buone vacanze

BUONE VACANZE

08:19

Buongiorno lettori, 
speriamo di trovarvi bene. Il blog andrà in pausa per il resto del mese di agosto, speriamo di ritrovarvi carichi di energie ed entusiasmo a settembre.


Come sempre, buone letture a tutti!


Lo staff di IDIB_BE

Guia Risari e Paolo D'Altan

Recensione: MI CHIAMO NAKO - GUIA RISARI e PAOLO D'ALTAN

08:33

Titolo: Mi chiamo Nako
Autrice: Guia Risari
Illustratore: Paolo D'Altan
Editore: Edizioni Paoline
Pagine: 40
Età di lettura: dai 7 anni

Sinossi: Nako è un ragazzino rom che vive, lotta, desidera e spera, come tutti. Il suo mondo è quello della grande famiglia dei popoli nomadi.
Nako ci racconta la sua vita, le sue paure, i suoi sogni.
Con parole e immagini evocative, scopriamo l’universo di una cultura antica e complessa. 






Recensione:
Nako è un bimbo di etnia rom che ci racconta un po' di sé e della sua gente.

Grazie a questo libricino ho scoperto cose che non conoscevo come bandiera ed inno della comunità rom.

Le poche righe presenti in questo libro, illustrato sapientemente, raccolgono le riflessioni di un bambino come tanti, una mente innocente che osserva la società, vive la sua comunità e fa il raffronto con quanto gli viene insegnato a scuola.

Ci si interroga sui rom, tanti nomi e tante storie per un popolo senza patria, ma diffuso in molti Paesi da sempre.

La storia di questo popolo è affidata alla tradizione orale e così si tramanda di generazione in generazione.

Alla fine, troviamo l'inno in romanì con traduzione a fronte e dei proverbi. Tra tutti, uno che mi ha colpito è stato "Non è la destinazione, ma la strada che conta".






Aldo Dalla Vecchia

Recensione: Vasco l'investigacane, di Aldo dalla Vecchia

06:30




Titolo: 
Vasco l'investigacane

Autore: Aldo Dalla Vecchia

Collana: Flavia [gialli], 1

Editore: Graphe.it

Formato: Ebook - Epub Mobi

Prezzo: 2,99 

Pubblicazione 2020

ISBN: 9788893721066


Una storia in giallo per bambini da 0 a 99 anni

Nella Milano ipermoderna degli ultimi anni si svolge questa storia tenera e delicata, in uno dei quartieri che più sono cambiati, quello intorno alla Stazione Garibaldi, dove però la vita all’ombra dei grattacieli non sempre è rose e fiori. Ne sanno qualcosa Vasco, vivace cane meticcio color fuliggine, e il suo umano Goran, che, come tanti altri, vivono per strada e sotto i ponti. La notte di Capodanno 2020 qualcosa di terribile e spaventoso succede a Goran, ma Vasco, suo amatissimo compagno di vita, riuscirà a fare incredibilmente luce su quanto accaduto.


Recensione:

Vasco l'investigacane è una favola moderna colorata di giallo. Un breve romanzo di sole ventuno pagine che parla di amore per gli animali, ma che tratta anche temi attuali e sensibili dei quali si continua a non parlare abbastanza. Soprattutto di integrazione e di amore per gli esseri umani che abbiamo intorno e che spesso fingiamo di non vedere.Parla di due invisibili: Goran e il suo meticcio Vasco che vivono per strada nell'indifferenza dei più, nel quartiere Garibaldi di una Milano moderna. 
L'ambientazione è curata e ci mette di fronte anche agli eventi di questo anno 2020 così strano e difficile, di questo virus che ci ha portati nostro malgrado a cambiare modo di vivere le nostre quotidianità.

Nonostante il romanzo sia così breve i personaggi sono delineati con cura e senza forzature, è facile infatti immedesimarsi nel protagonista e comprendere le motivazioni che l'hanno spinto ad affezionarsi a Goran e poi a Vasco. Non è sempre facile rendere chiare le caratterizzazioni in poche parole e questo dimostra il talento dell'autore nel dipingere quadri chiari e coinvolgenti per farci conoscere i suoi personaggi con naturalezza, cosa che forse può sembrare scontata ad alcuni, ma che secondo me non lo è.

Lo stile dell'autore è avvincente e la lettura del romanzo scorre in modo piacevole, io ammetto di averlo letto tutto d'un fiato, trovandomi a provare un po' di nostalgia alla fine per il non aver potuto approfondire ulteriormente la conoscenza con i protagonisti. 

Non parlerò della trama in questa recensione, ma devo ammettere che la storia mi è piaciuta e mi ha fatto riflettere un po' sulla nostra società. Avrei davvero desiderato qualche pagina in più per il finale e qualche tocco di giallo in più, ma capisco la scelta dell'autore di concentrarsi sugli altri aspetti della lettura.

Faccio i complimenti all'autore perché ho davvero apprezzato Vasco l'investigacane. Consiglio questo romanzo a chiunque, i temi a mio parere sono un po' forti per i bambini e personalmente non lo leggerei a un bambino di sei anni. È comunque un breve libro valido e denso di sentimenti, che può essere apprezzato da chi ama gli animali, ma anche da chiunque cerchi per questa estate qualcosa di non troppo pesante da portarsi in vacanza.














c'è posta per noi

C'è post@ per noi...#391

08:00


Buona domenica lettori!
Anche oggi vi presentiamo 4 romanzi da non perdere!











