April di Anita S

C’è post@ per noi... #315

08:48

Buona domenica lettori, eccoci come sempre alle nostre segnalazioni domenicali.










Titolo: Aquila, le vette dello Spirito
Autrice: Monika M
Editore: Self publishing
Pagine: 246
Sinossi: Partendo da fonti storiche originali, Monika M, costruisce un thriller storico avvincente!I Templari nascosero, in varie città europee, parte del tesoro riportato dalla Terra Santa, L'Aquila sarebbe una di queste. La narrazione prende il via alla morte del Papa Angelico, Celestino V, protagonisti un manipoli di uomini fedeli al Santo che lotteranno per impedire al successore, Bonifacio VIII, di infangare e cancellare la memoria dell'eremita della Majella. Malachia, giovane professo, redigerà in segreto un tomo che l'oscura epoca rievoca. Unicamente dopo il terremoto del 2009 il manoscritto verrà ritrovato, nella Basilica di Collemaggio, da Bramante. Quali misteri cela da sempre la città di L'Aquila? Questo l'enigma. 
L'autrice: Appassionata di arte e storia, viaggiatrice cronica e sognatrice irrecuperabile. Scrivo quando non leggo, booklover a tempo pieno. Osservo molto, ma le mie storie nascono sempre da curiosità storiche. Il mio più grande pregio? L'ironia.  Autrice dei romanzi  Margot,  Fregiate virtù ed inconfessati vizi  e Come un'isola.


Titolo: April
Autore: Anita S.
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital Emotions
Data di uscita: 29 gennaio 2019
Sinossi: Jordan e April sanno che stare insieme è complicato: un professore e un'alunna non dovrebbero mai superare certi limiti. Ma l'attrazione che provano l'uno per l'altra è incontenibile e la voglia di conoscersi e scoprirsi è più forte di tutto il resto. A far vacillare la loro relazione clandestina è anche il padre di April che non vede di buon occhio il loro rapporto e ha altri piani per la figlia. Ricattata da lui, è costretta ad allontanarsi da Jordan senza dargli una spiegazione. Ma certi amori non puoi costringerli a reprimersi, perché ritornano ancora più forti e intensi... 





Titolo: La dodicesima stanza (nuova edizione)
Autrice: Teresa Antonacci
Pagine: 142
Uscita: 31 gennaio 2019
Sinossi: Alina ha i capelli rossi, gli occhi verdi e un’intelligenza fuori dal comune: a due anni sa già leggere e contare. Ama sezionare chirurgicamente il mondo che la circonda e ascoltare le storie che nonno Giuseppe le racconta, mentre vagabondano tra i vicoli e gli scogli di Polignano. È un’infanzia atipica, la sua, sempre in bilico fra genialità e disagio, tappe bruciate e bullismo incombente. Perché lei è sempre quella più piccola, quella più brava, quella più forte e fragile insieme. Pesce fuor d’acqua dai “superpoteri” intellettivi e sensoriali, con depressione e anoressia sempre in agguato. Fino a quando non arriverà Nicola a rompere la sua sfera di cristallo. Un amore tanto forte quanto socialmente inaccettabile che segnerà l’inizio della sua vita vera, della sua crescita obbligata, del suo precoce sbocciare in donna forte, capace di amare e di soffrire. Questa è la storia di Alina e del suo modo di essere, con la sindrome di Asperger addosso, in un crescendo di emozioni “diversamente” provate tra Polignano, Milano e Parigi, per poi far ritorno al punto di partenza: la dodicesima stanza.

L’autrice: Teresa Antonacci ha pubblicato Lasciami sognare (2012), Rinascerò pesce (2014), C’è modo e modo (2015), La casa della domenica (2015), La dodicesima stanza (Prima edizione - Les Flâneurs Edizioni 2016), Enrico fatto di vento (Les Flâneurs Edizioni 2017), Una storia imperfetta (Les Flâneurs Edizioni 2018)


Titolo: Voci dal mondo antico
Autrice: Chiara Pepe
Uscita: 31 gennaio 2019
Pagine: 146
Sinossi: Otto donne vissute nel “mondo antico” – storico, letterario o mitologico che sia – si confidano e si raccontano, immaginate nell’atto di trasmettere le proprie memorie a figure da loro ritenute importanti: genitori, figli, amori perduti… rivali perfino. Personaggi femminili dalle vicende poco note, o note solo in parte, che agirono da semplici comparse in un palcoscenico più grande di loro, all’ombra dei grandi uomini attorno a cui gravitò la loro intera esistenza; figure silenti a cui adesso, finalmente, viene restituita una voce, donando loro sentimenti, angosce, paure e speranze. Ne emergono otto ritratti inusitati, incredibilmente plausibili nella loro toccante umanità.

L’autrice: Chiara Pepe (Monopoli, 1990). Vive a Polignano a Mare. Laureata in Scienze storiche con lode, è dottoranda in Storia della scienza presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e assessore alla Polizia Locale del Comune di Polignano a Mare. Dal 2013 al 2014 ha collaborato con la “Fondazione Pino Pascali, museo d’arte contemporanea”, in qualità di operatrice museale. Ha partecipato a Convegni nazionali in qualità di relatrice, tra cui il Congresso nazionale “Fonti per la storia della medicina in Italia in età medievale e moderna” (2018), il Convegno nazionale “Scienza, Innovazione, Istituzioni” organizzato dalla Società italiana di Storia della scienza (2016) e la ESHHS Conference (2017). Ha al suo attivo alcune pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali. Dal 2014 al 2017 è stata direttrice di produzione dell’International Campus Musica. Con Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato Confessioni di donne (2017).



Black Touch di Dalila Khbizy

Recensione: Black Touch - Dalila Khbizy

08:30

Titolo: Black Touch (Disasterology Saga #1)
Autore: Dalila Khbizy
Editore: Publimedia - 2017
Pagine: 456
Prezzo: cartaceo - € 15,00

Trama
Megan Stonheaven non avrebbe mai voluto immischiarsi nelle faccende paranormali della sua bizzarra famiglia; avrebbe preferito rimanere in camera sua, circondata da una miriade di cuscini, con una cioccolata calda in una mano e un libro nell’altra. Chimere e fantasmi, streghe e biblioteche incantate, affascinanti esorcisti e pericolosi giochi di potere se li sarebbe aspettati solo in qualche fantasiosa trama cinematografica, non dal suo destino.
Coraggio, paura, amore, una sana dose di umorismo e… la morte costantemente dietro l’angolo.





