c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #132

08:00

Buongiorno amici lettori!
Come ogni domenica è arrivato il momento della rubrica C'è post@ per noi, con la qualche ogni settimana scopriamo insieme quali nuove segnalazioni sono giunte nella nostra casella mail. Pronti? allora iniziamo!!


Titolo: Petali di luna
Serie: Once upon a steam #2
Autore: R. M. Stuart
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 104
Prezzo: € 0,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 15 novembre 2015
Dove acquistare: Amazon

Trama
In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. Rose e Tristan, cresciuti assieme in una (ir)realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi “la bella addormentata”, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. Sarà la morte più potente della sorte? Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood.

L'autrice
Rosie M. Stuart, dietro alla quale in realtà si cela Rosy Milicia, è un’autrice siciliana con la passione per la grafica e il fitness. Aspirante vegetariana, editor freelance, lettrice instancabile, caporedattore del Dragonfly Literary Blog: trascorre le giornate tra lavoro e sport, senza mai tralasciare la scrittura. Partecipa attivamente agli eventi culturali della città in cui vive, ovvero “Zancle”, così come lei la definisce da sempre ricordando lo splendore della Messina storica. Nel luglio 2014 fonda il Dragonfly con il desiderio di avvicinarsi ai lettori con professionalità e brio, dopo un’esperienza formativa nel mondo delle case editrici. A un anno esatto dalla fondazione del blog, con adesso una redazione di cinque elementi, pubblica in modo autonomo su Amazon la sua prima opera intitolata Quel Silenzio Fra Noi: un romance dalle sfumature emozionali e un pizzico nostalgiche. Impegnata su più fronti, alle prese con una laurea in giornalismo, scrive senza sosta sognando nuove storie e nuovi mondi fatti di zucchero filato.


Titolo: Malombre
Autore: Autori Vari
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 225
Prezzo: €2,99 (ebook); €11,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 17 novembre 2015
Dove acquistare: Amazon

Trama
Noi cam­biamo, e lo stesso fanno le nostre ombre; che però sono sempre lì, fedeli, ineludibili, a volte consolatorie, più spesso debilitanti, quando non devastanti. E se tanto ci piace rac­contarle, o ascoltare le loro voci, non è affatto per esorciz­zarle, per quanto non manchi chi continua a sostenerlo. Per ogni ombra che lascia la nostra fantasia un’altra ne prende immediatamente il posto. Deve farlo, perché a essere davvero intollerabile è il vuoto. (Nicola Lombardi)

- Le Pietre Nere di Danilo Arona
- Pezzi di Andrea Biscaro
- L’Autunno dei Sospiri di Luigi Boccia
- La Sposa Rubata di Cristian Borghetti
- Le Tenebre del Corpo di Pietro Gandolfi
- Musi Gialli di Samuel Giorgi
- Prigionieri di Diego Matteucci
- Tutor di Alessandro Morbidelli
- Matrimonio di Sangue di Daniele Picciuti
- La Baita di Simonetta Santamaria
- Blocco Creativo di Christian Sartirana

Il curatore
Nicola Lombardi. Nato a Ferrara nel 1965, esordisce nel 1989 con la raccolta Ombre - 17 racconti del terrore. Collabora per diversi anni con il mensile di cultura fantastica Mystero. Suoi sono i roman­zi tratti dai film di Dario Argento Profondo Rosso e Suspiria pub­blicati da Newton & Compton. 
Altre sue raccolte di racconti: I racconti della piccola botte­ga degli orrori (Mondo Ignoto, 2002); La fiera della paura (Mondo Ignoto, 2004); Striges (Robin, 2005). Pubblica inoltre i romanzi I Ragni Zingari (XII Edizioni, 2010, e Nero Press, 2014), Madre nera (Crac Edizioni, 2013), La Cisterna (Dunwi­ch, 2015), La notte chiama (con Luigi Boccia - Delos Digi­tal, 2015). 
Ha curato diverse traduzioni per le edizioni Profondo Rosso. 
È membro dell’Horror Writers Association. 
www.nicolalombardi.com.


Titolo: L'ombra della cometa
Autore: Giulia Anna Gallo
Editore: Dunwick Edizioni
Pagine: 175
Prezzo: € 2,99 (ebook); €11,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 7 dicembre 2015
Dove acquistare: Amazon

Trama
Una terribile disgrazia ha colpito il branco mutaforma del quale fanno parte i fratelli Villa, costringendo i giovani lupi a dare la caccia al responsabile delle sciagure che continuano ad abbattersi sulla loro famiglia. Loris è sempre stato un ragazzo esuberante e dalla battuta pronta, ma la grave perdita subita fa vacillare le sue certezze. Mentre i problemi e le preoccupazioni lo tormentano, il destino decide di fargli incontrare la sua arest: compagna per la vita alla quale potrebbe decidere di legarsi indissolubilmente. Tra pericoli e insidie, proprio l’anima gemella di Loris potrebbe essere la chiave per svelare l’identità di un nemico che resta celato nell’ombra. Ma sarà più importante la vendetta o seguire il cuore?

L'autrice
Giulia Anna Gallo nasce a Torino, ma cresce in un tranquillo paesino di provincia immerso nella campagna ai piedi delle Alpi Cozie. Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche, si sta specializzando in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione.
È il tipo di persona che ha sempre un romanzo in borsa e uno sul comodino, la cui camera da letto è un labirinto di pile di libri e che si addormenta e si sveglia immaginando i possibili sviluppi dell’ennesima storia che le frulla per la testa. 


Titolo: Carnacki. Il cacciatore di fantasmi
Serie: #2
Autore: William H. Hodgson
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 92
Prezzo: €0,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 17 novembre 2015
Dove acquistare: Amazon

William Hope Hodgson , scrittore britannico e maestro dell’horror, fu uno degli autori preferiti di H. P. Lovecraft , che si ispirò al suo capolavoro, La Casa sull’Abisso , per ideare il ciclo di Cthulhu . I racconti di Hodgson, qui ritradotti, sono incentrati sulla figura di Carnacki, cacciatore di fantasmi e indagatore del sovrannaturale. In ogni storia il protagonista vi trasporterà nelle atmosfere cupe e terrificanti che hanno segnato la storia della letteratura di genere. Attraverso l’uso di strumentazioni speciali da lui create, quali il celebre Pentacolo Elettrico, Carnacki riuscirà a risolvere i difficili casi di manifestazioni ultraterrene che è chiamato a indagare. 