Titolo: 
Comunicazione Efficace Strategica. L'arte di migliorare... comunicando
Autore: Ivano Cincinnato
Editore: Armando Editore
Pagine: 192
Prezzo: € 15

TRAMA
Questo libro esce dai canoni dei volumi sulla comunicazione e, attraverso un percorso pragmatico, concreto e paradossale, fatto di esempi pratici e spiegazioni chiare, guida il lettore alla scoperta degli errori più madornali da evitare e le modalità più inefficaci da correggere, aiutandolo, passo dopo passo, ad adottare una nuova prospettiva comunicativa, per risultare subito più efficace ed efficiente durante ogni scambio comunicativo.




Titolo: Viva la Franca
Autore: Aldo Della Vecchia
Editore: Graphe.it Edizioni
Pagine: 80
Prezzo: € 8

TRAMA
Chi potrebbe dubitare di quale sia la Franca in questione, con l’articolo davanti al nome, alla milanese? Così lo pronuncerebbe la Signorina Snob, uno dei personaggi più noti e amati fra le tante caricature sociali abilmente dipinte da Franca Valeri, artista versatile e dalla carriera lunga quanto una lunga vita. Appassionato e competente, con una scrittura gradevole l’autore ne ripercorre a uso dei lettori la produzione teatrale, cinematografica, radiofonica e letteraria, ed evita rispettosamente di indugiare sulla vita privata, come «la Franca» stessa preferirebbe, con ogni probabilità. Per cultori desiderosi di riscoprire le chicche, ma anche per chi non c’era quando la tv è nata e desidera documentarsi su quegli anni di fervido lavoro culturale.



Titolo: Diario di un cervello in fuga nel XXI secolo
Autore: Tiziana Lilò
Editore: PubMe
Pagine: 390
Prezzo: € 2,99 (ebook) € 18 (cartaceo)

TRAMA
Un vero diario di viaggio scritto nel 2008 dalla protagonista: Tiziana.Una volta li avremmo chiamati "migranti con la valigia di cartone", oggi invece i giovani che lasciano il nostro Bel Paese sono dei "cervelli in fuga".Tiziana e Damiano, stanchi di un paese che non offre loro nulla, decidono di tentare la fortuna altrove, ma la troveranno? È davvero così facile ricominciare in terra straniera?Un diario sincero ed autentico, da leggere tutto d'un fiato!


Titolo: Mio figlio Marco. La verità sul caso Vannini
Autore: Marina Conte e Mauro Valentini
Editore: Armando Editore 
Pagine: 244
Prezzo: € 15

TRAMA
Chi era Marco? Quali erano i sogni e le speranze infrante in un attimo da quell'assurdo colpo di pistola, sparato dentro la casa di una famiglia che diceva di amarlo? Insieme a Mauro Valentini ripercorreremo, minuto per minuto, atto dopo atto, tutto quello che è accaduto a partire da quella tragica notte, per comprendere cosa è accaduto e per rispondere ai tanti, troppi misteri rimasti insoluti e che hanno causato la tragica fine di Marco. È la notte del 17 maggio del 2015. Marco Vannini, ventenne di Cerveteri, è in casa di Martina Ciontoli, la sua fidanzata. Con loro c'è tutta la famiglia di lei quando Marco viene improvvisamente ferito da un colpo di pistola. Dal momento dello sparo al suo arrivo al posto di primo soccorso passeranno 110 interminabili minuti, un ritardo che determinerà la morte di Marco. Il "Caso Vannini" irrompe così sui giornali e nelle televisioni di tutta Italia. Troppe del resto sono le cose che da subito non tornano nel racconto e soprattutto nei comportamenti di chi, in quei minuti, era in casa con lui. Un ragazzo straordinario, Marco, che la mamma Marina in queste pagine racconta insieme a suo marito Valerio.


E per oggi è tutto.
Buona domenica!


Lanty&Cookies

Recensione: Lanty&Cookies - Tiziana Iaccarino

09:00


Titolo: Lanty&Cookies
Autrice: Tiziana Iaccarino
Pagine: 94
Anno di uscita: 2013
Casa editrice: Amazon
Prezzo: 1,02

Trama: 
Lanty è una stilista di accessori che sta per realizzare il sogno di aprire uno showroom nel quadrilatero della moda milanese.
Ha una vita professionale appagante e un marito giornalista, Marcello, cui è legata da dieci anni. Tutto sembrerebbe perfetto se a tormentarla non ci fosse un problema non proprio trascurabile: è in totale astinenza sessuale!
Suo marito non ha mai tempo, è sempre stanco e soprattutto le sfugge, per un qualche motivo. La giovane escogita, quindi, ogni tipo di sistema per stimolare Marcello. Fino a quando, a interrompere l'astinenza di Lanty, ci pensa Giorgio, brillante e ricco avvocato che è uno dei migliori amici di suo marito. E sono subito scintille... segrete!
Peccato, però, che quando meno se lo aspetta, Lanty scopre nel modo più inaspettato un'inconfessabile verità.
In questa commedia dalla morale ben definita, l'autrice esplora gli aspetti farseschi della vita coniugale, raccontando con leggerezza e ironia i desideri più reconditi di ogni persona. 