Recensione: 


La trama di "Black Touch" mi aveva interessato talmente tanto da voler leggere a tutti i costi questa storia. Devo ammettere che le prime pagine sono state un po' difficili, non riuscivo ad entrare nella storia, non mi prendeva come volevo. Trovavo che fosse una storia già sentita, già letta, piena di clichè, però allo stesso tempo non volevo abbandonare la lettura e sono contenta di aver perseverato ed essere arrivata alla fine. 

Ad un certo punto la situazione si è ribaltata e quella che sembrava una storia già letta è diventata una storia appassionante, esilarante, ricca di colpi di scena e non sono più riuscita a staccarmi dalle pagine!
Se la situazione si è ribaltata è anche grazie alla protagonista e al suo carattere forte e battagliero, caratteristiche che cerco sempre in un personaggio femminile. Non sopporto personaggi che si piangono addosso o che aspettano sempre l'aiuto degli altri per affrontare una situazione; Megan è tutto l'opposto di quello che ho appena detto, prende le situazioni di petto e le affronta, combatte per far valere le sue idee.

Anche i colpi di scena, i battibecchi esilaranti tra alcuni personaggi, l'evolversi delle vicende hanno fatto in modo di rendere "Black Touch" un libro avvincente, imprevedibile e tosto.
Quello che si viene a scoprire pagina per pagina mi ha lasciato a bocca aperta e mai mi sarei immaginata che la storia potesse evolversi in quel modo. 
Tutti i personaggi, in un modo o nell'altro, sono interessanti.  In molti romanzi ci sono personaggi superflui ma in questo mi sembrano che abbiano un ruolo e un'importanza ben precisa. Anche quei personaggi che "odio" sono talmente interessanti che vorrei leggere sempre più cose. 

Abbiamo una componente sentimentale ma non temete, non oscura la storia principale ma fa solo da contorno. Adoro le storie d'amore, in un romanzo la cerco sempre, ma in questo caso sono contenta che faccia da contorno, c'è cosi tanto da scoprire che non volevo distrarmi neanche per un momento, poi sicuramente ci sarà più spazio per l'amore. 

Vi consiglio fortemente di leggere questa storia, troverete un qualcosa di affascinate e particolare in grado di rapirvi. Non lasciatevi trarre in inganno dalle prime pagine ma continuate con la lettura, non vi pentirete di entrare a far parte del mondo di Megan e di Black Touch. 







Spero che questa recensione vi sia piaciuta e che vi abbia spinto ad intraprendere la lettura di questo libro! 
A presto ^^


c'è posta per noi

C'è post@ per noi.. #314

08:30

Buona domenica, lettori;
Non perdevi la nuova puntata della rubrica: C'è posta per noi!











Così Venne la Notte - Francesco Morga 


Titolo: Così Venne la Notte
Autore: Francesco Morga
Casa Editrice: Casta Editore
Genere: Horror
Pagine: 308
Prezzo: 13,50€ 

Trama: 
Quando l’ultima grande notte scese sulla Terra, la battaglia finale tra Lui e L’Altro ebbe inizio. Al centro l’umanità, in fuga dai demoni sotto un cielo sull’orlo del collasso.
L’Apocalisse si presenta come un Vaso di Pandora impossibile da richiudere. Se ne renderanno conto Alessandro, Laura, Giovanni, Davide, Angela e Andrea, vittime e carnefici di loro stessi, imprigionati in un labirinto di macerie e orrori alla ricerca di una salvezza che non esiste. O forse sì?




Biografia: 
Francesco Morga, classe 1983, è laureato in Lettere e specializzato in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Bari. Autore di narrativa e poesia, blogger casuale, è appassionato di horror, libri, musica, cinema e serie TV. Parla delle sue passioni sul web da sempre. Si definisce un “collezionista di cose inutili”. Così venne la notte è il suo primo romanzo.




Destino. La cattedrale mai esistita - Flavio Albano 


Titolo: Destino. La cattedrale mai esistita

Autore: Flavio Albano
Casa Editrice: Les Flaneurs
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2019
Pagine: 294
Prezzo: 17,00€

Trama:
E se nulla fosse come ci appare? E se dietro la realtà ci fosse un deus ex machina? Que­sto si chiedono i protagonisti della storia, Anne e Dario. Sono una parigina e un pugliese, due vite distanti nello spazio, che a un certo punto si ritrovano a condividere un’avventura nella storia tra Francia e Italia. Alla fine riusciranno a sciogliere alcuni enigmi del loro passato, ma soprattutto arriveranno a scoprire un luogo mai esistito e un segreto sconvolgente sull’umanità… L’opera di Flavio Albano è un thriller che tiene col fiato sospeso. Una storia ricca di suspense, che vuole ap­passionare il lettore con colpi di scena, inseguimenti, ritrovamenti, ma anche lasciare numerosi spunti di riflessione. Il tutto è arricchito da uno stile profondo, che si esprime al meglio nell’omag­gio dell’autore alla Puglia, terra di tradizioni, e nella descrizione della città dai mille segreti: la ville lumière.

Biografia:
Flavio Roberto Albano già docente a contratto di Economia e Gestione delle Imprese presso UNIBA e al Master MBA in Brand Management per UNIBAS. Da diversi anni si occupa di innovazione digitale, collabora con aziende in tutta Italia nell’area marketing, nella selezione, gestione e formazione di risorse umane. È stato autore di altri libri e relatore in diverse conferen­ze internazionali, presentando pubblicazioni scientifiche in economia del turismo e marketing territoriale. Appassionato di musica, pittura e scrittura, per Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato Murgia Valley. L’evoluzione della specie.





