c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #165

10:20

Buona domenica, Lettori!
Anche luglio è giunto al termine, ma noi non ci facciamo spaventare e anzi vi proponiamo nuove letture per la vostra (e la nostra) estate.









Gli Eredi di Atlas (La Guerra degli Elementi #1) di Veronika Santiago

Titolo: Gli Eredi di Atlas (La Guerra degli Elementi #1)
Autore: Veronika Santiago
Editore: autopubblicato
Prima edizione: luglio 2014
Pagine: 354
Prezzo: € 16,90 (cartaceo) - € 1,99 (ebook)

Trama
Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.

E se scoprissi che la storia del mondo
non è quella che ti hanno raccontato?

E se quel passato non fosse relegato tra le pieghe del tempo
e si insinuasse nel presente, minacciandolo?

E se di quella antica realtà tu scoprissi di farne parte,
a cosa saresti disposto a rinunciare per diventare
chi sei destinato a essere?

E se volete saperne di più, potete leggere la recensione di Serena.

Il Varco dell'Apocalisse (La Guerra degli Elementi #2) di Veronika Santiago

Titolo: Il Varco dell'Apocalisse (La Guerra degli Elementi #2)
Autore: Veronika Santiago
Editore: autopubblicato
Prima edizione: novembre 2014
Pagine: 384
Prezzo: € 17,90 (cartaceo) - € 1,99 (ebook)

Trama
Non è stato facile per Duncan, Aisha, Dean e Aurora accettare di essere gli Eredi dei Reggenti di Atlas e contenere il potere elementale che ne deriva. Con l'aiuto degli abitanti di OgniDove sono riusciti a salvare il quinto elemento ma gli Altri Eredi non sono stati sconfitti e rappresentano ancora una minaccia. Una visione di Aisha mostrerà l'avvento di un’imminente catastrofe e ad OgniDove riprenderà l'addestramento.
Antichi rancori, fomentati da vicende perse nel remoto passato, si insinueranno subdoli e prepotenti nel presente degli Eredi costringendo tre di loro ad abbandonare il proprio cammino per tornare alla vecchia vita oltre la Nebbia che protegge OgniDove.
Verranno così sconvolti piani e alleanze e gli Altri Eredi ne approfitteranno per portare a termine il loro ambizioso piano: scatenare l'Apocalisse. Comincerà così, tra enigmi e visioni, la ricerca del varco che porterà sul pianeta le Quattro Forze Esiliate. Proprio quando la storia sembra destinata a ripetersi con inquietante precisione, gli Eredi si batteranno tra loro per impedire la fine del mondo.

Al cospetto della ruota del tempo,
cosa accetteresti di sacrificare
per evitare il ripetersi di eventi oscuri?

Affronteresti le atrocità di una vita passata
per salvare il presente e l'intero pianeta?

Se tu capissi che la vera battaglia
è quella che si svolge nell'intimo di ogni essere umano,
saresti disposto a combatterla?

La Tempesta del Tempo (La Guerra degli Elementi #3) di Veronika Santiago

Titolo: La Tempesta del Tempo (La Guerra degli Elementi #3)
Autore: Veronika Santiago
Editore: autopubblicato
Prima edizione: giugno 2015
Pagine: 364
Prezzo: € 17,90 (cartaceo) - € 1,99 (ebook)

Trama
Alle soglie della Tempesta del Tempo si troveranno e la trama della storia sgretolar faranno...
La Scozia non esiste più. Un ragazzino con gli occhi neri come la perdizione è salito al potere, nominando PrimoDuca il suo braccio destro: Trevor O’Connor. Nel giorno di Beltain a StoneWall si celebra l’anniversario della venuta dell’Eletto e della nascita della SacraScozia: sarà l’occasione per il Rampollo di essere ammesso nella cerchia dorata del potere. Esiste un ultimo baluardo contro il regime appena instaurato, dove i SikTavinder seminano terrore e morte nel nome dell’Eletto, celando al mondo un terribile segreto. La Resistenza guidata dai fratelli Barton progetterà un attentato per neutralizzare i vertici del nuovo potere costituito e riportare la libertà nel paese. Il fallimento dell’attacco porterà a improbabili alleanze e sconcertanti scoperte: quella realtà è sbagliata. Clandestini in patria, costretti a scegliere tra ciò che è giusto e ciò che è facile, Duncan, Aisha, Dean e Aurora capiranno che l’unica via di fuga dall’incubo è far collassare quella seconda linea temporale corrotta.

Come reagiresti se scoprissi che
la realtà in cui vivi è sbagliata?

Rinunceresti a un’intera esistenza
pur di mettere fine a un regime di terrore?

Saresti disposto a far collassare la linea del tempo
per salvare le anime di tutto paese?

I Manoscritti del Destino (La Guerra degli Elementi #4) di Veronika Santiago

Titolo: I Manoscritti del Destino(La Guerra degli Elementi #4)
Autore: Veronika Santiago
Editore: autopubblicato
Prima edizione: giugno 2016
Pagine: 390
Prezzo: € 17,90 (cartaceo) - € 1,99 (ebook)

Trama
Per gli Eredi di Atlas un’intera vita è trascorsa in una sola notte: la seconda linea temporale corrotta creata dall’Eletto è stata annullata ma non tutti sono riusciti a tornare indenni dalla SacraScozia e la minaccia rappresentata da Desmond e la Guida grava ancora su OgniDove e su tutto il pianeta.
Mentre Dominique e gli abitanti dell’isola cercano di trovare alleati in vista dello scontro imminente, gli Eredi seguiranno le orme dell’ultimo Custode di Atlas alla ricerca dell’unica arma in grado di battere il nemico: i Manoscritti del Destino. Gli antichi volumi tuttavia si riveleranno saturi di potere ma anche colmi di insidie e inganni.
Il piano della Guida, ordito per anni nell’ombra, si paleserà nella sua crudele perfezione costringendo gli Eredi ad abbandonare OgniDove per avere salva la vita e riacquisire il perduto dominio sugli elementi. Ma arrendersi non è un’opzione e gli Eredi scenderanno in campo nell’ultima decisiva battaglia quando la creatura fatta d’oscurità solcherà i cieli e i segreti del passato porteranno il mondo a un passo dall’avverarsi della Profezia.