Recensione: 

Cosa farebbe una donna se il marito non fosse più presente nel loro matrimonio?
Lanty è una giovane donne, è una stilista di successo e la sua vita lavorativa sta andando abbastanza bene. 
Dovrebbe essere felice ma la sua vita sentimentale la tormenta. E' sposata da 10 anni con Marcello, ma ultimamente il marito non ha mai tempo per lei, si vedono pochissimo e parlano anche meno.
Ogni sera rientra sempre tardi. Sta sempre lavorando ed è sempre più stanco. Lanty rivuole suo marito ma soprattutto la loro intimità.
Decide di fare di tutto per finire tra le braccia e nei pantaloni del marito. Ma nonostante le sue imboscate Marcello ha sempre qualche scusa, ed evita la moglie come può. Lanty è frustrata, non sa più che fare, ha provato di tutto ma sembra che il suo consorte non voglio più sfiorarla neanche con un dito.
Un bel giorno arriva Giorgio, uno dei migliori amici del marito, che con il suo fascino e le sue avances interrompe il periodo di astinenza della donna. 
Tra loro scoppia subito una passione ma non tutto dura per sempre, infatti Lanty scoprirà una verità che sconvolgerà la sua vita.
In questo libro abbiamo a che fare con una protagonista veramente tosta. E' una donna in carriera, sa quello che vuole e fa di tutto per ottenerlo, e non solo sul lavoro ma anche nella vita privata.
Voleva veramente recuperare il rapporto con il marito, ma quando vede che Marcello non è più quello di una volta, incomincia a pensare che lui abbia un'altra. E  in ogni caso, amante e non amante, cosi non si poteva andare più avanti.
Marcello non era più suo marito, ma un coinquilino che non vedeva quasi mai, se non quando lui dormiva affianco a lei.
Le avances di Giorgio, arrivano in un momento di debolezza e di frustrazione, cerca di resistere, ma la situazione con il marito la ferisce, si sente cosi sola e per nulla desiderata. Giorgio la fa sentire sexy, quindi alla fine cede.
Nonostante la dura verità che piano piano verrà a galla, non si fa abbattere, anzi diventa ancora più forte. E' determina a scoprire tutto, e non si fermerà davanti a nulla.
Magari tutte le protagoniste fossero cosi. Molti più libri mi piacerebbero.
Ho apprezzato tantissimo questo personaggio, all'apparenza poteva sembrare fragile, ma invece mi sono dovuta ricredere, è stata forte e riuscita a tenere sulle spalle un peso enorme, senza mai buttarsi giù.
Tra seduzioni, tradimenti, colpi di scene e tanta ironia, l'autrice ci regala un libro davvero carino e intrigante.
Una bella storia, scritta molto bene, che ci tiene compagnia per un paio d'ore tra una risata e l'altra.
L'elemento erotico che è presente in questo libro, non disturba, e soprattutto non è mai volgare o esagerato.
Mi sarebbe piaciuto un po più di caratterizzazione degli altri personaggi e un epilogo. Va be,  sono una fan degli epiloghi, mi piace sempre vedere i protagonisti qualche anno dopo.
Comunque come ho detto prima il libro è molto carino, si legge in un soffio, ci fa divertire ed ha uno stile di scrittura fresco che ci tiene incollati alle pagine.
Ho letto che l'autrice sta lavorando al continuo, e non vedo l'ora di leggerlo! Sono molto curiosa su cosa accadrà alla nostra protagonista!! Forza Lanty!


3 cuori e mezzo!




Spero che questa recensione vi sia piaciuta!




c'è posta per noi

C'è post@ per noi.. #390

08:30


Buona domenica,
oggi vi presentiamo 4 romanzi da non perdere!












Jack e Rebecca - Demetrio Verbaro





Titolo: Jack e Rebecca 
Autore: Demetrio Verbaro
Casa Editrice: Pubme - collana Policromia
Data di pubblicazione: 23 Giugno 2020
Pagine: 182
Prezzo: 11,99 € (cartaceo); 1,99€ (ebook)


Sinossi: 
Jack è un ragazzo di Roma, Rebecca di New York.
Il destino li farà incontrare, il loro amore scoppierà nello stesso istante in cui i loro occhi s’incroceranno la prima volta.
Hanno un passato difficile alle spalle, il loro amore sarà sottoposto a prove enormi. Riusciranno a superarle e stare insieme oppure sarà più forte il fardello del loro passato?

Biografia: 
Demetrio Verbaro nasce a Reggio Calabria il 14/12/1981. È padre di tre figli: Thomas, Riccardo e Dorian. Curioso e appassionato, si cimenta in diversi campi: scrittura, teatro, calcio, cinema e televisione. Dal suo romanzo d’esordio “Il carico della formica” è stato tratto l’omonimo cortometraggio che lo vede impegnato come attore e sceneggiatore, partecipa a numerose trasmissione televisive, diventando uno dei campioni di Caduta Libera il programma di canale 5 condotto da Gerry Scotti.