L’ebook contiene: 
- IL CAVALLO DELL’INVISIBILE 
- IL CERCATORE DELL’ULTIMA CASA 
- LA COSA INVISIBILE 

«Io ho letto e, nella lettura, ho sollevato il sipario dell’Impossibile che acceca la mente e ho guardato dentro l’Ignoto.» (William H. Hodgson )

Alla prossima


Albion - Diario di un'assassina

Recensione: "DIARIO DI UN'ASSASSINA (ALBION #1.5)" di Bianca Marconero

09:00

Buongiorno lettori :-)
Oggi vi lascio la mia opinione sulla novella Diario di un'assassina, appartenente alla serie Albion di Bianca Marconero. Qui su questo blog amiamo questa autrice e non è difficile capire il perché: ha talento e le sue storie sono ben scritte e avvincenti, oltre che ricche di fascino antico. Se non l'avete ancora fatto, quindi, leggete questa serie!!!

***********************

Titolo: Diario di un'assassina (Albion #1.5)
Autore: Bianca Marconero
Editore: Limited Editions Books
Prezzo: € 1.99 (ebook)
Pagine: 100 p.
Genere: Urban Fantasy
Anno di pubblicazione: 2013

Trama
Mi chiamano Samira, ho più o meno tredici anni e sono un'Assassina.
La storia del primo volume di Albion raccontata dal punto di vista di uno dei personaggi più interessanti della saga. 
E' consigliato leggere questo volume dopo avere letto Albion, perché NON è un opera a sè stante, e da per scontati sviluppi e rivelazioni del libro da cui è nato.





***********************

La mia recensione

Sono una vera amante della letteratura cavalleresca e, quando tempo fa mi sono trovata davanti Albion di Bianca Marconero, non ho potuto fare a meno di innamorarmene. Antiche leggende arturiane, duelli e amori immortali rappresentano un punto debole che mi tengo molto volentieri. In occasione dell’uscita del secondo volume della serie, quindi, ho deciso di leggere il racconto che approfondisce il personaggio di Samira, carattere chiave all’interno della trama del primo volume, e il mio giudizio è risultato nuovamente positivo.
Nella novella viene narrata a grandi linee la vita della ragazza in tutta la sua totalità, da orfana fuggiasca a discepola di un’antica congrega a elemento cardine in numerose missioni fino ad arrivare al compito assegnatole per ultimo, l’avventura che la condurrà all’Albion College e ad avvicinarsi ai meravigliosi e realistici personaggi di quella scuola. Samira è una protagonista forte, indomita, indurita superficialmente dalle difficoltà della vita, dalla sua infanzia dolorosa, ma che conserva comunque un gran cuore e che possiede tante buone qualità, come la lealtà verso il mentore, il senso del dovere e una marcata intelligenza. Bianca Marconero ci conduce abilmente da uno scenario all’altro descrivendo con pennellate precise e brevi ogni dettaglio della sua esistenza, per poi soffermarsi sul compito più importante, quello di riunire gli eredi delle leggende arturiane.
Il racconto è veramente ben scritto, presenta uno stile fluido e vivido e non tralascia particolari delle ambientazioni in cui si viene catapultati. Affascinante la prima parte, dove si esplorano luoghi di grande impatto visivo, molto suggestivi, più coinvolgente la seconda, dove entrano in gioco emozioni con cui Samira non ha mai fatto i conti prima. L’autrice è stata particolarmente brava a mostrare la crescita di questo personaggio, il suo impercettibile e imprevisto mutamento nei confronti di sé stessa e delle altre persone, i suoi dubbi sulla parte da lei impersonata e la sua lotta interiore che vede scontrarsi il dovere verso i suoi superiori e il valore dell’amicizia appena nato. 
È stato divertente assistere agli eventi raccontati in Albion da una prospettiva diversa e avrei voluto più pagine per saperne di più dei retroscena che coinvolgono la ragazza. Vedere i personaggi del primo libro attraverso gli occhi maturi e professionali di Samira mi ha aiutato a capire maggiormente alcuni aspetti delle loro personalità che restano appena celati nella storia principale. Inoltre, è stato interessante seguire insieme a lei l’evoluzione del suo rapporto con Erek e comprendere il suo stato d’animo in occasione di ogni tipo di avvicinamento e interesse da parte del ragazzo.
Diario di un’assassina è una chicca da non perdere se si segue questa serie e si vuole conoscere ogni aspetto di questo bellissimo quadro cavalleresco e aggiunge un tocco di azione, mistero e suspense a una narrazione che rapisce. Samira è un personaggio complesso e insolito, soprattutto in una saga young adult, e sono certa che saprà destare l’attenzione di ogni lettore!




Cecilia Randall

Recensione: "HYPERVERSUM: NEXT" di Cecilia Randall

08:45

Buongiorno lettori,
oggi voglio parlarvi della mia ultima lettura,  Hyperversum: Next, seguito/spin-off della trilogia omonima di Cecilia Randall.

Titolo: Hyperversum: Next
Autore: Cecilia Randall
Editore: Giunti

Pagine: 480
Data di uscita: 13 Gennaio 2016
Prezzo: € 16 (cartaceo) € 9,99 (ebook)

TRAMA
Phoenix, Arizona, futuro prossimo. Alexandra, furiosa perché l’ennesimo brutto voto in fisica la costringe sui libri, rinunciando al primo agognato appuntamento con Brad, si aggira come un animale in gabbia nella biblioteca del padre Daniel, fino a che un antico volume miniato non attrae la sua attenzione. Non l’ha mai visto, come fosse un segreto attentamente custodito. All’interno, un enigmatico biglietto e una pass­word. Alex accende il computer del padre e scopre un’antiquata versione di un video­gioco di culto: Hyperversum, celebre per la veridicità con cui sa ricreare l’ambientazione medievale. 
La tentazione è forte. Alex avvia il gioco e si crea un avatar. Clois, Francia nord-occidentale, XIII secolo: Alex si aggira nel cuore di un animato villaggio, ammirando stupita la ricostruzione in dettaglio di botteghe, vicoli e personaggi, ma presto il gioco si trasforma in un incubo. Il medioevo 3D ricreato da Hyperversum si fa vero e tangibile e Alex non sa come tornare nel proprio tempo. Presto scoprirà di essere in pericolo di vita, giovane donna che deve imparare a muoversi in mezzo a intrighi e scontri all’arma bianca, ma anche a gestire il proprio rapporto con Marc, figlio inquieto e affascinante del Falco del Re.

LA MIA OPINIONE
Avendo apprezzato moltissimo la duologia Millennio di Fuoco ed i primi due romanzi della serie Hyperversum (in questo momento sono a metà del terzo volume), aspettavo con trepidazione questa nuova uscita. 
Rassicurata dal fatto che fosse una storia indipendente rispetto a quella raccontata nella trilogia, mi sono tuffata a capofitto nella lettura non appena ne ho avuto l'occasione e ho finito per divorare le prime 300 pagine del romanzo senza nemmeno accorgermene, ed ecco che in meno di due giorni l'ho finito.