Locri Epizefiri: Indagine storico - archeologica sull’Ultima Polis - Valentina Mazzaferro



Titolo: Locri Epizefiri: Indagine storico - archeologica sull'Ultima Polis

Autore: Valentina Mazzaferro
Casa Editrice: Santelli Editore
Genere: Saggio storico - archeologico
Data di pubblicazione: 30 gennaio 2019
Pagine: 154
Prezzo: 11,90€ ( cartaceo); 5,99€ (ebook)

Trama:
Questo viaggio alla scoperta di quella che fu una delle più grandi e importanti polis magnogreche, lasciando ai posteri un mondo di leggende, usanze e tradizioni, fa emergere il valore culturale di una terra ancora oggi martoriata. La ricerca include una panoramica dei personaggi più illustri che ruotano intorno alla città di Locri come il legislatore Zaleuco, artefice della “Legge del Taglione”, la poetessa Nosside con i suoiversi, ma anche l’archeologo Paolo Orsi, con i suoi scavi che hanno riportato alla luce reperti prestigiosi e lo storico locale Emilio Barillaro.
Si potranno così scoprire i numerosi pinakès offerti come dono alla Dea Persefone, i quali ritraevano scene di festa, matrimoni e strade della città, ma anche documenti dimenticati da secoli e reperti della biblioteca vescovile di Locri e dell’Antiquarium museo di Locri. Tutti elementi che sono capaci di far riscoprire le radici grandiose delle popolazioni che oggi vivono lì dove si sviluppò l’ultima polis.





Un respiro di troppo - Massimo Polimeni


Titolo: Un respiro di troppo

Autore: Massimo Polimeni
Casa Editrice: autopubblicato con Coordinam. Editoriale Words Editing
Genere: Noir, thriller, romanzo contemporaneo
Data di pubblicazione: 29 gennaio 2019
Pagine: 300
Prezzo: 18,00€ ( cartaceo); 7,99€ (ebook)

Trama:
Può un uomo di colore, ricercato per omicidio, fuggire da New York, sbarcare clandestinamente in Sicilia, mischiarsi con un gruppo di migranti e tentare poi di costruirsi una nuova, inaspettata esistenza?
Giò (così lo chiamano i clienti del suo bar), intreccia la sua storia con altri singolari personaggi: un suo giovane amico in attesa di un cuore nuovo, un brillante investigatore che, minato da un grave male, non vuole arrendersi a una esistenza che non gli appartiene, e un ex-poliziotto arabo in attesa di poter riscuotere il bottino di una rapina.
Uomini soli, in balìa dei propri tormenti. Vite in bilico, segnate da esperienze drammatiche, cercano improbabili vie di fuga da un destino già scritto. E non basterà il travaglio interiore e i guai che si trascinano addosso. Essi si troveranno, infatti, coinvolti in un’indagine sul lercio traffico clandestino di organi umani. Non c’è nulla di razionale nel buco oscuro nel quale si muovono le loro esistenze, ma ciascuno di loro difenderà il proprio personale obiettivo e per questo si batterà, utilizzando pericolose strategie sino alla fine.

Giò potrebbe salvare se stesso, la sua libertà e forse anche la vita del suo giovane amico. Dovrà però accettare un rischiosissimo baratto. 


Biografia:

Massimo Polimeni, catanese, è giornalista con un lungo tra scorso da dirigente d’azienda. Ha scritto per il teatro, fondato e di retto IN.TEA (Iniziative Teatrali), realizzato documentari per la RAI. Ha a lungo vissuto all’estero (Seul, Tokyo, New York), vive a Roma. Ha pubblicato “In Sicilia, un’estate” (2015) e “Quel che resta oltre il buio” (2017), entrambi editi da Nulla Die.







Spero che questa puntata sia stata di vostro gradimento ^^.
Buona giornata!
A presto :)


Eliza

Recensione: LA MISURA DELL'UOMO di Marco Malvaldi

08:00

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo di un libro uscito qualche mese fa ma che mi è piaciuto veramente molto, il libro noto per una famosa serie ma che a volte si mette anche in gioco con generi un po' diversi: La misura dell'uomo di Marco Malvaldi



La misura dell'uomo
di Marco Malvaldi
Giunti | Scrittori Giunti | 300 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,50
6 novembre 2018


Ottobre 1493. Firenze è ancora in lutto per la morte di Lorenzo il Magnifico. Le caravelle di Colombo hanno dischiuso gli orizzonti del Nuovo Mondo. Il sistema finanziario contemporaneo si sta consolidando grazie alla diffusione delle lettere di credito. E Milano è nel pieno del suo rinascimento sotto la guida di Ludovico il Moro. A chi si avventura nei cortili del Castello o lungo i Navigli capita di incontrare un uomo sulla quarantina, dalle lunghe vesti rosa, l'aria mite di chi è immerso nei propri pensieri. Vive nei locali attigui alla sua bottega con la madre e un giovinetto amatissimo ma dispettoso, non mangia carne, scrive al contrario e fatica a essere pagato da coloro cui offre i suoi servigi. È Leonardo da Vinci: la sua fama già supera le Alpi giungendo fino alla Francia di re Carlo VIII, che ha inviato a Milano due ambasciatori per chiedere aiuto nella guerra contro gli Aragonesi ma affidando loro anche una missione segreta che riguarda proprio lui. Tutti, infatti, sanno che Leonardo ha un taccuino su cui scrive i suoi progetti più arditi - forse addirittura quello di un invincibile automa guerriero - e che conserva sotto la tunica, vicino al cuore. Ma anche il Moro, spazientito per il ritardo con cui procede il grandioso progetto di statua equestre che gli ha commissionato, ha bisogno di Leonardo: un uomo è stato trovato senza vita in una corte del Castello, sul corpo non appaiono segni di violenza, eppure la sua morte desta gravi sospetti... Bisogna allontanare le ombre della peste e della superstizione, in fretta: e Leonardo non è nelle condizioni di negare aiuto al suo Signore. A cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, Marco Malvaldi gioca con la lingua, la scienza, la storia, il crimine e gli ridà vita tra le pagine immaginando la sua multiforme intelligenza alle prese con le fragilità e la grandezza dei destini umani. Un romanzo ricco di felicità inventiva, di saperi e perfino di ironia, un'indagine sull'uomo che più di ogni altro ha investigato ogni campo della creatività, un viaggio alla scoperta di qual è - oggi come allora - la misura di ognuno di noi.


La mia recensione.
La misura dell'uomo è il libro che non ti aspetti, che un po' ti intimorisce, che compri perchè ti attrae ma che poi tendi a rimandare. Non fate questo errore, afferratelo al volo e leggetelo, soffermatevi un attimo sulle riproduzioni dei codici leonardeschi all'inizio e alla fine e poi buttatevi a capofitto tra le sue pagine.

