarsene da sola a leggere i suoi amati libri e continuare a indossare il suo look noir, così poco in tono con le tinte natalizie. Eppure una ghostwriter come lei non può mai andare in vacanza, nemmeno a Natale: c’è sempre bisogno della sua dote speciale, della sua capacità di comprendere le persone solo da un gesto, da un’inflessione della voce, da un atteggiamento. Insomma, anche sotto le feste deve vestire i panni di qualcun altro... e non di uno qualunque, ma addirittura di Babbo Natale.



Recensione:
Vigilia di Natale del 2006, Vani si sveglia influenzata e se per chiunque ciò sarebbe quantomeno una seccatura, per lei è l'asso nella manica perché le permetterà di saltare la cena in famiglia che tanto mal sopporta. Almeno, questo è quello che crede Vani, perché l'irriducibile madre ha deciso che non esiste che lei resti sola a Natale per cui saranno loro ad andare da lei. 

Attenzione!! Peggio che andare dalla famiglia, per Vani c'è il ricevere la famiglia nel suo appartamento, visto che sono apertamente ipercritici verso il suo cosiddetto tugurio. I conati di vomito, poi, di certo non aiutano la causa.

Durante la cena, si sente un gran trambusto provenire dal piano superiore e Vani ne approfitta per allontanarsi dai suoi ospiti forzati.
Al piano superiore è in corso una festa di Natale per bambini, un regalo dei pargoli è sparito, qui nasce il mistero, chi lo avrà preso?

Come spesso purtroppo succede, le scaramucce dei bambini diventano liti tra adulti, tutti a fare illazioni e a sospettare di questo o quello. 

Riuscirà Vani a risolvere la situazione con le sue doti da "mentalista"? Lascio a voi immaginarlo e poi scoprirlo.

Per chi non la conoscesse,  sulle prima Vani si presenta e rende bene l'idea di sé in poche parole, per cui, anche se non aveste letto i precedenti romanzi, potete tranquillamente approcciarvi a questo racconto.

C'è da dire che, nel racconto, troviamo una Vani più giovane rispetto ai romanzi quindi non vi serve conoscere quello che succede nella sua vita negli anni a venire. Magari questo racconto potrà incuriosirvi e darvi lo spunto per leggere l'intera saga. Magari a cominciare proprio dal racconto Nascita di una ghostwriter - Il primo lavoro di Vani Sarca, prequel della serie.

Col senno di chi sa, trovo esilaranti le ipotesi di Vani sull'ipotetico ispettore pronto a cercare la macchinina scomparsa la notte di Natale. E poi, Vani che interroga i bambini, scene da vedere sul grande schermo, la butto lì!

Nel complesso un racconto piacevolissimo, che fa sorridere spesso e non solo perché è a tema natalizio!

4 cuori e mezzo




c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #280

08:58

Buona domenica lettori! Cominciamo questo caldo mese di luglio con nuove segnalazioni made in Italy.








Titolo: Il marchio dell'innocenza
Autrice: Cristina Del Tutto
Editore: Aracne editrice
Pagine: 452

Sinossi: Inghilterra, metà del XIII secolo sotto il regno di Enrico III, nel periodo contraddistinto dalle rivolte dei Baroni e dalle persecuzioni nei confronti degli Ebrei. L’amicizia tra Gloriana (figlia di Lord Midmay, Conte di Lincoln e consigliere del Re) e il principe Edoardo (il futuro Re Edoardo I), sbocciata fin dall’infanzia, diviene amore appassionato al punto da portare Edoardo a progettare la destituzione della sua legittima consorte, Eleonora di Castiglia, che dopo tre anni ancora non gli aveva dato un erede. Gloriana, con un inganno, viene attirata a Corbury, dove suo padre sta trattando con ebrei e nobili oppostisi alla Corona, mentre le truppe di Edoardo marciano verso la città per raderla al suolo e uccidere tutti i rivoltosi. La presenza di Gloriana, pensata per dissuadere il principe dall’attaccare, ritarda solamente gli eventi. Gloriana viene messa in salvo da un giovane ebreo, Robert Roth, mentre la città viene messa a ferro e fuoco. Gloriana si innamora del giovane Robert, un animo gentile e sensibile, a differenza di Edoardo che con gli anni era divenuto violento, arrogante ed estremamente possessivo nei confronti di Gloriana. La relazione con Robert provoca l’ira del padre di Gloriana, che imprigiona e fa torturare il ragazzo. Per Gloriana viene organizzato un matrimonio di facciata con Lord Philip de Mortimer, fedele alla Corona ma anche uomo dei reali di Spagna. Egli dapprima asseconda Gloriana e offre protezione a Robert, poi, quando Gloriana rimane incinta di Edoardo, insinua nel principe il dubbio che il nascituro possa non essere suo, e provoca la morte di Gloriana, evitando così la destituzione di Eleonora di Castiglia. 


Biografia: Cristina Del Tutto, nata nel 1975, vive e lavora a Roma come consulente politico e parlamentare. Scrive da anni articoli di attualità e analisi politica. E’ una ghostwriter e autrice di sceneggiature, opere teatrali e poesie. Il marchio degli innocenti è il primo dei due romanzi storici, che tratta delle persecuzioni delle comunità ebraiche sotto il Regno di Edoardo I d’Inghilterra. 