Le melodie della tempesta - Enrico Pedace




Titolo: Le melodie della tempesta
Autore: Enrico Pedace
Casa Editrice: Pubme
Data di pubblicazione: 23 Aprile 2020
Prezzo: 11.00€

Sinossi:

Roma, maggio 2018. Marco è un uomo di 36 anni che, dopo aver abbandonato gli studi di biologia all’università, ha deciso di intraprendere il percorso culinario e diventare uno chef. Raggiunto il suo obiettivo, ha iniziato a lavorare nel ristorante del suo grande amico Antonio e, vista la grande amicizia e la sintonia che c’è tra i due, Antonio ha invitato Marco a diventare socio del ristorante. Marco è sposato con Sara, sua coetanea. I due si sono conosciuti all’università durante le lezioni di chimica inorganica del corso di Laurea in Scienze Biologiche. Sara, a differenza di Marco, ha continuato gli studi biologici con grande successo arrivando ad ottenere un ruolo al Centro Nazionale delle Ricerche. Marco e Sara, però, attraversano un periodo di crisi dovuto al fatto che Sara è molto presa dal lavoro e dagli impegni che ne conseguono, arrivando a dimenticarsi della giornata che Marco aveva preparato solo per loro due. Quest’ultimo evento è la goccia che fa traboccare il vaso, scaturendo in Marco dei seri dubbi sulla fedeltà della moglie. Sentendosi trascurato e avvertendo la distanza affettiva della moglie, giunge alla decisione di confessare a Sara tutto il suo malcontento, chiedendole di essere sincera con lui. La sincerità di Marco non viene purtroppo ripagata e riconosciuta da sua moglie che, anzi, lo accusa di essere insensibile ed infantile. Tutto ciò causa in Marco una iniziale confusione e un senso di frustrazione. Al ristorante incontra la sua collega pasticcera, rientrata dopo un anno trascorso all’estero per frequentare un corso di specializzazione, si tratta dell’affascinante e sensuale Laura, sposata con un medico. Marco scopre di essere terribilmente attratto da lei e il suo desiderio culmina nella realtà quando scopre che anche Laura nutre una certa attrazione per lui. È l’inizio di una folle, intensa ed ardente relazione che porta i due giovani amanti ad addentrarsi nel vortice del tradimento…



Biografia :
Mi chiamo Enrico Pedace e sono nato il 25 Marzo 1983 a Rossano, oggi comune di Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza.
Dopo aver terminato le scuole superiori nella cittadina calabrese, ho deciso di proseguire gli studi e mi sono trasferito a Roma, nel 2001, per iscrivermi all’Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’, scegliendo il corso di laurea in Scienze Biologiche. Ma durante il percorso di studi, capii che quella non era la strada giusta per me, avevo bisogno di stimoli diversi, più appaganti e così scelsi di intraprendere il percorso infermieristico.
Nel 2009 ho conseguito la laurea in Infermieristica e dopo varie esperienze tra assistenza infermieristica domiciliare e nelle case di riposo, sono approdato, nel 2011, all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.
Attualmente faccio parte dell’Unità Operativa di Chirurgia Multidisciplinare e ricopro il ruolo di Infermiere Esperto Clinico con funzioni di case management e care management all’interno di tutto il Dipartimento Chirurgico.
Dal 2014 sono sposato con mia moglie Angela e nel 2016 abbiamo deciso di trasferirci a Rocca di Papa, pittoresco paese dei Castelli Romani. Abbiamo una bellissima bambina di 16 mesi, che si chiama Desiree e un cane, un Jack Russel, che si chiama Vasco.
Tra le mie passioni spicca, ovviamente, la lettura. Ricordo che da bambino leggevo molti libri di fantasia, come “I viaggi di Gulliver” o “Venti mila leghe sotto i mari”. Poi intorno all’età di 12 anni acquistai il mio primo giallo, “Oggetti di reato” di Patricia Cornwell, da allora mi sono appassionato alle vicende di Kay Scarpetta e ho collezionato tutti libri della scrittrice americana che hanno come protagonista la famosa anatomopatologa.
Con il tempo ho imparato a leggere volentieri anche alcuni mostri sacri della letteratura mondiale, come Ernest Hemingway, Jack Kerouac e Charles Bukowski.

Il meraviglioso e affascinante mondo della lettura ha sempre stuzzicato la mia immaginazione e la mia fantasia nutrendo il sogno nascosto di scrivere un romanzo. Ricordo, infatti, quando frequentavo le scuole medie, che amavo disegnare sul diario dei personaggi creati dalla mia fantasia, sui quali poi mi dilettavo a scrivere le loro vicende su un grosso quaderno. Da allora, ho sempre sognato l’arrivo di un giorno in cui quel quaderno avrebbe potuto trasformarsi in un libro da me scritto.