A 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, Marco Malvaldi ci propone, infatti, un romanzo con Leonardo di Ser Piero Da Vinci protagonista. Non siamo a Firenze, già lontana qualche anno, ma incontriamo Leonardo nel pieno della sua fase milanese. A reggere il ducato di Milano è, se non formalmente, Ludovico il Moro. Trame e intrighi sono all'ordine del giorno e girare per i vicoli della città non sempre è sicuro. E, infatti, indovinate? Ci scappa il morto. E non in un posto qualsiasi, ma nel cortile di Castello Sforzesco. Nessuna violenza o segni della peste che sta dimezzando la popolazione europea. Bisogna indagare, capire e allontanare i dubbi su questa morte. Ludovico decide di chiamare ad indagare proprio Leonardo, già al suo soldo per la realizzazione della statua equestre di Francesco Sforza.

Inizio dicendovi una cosa fondamentale su questo libro: leggete la nota dell'autore e fatelo con attenzione, perchè Malvaldi lo dice in maniera chiara ed esaustiva. Questo romanzo avrà degli errori! Non prendete le sue pagine "storiche" come oro colato o qui non ne usciamo fuori. Alcuni eventi sono reali, altri più forzati, altri ancora del tutto inventati; approcciatevi a questo romanzo con un pizzico di sana curiosità, anche storica (per approfondire ci sono mille modi), ma soprattutto con il desiderio di un bel romanzo. 

L'autore ha progettato sì un giallo storico, ma inserendovi dentro fantasia e una buona dose di ironia, elementi credo fondamentali nel trattare un personaggio così carismatico ma al contempo sopra le righe come Leonardo. La fantasia è nell'immaginare non solo il mistero che si cela dietro una morte all'apparenza inspiegabile, ma anche nel ricreare vita e modo di essere di personaggi storici realmente esistiti in maniera così vivida e credibile. 

E poi l'ironia, che ho trovato essere il motore di tutto il romanzo, realizzata con un escamotage tanto semplice quanto d'effetto: l'autore ci racconta la storia da osservatore esterno e moderno, usando quindi il linguaggio di oggi su eventi di oltre 500 anni fa. Non so se anche a voi sia capitato, ma io avevo un professore di storia al liceo fenomenale, che riusciva a rendere interessante anche le lezioni più noiose, proprio facendo questo, raccontando gli eventi, ma anche cause ed effetti, in maniera trascinante, divertente. Ecco, questo libro me lo ha ricordato, mi ha ricordato il lato bello dell'imparare, del conoscere ciò che fu, nel portare ai giorni nostri eventi così lontani e viceversa. E quale personaggio è più adatto per fare ciò se non proprio Leonardo Da Vinci? Così moderno da aver già immaginato paracaduti e fortezze mobili, da aver studiato metalli e tecnologie all'avanguardia, ma soprattutto da aver messo al centro di tutto l'uomo e le sue proporzioni. L'uomo a misura del mondo e del creato, questo sono stati l'Umanesimo prima e il Rinascimento dopo. E Malvaldi usa questa misura per indagare, sotto le mentite spoglie del Genio leonardesco, la mente e il sapere umano, le sue emozioni e i suoi turbamenti. 

Mi è piaciuto un sacco leggere questo romanzo, tanto che una volta finito un po' ci sono rimasta male perchè so che trovare qualcosa di simile sarà difficile (ma anche in questo sta il suo bello), se non impossibile. Malvaldi ha dato una piccola lezione su come utilizzare la storia reale, su come muoversi tra personaggi esistiti e dal forte impatto storico e politico, inserendoli in un giallo, senza renderli macchiette di investigatori, insomma senza portarci ad avere davanti l'ennesima signora Fletcher con piuma e calamaio invece di macchina da scrivere e capello cotonato. 

Voto


Alla prossima



Lucia Panzavolta

RECENSIONE: "Out of my limits" di Lucia Panzavolta

08:00

Titolo: Out of my limits
Autore: Lucia Panzavolta
Edizioni: Lettere Animate Editore
Genere: Thriller
Formato: Kindle- Copertina flessibile
Prezzo: Copertina flessibile  EU 13 Amazon- Kindle EU 2,99
Pagine: 298

Sinossi:
 Summer Henks è una ragazza che ha il pieno controllo della propria vita: è tirocinante nella squadra narcotici della polizia di Oakland, lavora in un bar, vive da sola, è indipendente. Le sue sicurezze però vengono messe in discussione nel momento in cui decide di fare un sopralluogo in un magazzino fuori città che sembrerebbe essere il covo di un cartello di droga. La sua vita cambia radicalmente, e il primo passo sarà trasferirsi per un periodo indeterminato a Miami. Summer sarà costretta a vivere in un mondo che non le appartiene, e l’unica persona che le permetterà di non mettersi ancora più nei guai sarà William, uno dei criminali che la tengono rinchiusa. Ma forse le cose non sono proprio come sembrano e William non è chi dice di essere. Con le sue indagini Summer si avvicinerà sempre più alla verità.

Recensione:
Summer è una giovane tirocinante decisa a diventare poliziotta, la cui vita cambia da un giorno all'altro, quando la sua inesperta curiosità la portarà ad avvicinarsi troppo a una banda di criminali e a dover affrontare una serie di prove inaspettate.
Cameriera part time, la nostra protagonista decide di fare di testa sua, decidendo di effettuare un sopralluogo in un magazzino sospetto da sola, senza aspettare i colleghi più esperti. Una volta entrata verrò sorpresa da una banda di narcotrafficanti senza scrupoli, che decideranno grazie ad uno di loro, di risparmiarle la vita e portarla con loro a Miami.
Out of my limits è il prodotto di una penna giovane, ma decisamente avvincente e ben scritto, ricco di particolari che dopo una prima parte più scontata, danno sapore e colore alla trama. L'autrice ha dato vita ad un thriller romantico, caratterizzato da una scrittura semplice ma davvero incalzante!
Ho apprezzato particolarmente i personaggi di Summer e William, entrambi ben delineati, attorno ai quali si snoda una trama che si complicherà andando avanti con la lettura.
La fluidità della penna di Lucia è sicuramente la caratteristica vincente del romanzo, che non annoia mai, ma anzi, si fa sempre più coinvolgente. Consigliato agli amanti del thriller ma anche del romanticismo, che in questo romanzo non mancherà...
Complimenti a Lucia per l'inventiva e per aver portato avanti un progetto impegnativo e davvero interessante! 