Alexandra "Alex" Freeland è una sedicenne che ha davvero un bruttissimo rapporto con le materie scientifiche, ed in particolare con la Fisica. Certo, in una famiglia dove il padre, Daniel, è un membro affermato del Laboratorio Nazionale di Fisica, la madre Jodie è un medico ed il fratello minore, Gabe, è già un piccolo genio dei numeri a soli undici anni, Alex è decisamente la pecora nera.
Dopo l'ennesima insufficienza, Alex è costretta a studiare a casa per un intero weekend e a rinunciare ad una festa alla quale voleva andare ad ogni costo, soprattutto per incontrare Brad...
Mentre è costretta a casa da sola, Alex non perde l'occasione di fare un giro nello studio del padre, di nel quale di solito non ha facile accesso. È così che in fondo alla stanza scopre un computer "preistorico",  sul quale è installato un solo programma, Hyperversum Next, un gioco di cui Alex sa che il padre è appassionato. In pochi minuti Alex Alex ha già indossato visore e guanti e creato un suo avatar ed è piombata a Clois nel 1233. Basta poco perché Alex si innamori dell'accurata ricostruzione 3D del gioco e proprio quando quella che sembra una tranquilla giornata in un villaggio sembra trasformarsi in un'avventura interessante, la ragazza assiste ad un omicidio. Un attimo dopo smette di sentire il visore ed i guanti ed è davvero piombata nel Medioevo. Il gioco si trasforma in un incubo e in men che non si dica Alex deve destreggiarsi in un luogo e in un'epoca che non conosce, inseguita da loschi figuri che la considerano una testimone scomoda. È proprio durante la sua fuga che incontra Marc, il figlio del Falco del Re, che dal canto suo è alle prese con l'ennesima punizione per essere stato il solito scapestrato.

Attraverso il doppio PoV in terza persona di Marc e di Alex, Cecilia Randall ci racconta una nuova avventura medievale, cimentandosi nel genere YA.
Fino ad ora i suoi protagonisti sono sempre stati più adulti, mentre questa volta la scelta è ricaduta su due adolescenti. 
Ancora una volta grazie al portale di Hyperversum, seguiamo un'avventura che sin da subito si rivela molto interessante. La vita di adolescente di Alex sembra molto ordinaria e tutto potremmo dire di lei, tranne che è pronta ad affrontare il medioevo. Catapultata contro la sua volontà nel villaggio di Clois dopo aver assistito ad un omicidio, Alex si ritrova in un mondo che non conosce affatto, vestita come un garzone, a dover scappare dagli assassini. La sua storia proprio a questo punto si intreccia con quella di Marc de Ponthieu, primogenito del Falco del Re in fuga dal convento nel quale era stato mandato per scontare l'ennesima penitenza dovuta alla sua ultima bravata.
Marc non ha idea che Alex abbia viaggiato nel tempo e nello spazio, né che in realtà sia una ragazza, ma decide di aiutarla. 
Le vite e le vicende dei due ragazzi si intrecciano diventando un'unica storia, in cui non manca l'aspetto romance, ma che non eclissa mai il filone principale del romanzo, che resta sempre quello dell'avventura medievale.

Ancora una volta Cecilia Randall è riuscita a farmi amare la storia medievale (che in questo caso contiene anche una buona dose di fantastoria) più di quanto io avessi mai fatto studiandola sui banchi di scuola. L'ambientazione, accompagnata da un'accurata descrizione dei luoghi, risulta accurata come sempre. 
L'equilibrio tra i vari elementi della storia (avventura, fantasy, romance, storia) non si rompe mai, sono tutti dosati con sapienza e rendono questa storia ancora più interessante. 
Ho sicuramente apprezzato i due protagonisti, che pur essendo due adolescenti che vivono in epoche diverse, si ritrovano ad affrontare problematiche simili, soprattutto nel rapporto con i genitori. Inoltre ho molto apprezzato il fatto che il "passaggio di testimone" non sia avvenuto soltanto per Alex e Marc, ma siano stati coinvolti anche altri personaggi della nuova generazione, come Michel, il fratello minore di Marc, Laurent de Bar e Nicolas de Sancerre, figli rispettivamente di Henri ed Etiénne, che pur essendo tutti dei personaggi secondari, hanno un ruolo rilevante nella storia.
È ovvio poi che mi ha fatto piacere ritrovare Daniel e Ian nel ruolo di genitori. Anche loro, pur vivendo a più di otto secoli di distanza, si ritrovano ad affrontare difficoltà simili con i loro figli adolescenti, divisi tra accettare il fatto che stanno diventando degli adulti e la loro naturale inclinazione a proteggerli. 

Tirando le somme, l'autrice ci ha regalato un'altra avventura, che sono sicura piacerà sia ai nuovi lettori che ai vecchi fan della saga. Dal confronto con il genere YA fantasy Cecilia Randall esce sicuramente vincitrice, avendo costruito una storia coinvolgente, scorrevole, che si legge in un batter d'occhio e soprattutto una storia che anche i lettori più adulti possono apprezzare.
Certo, se anche voi come me siete un po' disincantati, poco romantici in generale, forse non storcerete un po' il naso davanti alla storia d'amore che si sviluppa in un arco di tempo davvero breve, ma posso garantire che alla fine anche da questo punto di vista la storia si lascia apprezzare.
Nel complesso Hyperversum: Next è una lettura molto buona, consigliata agli amanti dei fantasy storici in generale, ma soprattutto a chi ha già avuto la possibilità di leggere ed apprezzare questa saga.




Amaranth

Recensione: "IL SEGRETO DELLA CRISALIDE" di Denise Aronica

10:16

Titolo: Il segreto della crisalide
Autore: Denise Aronica
Editore: autopubblicato
Prima edizione: 9 novembre 2015
Pagine: 330
Prezzo: € 0,99

Trama
Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto. Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo. Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Margherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali. Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi.