Saresti disposto ad accettare un patto oscuro
per realizzare ogni tuo desiderio?

Rinunceresti al potere assoluto se capissi
che la magia allo stato puro non ha morale?

E se l’arma in grado di sconfiggere gli incanti più potenti
fosse celata nell’anima di ogni essere umano?


Che cosa ne pensate?
Io ho letto Gli Eredi di Atlas e sono curiosa di proseguire la serie.

Angharad

Recensione: APOCALYPSE KEBAB di J. Tangerine

09:00


Titolo: Apocalypse kebab
Autore: J. Tangerine
Editore: Mamma Editori
Pagine: 320
Prezzo: Brossura - € 9,80; Ebook - € 4,99

Trama
È una Praga impazzita, soglia tra passato e futuro, il luogo prescelto dagli Esterni per fare ritorno, potenti e pericolosi, più temibili di quelli che giunsero ai tempi dei Golem e dei Gargoyle. Eppure Alexandra che deve combatterli non ha l’aspetto del guerriero, è minuta, consegna kebab a domicilio a bordo di un rottame che definisce pomposamente scooter. Ma i suoi giovani occhi già troppo hanno visto e troppo hanno sofferto per sollevarsi da terra, forse per questo avvista prima degli altri la voragine e ciò che ne emerge.  Alex, guardiana della frontiera orientale del continuum spaziotemporale, si china sul cratere e annusa il cielo. Inizia così una battaglia senza esclusione di colpi contro l’invasione  e contro il terribile Arconte, mostro senza tempo che sa entrare nell’anima.

Forse anche in quella di Alexandra. 

***

Ho un problema pratico con il titolo: ho serie difficoltà nel pronunciarlo, mi impappino sempre, ormai quando ne parlo cerco di farlo per perifrasi così da evitare suoni ridicoli! Trascurando queste difficoltà, lo trovo fantastico, perché spinge a chiedersi di cosa tratterà il romanzo. E io sono una creaturina curiosa, se si attira la mia attenzione difficilmente ci si libera di me. Quando poi ho scoperto che l’autrice non era altri che Giusy De Nicolo (di cui ho già letto Porcaccia, un vampiro!), be’ l’ho preso a scatola chiusa, senza alcuna esitazione. E sono stata premiata!
Ancora una volta il suo romanzo mi ha conquistata e per la mia gioia era anche più lungo del precendente, quindi sono riuscita a farlo durare un po’ di più.
È Praga a fare da scenario alle vicende e a muoversi fra le sue strade e le sue meraviglie è Alexandra Zahradnik, meche viola, lingua sferzante e un caratterino niente male. La sua unica famiglia sono il suo cagnolino Radicchio e i suoi compagni di “lavoro”.
Infatti Alexandra fa parte dei Column, ovvero una squadra di persone dotate di poteri psichici, che permettono loro di individuare e combattere gli Esterni, creature che entrano nel nostro mondo attraversando il continuum spaziotemporale. Tecnicamente la squadra è un'organizzazione segreta governativa, ma in pratica sono un po’ messi in disparte, a corto di fondi e assolutamente non considerati.
Almeno fino a quando si presenta un pericolo concreto, ben sette Esterni arrivano a Praga e a quanto pare sono degli Inferenti, la classe di maggior potenza e pericolosità, i quali ogni volta che sono arrivati sulla Terra hanno scatenato disastri come la peste europea del Trecento e la Prima Guerra Mondiale.
Inizia così la caccia a queste creature e in particolare Alexandra si troverà ad affrontare il capo e più potente di loro: l’Arconte, Tamel. Ed è interessante lo sviluppo nel loro rapporto, è chiaro fin da subito che c’è una certa attrazione tra i due, che sarà combattuta da entrambi… senza successo. Mi è piaciuta la crescita di Alexandra, la conosciamo come una ragazza indurita dalle asprezze della vita e piano piano mostra quello che è il suo lato fragile pur senza perdere la sua forza. Ammetto che m’ero fatta un’idea molto vaga sull’identità dei nemici, ma quando viene rivelata sono rimasta letteralmente sorpresa. Mi ha fregata! E sono stata contenta di essere stata fregata, perché ho trovato originale lo sviluppo della storia.
E ancora più importante all’inizio il confine tra il bene e il male è ben definito, o almeno così sembra, ma gradualmente vi è un’evoluzione, un cambiamento che porterà la protagonista, e il lettore, a capire che forse non è tutto così chiaro. Insomma, non mancheranno le sorprese. I personaggi sono ben delineati, con personalità che escono dalle pagine, sia i protagonisti che i personaggi secondari (Iggy, per citarne uno che mi è piaciuto molto sebbene sia apparso poco), tanto da spingermi ad amarli od odiarli a seconda dell’occasione. Però è Tamel ad avere un posto speciale nel mio cuore!
Lo stile è coinvolgente, ironico e ancora più sferzante rispetto al romanzo precedente, la protagonista ha sofferto molto e si è creata un’armatura fatta di sarcasmo e si sente in ogni riga. Un aspetto che potrebbe infastidire qualcuno è il linguaggio sboccato di Alexandra e alcuni altri, per quanto mi riguarda è in linea con i personaggi, insomma se cresci in un determinato ambiente ti esprimerai nel modo che hai sempre conosciuto.
A tutto ciò aggiungete un messaggio ambientalista, la storia si dipana portandoci anche a riflettere su quello che è il destino del nostro pianeta, su quello che l’uomo fa o non fa per migliorare la situazione.
Ormai J. Tangerine, alias Giusy De Nicolo, è a pieno titolo nella lista dei miei autori preferiti.