Andrea Carbone

C'è post@ per noi... #313

08:00

Buongiorno a tutti!
Per voi una nuova carrellata di proposte letterarie che speriamo possano farvi compagnia nelle giornate primaverili che verranno!  



Titolo: Fragile
Autore: Andrea Carbone
Casa Editrice: Santelli Editore
Data di pubblicazione: 25/01/2019
Pagine:510
Prezzo: € 14,90 (cartaceo) ; € 5,99 (eBook)
Genere: Fantasy 



Sinossi:
La nascita di due gemelli, la perdita della madre al momento del parto, e un padre ormai stanco di
reggere l’enorme responsabilità che il suo ruolo da sovrano comporta. Due fratelli, profondamente
diversi, scopriranno troppo giovani quanto il tempo possa essere violento nel mutare le persone. In
un attimo verranno catapultati in un lungo inverno, che li costringerà ad intraprendere strade
diverse, solitarie ed infinite, fino all’avvento di un’epoca nuova, più luminosa e serena,
apparentemente svuotata della fragilità che contraddistingue la natura umana.



Titolo: Polvere bianca
Autore: Concetta Salituro
Edizioni: Santelli Editore
Data di pubblicazione: 21/01/2019
Genere: Poesia lirica
Pagine: 75
Prezzo: EU 5,90 (cartaceo) EU2,99 (ebook)



 Sinossi:
 Polvere bianca è una raccolta di liriche fortemente introspettive ed 
autobiografiche composte in un lasso di tempo molto ampio, lungo oltre trenta anni. Si tratta di uno scrigno di ricordi, di dialoghi, di pensieri ed emozioni mai sopiti che prendono forma senza sosta e cantano la fragilità umana.







Titolo: Yolo
Autore:Clarissa Tornese
Edizioni: Autopubblicato
Genere: New adult/Narrativa contemporanea
Prezzo: EU 2,99 Ebook  EU 12,90 Cartaceo
Pagine: 190 circa


 Sinossi:
Sono stanca di essere sempre la sfigata della situazione! Quella che si fa male, quella che prende le inculate, quella che se c’è una fila viene superata, quella a cui danno il resto sbagliato e a cui fregano il parcheggio sotto il naso. Quella che, anche quando non c’è, è colpa sua se le cose vanno male. Sono da sempre la tipa che le prende, e forte anche! Sono, sono… ecco! Sono come gatto Silvestro, o Willy il Coyote, o come quello stupido di Paperino! Io nella vita per una volta, una volta soltanto, vorrei essere quel cazzo di Titti!»Yolo, you only live once; si vive una sola volta. Tra sbronze, incidenti stradali, arresti, serate ambigue e loschi maneggi con soggetti poco raccomandabili, Vicky movimenterà la sua vita fino al punto di capirne (o quanto meno ipotizzarne…) il vero valore.





Titolo: End of the road bar
Autore: Daniele Batella
Edizioni: Dark Zone
Genere: Narrativa
Pagine:227
Formato: Cartaceo
Prezzo: EU 14,90

Sinossi:
 All'End of the Road non si arriva per caso. È uno strano luogo, un vecchio bar nascosto nel vicolo di una metropoli, a metà strada tra una bettola e la sala di un cinema. È un locale d'altri tempi, lontano dalla frenesia delle notti di baldoria della città. Ma l'End of the Road ha anche un'anima. È questa l'unica certezza che colpisce i sette avventori che ci arrivano per caso, in una sera di aprile, condotti là da un curioso scherzo del fato. Penny, l'algida e imperscrutabile cameriera, li accoglie e serve loro da bere. Ma sarà il pretesto di una violenta tempesta a far avvicinare i sette l'uno all'altro, a sciogliere imbarazzi e timori prima, e a condurli in un viaggio lungo il viale dei ricordi poi. Uno a uno cominceranno a raccontare la loro esistenza, fatta di amori, gioie, dolori, segreti mai confessati e peccati indicibili. Sette vite si snodano nel flusso dirompente della memoria, svelando poco a poco le trame di un sorprendente destino.

                                  
                                                                       


Dino Cassone

Recensione: Un gelato buono da morire, di Dino Cassone

06:30

Titolo: Un gelato buono da morire
Autore: Dino Cassone
Pagine: 154 pagine
Editore: Les Flâneurs Edizioni (26 ottobre 2018)
Collana: Bohemien

Sinossi:
È giallo a Rosicano: don Ciccio Zampana, detto Ficosecco, muore mangiando il suo spumone durante la festa patronale. E siccome Ficosecco era l’usuraio più richiesto e più temuto del paese, al maresciallo Paolo Sapone, suo malgrado, tocca partire alla ricerca del probabile assassino tra una lista infinita di sospettati. Ad aiutarlo è nientemeno che sua moglie Margherita, artista mancata e grande appassionata di polizieschi. Mentre i due si confrontano con un ambiente in apparenza tranquillo ma intrinsecamente torbido e pregno di contraddizioni, il lettore se la ride: per lui il romanzo è un finto giallo, il mistero è svelato fin dal prologo e non gli resta che godersi l’apertura del vaso di Pandora.


Recensione:


Da sempre amo i cosiddetti gialli al contrario, cioè quelli nei quali si sa sin dal principio chi sia l'assassino. L'esempio più conosciuto di questo genere è costituito forse dal Tenente Colombo, una serie televisiva che io ho sempre considerato molto interessante perché permette di avere una visione pulita delle testimonianze e di apprezzarne il racconto vedendo e considerando sempre la loro innocenza. 
In questa storia l'assassino è inconsapevole del proprio atto e questo rende la storia ancora più particolare. Non ci sono infatti ricerche di sotterfugi, nessun colpevole cerca di addossare la colpa su un altro personaggio.

La storia è raccontata in modo ironico e piacevole, l'autore ha uno stile che ben si addice a questo genere, la lettura infatti scorre in modo fluido e non ci si annoia. 