***
Da quando i suoi genitori sono morti, Olivia si è chiusa in se stessa, sfuggendo alla vita e alla realtà. Ha eliminato gli account sui social, gettato il telefono ed eliminato la scheda sim per sempre. Diventare irraggiungibile ai vecchi amici, complice il trasferimento a Milano, nella casa dei nonni, non è stato abbastanza. E se da una parte il suo dolore riesce ad allontanare molti, Liv ha preso precauzioni costruendo una barriera impenetrabile (o quasi) tra lei e gli altri.
Le mura della sua fortezza sono fatte di libri, così tanti libri che l'unica persona che è riuscita a instaurare un rapporto con lei, senza tuttavia riuscire a far breccia, è Bianca, la bibliotecaria della scuola. Nei libri Liv trova rifugio e conforto: mentre legge, il suo dolore si assopisce e per lei è più facile ignorarlo.
Nel suo eremo sicuro non c'è posto per i nonni, che mentre cercano di assecondarla lasciandole spazio, non possono nascondere del tutto la loro preoccupazione, né per Max, il fratellino che nel cuore della notte si rifugia nel letto di Liv, trovando tra le sue braccia protezione dagli incubi. Durante il giorno, però, pur mostrandosi attenta nei suoi riguardi e pronta a confortarlo, Liv non ha tempo di giocare con lui.

Leggere è l'unica cosa che mi aiuta davvero a liberare la mente e che mi permette di estraniarmi del tutto. È il solo modo in cui riesco a sopportare tutto quanto e, diciamolo, potevo sceglierne di peggiori.

Alla fine dell'anno scolastico, che Olivia ha superato senza infamia e senza lode, nonna Margherita ha un annuncio da fare ai nipoti: trascorreranno un paio di settimane a Firenze, ospiti di Veronica, la migliore amica della madre.
Una volta lì, al termine del breve soggiorno estivo, Olivia scopre che è stata inserita in un progetto speciale, creato proprio da Veronica: frequenterà un campo estivo per adolescenti con dipendenze comportamentali.
La patologia non è molto conosciuta, io stessa non ne avevo mai sentito parlare, eppure l'Aronica è riuscita a spiegarla senza complicare e appesantire la narrazione, rendendone evidenti la portata e la diffusione.
Non avevo mai pensato che leggere molto potesse essere un problema e ho da subito provato una certa simpatia per Liv. Se da una parte mi rendevo conto che aveva messo in pausa la vita, perdendo i contatti con la realtà e soprattutto evitando di affrontare la perdita, dall'altra mi rivedevo nel suo amore per la lettura. Io stessa, in momenti difficili, ma sicuramente non tanto gravi, ho trovato nei libri sollievo e, pertanto, riuscivo a comprenderla.
Un libro non chiede, non pretende ed è sempre lì, come un amico sincero su cui si può sempre fare affidamento, e intanto racconta un mondo diverso e porta il lettore lontano.
Ancora ho provato una volontà di ribellione, quando al centro le vengono sottratti i libri e l'ereader: ancora non capivo, ancora mi sembrava ingiusto.
Erano più lampanti, ai miei occhi, i disturbi degli altri ragazzi: Matteo con la passione per i fumetti, i videogiochi e i giochi da tavolo, Gaia che ama stare da sola, Riccardo e Lorenzo che passano da una ragazza all'altra come se fossero terre da conquistare, Andrea, sorridente, bellissima e indifferente, che soffre di mania da shopping compulsivo, Giulia che ha deciso di farsi chiamare Taylor come la sua cantante preferita e, infine, Daniel.
Non è un caso che abbia lasciato Daniel alla fine, mettendolo in qualche modo in disparte, per due ragioni: la prima è che anche per lui ho fatto fatica a riconoscerne il disturbo. Daniel è il figlio di Veronica e, un po' come Matteo, ama i giochi e i videogiochi, ma non mi sembrava preoccupante.
Il secondo motivo è l'importanza che Daniel avrà per Olivia. Avendo trascorso due settimane assieme prima di andare al centro, benché non si siano scambiati molte parole, durante il percorso terapico si avvicinano. Daniel si dimostra subito un sostegno per Olivia e così nasce tra loro una certa complicità.
Il romanzo trova in Liv una voce narrante che mi è sembrata subito giusta: diretta nell'esprimere le proprie opinioni, osservatrice attenta e matura. La narrazione si concentra quindi sulla protagonista e i suoi sentimenti, ma si sofferma su alcuni dei personaggi secondari caratterizzandone gli aspetti emotivi attraverso le reazioni e i comportamenti. Particolarmente complessa e, tuttavia, ben resa è Andrea, una ragazza che si nasconde dietro maschere che le consentono di adattarsi prontamente alle diverse situazioni.
Ho apprezzato la linearità della narrazione che, sostenuta da una prosa semplice e concreta, riesce a far emergere con delicatezza temi importanti che dall'elaborazione del dolore spaziano alla costruzione di un'identità propria e stabile.
Come è facile intuire, sebbene solo alla fine del libro sia possibile coglierne tutte le implicazioni, il titolo non è stato scelto solo per l'evocativa poeticità delle parole: la crisalide protegge una creatura fragile e meravigliosa, la farfalla, permettendole di sopravvivere, ma impedendole il volo.
Mi ha spiazzato il finale, giunto quasi improvviso al termine di una lettura emozionante e coinvolgente. E, in effetti, è stato necessario che ci riflettessi: se da una parte mi è sembrato troppo fulmineo, troppo semplice, dall'altra non avrei potuto immaginare una conclusione diversa, trovandola, infine, in sintonia con i toni e lo sviluppo del romanzo e perfetta pacificazione di un precipitare di eventi ed emozioni.
Ho davvero molto apprezzato l'abilità con cui l'autrice ha inserito le citazioni e i titoli dei libri che, sebbene siano numerosi, non ho trovato eccessivi e anzi, forse proprio perché ho un debole per questo genere di riferimenti, credo che arricchiscano il romanzo.
Il segreto della crisalide è una storia delicata e tenera, ma anche consapevole, di cui consiglio la lettura nella certezza che saprà lasciare qualcosa a tutti.






Alessandra Paoloni

C'è post@ per noi...#131

09:00

Buongiorno lettori e buona Domenica!
Oggi, come ogni settimana, è arrivato il momento delle segnalazioni. Siete pronti a scoprire i titoli di questa settimana?









Ti regalo l'amore di Alessandra Paoloni

Titolo: Ti regalo l'amore
Autore: Alessandra Paoloni
Editore: Newton Compton
Pagine: 275
Prezzo: € 2,99 (ebook) - prossimamente anche in cartaceo

TRAMA
Single da poco, disoccupata, Clelia trascorre le sue giornate tra serie TV in streaming e lunghe sedute di relax sul divano. Ma la sua vita monotona cambierà quando, per il suo trentesimo compleanno, riceve in regalo un viaggio organizzato dalla Doppio di Cuori, un'agenzia italiana di meetings & holidays. Ad accompagnarla nel suo viaggio ci sarà Dante, un ragazzo bello, gentile e anche misterioso. Il feeling tra i due è destinato a tramutarsi in qualcosa di più profondo. Infatti, nell'assolata campagna umbra e all'ombra dei monumenti della città di Perugia, nascerà una storia sensuale e tenera al tempo stesso. Clelia crede finalmente di vivere la sua favola ma la realtà, sempre in agguato, busserà ben presto alla sua porta...