Ancella (Monia)

C'era una volta... #9

09:00

"C'era una volta...". È così che hanno inizio alcuni dei racconti più importanti della nostra vita. Quasi fossero parte di una formula magica, queste parole hanno il potere di rinnovarsi e volgersi al presente ogni volta che vengono pronunciate o lette.
Nel tentativo di regalarvi un briciolo di magia, abbiamo ideato la rubrica "C'era una volta..." per condividere gli incipit più belli e suggestivi dei libri che abbiamo letto.


Buongiorno, carissimi!
Come state? Come state passando queste calde giornate estive? Spero con un bel libro in mano e una bibita ghiacciata nell'altra :D
Io non ho un buon rapporto con l'estate, il sole non mi vuole tanto bene, ma approfitto di ogni centimetro di ombra per rintanarmi a leggere un bel romanzo. Tra quelli che mi stanno piacendo maggiormente c'è La carezza del destino di Elisa S. Amore. Già, il primo volume di questa saga paranormal romance mi ha preso parecchio e lo stile dell'autrice molto fluido e allo stesso tempo ricco mi ha coinvolto dalla prima parola, quindi voglio lasciarvi un assaggio di questa storia dalle tinte oscure e romantiche!


La carezza del destino
Elisa S. Amore


Detroit, Michigan,
17 marzo, ore 1.45

L’ombra del destino lo attendeva nascondendosi nella notte, avvolta dalle sue spire talvolta protettive, talvolta minacciose. Gelide, come il cuore di chi la dominava.
Avrebbe continuato ad attendere, perché lui sarebbe arrivato.
Un vento gelido soffiava da nord, camuffando i suoni che si diffondevano per le strade in un rantolo lugubre e inquietante; trascinando con sé l’odore acre del vizio che sfuggiva dagli spifferi delle finestre, superando la coltre spessa dei tendaggi tirati per celarne i segreti: un paradiso perduto velato da un cocktail letale di polvere bianca e desideri concessi.
Il rombo di un’auto si frapponeva al ritmo frenetico che proveniva dall’interno man mano che si avvicinava alla struttura, fino a fermarsi davanti al suo imponente ingresso, spezzando i toni scuri della notte con il suo rosso Ferrari.
Come argento liquido, occhi di ghiaccio brillarono nell’oscurità, affilati come la lama di un coltello, come quelli di un felino che ha avvistato la sua preda, mentre un uomo dalla chioma ramata scendeva dalla sua auto ostentando un’aria fiera.
Il vento soffiò più forte, mentre un sorriso scaltro si nascondeva nella penombra.


Allora, cosa ne pensate? Io adoro i paranormal romance. perché presentano storie d'amore ricche di mistero e fascino e non potevo non farmi trascinare dalla prosa di questo libro.
Per caso avete già letto La carezza del destino? Fatemi sapere!
Alla prossima!


E' qui che volevo stare

Recensione: E' QUI CHE VOLEVO STARE di Monica Brizzi

08:46

Titolo: È qui che volevo stare
Autore: Monica Brizzi
Casa editrice: autopubblicato
Genere: romance
Pagine: 150

Sinossi: Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l’idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell’ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, una ventinovenne così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l’ex da cui cerca di scappare. Ma anche Giusti e Paolucci, l’imbucato Martinelli, le ragazze della E, il professore di storia dell’arte, la bidella, Tommaso, l’amico di sempre, il ragazzo di Ragioneria che conosce sin dai tempi delle medie. Tra strane scoperte, nuovi amori, tradimenti, serate in discoteca, pianti e risate a non finire, immersa nella Grecia delle grandi divinità, Sofia riuscirà una volta per tutte a sconfiggere la sua chimera?

Recensione:
Sofia ha il cuore spezzato dopo una storia tormentata con Michele e spera di riuscire a liberarsene una volta e per tutte.

Sono passati 10 anni dalla gita dell'ultimo anno di liceo e ora, tenendo fede ad una promessa fatta allora, si ritrova in partenza per la Grecia con le sue storiche amiche Anita e Roberta oltre ad altri ex compagni tra cui lo stesso Michele e Tommaso, l'amico del cuore.

Sofia è sempre stata innamorata di Tommaso, quanto meno dalle medie, ma lui ha avuto sempre tante ragazze intorno e loro sono stati sempre solo buoni amici per cui non si fa illusioni. Eppure, lui in questo viaggio ammicca, la lusinga e c'è alchimia... cosa succederà?

Il viaggio sembra costellato di epifanie un po' per tutti i viaggiatori, sembra che Eros ci abbia messo lo zampino scagliando frecce qua e là.

Mi è tornata la voglia di visitare Atene ed ho ricordato cose come l'occhio blu regalatomi dalla mia ex coinquilina greca e il frappè che la stessa prendeva mentre facevamo chiacchiere.

A tratti abbastanza spassoso, lo definirei una commedia romantica, sebbene i protagonisti siano alla soglia dei 30, li vedo più affini agli adolescenti.


Una lettura piacevole, il lieto fine non guasta anche se un po' di tribolazioni e pathos ci sono, come in ogni storia che si rispetti.

3 cuori e mezzo





Antonella Maggio

C'è post@ per noi...#164

09:00

Buongiorno amici lettori!
Apriamo anche questa domenica con quattro intriganti proposte letterarie tutte da scoprire...
Buona lettura a tutti!









Titolo: Possession Ascesa                                    
Autore: Valentina C. Brin
Serie: Obsession saga#2.1
Editore: self publishing
Genere: MM storico/light dark romance
Pagine: 373
Prezzo: 2.99
Data di uscita: 6 giugno 2016

Trama:

Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l'unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c'è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C'è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità. 
I torti non si perdonano e per il sangue versato c'è sempre un prezzo da pagare.