I personaggi sono caricature e vengono tutti raccontati con leggerezza, senza l' intento di rappresentare la realtà.
Il protagonista è il Maresciallo Paolo Sapone, che cercherà di scoprire chi avrebbe voluto uccidere l'usuraio del paese, Don Ciccio Zampana, insieme alla moglie Margherita.
I due scopriranno che in effetti non erano in pochi in città ad aver usufruito dei servizi di don Ciccio e che quindi in molti avrebbero beneficiato nel caso in cui fosse morto.


Consiglio questo libro ironico e veloce da leggere a chi ha amato il Tenente Colombo e a chi ha voglia di passare il tempo con una lettura leggera e piacevole. Forse non tutti apprezzeranno di conoscere sin dall'inizio il nome dell'assassino, ma ammetto che a me invece il libro è piaciuto molto.










c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #312

08:00


Buona domenica lettori!
E benvenuti ad un nuovo appuntamento con le nostre segnalazioni.




La Route du Soleil
di Mariano Argentieri
Les Flâneurs Edizioni | Petit | 45 pagine
ebook €0,99 | cartaceo €5,00
30 novembre 2018 | scheda Les Flâneurs Edizioni



La Route du Soleil è una regata velica francese fra le più famose in tutto il mondo. Gli skipper che vi partecipano effettuano una circumnavigazione completa dell’Antartide e possono contare solo sulle proprie forze. Dietro al successo di ogni sua edizione, però, non c’è solo l’impegno dei regatisti: sono molti coloro i quali lavorano affinché la manifestazione possa essere apprezzata da tutti. In una Parigi dagli inebrianti profumi e dalle vie ricche di arte e storia, Antoine, Vivienne e François lavorano al progetto grafico per La Route du Soleil e ci mostrano come anche dietro ogni singola scelta grafica ci sia un lavoro degno di nota e, soprattutto, frutto di studio e amore per l’arte.



Sorrisi e veleni
di Dino Cassone
Les Flâneurs Edizioni | Petit | 78 pagine
ebook €0,99 | cartaceo €5,00
1 dicembre 2018 | scheda Les Flâneurs Edizioni



Metti un cenone di Capodanno, vecchi amici che si ritrovano e antichi risentimenti mai sopiti. Giorgio ha tutto sotto controllo: l’atmosfera, la musica, la cena. Ma le dinamiche tra ex amici ed ex amanti, quelle no, non sono controllabili. Soprattutto quando le propaggini di un passato spinoso invadono il presente. Sarà possibile rievocare i bei momenti vissuti assieme e cancellare i dissapori? Cementare l’amicizia e sotterrare rancori e gelosie? Questo romanzo breve di Dino Cassone è quasi una pièce teatrale in cui i personaggi entrano ed escono, si affacciano sulla scena e offrono il proprio spettacolo di intrecci emotivi con uno stile schietto e talvolta pungente. Gli ingredienti ci sono tutti, per un cocktail al veleno in una notte di fine secolo.



La leggenda di Vina e il diario di Morthis
di Daniele Iacovetti
Santelli Editore | 271 pagine
ebook € 6,99 | cartaceo €14,90
18 gennaio 2019 | scheda Santelli Editore



La vita del sedicenne Andrea Conte viene all’improvviso travolta dalla tragica notizia della morte del padre, avvenuta in circostanze sospette. L’istinto lo convince a cercare la verità e con grande stupore, scopre che la sua famiglia è originaria di un pianeta chiamato Éadron e che il suo vero nome è Andrew. In questa nuova vita, il ragazzo dovrà affrontare nemici che terrorizzano l’intero pianeta: i temibili e implacabili fantasmi della notte. Insieme ai cavalieri di Éadron, Andrew scoprirà piani segreti, avventure spaventose e incredibili risorse personali, che lo porteranno a capire il suo valore e a impegnarsi per salvare il pianeta che abita.



Rewind
di Sara Goria
Elmi's world | Parole in libertà | 110 pagine
ebook € 3,14 | cartaceo €12,00
29 novembre 2019 | scheda Amazon



Uno sparo in mezzo al bosco, esploso all’improvviso dieci minuti dopo la mezzanotte.
Chi ha sparato a Monica?
E quanto siamo pronti a “spingerci oltre” per difendere la persona che amiamo?
Riavvolgendo il nastro troveremo le risposte a queste due domande mentre in una limpida giornata d’estate un gruppo di harleysti percorre tornanti, salite e rettilinei attraverso i boschi della colorata Valle d’Aosta.


Alla prossima



Annie

Recensione: "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero

07:30


Titolo: Un maledetto lieto fine
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton
Pagine: 349
Prezzo: € 9,90 (cartaceo) € 1,99 (ebook)

TRAMA 
Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un'educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per "prova" sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più... Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni? Basta un corso di "seduzione" per imparare a lasciarsi andare?

LA MIA OPINIONE

È una verità universalmente riconosciuta che io non sappia resistere ai romanzi di Bianca Marconero. Comincio ad essere in ansia per l'uscita almeno un mese prima della data prevista e non sono felice fino a quando non riesco finalmente a leggerli.

Questa volta conosciamo Agnese, la figlia di un senatore che ha appena intrapreso gli studi alla facoltà di Giurisprudenza. Innamorata da sempre di Mattia, futuro medico, sogna finalmente di lasciarsi alle spalle gli anni in cui lui la considerava troppo piccola per una storia.
La prossima festa esclusiva in programma sembra l'occasione perfetta per fare il passo decisivo, ma proprio in quell'occasione Mattia allontana Agnese per tornare con la sua ragazza storica. Il motivo? Agnese è troppo fredda, troppo insicura.
Su tutte le furie per quanto è successo, ma convintissima di porre fine al suo essere impacciata, Agnese chiede aiuto all'ultima persona con cui vorrebbe ammettere di avere un problema: Brando, il figlio della seconda moglie di su padre.
Brando è il suo opposto e nonostante viva sotto il suo stesso tetto, ha abitudini completamente diverse: suona in una band e sogna di vivere di musica, mentre studia per gli ultimi esami alla facoltà di lettere e lavora in un locale.
Da quel momento cominciano delle lezioni di seduzione che dovrebbero avere il solo scopo di istruire Agnese, senza sentimenti di mezzo...ma è davvero possibile non lasciarsi coinvolgere?