L'altra metà della divisa di Carlotta Fornara

Titolo: L'altra metà della divisa
Autore: Carlotta Fornara
Editore: Lettere Animate
Pagine: 141
Prezzo: € 1,99 (ebook) 

TRAMA
Il cattivo contro il buono, l’ossessione contro la sicurezza, l’amore contro l’odio…

Cesare Viale, un giovane dal passato difficile e dalla personalità fragile, commette un furto che dovrebbe garantirgli un futuro finalmente certo e la riconciliazione con una vita normale. Il suo viaggio però dura poco: prima si ritrova in carcere e poi viene ucciso durante un trasferimento. Si prendono cura del caso i Carabinieri del posto e la giovane e spericolata Sonia Rosti. Le loro indagini si intrecciano con gli agenti genovesi e la psicologa imperiese Silvia Fontana. In breve si scoprono imbrogli e truffe di uomini potenti, abusi e sfruttamenti di minori da parte di insospettabili. Personaggi e caratteri all’apparenza rispettabili, le cui immagini rimarranno macchiate per sempre dai crimini compiuti. Il tutto si intreccia in una sottile e trasparente storia d’amore tra Sonia e Max che prelude ad un finale lieto e portatore di serenità ritrovata.


Leggende della Tavola Rotonda (a cura di) Serena Fiandro

Titolo: Legende della Tavola Rotonda
Autore: Serena Fiandro (a cura di)
Editore: I Doni delle Muse
Pagine: 234
Prezzo: € 10,20 (cartaceo)

TRAMA
Sorte in un passato in cui storia e mito si fondono insieme in un gioco di specchi reciproco, le leggende dei cavalieri della Tavola Rotonda continuano a esercitare il loro fascino nel corso dei secoli. Perché ogni lettore sa che Artù non è morto. Il suo corpo giace nella mistica isola di Avalon, in una condizione sospesa tra la vita e la morte, fino al giorno in cui la Britannia non avrà ancora bisogno del suo re. Solo allora Artù potrà fare ritorno. Una raccolta che nasce dalle voci più interessanti del panorama letterario italiano.
 


Specchio, specchio delle mie brame di Elisa Manzini


Titolo: Specchio, specchio delle mie brame
Autore: Elisa Manzini
Editore: Harlequin Mondadori - eLit
Pagine: 74
Prezzo: € 2,99 (ebook)

TRAMA
Ero una dannata stronza! Poi, una mattina, mentre portavo a spasso il mio beagle, un'auto pirata mi ha travolta e ora non ricordo niente del mio passato. Ciò che so me lo ha raccontato Amanda, che dovrebbe essere la migliore amica... anche se non la sopporto, con quel viso che sembra finto per colpa del botox. A quanto pare ero una mangiatrice di uomini nel privato, una schiacciasassi sul lavoro e in famiglia un'ingrata senza cuore che non ha neppure trovato il tempo di partecipare al funerale della madre. Per forza quando mi guardo allo specchio non riconosco me stessa! Mentre osservo i fotogrammi in bianco e nero della mia vita passata, tre parole mi rimbalzano nel cervello: uomini, lavoro, famiglia. Comincio a ripeterli come un mantra, e all'improvviso vedo la soluzione come se fosse scritta su una pagina colorata.





Eliza

Recensione: NESSUN'ALTRA STRADA di Viola Lodato

08:30

Buongiorno amici lettori,
il mio 2016 inizia anche tra le pagine di Italians Do It Better - Books Edition! Oggi vi propongo la recensione di un distopico, Nessun'altra strada di Viola Lodato.

Titolo: Nessun'altra strada
Autore: Viola Lodato
Editore: Triskell Edizioni
Pagine: 196
Prezzo: €4,99 (ebook); €9,36 (cartaceo)
Trama
Victoria è una ragazza di ventitré anni che vive in una società angloamericana dai tratti quasi post-apocalittici e orwelliani. Il suo passato è costellato di eventi negativi che l’hanno segnata e che le hanno portato via ogni cosa. Dopo aver perso tutto, finalmente riesce a trovare qualcuno disposto ad aiutarla, un lavoro, l'amore. 
Da un giorno all'altro, però, si trova nuovamente da sola e decide di rischiare la vita pur di salvare Clay, l'uomo che ama. Victoria mette in atto il suo piano e cerca di fuggire oltre la Manica, verso la libertà, ma il viaggio non sarà facile come crede. Arrivata finalmente in Francia, ciò che trova la sconvolge: riaffiorano volti del passato, personaggi nuovi estremamente significativi e l'odio di Clay. 
A un passo dal riappropriarsi della sua vita, Victoria si troverà costretta ad affrontare i fantasmi di un passato che credeva ormai sepolto, per salvare se stessa e chi ama. 
 