La leggenda di Nitrodi - Tina Taliercio




Titolo: La leggenda di Nitrodi
Autrice: Tina Taliercio
Casa Editrice: Divergenze
Data di pubblicazione: 30 Gennaio 2019


Sinossi: 

La leggenda di Nitrodi è il racconto di un viaggio, un emblema noto alla letteratura, forse il più antico e capace di cavalcare i tempi. E ciò che Lisa vive, nello scenario unico dell’Isola Verde, non è solo un percorso alle radici dell’esistenza bagnato da uno dei miti di Ischia, ma anche una riflessione sull’evoluzione civile e la lotta per la felicità. Omaggiare l’isola campana, va riconosciuto, non è difficile. Il racconto però non intende suscitare unicamente attrazione per i luoghi dell’isola, ma anche per la storia e la cultura che ne sono origine e cornice. Un percorso che parte da lontano e si sviluppa nello spazio, nel tempo, e racchiude molteplici chiavi di lettura: la fotografia di più generazioni, le emozioni, non solo positive, che muovono la vita – spesso senza che ce ne accorgiamo –, il mistero della maternità, la violenza di genere (pilota occulto dell’esistenza di troppe donne), l’emigrazione, la psicologia, l’amicizia e l’amore. Livelli di lettura che s’inseriscono agilmente in un mosaico di personaggi che incarnano alcune tipicità di Ischia, e non di riflesso di Napoli. Quell’insieme di peculiarità spesso tratteggiate solo con brevi stereotipi, è simbolo della creatività, dell’estro artistico e della filosofia di vita partenopei. La scoperta dell’humus umano di una terra e del suo popolo, dei vizi e delle qualità che palesa o nasconde, lascia infine emergere altre scoperte, più intime, inattese. E attraverso la leggenda, imprime una direzione nuova e imprevedibile al destino di Lisa.

Biografia: 
Tina Taliercio nasce ad Ischia nel 1961, dove tuttora vive e lavora. Ha studiato Lingue all’università Federico II di Napoli, per poi completare la sua formazione per il tedesco e l’inglese presso la Scuola Superiore Interpreti e Traduttori.
È traduttrice, pubblicista e copywriter con un profondo amore per la letteratura e la comunicazione. Ha fondato e gestisce da molti anni la sua agenzia di servizi linguistici, a cui affianca da sempre l’attività di capo ricevimento in strutture ricettive. In qualità di pubblicista ha prodotto molti articoli di analisi sull’attualità, la politica, la società ed il turismo. Dedita da tempo anche al copywriting, è autrice di molti siti web, in gran parte dedicati all’ospitalità alberghiera e alle località turistiche del meridione.
Appassionata lettrice di narrativa e saggistica sin dagli anni della gioventù, ha approfondito soprattutto ambiti come la psicologia, la psichiatria, la letteratura moderna e contemporanea, la linguistica, la poesia e, negli ultimi anni, i thriller. Con una sola conseguenza negativa: la sua casa è oramai talmente colma di libri in italiano e in lingua, da non saper più dove sistemarli… Ciò nonostante, continua ad acquistarli e a conservarli, convinta com’è che la loro vita vada ben oltre la prima (e anche la seconda) lettura e che ciascuno occupi un posto nel suo cuore (tranne quelli che l’hanno delusa).
Nel corso del tempo ha sentito crescere dentro il desiderio di ampliare la propria capacità espressiva fino al momento in cui l'esigenza di dar vita ad un romanzo si è fatta strada prepotentemente, rendendosi insopprimibile.
È nata così, La leggenda di Nitrodi, il cui sequel, peraltro, è già in lavorazione.






L'inquisitore di Lagoscuro - Laura Caterina Benedetti




Titolo: L'inquisitore di Lagoscuro
Autrice: Laura Caterina Benedetti
Casa Editrice: self publishing
Data di pubblicazione: 16 Luglio 2020
Pagine: 311
Prezzo: 2,99€



Sinossi: 

«Madonna Erminia Corsignani, non è vero?» egli esordì, inchinandosi leggermente.
Lei scosse il capo: non sapeva spiegarsi ciò che provava perché era una sensazione sconosciuta al suo cuore. Mai, in presenza di nessun uomo, Erminia aveva sperimentato quell’inquietudine mista a trepidazione che le faceva desiderare di essere e di non essere lì nel medesimo tempo


XIV secolo, città di Monferrante
Dopo la condanna a morte di Teodoro la vita della sorella è sconvolta: fanciulla di alto lignaggio, ha per molto tempo rifiutato ogni pretendente, ma ormai il nome dei Corsignani è marchiato dalla vergogna. Il padre, temendo che nessuno aspirerà mai più alla mano di Erminia e non sopportando l'idea di chiuderla in convento, decide di concederla in sposa allo zio di lei, ricco e potente ma anche brutale e violento.
Quando tutto sembra perduto, sulla strada di Erminia appare l'ombra di Fiordinando di Lagoscuro: affascinante, nobile e dall'oscuro passato, gli è bastato uno sguardo rubato in tribunale per desiderare il possesso della bella e giovane dama. Lei è convinta che il giudice voglia costringerla a una vita peccaminosa al proprio fianco, ma quando la situazione precipita deve fare una scelta e fidarsi del cuore...

Un romanzo in costume ad ambientazione medievale popolato da cavalieri malvagi e giovani intriganti, streghe, mercenari e frati inquisitori in una storia serrata di odio, vendetta, Amore.