Per parlarvi di questo romanzo, è meglio cominciare dalla fine: mi ha lasciato con emozioni ed impressioni parecchio contrastanti. 
Partiamo dai due protagonisti: Brando e Agnese sono come il sole e la luna, vivono proprio in due mondi diversi. Se i loro genitori non si fossero sposati, probabilmente non si sarebbero mai nemmeno incrociati.
Agnese è cresciuta in un mondo dorato, fatto di ricchezza ed etichetta e soprattutto di un'educazione rigida, che lo è diventata ancor di più da quando ha perso la madre. È una ragazza che ha messo i suoi sogni nel cassetto e che vive per rendere orgoglioso il padre ed essere all'altezza delle sue aspettative.
Brando invece ha perso il padre
, ma ha ereditato il suo talento per la musica: sogna di diventare un musicista ma soprattutto vuole rendere felice e tranquilla la madre, che sembra essere la sua unica ragione di vita.
La relazione che li lega è fin dall'inizio parecchio complicata e di certo non migliora quando ci finiscono di mezzo i sentimenti. Il doppio PoV avrebbe dovuto aiutare a capire meglio le scelte dei due personaggi, ma alla fine viene fuori che forse è vero che sono troppo diversi per stare insieme: troppe incomprensioni, bugie, ripicche, parole non dette e tira e molla. Non riescono a stare insieme senza farsi del male, non riescono a comunicare. Insomma, non funzionano. 
Non sono il tipo di lettrice che cerca necessariamente la storia d'amore a lieto fine, ma è innegabile che sia stato frustrante leggere di questa relazione che rotola inevitabilmente verso il baratro come la pallina sul piano inclinato.
Purtroppo non sono riuscita ad empatizzare con i protagonisti né ad apprezzare il passo verso il New Adult che l'autrice ha voluto fare in questo romanzo, inserendo delle scene erotiche esplicite.

Ci sono alcuni motivi per cui questo romanzo, comunque, non è un "no".
Il primo è Pieril migliore amico di Brando, che è sempre e per tutti la voce della ragione, anche per il lettore che si fa mille domande nel corso del racconto.
Poi c'è la musica, che in qualche modo trova il suo spazio e alleggerisce  il personaggio di Brando.
Infine c'è lo stile di Bianca, che le storie le sa sempre raccontare, con il suo stile fluido e coinvolgente, che però in questo caso si scontra con una storia e dei personaggi che non mi hanno convinta.



Amaranth

Recensione: LE CRONACHE DI TESEO di Davide Bottiglieri

07:23



Titolo: Le Cronache di Teseo 
Autore:  Davide Bottiglieri
Editore: Les Flâneurs Edizioni - 22 dicembre 2018
Collana: Petit
Prima edizioneLes Flâneurs Edizioni - 10 ottobre 2015
Pagine: 92
Prezzo: ebook - € 2,99; cartaceo - € 5,00

Trama
Una serie di sei racconti brevi che descrivono il mitologico viaggio di Teseo da Trezene ad Atene e il celeberrimo episodio lo vede confrontarsi con il minotauro, il tutto riproposto in chiave fantasy. Elementi tipici e atipici del genere quali incantesimi, evocazioni, pozioni, creature fantastiche della mitologia greca, ebraica e del folklore italiano non alterano i connotati della struttura del mito greco: gli Dei, i loro capricci e i giochi di potere conservano sempre un ruolo predominante e il Fato continua a essere un’entità cui è inutile sottrarsi. Tuttavia, il protagonista presentato in questa raccolta ha necessità di maturare come uomo e come guerriero per ogni fatica superata ed è questo il suo più grande punto di forza, nonché ciò che gli permette di valicare i limiti del tempo e dello spazio.

***

Le Cronache di Teseo è una raccolta di sei racconti che, come si evince, vedono protagonista l’eroe ateniese e si potrebbero leggere come capitoli di un romanzo. D’altra parte, fatta eccezione per la cesura più o meno netta che caratterizza la conclusione di alcuni brani, ogni episodio sembra richiamare il precedente rendendo necessaria, o per lo meno preferibile, una lettura consequenziale.
Bottiglieri ripercorre le imprese compiute da Teseo lungo la strada che da Trezene lo condurrà ad Atene, dove potrà reclamare i diritti della discendenza reale. Ciascun racconto riprende le fatiche del giovane, dalla lotta con Perifete alle prove di Cercione, riservando alla fine la più nota delle sue battaglie, quella contro il Minotauro del Labirinto cretese.
L’originalità delle Cronache, tuttavia, risiede non tanto nella scelta del mito quanto piuttosto nella commistione con l’elemento magico. L’autore immagina un’antichità in cui la magia non era soltanto un attributo ai prodigi degli dèi, ma un’arte che alcuni uomini imparavano a padroneggiare.
Cresciuto e educato da Chirone, maestro di Achille ed Eracle, per volere della madre Etra, Teseo è uno stregone. Le battaglie descritte da Bottiglieri sono, quindi, un accavallarsi di formule magiche, che qualche volta evocano mitiche armi, e scontri fisici con tanto di spade e scudi.
Spiccano le creature estranee alla mitologia classica: i briganti che Teseo affronta nei miti greci diventano licantropi o giganti di pietra, golem e chimere; i mostri marini diventano niente meno che Leviatani dissolvendo confini invisibili ma solitamente rigidi. A questo proposito confesso che mi sarebbe piaciuto trovare una nota finale che rivelasse e chiarisse i riferimenti.
Naturalmente non manca l’intervento divino: Apollo e Atena, in particolare, intervengono per indirizzare e difendere il loro protetto, lasciando però che sia l’arguzia dell’eroe a interpretare i segni inviatogli dagli dèi. Centro della narrazione sono proprio gli scontri, con il risultato di una costante concitazione che non permette di assimilare le azioni e familiarizzare con le formule magiche agevolmente.
Penso che l’idea alla base dei racconti avrebbe giovato di una struttura narrativa più articolata perché, sebbene l’autore sia riuscito a restituire l’iniziale inesperienza del giovane e la sempre più grande perizia che le imprese gli conferiscono, vengono meno quegli approfondimenti del carattere del protagonista che permetterebbero di creare un’empatia. Per questo ho apprezzato la rielaborazione del mito di Procuste, attraverso cui viene riservato più spazio alla moralità e all’umanità di Teseo.
Anche se è mia convinzione che una maggiore attenzione a questo aspetto avrebbe giovato anche agli altri racconti, questa, come quella di tratteggiare brevemente anche l’ambientazione, può essere considerata una scelta volta a enfatizzare l’azione.
Mi sono dispiaciute alcune sviste, a mio avviso gravi, che rovinano la lettura e non sono stata colpita dallo stile. Ciononostante, credo che Le Cronache di Teseo sia una raccolta interessante che merita attenzione soprattutto per l’originale commistione di generi e tradizioni.