La mia recensione
Lo so cosa state pensando: l'ennesimo distopico. Eh no! All'inizio lo pensavo anche io, soprattutto per alcuni punti che sembravo preludere ad un altro Hunger Games; invece questo romanzo mi ha molto stupito. La storia è avvincente e ben studiata. L'ambientazione è quella propria del genere: dopo una disastrosa Terza Guerra Mondiale l'asse angloamericano controlla in maniera tirannica il Regno Unito e lo tiene nettamente diviso dal resto del mondo. In quella che una volta era una terra di progresso e democrazia ora il popolo è oppresso dal regime e da un misterioso morbo che ha un decorso tanto devastante quanto breve. In molti, per poter ottenere soldi per salvare amici e parenti da questa piaga, decidono di partecipare al Programma, uno show televisivo in cui chi resta in vita vince. Come vi dicevo se una vaga aria della trilogia di Hunger Games c'è (molto vaga), ho subito notato con piacere che in realtà la storia ha tutta un'altra piega. In primo luogo noi in realtà, insieme alla protagonista Vicky, non entriamo mai nel Programma, ma lo vediamo solo da fuori, lo giudichiamo nel bene e nel male e ne scopriamo le regole solo dalla sua visuale. Portare la protagonista a scontrarsi in questo gioco di morte sarebbe stato veramente banale e già visto, in questo modo invece l'autrice ci ha dato qualcosa di diverso e un nuovo modo di vedere anche il genere in se. Inoltre mi ha molto colpito il fatto che la partecipazione al gioco non fosse obbligatoria ma su base volontaria, certo forzati dalla situazione, ma i partecipanti decido comunque di partecipare. Se ci si pensa bene è un modo ancora più subdolo di costrizione da parte di questo regime, controllano a tal punto la vita della gente che non forniscono loro una cura (che poi scopriamo esserci) a prezzi affrontabili e in questo modo li spingono a giocarsi il tutto per tutto. Cosa ottiene il governo da ciò? Il controllo più totale.
La storia, soprattutto nella parte finale, ha diversi colpi di scena che mi hanno molto sorpresa. Insomma, per farla breve, la storia mi è piaciuta e sono sicura che può essere una piccola chicca tutta nostrana per gli amanti del genere.
Tutto bello? Ni. Qualche pecca l'ho trovata. Per tutta una buona metà del romanzo non si capisce molto il quadro generale del mondo in cui Vicky e Clay si trovano, non capivo ad esempio il collegamento tra questo programma televisivo e la situazione politica o cosa fosse successo nel Regno Unito per arrivare ad una tale situazione di disperazione. Questo forse è dovuto al fatto che fin dalle prime pagine ci si trova subito catapultati nella storia ma si hanno poche spiegazioni. Da un lato questa soluzione permette di avere comunque un testo snello e un racconto fluido e privo di pesantezza, dall'altro il lettore deve fare quel passo in più e cercare di mettere insieme i pezzi del puzzle. Niente di impossibile sia chiaro!
Altra pecca per me sono stati i due protagonisti, Vicky e Clay, coi quali ahimè non sono riuscita ad entrare in empatia. Non mi sono sentita ne felice ne disperata per loro e per la loro sorte. In particolare Clay mi è rimasto un po' piatto, senza un vero carattere. Capisco la situazione e la preoccupazione per il  fratello, lo shock che ad un certo punto subisce e tutto il resto, ma dopo una fase iniziale di gentil salvatore o sta zitto e fa il muso o cerca qualcuno da incolpare per tutto. Avrei voluto qualcosa di più da lui, soprattutto nella parte centrale del romanzo.
Lo stile dell'autrice invece è assolutamente perfetto. Frizzante nei momenti giusti, più serio e composto in altri, risulta nel complesso fluido e accattivante. E' un romanzo che si fa leggere, anzi che sa trascinarti nella lettura.

Voto



Autori Vari

Recensione: " True Halloween", Autori Vari

08:45


Titolo: True Halloween (Autori Vari)
Editore: Nero Press Edizioni
Genere: Horror
Formato: Ebook
Prezzo: 1,49



Sinossi:


Da sempre Halloween è considerata una festa importata dall'America. Ma non è così, essa deriva, infatti, da Samhain, festività pagana di origine europea. Ma quante cose non sappiamo di Halloween oppure crediamo di conoscere? In questa raccolta horror, dieci autori affrontano questo tema svelandoci peculiarità della "notte delle streghe" che non mancheranno di stupire, chi scavando nella storia e in antichi folklori, chi scomodando tecnologia e psicanalisi, e chi, più semplicemente, varcando il limite tra realtà e fantasia.


Recensione:
Inizierò questa mia recensione, rilevando che mi ritengo una lettrice prima di tutto, non ho alcun genere definito, quindi non rifiuto il genere horror. Bene, questa antologia di racconti, edita dalla Nero Press Edizioni, è un corollario di brevi novelle dell’orrore che non deludono. 

Ogni autore, secondo me, ha realizzato un prodotto unico e originale. La mia novella preferita in assoluto, tra tutte quelle raccolte in questo libricino, è con certezza “ La dama in nero “ (già dal titolo, è possibile percepirne il fascino stile Tim Burton).

“ Il cuore le iniziò a battere tanto forte da tradire tutta la messinscena. Ul le baciò la mano del pugnale che finì con l’alleggerire la tensione. Poi la tirò verso di sé, e l’abbracciò ….
Adesso sei in mio potere … Cosa ne dovrei fare di te?”

Questo racconto in particolare è, a mio giudizio, una storia emozionante e magica ma non sono da meno gli altri racconti. Per puri intenditori del genere, insomma.

“ Sarebbe stato solo uno dei numerosi misteri da tramandare, insieme a tutti quelli che la Dea gli donava, ogni anno. Avrebbe avuto molti nomi da allora. Lui, il primo degli stregoni, l’avrebbe chiamata magia.”

“ True Halloween” dunque è una piccola chicca di racconti che vi riporteranno magicamente nelle atmosfere tipiche della notte delle streghe.

Ogni racconto è ben scritto, coinvolgente e mai banale.

Senza anticipare altro (per non togliere la sorpresa), mi sento di segnalarvi anche il racconto “ La notte magica” di Maurizio Mos, che affronta il tema di Halloween in tutte le sue sfaccettature, tornando alle antiche tradizioni ivi contenute. Imperdibile!

Consigliato a tutti coloro che amano il lato oscuro della vita.











la Stella dell'Eire

Recensione: La stella dell'Eire di Valentina Marcone

09:00


Titolo: La Stella dell'Eire
Autore: Valentina Marcone
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Formato: ebook
Pagine: 270
Prezzo: €3,97
Genere: Urban fantasy/Paranormal Romance












Trama:
Niente ti prepara al dolore. Quello reale, quello profondo, quello che ti spezza il fiato. Puoi passare tutta la vita a cercare di comprenderlo, ma niente ti preparerà mai alla sensazione terribile di perdita, vuoto e disperazione che provai io quel giorno. Diventi irragionevole, pazzo, saresti disposto a tutto pur di fermare quella sofferenza, uccideresti per spegnere il fuoco che ti brucia la carne. Credevo di morire, invece la Furia mi ha salvata.
Io sono una Furia, e ora ricomincio da capo. Giorno uno.”

Recensione:
La narrazione riprende da dove l'avevamo lasciata nel primo capitolo della saga. Deva, sconvolta, subisce una completa trasformazione in furia e scappa, devastata dal dolore, lontano dai Sincore e da tutto ciò che le ricorda Gabriel. Nella prima parte del romanzo, dalle tinte cupe e malinconiche, osserveremo una Deva molto cambiata da come ce la ricordavamo nel primo romanzo: è una giovane donna che dovrà lottare per sopravvivere sia contro le avversità, che contro la sua seconda natura, che nel lungo periodo in cui vivrà ai margini della società, imparerà a conoscere e a controllare. Imparerà a sopportare il dolore e a saper dominare la rabbia cieca che si impossessa di lei e che la fa trasformare in furia. Ho molto apprezzato questa nuova Deva, combattiva e vendicativa, ma nello stesso tempo sofferente e ancora piena d'amore verso colui che fin dalla nascita la tiene legata a se: il suo consorte Gabriel. La narrazione continua cambiando i toni e dalle tinte cupe della vita da vagabonda di Deva, si passa ai colori più tenui dei preparativi del matrimonio di Clara con Raffaele e del debutto di Deva. Dopo aver imparato a dominarsi e a conoscere nuovi poteri che non sapeva di possedere, Deva imparerà anche ad amare, e non mancheranno dolci momenti passionali e romantici nella narrazione. Ancora una volta l'autrice ha saputo costruire una trama avvincente e piacevole da leggere. Nella speranza di leggere presto il terzo capitolo, vi invito ad immergervi nuovamente nel misterioso ed affascinante mondo dei Sincore...



c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #130

08:52

Buongiorno lettori! Rieccoci con le nostre segnalazioni domenicali, tutte rigorosamente made in Italy ovviamente.