NUOVA EDIZIONE 2020: nuova veste grafica, un capitolo aggiuntivo, testo ulteriormente rivisto e corretto



Spero di aver attirato la vostra attenzione!
Buone letture^^


Anna Esse

RECENSIONE: "L'Altra Me" di Anna Esse

12:51

Titolo: L'Altra me
Autore: Anna Esse
Genere: Romance
Edizioni: Self Publishng
Formato: Ebook - Cartaceo
Prezzo: EU 0,99 - EU 19,99
Pagine: 685

Trama:
 New York. La Grande Mela.
Melanie e Kimberly sono due gemelle identiche nell'aspetto ma con caratteri completamente opposti. Dopo aver visto entrambe le loro relazioni naufragare, decidono di convivere in un appartamento a Tribeca dove ritrovano la loro serena quotidianità, fatta di amici, lavoro e sogni nel cassetto finché un incontro inaspettato scuote le loro vite: vecchi ricordi che riemergono... e nulla sarà come prima.


Recensione:
Melanie e Kimberly sono due sorelle gemelle che vivono insieme e sono legate da un affetto molto profondo, così come profondamente diverso è il loro carattere.
L'Altra Metà esplora il complesso rapporto che lega queste due gemelle omozigoti, addentrandosi nelle loro vite, nelle loro relazioni d'amore, ma non solo. Questo non è solo un romanzo rosa, e andando avanti con la lettura, il lettore si accorgerà che aldilà dell'amore "impossibile" della più discreta Melanie e del carattere esuberante di Kimberly, verranno fuori aspetti inquietanti, che vi  lasceranno sorpresi.
L'amore viscerale che unisce le due identiche sorelle nasconde un segreto, o meglio, un lato oscuro, che pian piano, in un climax di colpi di scena, salterà fuori.

"Quella ragazza era tanto forte quanto sola dentro e non c'era verso di colmare quel senso di vuoto che la logorava, perchè era un qualcosa che percepiva solo lei e non veniva filtrato dal mondo esterno" 

La parte inziale è dedicata alla "fantasia" amorosa della più sognatrice delle sorelle, ovvero Melanie, la quale si è perdutamente innamorata di un attore di una soap. A farla tornare sulla Terra sarà la più concreta Kim, ma quando un inaspettato, quanto piacevole imprevisto, cambierà la vita di Melanie, una serie di eventi ci condurranno verso la parte più cupa del libro. Il lettore si troverà all'improvviso in un romanzo introspettivo, in cui l'autore introduce un tema molto importante: quello della malattia mentale.
Per non svelarvi di più, mi fermo qui, ma invito gli amanti delle storie d'amore e suspance, a leggerlo!









Annie

Recensione: "Il giorno dei morti: l'autunno del Commissario Ricciardi" di Maurizio De Giovanni

08:00



Il giorno dei morti: l'autunno del Commissario Ricciardi
Il Commissario Ricciardi #4
di Maurizio De Giovanni
Einaudi
312 pagine
€ 14

TRAMA
Il commissario Ricciardi è il protagonista indiscutibile della scena criminale della Napoli anni Trenta. I casi che prende in consegna vengono risolti con abilità e precisione che lascia sconcertati i suoi colleghi e le istituzioni. A non tutti piace questa sua capacità che si dice sia innaturale, dettata addirittura dal demonio. Certo Ricciardi ha dalla sua un dono, quello di ascoltare le ultime parole del morto assassinato nel luogo del delitto. Un’abilità divinatoria che lo inserisce quasi in una categoria stregonesca. Eppure a volte neanche questi mezzi sembrano bastare di fronte ai misteri di certi crimini. Il Giorno dei Morti viene rinvenuto il cadavere di un bambino. Ricciardi è allertato e parte subito con la ricerca degli indizi. È un’indagine che però nasce in nefaste condizioni. Le autorità fermano ogni tipo di inchiesta perché sta per arrivare in città Benito Mussolini. Non è il caso di distogliere l’attenzione e a Ricciardi viene sottratta la pratica. Al giovane e coraggioso commissario toccherà indagare in modo clandestino, ma soprattutto dovrà indagare senza alcun indizio perché nel luogo del delitto, per la prima volta non viene avvertita alcuna voce. A questo punto un interrogativo: ha esaurito il suo dono oppure quel bambino non è stato ucciso lì? Maurizio de Giovanni torna con la sua voce inconfondibile e le atmosfere di una Napoli ipnotica e affascinante al quarto romanzo sul commissario che di storia in storia conquista e avvince sempre più lettori.

LA MIA OPINIONE

Nella pallida mattina del Giorno dei Morti, sullo scalone monumentale che porta a Capodimonte, viene rinvenuto il cadavere di un bambino. 
Ricciardi e Maione si precipitano sulla scena del crimine, ma per il commissario è una sorta di esperienza nuova. Il Fatto, che gli permette di percepire gli ultimi pensieri dei morti di morte violenta, non si manifesta. Apparentemente quindi sembrerebbe che il bambino, uno scugnizzo come tanti altri piccoli dei quartieri poveri, sia morto per cause naturali. Ma a Ricciardi il quadro non è chiaro e proprio per questo chiede al dottor Modo di eseguire l'autopsia.
Quando ottiene i risultati, il quadro diventa ancora meno chiaro: il piccolo è morto avvelenato, ma allora perché Ricciardi non riesce a vedere il suo spettro? Eppure andando in giro per la città la maledizione che si porta dietro continua a tormentarlo...