c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #311

07:12



Buona domenica, Lettori! 
Oggi si festeggia il carnevale, ma so che ci sono state sfilate per tutto il mese di febbraio. Voi avete in programma una giornata in maschera o una dolce merenda? In ogni caso state certi che non c'è niente di meglio di un libro per una pausa rilassante e oggi io ho delle proposte di lettura talmente interessanti che spero di parlarvi presto di almeno una. 
Per scoprire di quale si tratta continuate a seguirci; nel frattempo curiosiamo insieme tra le nuove pubblicazioni Acheron Books.



Strike Force Therion di Massimo Spiga

È l'ora dell'Apocalisse e a portarla sono enormi kaiju biblici. Un romanzo scifi, che già solo per questa premessa, vuole essere letto.


Titolo: Strike Force Therion
Autore: Massimo Spiga
Editore: Acheron Books - 8 febbraio 2019
Pagine: 202
Prezzo: ebook - € 4,99; cartaceo - € 13,00

Trama
2048. Le Bestie dell'Apocalisse profetizzate da San Giovanni si sono svegliate. Fame, Morte, Peste, Guerra. Dragoni alti quanto montagne devastano l'Europa. L'unica speranza dell'umanità sono i mercenari della Forza d'Assalto Therion: criminali alla guida di esoscheletri robotizzati che il Vaticano ha assoldato per combattere l'Ultima Crociata. Nelle gole di questa banda di bastardi risuona una sola frase: "Deus Vult". Lasciate che chi è senza peccato tenti di sopravvivere.




Medical Noir di Danilo Arona e Edoardo Rosati

Cinque racconti in cui la scienza incontra l'horror.

TitoloMedical Noir
Autori: Danilo Arona e Edoardo Rosati
Editore: Acheron Books - febbraio 2019
Pagine: 138
Prezzo: ebook - € 2,99; cartaceo - € 10,00

Trama
Un narcisistico reality show della chirurgia spinto oltre qualsiasi limite scientifico e deontologico; stregonerie antiche di secoli sgretolano le certezze dei luminari della medicina; i deleteri effetti dell’alimentazione errata analizzati da un inquietante punto di vista; l’eterno conflitto fra scienza e fede coinvolge, con nefasti risultati, una possessione demoniaca; un tumorale embrioma psicoplasmatico senziente desidera a tutti i costi essere partorito dalla propria ospite e venire al mondo come figlio... Cinque racconti di terrore medicale raccolti in un’antologia per la prima volta dedicata a questo particolare genere, ad opera di Danilo Arona ed Edoardo Rosati, oscuri dottori del terrore, archiatri del perturbante. 

Poison Fairies. La guerra dei Moryan di Luca Tarenzi

Se come me avete letto e amato la serie Poison Fairies, accoglierete con gioia la pubblicazione del volume che raccoglie l'intera trilogia. Pronti a tornare nella discarica? 


Titolo: Poison Fairies. La guerra dei Moryan
Autore: Luca Tarenzi
Editore: Acheron Books - gennaio 2019
Pagine: 550 
Prezzo: ebook - € 4,99; cartaceo - € 15,00

Trama
Per i minuscoli Moryan la vita nella discarica di rifiuti umana è durissima, tra il pericolo mortale dei gabbiani, la difficoltà nel procacciarsi il cibo, e le faide con le altre tribù del Piccolo Popolo. E come se non bastasse, battono tamburi di guerra. Il furto di una batteria per auto da parte di Cruna, Verderame e Disgelo ai danni degli odiati Boggart ha creato il casus belli. Re Albedo affronta la situazione ma ben presto il conflitto si allarga anche alla tribù dei Silfi. Ormai è un tutti contro tutti: si sfaldano alleanze e se ne creano di nuove, vecchi nemici ritornano, si cerca persino l’aiuto dei misteriosi Sotterranei... finché Cruna, Verderame e Disgelo non propongono un ultimo, disperato piano suicida. Mentre sulla discarica avanza, imperscrutabile, la titanica ombra degli Umani...


Demon Hunter Severian. I cancelli della Signora della notte di Luca Tarenzi

Già pubblicato sotto pseudonimo, torna in una nuova veste il thriller storico ambientato a Milano di Luca Tarenzi. Noi lo abbiamo letto quando aveva il titolo di Demon Hunter Severian. I cancelli della Signora della notte e ci era piaciuto molto. Voi lo avete letto?

Titolo: Severianus. I cancelli della Signora della notte 
Autore: Luca Tarenzi
Editore: Acheron Books
Pagine: 326
Prezzo: ebook - € 2,99; cartaceo - € 14,00

Trama
A.D. 394.
Milano, la nuova multietnica capitale dell'Impero Romano, è in grave pericolo.
Cittadini muoiono orribilmente nel sonno. Oscure presenze vagano nelle necropoli. Una statuetta, così oscena da essere intollerabile alla sola vista, rievoca un'antica e maledetta divinità precristiana il cui nome doveva essere dimenticato.
E solo Severiano, il Cacciatore di Demoni, può affrontare la terribile minaccia.
Fra orrende riesumazioni, riti di magia nera, possessioni diaboliche, culti ancestrali che strisciano sotto la cenere del "fuoco purificatore" voluto dall'Imperatore Teodosio per affermare il Cristianesimo - il divieto di qualsiasi culto pagano - l'indagine di Severiano lo condurrà fino a un complotto che può avere conseguenze devastanti per lo stesso Impero, e dietro il quale sembra nascondersi la divinità Ecate, Regina dei Cancelli della Notte, padrona di ogni porta dell'universo...

Con Demon Hunter Severian - La Signora dei Cancelli della Notte, il grande romanzo storico, con una Milano imperiale perfettamente ricostruita, si sposa con l'azione, il mistero, il romance e le suggestioni del fantasy... lasciando il lettore senza un attimo di tregua!

Leggi la nostra recensione di Demon Hunter Severian.