Titolo: Quando eri qui con me
Editore: Lettere animate
Anno di pubblicazione: 2015
Genere:  Romanzo rosa
Pagine:  209
Prezzo ebook: 2,49€



Trama: Una ragazza come tante. Venticinque anni, una vita divisa fra lo studio, pochi amici, un lavoretto, i frammenti della sua famiglia, ancora tanti sogni da inventare. Lui. Un uomo come tanti. Quarant'anni da poco compiuti, da sempre dedito alla famiglia, a un lavoro mai sognato, diviso fra una moglie bella da fare invidia, due figli che ingarbugliano gli equilibri domestici e l'amico di una vita. Le circostanze che ogni giorno irrompono nella vita contorcono spesso i percorsi di ciascuno, portandoli a incrociarsi, a separarsi per poi nuovamente intersecarsi. Basta l'incrocio di uno sguardo in un luogo tetro della periferia, perché le vie di due perfetti sconosciuti si incrocino, coincidano, per camminare insieme nonostante un mosaico di tasselli avversi a fare da contorno a una storia d'amore che sembra vinta in partenza. Una storia che sa di tutto tranne che di avventura, di solo sesso, di pura attrazione fisica.

Biografia: Rocco Roberto è nato a Noci (BA), classe 1988. E' laureato in Lingue e Letterature Straniere ed è docente di Lingua Inglese. Scrive versi, racconti e romanzi. Quando eri qui con me è il suo romanzo d'esordio.


Titolo: Illustri Vampiri
Autore: Matteo Bertone
Pagine: 70
Editore: Nero Press Edizioni
Prezzo: 10,50€

Sinossi: Matteo Bertone, già autore del romanzo vampiresco Diurno Imperfetto, si cimenta stavolta in un bel prodotto per ragazzi (anche se, a nostro giudizio, è per tutte le età), non solo attraverso i testi ma anche con personalissime illustrazioni nate dal suo stesso pugno.
Ma quindi, direte voi, chi sono gli Illustri Vampiri? Troverete un po’ di tutto, da Dracula a Lord Ruthven, dal vampiro di Highgate a Nosferatu, dal Maestro di The Strain a Santanico Pandemonium… insomma, non fateceli elencare tutti. Un pizzico di sorpresa non guasterà. Ah, e non dimentichiamo la presenza di alcuni dei più famosi Ammazzavampiri. Beh, la copertina che vedete già qualcosa vi svela…




Titolo: L'Eroe delle Terre Morenti
Autore: Alberto Buchi
Editore: Nero Press Edizioni
Prezzo e-book: 1,99€

Sinossi: Hansio è l’ultimo Eroe delle Terre Morenti. Il suo è un mondo destinato a morire, dove il sole si sta spegnendo e la Frontiera rappresenta il limite tra la vita e la morte. Al di là, nelle Terre Infestate, prolificano creature bramose di carne umana che avanzano inesorabilmente verso i villaggi rimasti abitati. La Frontiera arretra anno dopo anno. Hansio un tempo apparteneva alla Resistenza, credeva negli dei e nella parola dei Sommi Hastur, i sacerdoti-maghi che parlano con gli e professano la sacralità della vita, l’esistenza dell’anima e aspirano al Grande Esodo verso un nuovo mondo. Quando, però, la guerra gli strappa sua moglie, la mente di Hansio vacilla ed egli rinnega tutto ciò in cui credeva, prendendo a vagare sulla Frontiera in cerca di vendetta. Ma gli Hastur hanno un’ultima missione per lui: salvare una bambina prigioniera in un villaggio molte leghe oltre la Frontiera. Una bambina molto importante per la realizzazione dell’Arca e per il Grande Esodo. Una bambina che, scoprirà Hansio, è molto più di quello che sembra.



Titolo: Clowns vs zombies
Autori: Luigi Bonaro e Daniele Picciuti
Editore: Nero Press Edizioni
Prezzo e-book: 1,99€

Sinossi: Apocalisse zombie in atto. Lo Zingaro è un ex–clown degradato a factotum di un circo, è un solitario, un ubriacone che si porta dietro ricordi e rimpianti da reduce cinico e testardo. Quando la città viene invasa dai morti viventi decide che è giunto il momento per tornare a combattere. Insieme a un manipolo di clowns in fuga – una ragazza sui trampoli, un nano codardo e un pagliaccio sarcastico – si cimenta nell’arduo tentativo di salvare la pelle a se stesso e agli altri. L’incontro con una enigmatica scienziata porterà alla luce la verità sull’origine del contagio e la possibilità che quella donna abbia nelle sue mani la salvezza o la distruzione dell’intera razza umana.
Elefanti e iene zombie, un alano arlecchino dal morso facile, un sassofono che risuona malinconico tra le labbra di un clown morto, la comicità nera su tristi facce dipinte di bianco, un vaccino che diventa una maledizione, un varco verso una dimensione parallela. Sono gli ingredienti di questo horror a sfondo fantascientifico, irriverente e spietato.

Andy Ben

Recensione: Squarcio - Andy Ben

09:00

Titolo: Squarcio
Autore: Andy Ben
Editore: Lettere animate editore
Genere: Ero-thriller
Pagine: 110
Ebook: 0.49 Euro
Cartaceo: 9.50 Euro
Sito dell'autore
Trama:
Un uomo e una donna impegnati nella ricerca della verità, uno per sete di vendetta, l'altra per voglia di giustizia e un pizzico di ambizione.
Due destini che saranno costretti a incrociarsi come in passato, uniti da un filo invisibile a una serie di eventi apparentemente scollegati tra loro.
L'assassino raggiungerà il suo scopo oppure sarà fermato dal detective?
Un romanzo colorato con le tinte forti del sangue e della passione, raccontato in soggettiva dal punto di vista dei protagonisti in un susseguirsi di azione e flash-back, in cui erotismo e morte danzano a braccetto fino al colpo di scena finale.