Titolo:Necrotica. Trama di un sogno e sottile raso d'incubo
Autore: Jessica ScarlettRose Tommasi
Pagine: 94
Genere: Dark Fantasy
Costo:1.77€ (ebook), 7€ (cartaceo)
Data di uscita:20 marzo 2016
Trama: "L’Immortalità ha da sempre affascinato l’uomo. Sacerdoti, alchimisti, ricercatori basano i loro studi per prolungare la vita umana quanto più possibile, per combattere la paura della morte. Poi ci sono i Vampiri. Il lapislazzulo non protegge dalla luce del sole, che è rigorosamente vietata. I sentimenti scemano pian piano, lasciando solamente una gran collera dentro di te, una furia incapace di essere colmata anche col sangue. Doversi attenere a Patti Antichi andando contro il tuo essere, dover rifuggire le persone che si amano, con cui si è stretto un profondo legame. Dover mentire sulla propria identità, sulla propria età, mostrarsi più stolti ed ignoranti di quanto non si è davvero. Dover custodire il segreto dei Secoli passati. Dover combattere contro superstizioni umane. È la dannazione, non il raggiungimento della Perfezione. I Figli vanno scelti con cura. Coloro che hanno un animo predisposto all’adattamento e alla sapienza. Coloro che sono pronti a rinunciare a tutto, senza paura, seppur con riverenza. Coloro che non pongono mai interrogativi, ma sottomettono il loro volere ai più Anziani. Coloro che sono fedeli e che mai mostrano pentimento. Quindi pensateci. Pensateci prima di compiere un passo su un terreno instabile e pregno di dolore, di rabbia, d’insoddisfazione, di vendetta. Questa è la Condanna più grande che Dio potesse dare." 
Biografia: A Jessica ScarlettRose, classe 1995, appartiene da tempo la voglia di scrivere, ovvero da quando frequentava le elementari; poi, alle superiori, divenne più consapevole. Ha pubblicato la sua prima opera (in formato cartaceo) nel 2014, un mese dopo il compimento dei diciannove anni, grazie alla casa editrice Kimerik. Partecipa ai concorsi più disparati, sia di genere narrativo sia di poesia, per i quali ha già ricevuto alcuni riconoscimenti pubblici. Riguardo al suo percorso formativo, si è diplomata presso il Liceo Psico Pedagogico Sociale; prosegue in via privata gli studi a impronta socio-umanistica, in quanto ora si diletta nello studio del linguaggio non verbale, della psiche umana e della Criminologia. Collabora anche con riviste online a favore, per esempio, della tutela dell’ambiente e degli animali.
Ama il genere gotico in tutte sue forme e declinazioni. Per un po’, infatti, ha posato come fotomodella alternativa, un modo attraverso cui ha potuto, a maggior ragione, esprimere se stessa. Fin dal liceo, il suo amore per i vampiri è stato schernito e oggetto di prese in giro da parte delle compagne di classe. Eppure, ciò non le ha impedito di recidere la propria vena creativa e passione nei confronti di tali creature. Lo stesso vale per il Paese del Sol Levante. Non importa quanto un argomento sia trattato.
Conta come venga preso in esame e portato avanti, strutturato, livellato, cresciuto.
Conta l’amore riversato in ciò che dici e fai.

Titolo: L'amore è un rischio   
Autore: Luigi Mancini
Editore: Butterfly Edizioni
Pagine: 120
Prezzo: 1,99 € (a 0,99 fino al week end)
Disponibile anche su kindle unlimited
Solo in Ebook 

TramaL'amore non chiede mai permesso, l'amore devasta. 

Daniele non è più il ragazzo di una volta: la prigione l'ha reso irascibile e ostile. Dopo aver pagato per colpe non sue, aver perso la fidanzata, il lavoro e il rispetto, una volta fuori il suo obiettivo è quello di vendicarsi del torto subito. Il destino però lo condurrà a Valencia per dargli una possibilità di riscatto e dimenticare il passato: sua cugina Paola, che gestisce un rinomato Night, decide di assumerlo come buttafuori e autista. 
Claire è una giovane ballerina che però non ha coronato il suo sogno e, dopo aver perso i suoi genitori in un incidente, è finita a fare la spogliarellista per potersi mantenere. Sensibile e riservata, vuole tenersi lontana dagli uomini, soprattutto da Daniele che irruente invade la sua vita: quello sconosciuto - pieno di tatuaggi e muscoli, dal sorriso beffardo e gli occhi tristi - è antipatico come pochi e maledettamente attraente... 
Ma il passato non perdona e vecchi rancori bussano alla porta e manderanno in crisi il labile equilibrio costruito dai due... 

Nessuna armatura impedirà mai all'amore di accadere. 

Titolo: Regalami un sorriso
Autore: Antonella Maggio
Editore: Butterfly Edizioni
Pagine: 314
Prezzo ebook: 3,99 (fino a domenica in offerta a 0,99)
Prezzo cartaceo: 14,00 €

Trama: Spesso ci si nasconde dietro a una maschera oppure a un sorriso…

Virginia Collins ha ventisette anni, non crede nei sogni che si avverano ma ogni giorno indossa il naso rosso di spugna e si fa chiamare (S)Miley perché ama i bambini e vive per loro, regalando sorrisi e attimi di spensieratezza grazie alla Clownterapia che esercita in un ospedale pediatrico di Londra.
Nick Lloyd è un ragazzo padre, vive unicamente per suo figlio Nathan e per lui ha rinunciato a tutto, anche al suo sogno: il teatro. Le donne sono solo un passatempo, da tenere distanti, le colleziona e David, il suo migliore amico e socio in affari, sembra portare il conto e istigarlo a darsi da fare.
Nathan, ribelle e scontroso, viene costretto a rapportarsi con i bambini meno fortunati di lui che soggiornano in ospedale. Il cambiamento improvviso di suo figlio non passa inosservato a Nick, che è curioso di conoscere la ragazza che è riuscita a ridargli il sorriso...

I sorrisi sono contagiosi e causano felicità, predispongono all’amore e l’amore è sempre il protagonista indiscusso delle nostre vite, anche quando crediamo di esserne allergici.













Dream Bender

Recensione: DREAM BENDER di Eveline Durand

08:00

Buongiorno lettori!
Le vacanze oramai sono a portata di mano ma qui non ci fermiamo per il momento! Oggi vi parlo di un libro molto particolare, a metà tra sogno e realtà: Dream Bender di Eveline Durand.