In una Napoli grigia, sotto un velo di pioggia quasi perenne e alla vigilia del Giorno dei Morti,  il Commissario Ricciardi deve destreggiarsi in un'indagine complessa, che ad ogni passo gli porta nuovi dubbi ed elementi su cui riflettere. La mancanza dello spettro del bambino, il fatto che Mussolini stia per arrivare in città e che il vicequestore preferisca archiviare in fretta l'indagine per dare un'immagine della città che sia il più pulita possibile quando lui invece sente che l'avvelenamento del piccolo non è stato accidentale come sembra. E poi quel cane, il cane che aveva vegliato il cadavere del bambino che lo segue ovunque, come per spingerlo alla ricerca della verità portano Ricciardi a non fermarsi alla superficie di questa storia. 

Sempre più appasionante, questa serie di gialli mi sta catturando sempre di più. A rischio di essere ripetitiva, devo ribadire quanto io apprezzi lo stile di De Giovanni, che ha una penna quasi poetica nelle descrizioni di Napoli ma soprattutto dei sentimenti e degli stati d'animo dei suoi personaggi.

inoltre ancora una volta vi consiglio di ascoltare, se ne avete la possibilità, l'audiolibro letto dalla voce meravigliosa di Paolo Cresta su Audible.



Alessandro Zoppini

C'è post@ per noi... #389

06:30



Buona domenica a tutti, ormai l'estate si fa sentire e io oggi andrò in montagna per fuggire dall'afa cittadina e ovviamente ne approfitterò per iniziare una nuova lettura.

Sono certa che troverete le proposte di oggi interessanti, ce ne sono per tutti i gusti, alla prossima!

















Il caso Baronov, di Alessandro Zoppini


Titolo: Il caso Baronov

Autore:  Alessandro Zoppini 

Uscita: 8 giugno

Pagine: 297

ebook 1,99

cartaceo  16,50

Genere: Giallo/Azione


INCIPIT DEL LIBRO 
New York City è il cuore pulsante del mondo. Il jazz avvolge gli edifici di mattoni di Harlem fino alle due del mattino. Un sole caldo e ristoratore pennella di oro le acque che bagnano le isole newyorchesi; Central Park, innevato, si tinge di arancione. Little Italy si risveglia al profumo di pizza, mentre nel resto di Manhattan la foschia si innalza oltre i giganti di vetro e d’acciaio, per lasciare libero spazio agli instancabili tassisti mattinieri.
Le sirene della polizia in pattuglia e i clacson imperterriti accompagnano le sveglie altisonanti che da una finestra all'altra rompono quel breve istante di silenzio creatosi con l'aurora, ma nulla poteva, quella fredda mattina di Natale, distogliere la sua attenzione. Rinchiuso nel suo studio al riparo dal trambusto cittadino, sotto l'accompagnamento di un vecchio album di Frank Sinatra e avvolto dal fumo di una sigaretta, che non voleva spegnersi, era impegnato in una difficile lettura di tre pagine incartapecorite e lacerate.


QUARTA DI COPERTINA
Una coppia è stata uccisa in un albergo di Chinatown, ma dei cadaveri non vi è traccia. Qual è il movente? Sembra un caso perfetto per un investigatore privato dall’oscuro passato e per la sua spigliata segretaria. Giovane ed esuberante, pasticciona e follemente innamorata del principale, lei non sa in che guaio si sia cacciata questa volta!
La malavita gestisce i bassifondi di New York City e pazzi criminali pianificano delitti su scala globale. Nemmeno la CIA sembra venirne a capo.
I testimoni non parlano, i complici svaniscono e gli amici? Qualcosa di occulto si cela dietro una serie di omicidi. Il colpevole è vittima e la vittima è il colpevole. Chi è l’artefice del misfatto? Il mistero si infittisce… 
“Il mondo è falso, benvenuti nella realtà!” 


BREVI CITAZIONI DAL LIBRO
Jenny tornò a fissarlo e il principale, sentendosi osservato, incrociò il suo sguardo. Sembrò che fosse sul punto di dirle qualcosa, quando tutto il salone si riempì del fragoroso e rimbombante inizio di Sing, Sing, Sing di Benny Goodman. Il batterista sembrava imbevuto di un'energia arcana e gli strumenti a fiato lo seguirono in una melodica scia jazz mista allo swing. La musica pompava i cuori degli invitati e Jenny si ritrovò involontariamente a sbattere i tacchi sul pavimento seguendo quel ritmo frenetico, ruggente come lo aveva descritto Logan.
“Cara bambina… Esistono numerose definizioni di amore, filosofiche e letterarie. Una forza cosmica che tende all’armonia? Il completamento di se stessi? La mancanza di qualcosa di cui si ha bisogno per raggiungere la felicità? Chi ha ragione? Potrei risponderle tutti e nessuno. Non credo esista una definizione unica dell’amore, non è un assioma! Ha mai osservato come si guardano gli innamorati? Quello è amore…”




L'altra anima della città, di Francesca Cappelli



Titolo: L’altra anima della città

Autore: Francesca Cappelli

Editore: NPS edizioni

Genere: urban fantasy

Formato: cartaceo e digitale

Pagine: 322

Prezzo: 14 euro (cartaceo), 2,99 euro (digitale)

ISBN: 978-88-31910-293 (cartaceo)

Copertina a cura di Mala Spina.