La mia recensione:
Il romanzo è breve e si legge velocemente, la lettura è piacevole e scorre tranquillamente. La storia si apre con un flashback in cui qualcuno deve portare a termine il compito richiestogli: rubare la borsa di una donna e prendere i preziosi documenti contenuti all’interno. Purtroppo le cose prendono una piega inaspettata e la donna, colta di sorpresa, cade, sbatte la testa per terra e muore. Questo è l’evento che poi darà il via a tutto il resto. Chi è quella donna? Cosa c’è in quei documenti? Chi è il mandante del furto?
A tutte queste domande troverà una risposta l’ispettrice Montorsi.
Due cose ho apprezzato in questo breve romanzo. La prima è l’ispettrice, per me è stato il personaggio più piacevole dell’intera storia, è ambiziosa, piena di inventiva e soprattutto non si arrende di fronte a nulla, non ha metodi ortodossi per risolvere i casi che le vengono affidati, ma questo è il suo punto di forza, ciò che la rende interessante, perché oltre alla sua ambizione e alla sua intelligenza quello che conta per lei è scoprire la verità e non compiacere i capi.
La seconda cosa che ho apprezzato è il mistero che viene svelato pian piano, attraverso vari indizi e le confessioni di diversi personaggi. È piuttosto complicato, intricato e fantasioso.

Sono presenti scene erotiche, sono un po’ esplicite ma anche molto brevi. Inoltre, la storia viene narrata da diversi punti di vista, quando inizia un nuovo capitolo ci si ritrova a seguire i pensieri di un altro personaggio, ma la cosa non viene minimamente segnalata in nessun modo al lettore e questo può creare un poco di confusione, ma non è un problema. Lo stile a tratti è davvero semplice, a tratti, invece, è piacevole e coinvolgente e mi è dispiaciuto perché in questo modo alcune parti mi sono piaciute, altre mi hanno lasciato un poco delusa.

La brusca frenata della pantera mi scuote dai pensieri e solleva in aria un nugolo di goccioline d’acqua fitte come la nebbia.
«Ispettrice Montorsi, siamo arrivati.»
«Ispettore Montorsi, ispettore! Il grado non ha genere anche se sono una donna.»
«Mi scusi, ispettore. Io comunque ho scommesso che tra qualche mese non ci farà più caso.»
«Soldi persi, non accadrà mai…>>

3 CUORI E MEZZO




Alakim - Le regole del gioco

Recensione: "Alakim - Le regole del gioco" di Anna Chillon

09:00


Titolo: Alakim - Le regole del gioco
Autrice: Chiara Chillon
Serie: Alakim, Volume secondo
Primo Volume: Alakim - Luce dalle tenebre
Pagine: 434
Genere: Urban- fantasy
Prezzo: 3.90 €

Sinossi: Lontano. Solo. Libero di accantonare quel poco di umanità rimasta, Alakim terrorizza le notti parigine dando sfogo alla parte più oscura di sé. È in queste condizioni che s’imbatte in un un uomo dalle grandi risorse ed empia inventiva, il cui potere cela azioni criminali. Alakim resta perciò a Parigi, lungi dall’idea di far ritorno e ignaro di chi, per amore o per vendetta, si è già messo sulle sue tracce. Per trovarlo, Nicole e Muriel hanno infatti deciso di intraprendere un viaggio che li costringe a mettersi in gioco nel più esplicito dei modi.
Scelte difficili e persone senza scrupoli ostacoleranno il loro cammino, ma ciò che conta è trovare Alakim per essere uniti ancora una volta nel tentare l’impossibile, scommettendo ancora tutto in nome di un’amicizia.
Lotteranno, cederanno alla carne e scenderanno a compromessi con la propria coscienza, per comprendere che, in fin dei conti, il “gioco” non è soltanto quello che si palesa come tale, ma è la vita stessa, nella quale ogni vittoria non è altro che l’inizio di una nuova avventura.
E chi tira le fila, non sempre ottiene esattamente ciò che vuole. 


Recensione: 
Con grande ansia ho aspettato questo sequel,  non sapevo bene cosa aspettarmi, ma di una cosa ero assolutamente certa; non mi avrebbe delusa. Potevo annunciarlo ad occhi chiusi prima della lettura, ma ora, dopo aver letto tutte le 434 pagine ( in un solo fiato) posso confermarlo. E' stato magnifico, ha superato le mie aspettative, la parola che associo inconsapevolmente a questa storia è BRUCIANTE. 

In Alakim. Le regole del gioco troviamo un protagonista fuori di se, per la morte di una persona a lui vicino, e si rifugia a Parigi per saziare la sua "fame". Nicole non riesce a tornare alla normalità, è troppo presa dal Serafino e insieme a Muriel si lancia nella disperata ricerca di Alakim per cercare di salvarlo prima che le tenebre abbiano il sopravvento su di lui.  
Salvare Alakim non è cosi semplice, diciamo che lui è immischiato in un gioco, dove la violenza sta alla base di tutto. 

Alakim è Alakim, lo si ama ma si arriva anche ad odiarlo. E' un personaggio particolare, è malvagio, bruto, ma ha quei rari momenti di dolcezza che riescono a farti sospirare. Con le sue mille sfaccettature riesce ad entrarti dentro e insinuarsi in profondità. Mai mi sarei aspettati di innamorarmi di un personaggio del genere, ma lui non è un personaggio, lui è Alakim e c'è sempre qualcosa da scoprire sul suo conto, sul suo modo di agire, sui suoi pensieri e sentimenti. 
Nicole invece è una ragazza che mi stupisce sempre di più, ha un percorso evolutivo non indifferente, la vediamo crescere, diventare padrona di sè e soprattutto la vediamo diventare più forte. 
Il suo incontro con Alakim è stato spettacolare e non mi hanno deluso. 
Un altro personaggio che mi ha colpito è Muriel,  e insieme a Nicole e Alakim sono formidbili. E' un trio inaspettato, ma fanno scintille.

Non mi voglio addentrare nella trama o in altro, perchè penso che sia un libro che deve essere assaporato senza venire a conoscenza di nessuno spoiler. 
Anna Chillon ha scritto un libro veramente ottimo, fuori dagli schemi. E'un libro forte, duro, che non risparmia nulla, non solo nella narrazione delle scena ma anche per quanto riguarda il linguaggio (tra l'altro ho trovato i dialoghi veramente adatti, ironici e piccati al punto giusto). 

E' una lettura che non consiglio ai giovani lettori, è una storia più per adulti. 
Per chi ha l'età giusta e per chi ama questo genere di letture vi consiglio di non lasciarvi sfuggire questa piccola meraviglia. 





Spero che questa mia recensione vi sia piaciuta, buona giornata e buone letture