Titolo: SICE Le bambole non hanno diritti
Autore: Fernando Santini 
Casa Editrice: Dark Zone Edizioni 
Genere: Thriller
Pagine: 224 

Sinossi: Il Vice Questore Marco Gottardi ha avuto un passato importante nei reparti operativi della Polizia di Stato. Dopo aver vissuto sulla sua pelle la violenza della lotta alla criminalità si è ritirato a gestire un tranquillo commissariato romano. La sua esperienza e la sua capacità di gestione dei propri uomini non possono, però, essere sprecate. È a lui che i vertici del ministero degli Interni affidano il comando di una nuova unità: la Squadra Investigativa Crimini Efferati. La prima indagine in cui la Squadra sarà coinvolta riguarderà la morte di un regista cinematografico, forse collegata all'uccisione di un adolescente il cui corpo, orrendamente torturato, è stato ritrovato alla foce del Tevere. Nel corso della propria azione investigativa, la S.I.C.E. troverà un alleato, anche se non particolarmente gradito al Vice Questore Gottardi: un'organizzazione segreta denominata ARCO, i cui membri hanno deciso che il fine giustifica i mezzi e che quindi si può usare la violenza per far trionfare la giustizia.

Biografia: Mi chiamo Fernando Santini, ho 53 anni e sono romano. Lavoro per un grande gruppo bancario italiano e tre anni fa ho sentito la necessità di scrivere per dare sfogo alle tensioni della mia anima. Nacque così il mio primo romanzo Tutta colpa delle favole che pubblicai in selfpublishing e di cui stampai un centinaio di copie in autonomia per farlo leggere ad amici e parenti. La loro reazione fu entusiastica e mi spinse a scrivere altri tre romanzi che però, come per il primo, non ritenevo pronti per essere proposti ad una casa editrice. All’inizio del 2016 mi sentii pronto per mettere mano alla serie SICE su cui avevo iniziato a riflettere da qualche mese. Scrissi quindi SICE Le bambole non hanno diritti e la valutazione dei miei beta reader fu estremamente positiva. La struttura stilistica mi sembrava finalmente adatta per poter essere proposta ad una casa editrice, ma volevo essere sicuro della mia possibilità di scrivere gli altri capitoli della serie. Scrissi, quindi, anche il secondo romanzo e definii lo story board del terzo prima di decidere di cercare una casa editrice con cui collaborare. Nel febbraio 2017 firmai il contratto con la Dark Zone edizioni per i 6 romanzi della serie e, a novembre 2017, in occasione di più libri più liberi, il romanzo ha visto la luce. 


Titolo: Piccola Cenerentola - ossessione d'amore
Autrice: Vanessa Vescera
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: chick-lit
Collana: Digital Emotions
Disponibile in ebook e cartaceo

Sinossi: Monica, affascinata da sempre dalla fiaba di Cenerentola, ne desidera una tutta sua. Memore del suo giuramento fatto da bambina, quando lasciava le sue scarpette sparse per Palermo nella speranza che il principe azzurro le trovasse per fargliele calzare; quando si imbatte in un libro di poesie con appuntato solo un nome, Brian Ferrari, decide di assecondare il destino. Arrivata a Bologna per lavorare e sfortunata sia in amore che negli affari, combina guai uno dietro l’altro, ma non si arrende e decide di inseguire il suo folle e ossessivo sogno d'amore. A questo punto, per cercare lo sconosciuto, solo la fata Madrina può salvarla ma se, invece di essere un'anziana signora, fosse un uomo affascinante con occhi blu cobalto da mozzare il fiato?
Questa è la fiaba moderna di una principessa e del suo principe che non indossa un mantello azzurro ma, in borghese, se ne sta al suo fianco lasciandola sbagliare, perché l'amore non deve mai essere rimpianto.  


Titolo: Il Teatro degli Arcani – L'Imperatore
Autori: Alessio Banini e Chiara Magliacane
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Data di uscita: 6 giugno 2018
Genere: Urban Fantasy, Dark Fantasy
Collana: “Fantasy” 

Sinossi: “Gli uomini non sono capaci di governarsi da soli. Se lasciati a stessi, conducono il mondo alla rovina” 
È questo il mantra di Ettore, un ambizioso universitario senese, educato per diventare il degno erede della potente famiglia Visconti e il custode privilegiato di un segreto secolare: la Maschera dell'Imperatore, un artefatto magico in grado di soggiogare la mente altrui. 
L’iniziale atmosfera di calma è stralciata dal contatto con l’Altrove, un macabro mondo parallelo, e con le sue creature terrificanti, che metteranno in pericolo la vita di Ettore... e la sua moralità. 

Gli autori: Alessio Banini nasce nel 1983 e vive nei pressi di Montepulciano. Laureato in antropologia culturale, è scrittore di narrativa e giornalista. Esce nel 2010 La Razza Maledetta (Zerounoundici Edizioni), seguito da Sangue Ribelle, La Strada Perduta e Il Carnevale delle Anime (Plesio Editore). Nel 2013 ha pubblicato Dopo la Mezzadria (Effigi Editore), un saggio di antropologia economica sulla Valdichiana. All'interno del sito www.alessiobanini.it potete trovare racconti, approfondimenti e curiosità sull'ambientazione dei suoi romanzi. 
Chiara Magliacane nasce nel 1989 e vive a Roma. Dottoranda in antropologia alla Queen's University di Belfast, è autrice ed editrice di articoli accademici: le sue aree di ricerca sono legate alla salute nel Messico indigeno e alle conseguenze del conflitto nordirlandese. Nel 2016 il suo racconto breve La Rinascita di Mark viene pubblicato nell'antologia Le Ragunanze (Le Mezzelane Casa Editrice), essendo tra i finalisti del Contest Letterario omonimo del 2015.