Titolo: Dream Bender
Autore: Eveline Durand
Editore: Selfpublishing
Pagine: 264
Prezzo: €1,99 (ebook); €12,48 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 4 giugno 2016

Trama
Se ti dicessero che la capacità di controllare i sogni fosse in realtà una dote? Se un'organizzazione cercasse chi possiede queste abilità per addestrare degli agenti speciali, chiamati Dream Benders? Jordan Skinner è tra quel due per cento di persone con simili qualità. Da adolescente, assieme alla sua famiglia viene sottoposta a un esperimento per testare il suo potenziale. Riesce a sfuggire all'organizzazione, ma non ad Alexander Shelton, il Dream Bender che per primo ha scoperto il suo talento e adesso la vuole nel suo team di ribelli. Alexander, detto Lex, la introduce nel suo mondo onirico con simulazioni che la mettono a dura prova, spaventandola e poi seducendola in sogno. Jordan accetterà il compito per dare finalmente una svolta alla sua vita deludente, o sarà l'eccentrico Lex a farla capitolare con le sue stimolanti vessazioni? Vittima consenziente del suo dispotico mentore, riuscirà a piegare i sogni come una vera Dream Bender?

La mia recensione
Jordan sembra una ragazza normale, una famiglia certo un po' sfasciata, una situazione economica non rosea, ma in generale è una semplice ragazza che lavora sognando per il meglio. Jordan però ha la dote di controllare e modificare i sogni. Questa sua capacità viene notata dal Guscio un'organizzazione non del tutto limpida, ma anche dagli oppositori del Guscio capeggiati dall'enigmatico Lex. Tutto chiaro? E mica tanto!

Ho fatto non poca fatica a raccontarvi anche solo queste due righe di sinossi perchè lo spoiler è dietro l'angolo pronto a colpire, ma fidatevi, non è facile parlarvi di questo libro. Non è facile perchè leggiamo tre quarti di libro pensando ad una cosa e poi scopriamo che quello che stiamo leggendo è tutt'altro, guardiamo ad un personaggio e poi si scopre essere altro. L'idea centrale è quella che mi ha spinto a leggere questo romanzo, controllare i sogni. Di sogni se ne è già parlato in fantasy famosi (non italiani) e mi hanno sempre incuriosito. In questa interpretazione c'è chi è predisposto geneticamente ad entrare nei sogni e plasmarli al suo volere. Ovviamente è un potere che fa gola a molti, avanti pensateci un attimo, entrare nei sogni di personaggi importanti e indurli a fare o meno una cosa! Naturalmente qui si dipana il cuore del racconto: da una parte i buoni, dall'altra i cattivi. Lex sembra navigare tra i due estremi, tuttavia quello che andiamo scoprendo sul finale ci fa ricollocare tutti al loro posto e ci rende le idee più chiare.

In generale mi è piaciuto per l'idea particolare e anche per la realizzazione. E' scritto bene, è una lettura veloce e anche molto piacevole. In particolare la parte finale è accattivante e ti stupisce.
Tuttavia ho trovato una certa confusione di base, dettata sicuramente dalla materia (mica facile da spiegare), ma che comunque mi ha lasciato più volte basita qua e là. Inoltre non l'ho trovato molto "romance", Jordan e Lex non hanno veri momenti di coppia al di fuori delle scene più esplicite di sesso. Credo che in questo debba esserci più equilibrio, cosa che qui manca.
I personaggi mi hanno invece stupito. Non tanto Jordan, quanto Lex. Lex, cioè Alexander, è un personaggio strano, enigmatico, che ha una fobia che potrebbe essere notevolmente invalidante ma che nonostante tutto trasuda sicurezza e forza. E' mutevole, scontroso un attimo, rassicurante quello dopo, non sai mai cosa aspettarti da lui.

Voto


Alla prossima





Amaranth

Recensione: "LEZIONI DI SEDUZIONE" di Chiara Venturelli

09:20

Finalmente riesco a raccontarvi le mie impressioni su Lezioni di seduzione, romanzo di esordio di Chiara Venturelli, che ho avuto l'opportunità di leggere in occasione del blogtour dedicato.

Titolo: Lezioni di seduzione
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Centauria Libri - Collana Talent
Prima edizione: 26 maggio 2016
Pagine: 293
Prezzo: rigido - € 9,90; ebook - € 4,99 

Trama
Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

Liz si è iscritta al corso di recitazione per sbaglio: un errore che la costringerà a calcare le scene nei panni della protagonista dell'opera inedita che il professore ha scelto di rappresentare.
Come se vincere la timidezza cronica, che non l'ha fatta brillare durante le lezioni precedenti, non fosse un'impresa sufficientemente ardua, il co-protagonista sarà il bellissimo e talentuoso Jack.

Jack era il migliore del corso e quando si calava nella parte riusciva a diventare anche il contrario di ciò che era. Cioè un bastardo, seppure di talento.

Liz e Jack saranno rispettivamente Catherine e William. Catherine è una giovane nobildonna del Settecento che, dopo aver origliato una conversazione sul sesso, chiede spiegazioni a William, figlio di un socio in affari del padre. Hanno inizio così le lezioni di seduzione.
Un gioco pericoloso che richiede che tra Liz e Jack vi sia un'alchimia tangibile e i due dovranno provare anche fuori dall'orario di lezione, per esempio incontrandosi nella camera della ragazza.
Ma quando realtà e finzione si mescolano, capire chi è il vero Jack non sarà semplice e porterà scompiglio nella vita di Liz.