Uscita: 1 giugno 2020 (digitale), 1 luglio 2020 (cartaceo).

Link Amazon  Sito NPS 

Quarta di copertina:

Nel giorno del suo diciannovesimo compleanno, Elia Chiari, un liceale fiorentino, viene aggredito da una vecchia in Piazza Santa Croce. Da quel momento, inizia ad avere visioni di versioni alternative della città e a incontrare bizzarri personaggi che nessun altro vede.

Il ragazzo cerca di ignorare le strane presenze sovrannaturali, concentrandosi sull’imminente esame di maturità, sugli amici e sulla sua sgangherata rock band, ma “l’altro mondo” continua a presentarsi con prepotenza, finché il Raduno dei Magici Fiorentini non lo mette al corrente del suo ruolo: egli è una Memoria, custode delle storie e dei ricordi di Firenze e delle vite che vi sono vissute, e come tale ha il potere di viaggiare tra tutti i mondi possibili.

Proprio quei mondi adesso sono in pericolo, minacciati da qualcuno che sta uccidendo tutte le Memorie, cancellando le storie e i ricordi dell’umanità. Davanti a Elia si apre una strada splendida e rischiosa, e percorrerla è l’unico modo per impedire il crollo dei mondi.



«Quindi io posso viaggiare liberamente tra le città?»

«Sì. Città che sembrano perse in epoche antichissime, ma che in realtà hanno avuto semplicemente una storia diversa da questa. Città magiche, città tecnologiche, città rumorose e città silenziose. Città guidate da uomini saggi e città nelle mani di tiranni. Città strabilianti, mediocri, all’avanguardia, degradate, invitanti, pericolose, piene di segreti, spaventose. Tante quante sono gli universi. E gli universi non finiscono mai».



Biografia autrice:

Francesca Cappelli nasce in provincia di Firenze nel 1983. È insegnante di Lettere nella scuola media. Dal 2009 a oggi i racconti di Francesca, che esplorano il fantastico in tutte le sue declinazioni, sono apparsi su varie antologie.

Nel 2015 esce il suo primo romanzo, l’urban fantasy "Il Negoziato del Numero 47", per Lettere Animate. Si dedica anche alla musica folk, con il nome di Edlynn, e al teatro. Tra le sue passioni ci sono il gioco di ruolo e il cosplay.



Una gallina in mongolfiera, di Giua Risari


Titolo: Una gallina in mongolfiera

Autore: Guia Risari

Uscita: giugno 2020 

Genere: romanzo per bambini  

Illustrazioni: A.L. Cantone

 Terre di Mezzo 2020 

Pagine: 112

Prezzo: € 12,00

Descrizione:
Il migliore amico di Orazio non crede che la gallina Carmen sia intelligente, né tanto meno che sappia parlare (ma forse è solo geloso delle attenzioni che Orazio le riserva…). Carmen s’industria allora a farsi notare da lui con una serie di attività strane e pericolose, tra cui volare in mongolfiera. L’avventura sarà un insuccesso, ma si rivelerà la chiave per la felicità. (Da 7 anni)       

Il sito dell'autrice Guia Risari




Giallo solidago, di Simone Censi


Titolo: Giallo solidago

Autore: Simone Censi

FINALISTA AL PREMIO “1 GIALLO X 1.000” II EDIZIONE

Genere: Giallo

Pagine: 182

Prezzo libro: 15,30 euro Brossura, cartoncino plastificato opaco

Prezzo ebook: 4,99 euro

ISBN: 978-88-9370-394-9

Data di uscita: 29 MAGGIO 2020

Descrizione:
Ambientato nell'entroterra marchigiano, nel piccolo paesino di Borgo Alba dove la gente non ha altro da fare che annoiarsi e di noia morire, avviene un duplice omicidio alla stazione ferroviaria. Per un caso del genere serve un Commissario che sovverta l’ordine costituito: proviamo a rovesciare la partita, prendiamo il Commissario Morelli, un incapace, un vero inetto tanto che senza il suo aiutante Segapeli sarebbe perduto. Rispetto a tutti gli altri suoi colleghi che si fermano a mangiare nei retrobottega dei ristoranti bevendo ottimi vini, lui mangia cibo cinese d’asporto che gli viene recapitato da un corriere con gli occhi a mandorla che non perde occasione di insultarlo, beve birra in lattina ed è fedele e innamorato della moglie che lo ricambia con profondo odio a causa del trasferimento in un commissariato sperduto e comunica con lei attraverso post it gialli appesi al frigo sempre vuoto. Senza metodo, maldestro, guascone, scorretto, sarà lui a risolvere il caso o forse sarà il caso a risolvere lui?

L'autore:
Marito e padre, laureato in Scienze Politiche e Giurisprudenza, impiegato, Simone Censi ha pubblicato il romanzo “Amico, Nemico” (Montag) nel 2015 e il romanzo “Il Garzone del Boia” (Elison Publishing) nel 2018.