La storia di Lezioni di seduzione inizia molto prima del libro che oggi possiamo tenere tra la mani o conservare nell'archivio dei nostri ereader. La Venturelli aveva, infatti, pubblicato il suo romanzo sulla piattaforma efp, che ho frequentato a lungo in passato senza imbattermi, però, nelle vicende di Liz e Jack.
In seguito il romanzo è stato rivisto, modificato, sono state tagliate e inserite scene: sono certa che per i lettori storici della Venturelli sia bello scoprire questi cambiamenti e mi dispiace un po' non poterli notare e apprezzare.
Ho apprezzato, invece, la pulizia dello stile che contribuisce a rendere la lettura davvero molto scorrevole. Non è un caso che io abbia divorato il romanzo, leggendolo in poco più di due giorni.
Da subito mi è piaciuta l'idea della rappresentazione teatrale per l'avvio e lo sviluppo della relazione tra Liz e Jack, ma è durante la lettura che ho iniziato a pensare a Le relazioni pericolose, romanzo di Choderlos de Laclos che ha, in realtà, una struttura e una storia diverse. Insomma, mi è sembrato di intravedere dei riferimenti proprio a questo romanzo nella trama dell'opera che i due protagonisti devono rappresentare.
Non vi nascondo che ho trovato molto interessante questo collegamento e ho apprezzato che, come nel romanzo di de Laclos in cui i protagonisti perdono il controllo sul loro stesso gioco, Liz veda la realtà mescolarsi alla finzione nella complicata lotta tra ragione e sentimento.
Ciononostante non posso che dire che Lezioni di seduzione abbia suscitato il mio entusiasmo. Rimanendo fedele ai principali schemi del romance, il romanzo risulta complessivamente prevedibile: non voglio necessariamente il colpo di scena o la suspense, ma un po' di sorpresa? Qualche elemento innovativo?
Dai caratteri dei protagonisti (timida, riservata, studiosa e intelligente lei; affascinante, sfrontato e un po' stronzo lui) all'entrata in scena del terzo incomodo e ai problemi con la famiglia, Lezioni di seduzione accoglie tra le sue pagine i principali cliché del romanzo rosa.
D'altra parte si tratta dei gusti personali di ciascun lettore e di precise scelte dell'autore: in molti preferiscono le storie il cui sviluppo è, in un certo senso, prestabilito, sicuro e quindi rassicurante.
Un altro aspetto che, pur trattandosi ancora una volta di una scelta stilistica, non ho apprezzato è la scarsità delle descrizioni, spesso del tutto assenti. In diverse occasioni (vi rimando all'intervista per New Adult Italia e al post speciale di Wonderful Monster) la Venturelli ha spiegato che era sua volontà lasciare ampio spazio all'immaginazione del lettore, limitando la caratterizzazione fisica dei personaggi e la descrizione dell'ambientazione.
Io, però, preferisco saperne di più, avere caratteristiche e ambienti più definiti: la mia fantasia riesce in ogni caso ad arricchirli e a trasformarli.
La mancanza di descrizioni approfondite non mi ha permesso di trovare interessanti i personaggi secondari, in particolar modo Daniel e la madre di Liz che mi sono apparsi privi di spessore. La mancanza di informazioni, inoltre, non consente di comprendere a fondo il risentimento di Liz verso la madre e, quindi, le dinamiche familiari. Non escludo, però, che il prossimo romanzo porterà qualche chiarimento a riguardo.
A mio avviso, un grosso limite del romanzo è il ritmo narrativo. Avendo segnalato la positività della scorrevolezza e della velocità di lettura, specifico che sono aspetti tra loro distinti.
In Lezioni di seduzione gli eventi si susseguono a una velocità impressionante tanto che è difficile comprendere le reali tempistiche della nascita e dell'evoluzione del rapporto tra Liz e Jack: spesso sembra che siano passati pochi giorni, salvo poi capire che probabilmente sono trascorse settimane, se non mesi. Il problema è che, leggendo un romanzo, non sempre è sufficiente l'informazione relativa per capire i tempi ma, in un certo senso, è necessario viverli affinché non ci sembrino assurdi o immotivati i comportamenti e le reazioni dei personaggi.
Spesso mi ha spiazzato il coinvolgimento di Liz nei confronti di Jack perché avevo l'impressione che si conoscessero e frequentassero da così poco da non giustificare certi atteggiamenti.
Avrei preferito, in altre parole, sentire meno la fretta di arrivare a una svolta nella vicenda per potermi gustare maggiormente gli sviluppi.
Nonostante non si sia rivelata una lettura faticosa, mi aspettavo qualcosa di più da Lezioni di seduzione e non mi ha entusiasmata. Sebbene non mi senta di consigliarlo a tutti, ritengo comunque che sia il romanzo giusto per chi cerca una lettura spensierata e romantica, con una punta di mordace sarcasmo.


Entombed

Recensione: "ENTOMBED" di Riccardo Giacchi

09:01

Titolo: Entombed
Autore: Riccardo Giacchi
Editore: Genesis Publishing
Genere: Fantasy

Sinossi: Nel 2054 una nuova ondata di sangue scorre sulla Terra, come mai prima di allora. Nessuna guerra tra gli uomini l'ha causata, ma l'arrivo lesto e brutale dei nuovi arrivati. Dopo la caduta del meteorite Luxifer, inabissatosi nell'Atlantico, essi sciamano nelle vie disseminando morte e caos. 


La disperazione fa sì che i governi si uniscano sotto un'unica bandiera in nome della sopravvivenza comune. Quando ormai si teme il peggio e l'invasione sembra incontenibile, sorge un vecchio programma di combattimento: i Giant 02, mastodontiche macchine da guerra riadattate per il rastrellamento della feccia mostruosa. 


A comandare lo squadrone è il maggiore Garrison, le cui gesta eroiche faranno affiorare sconvolgenti verità, poiché il misterioso ordine della Vergine di Ferro, che si credeva scomparso, è tornato... 



Recensione:

Questo libro è un romanzo apocalittico che vi trasporterà in un’epoca futura (non troppo lontana tuttavia) in cui, i pochi sopravvissuti dovranno lottare per mantenersi in vita. Sarete catapultati in un mondo ormai totalmente immerso nel caos, in cui persino i pochi monumenti ancora in piedi sono stati eretti a ricordare glorie dimenticate e tempi ormai estinti. Lande martoriate in cui la vita era certamente restia a rinascere. Il sunto del loro messaggio è decisamente cambiato: non più lode al coraggio, ma il mesto simbolo della disfatta umana.

“ E quanto prima cha l’aria divenisse irrespirabile...prima che il raziocinio sfociasse nella follia?”

Il maggiore Garrison, protagonista assoluto di questo romanzo, vi rapirà con il suo coraggio, la sua determinazione e risolutezza nel non arrendersi mai. Mi ha molto impressionato il modo in cui è descritta la morte della sua compagna, la donna che gli ha lasciato un’unica erede, la piccola Matilde, due occhi versi, capelli rossi come la genitrice, incantevole ma vittima della SKA che la stava inesorabilmente portando via a soli due anni. Un miracolo aveva sconfitto il virus ma questi le aveva comunque danneggiato irrimediabilmente le corde vocali, rendendola del tutto muta. 
Leggendo questo romanzo, vi sembrerà di intravedere gli occhi ignari della piccola che non è realmente cosciente degli innumerevoli orrori che la circondano.

“ Io maggiore Mark Garrison, sacrifico le mie spoglie mortali, affinché cuore e spirito si ergano in nome della Vergine di Ferro …”.

Il mondo, così com’è descritto dall’autore, è il risultato di un terribile avvenimento dell’anno 2024, anno in cui l’asteroide Luxifer irruppe nell’atmosfera terrestre e cadde nell’Atlantico Settentrionale. Gran parte del New England ne fu sommersa, insieme a milioni di abitanti. In questa nuova realtà, l’aspetto più inquietante, a mio giudizio, è che ora a essere di troppo è la razza umana, scacciata brutalmente da esseri dalla misteriosa provenienza.

“ Non c’è nessun bunker signore, ora lo chiamano Entombed”.

Uno scenario apocalittico, spaventoso, la vita che i sopravvissuti dovevano affrontare richiedeva un atto di coraggio senza precedenti, diverse erano le persone amate e ormai perdute.

Un romanzo originale, molto ricercato, per gli amanti del genere. Si legge velocemente, coinvolge e ispira nella mente del lettore atmosfere stile “ Mad Max”, con sottofondo musicale che è un vero tributo alle band heavy metal (per stessa ammissione del lettore). 

Lo stesso titolo dell’opera è un omaggio a una band di origine svedese. Davvero ben scritto, ogni dettaglio è perfettamente evocato. Consigliato anche a coloro che si avvicinano per la prima volta a questo genere.

Per un brivido estivo di tutto rispetto.

















c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #163

08:00

Buongiorno lettori!
Siamo al culmine dell'estate, caldo fa caldo, ma noi, lettori e lettrici incalliti, riusciamo a trovare ogni angoletto più fresco per potere aprire il libro che ci portiamo dietro. Libro... Libri! Dai, ammettetelo, quanto libri stiperete in valigia dicendo "tanto in estate i vestiti prendono poco spazio"? 
Anche questa domenica torna per voi la rubrica C'è posta per noi. Quali segnalazioni si sono radunate nella nostra casella mail? Quali novità? Scopriamolo insieme!

Titolo: Dieci estati
Autore: Giulia Menegatti
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Collana: Ida (Impronte d'autore)
Pagine: 59
Prezzo: €0,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 21 novembre 2014
Dove acquistare: Sito Editore | Amazon

Trama
"Dieci Estati" è la storia di Viola, ragazza introversa che si ritiene incapace di amare, attraverso le dieci estati più significative della sua vita, dall'infanzia all'età adulta, tra primi viaggi, primi baci ma anche prime delusioni e primi lutti.
In questo percorso di formazione e di educazione affettiva, Viola tornerà spesso, non solo coi ricordi, alla casa al mare dove ha trascorso le sue estati da adolescente e dove ha conosciuto Riccardo, il suo primo amore, che non hai mai davvero dimenticato. 
Riuscirà Viola a superare la nostalgia e a farsi finalmente capire, dagli altri e da se stessa? 
Vincitore tra gli oltre ottanta racconti partecipanti al concorso "Storie d'Estate" sulla community di scrittori THe iNCIPIT, "Dieci Estati" è stato rivisitato ed ampliato, nella forma di romanzo breve, conservando però l'attenzione sugli stessi temi: la nostalgia per un passato idealizzato, le difficoltà nei rapporti tra le persone, ma anche l'entusiasmo per le piccole gioie della vita.

L'autrice
Giulia Menegatti vive a Bologna dove lavora come programmatrice. Ama leggere, scrivere, scattare fotografie, ascoltare musica, fare lunghe passeggiate con i suoi Cavalier King Charles Spaniel e tenersi informata sulle novità nel mondo di Internet e sulle potenzialità che offre il web 2.0. Dei diversi racconti scritti sulla piattaforma The Incipit, ha pubblicato anche “The day we died” e “Under different stars”.
**********


Titolo: Valerie Sweets. Trilogia completa
Autore: Manuel Marchetti
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Collana: Fantasy
Pagine: 630
Prezzo: €20 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 16 maggio 2016
Dove acquistare: Sito editore | Amazon

Trama
Dura la vita per Valerie Sweets, tenente nella Polizia di Cold Hill che ogni giorno deve tenere a bada criminali e maniaci. È proprio per questo che beve, e tanto: per dimenticarsi delle pallottole, sparate e ricevute, e per cacciare via i fantasmi. Ed è proprio al Rusty Bar, il posto dove ama sbronzarsi, che inizieranno le grane serie per Valerie, che stavolta non si troverà contro i soliti scagnozzi e gangster, ma un nemico ben più temibile... 
Sangue, sacrificio e tanti bossoli sul pavimento: questi sono gli ingredienti di “Valerie Sweets”, trilogia action-fantasy originariamente pubblicata in tre ebook e ora raccolta in un unico volume cartaceo, che racchiude tutte le disavventure della poliziotta alcolista, dei suoi improbabili alleati e dei suoi inquietanti nemici. In più, vi regaliamo l’inedito racconto “RGB”, uno spin-off della saga che ci presenta un’altra eroina... decisamente fuori dagli schemi! 
Non è il solito poliziesco, non è il solito fantasy, la storia di Valerie Sweets è entrambe le cose e molto di più. La volete scoprire? Preparatevi un bel bicchiere di roba forte, ne avrete bisogno... o altrimenti offritelo a lei, non rifiuterà. 
“Un destino già scritto” è la terza ed ultima parte della trilogia di Valerie Sweets, che come i precedenti episodi vi trascinerà in un mix di azione, avventura e fantasy, tra vecchi nemici e nuovi alleati, fughe rocambolesche e scontri all’ultimo sangue, accompagnate dall’immancabile spruzzata di humor alla quale ci ha abituati la nostra eroina, anche se a lei non piace essere definita tale. Quale sarà il “destino già scritto” di Valerie?

L'autore
Manuel Marchetti, classe 1986, ha sempre avuto un solo obiettivo: far arrivare le sue creazioni a più gente possibile. È la sua linfa vitale ed è ciò che lo spinge ad andare avanti.
E questo obiettivo ha iniziato a mostrarsi già in tenera età, quando alle elementari, mentre gli altri bambini giocavano a nascondino, raccontava fiabe inventate da lui ad un pubblico di pochi intimi; la sua fame non si è fermata, alimentandola alle medie riempiendo quattro quaderni di fumetti, con una nutrita schiera di fan che ogni giorno erano ansiosi di sapere se aveva disegnato una sola vignetta, "costringendolo" spesso, per questo motivo, a proseguire durante le lezioni. Alle superiori è passato ad un livello superiore, iniziando a scrivere racconti brevi, prima di 16 pagine, poi di 32 e poi di 64 (neanche fossero dei banchi di RAM), fino ad intraprendere la tortuosa via del romanzo, via che non ha ancora abbandonato e che non ha intenzione di abbandonare, perché la sua fame è ancora viva e sarà difficile placarla...
**********


Titolo: Papà era un bandito
Autore: Maria Chiara Perri
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Collana: GTI - Giovani Talenti Italiani
Pagine: 234
Prezzo: €2,99 (ebook); €10 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 15 giugno 2016
Dove acquistare: Sito Editore | Amazon

Trama
Jude ha diciannove anni, origini irlandesi, cappuccio della felpa calato sulla fronte. Se ne va in giro con la sua bici, All Star viola ai piedi e zaino in spalla. Lo accompagna Michan, un bimbo color latte macchiato con una testa piena di riccioli. Sono papà e figlio. La loro è una famiglia sull’orlo di una crisi di nervi, con un nonno irascibile che nasconde un passato e uno zio metallaro alle prese con paturnie adolescenziali. Basta una bravata di Jude per sconvolgerne i già precari equilibri. 
Tra streghe, suore e biberon alla Coca-Cola, è il piccolo Michan che ci racconta con ironia la storia di un Papà Bandito. Una favola moderna che prende vita in una città fredda il cui cuore pulsante è nei suoi angoli più bui, tra quartieri popolari, covi e fortezze bazzicati dai nostri scalcagnati eroi.

L'autrice
Maria Chiara Perri - Il suo lavoro è catturare storie e raccontarle sui giornali e sul web. E’ nata nel 1982 all’ombra della Pietra di Bismantova ed è scesa dall’Appennino reggiano per studiare a Parma, dove si è laureata in Scienze della comunicazione e in Giornalismo. Dopo il praticantato nella redazione di un quotidiano locale ha cominciato a lavorare per l’edizione online di Repubblica Parma, per la quale si occupa ancora oggi di cronaca e attualità. Ama le serie tv, Internet, il cinema, i grandi classici della letteratura e la narrativa per bambini e ragazzi. Quando è possibile prende un aereo per andare a scoprire posti lontani. “Papà era un bandito” è il suo primo romanzo.
**********


Titolo: Cronache Urbane
Autore: Enrico Giammarco
Editore: goWare
Pagine: 206
Prezzo: €4,99 (ebook); €11,99 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 6 giugno 2016
Dove acquistare: Amazon

Trama
“Cronache Urbane” è un romanzo a carattere episodico ambientato nella Roma contemporanea, una città lontana dalla dicotomia tra cartolina e culla del disagio con cui viene raccontata negli ultimi tempi. Il protagonista, voce narrante, è un trentenne che come tanti coetanei è stato costretto, per motivi economici, a scegliere la Roma di Fuori, comprando una casa di nuova costruzione in una “non-città” sparsa disorganicamente ben oltre la cornice del Grande Raccordo Anulare, figlia di una crescita edilizia sterminata e interminabile. Il fallimento della sua relazione sentimentale lo scuote al punto da fargli abbandonare ogni compromesso, accantonare la vita da pendolare e cercare un nuovo posto dove vivere, dentro Roma. E’ sia un ritorno che un nuovo inizio, e non sarà facile, tra agenti immobiliari indolenti, appartamenti decadenti, la difficoltà nel recuperare vecchi rapporti senza più alcuna ragione di esistere e nel crearne di nuovi che non siano effimeri e utilitaristici. La ricerca del quartiere giusto e della casa ideale hanno molto a che fare con l’introspezione e con la convalescenza dalle ferite causate dagli errori commessi. In questa chiave di lettura, “Cronache Urbane” è un romanzo di formazione, sospeso tra i ricordi di un passato idealizzato e di aspettative inespresse che non trovano corrispondenza in un presente disilluso e privo di certezze. E’ inoltre un romanzo su Roma, che negli occhi nel protagonista rappresenta sia un’amica intima con cui confidarsi, sia un obiettivo utopico e irraggiungibile da perseguire. Descritta con tinte minimaliste, dissezionata nelle molte anime che la compongono, la città diventa specchio di umanità e scenario di vita vissuta.

L'autore
Enrico Giammarco è nato a Roma, dove vive, lotta e corre nel quartiere di Monteverde. Ingegnere, ex giornalista, scrive e collabora con numerosi blog e riviste online, occupandosi di narrativa, cinema, social media, giornalismo e cultura digitale. È il fondatore del progetto narrativo www.cronacheurbane.it.

Alla prossima