Recensione: In cima al cuore #1 - Mia Mistràl

08:30

Titolo: In cima al cuore #1
Autrice: Mia Mistràl
Editore: Self - publishing
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 133
Prezzo: 8,90€ (cartaceo), 1,99€ (ebook)

Sinossi:
Per entrare in possesso di un’eredità da sogno, Chiara è costretta a scoprire chi ha ucciso l’adorata cagnolina della defunta zia Olimpia. Stando alle apparenze, Ellie è caduta in un burrone, ma Chiara non ha intenzione di lasciarsi scappare né i soldi né la deliziosa mansarda sull’Appennino che da sempre sente sua. Olimpia si è divertita da viva, e a quanto pare si diverte anche da morta, a farla giocare con gli enigmi, ma – forse – non immaginava che, per risolverli, la nipote avrebbe avuto a che fare con quell’insopportabile canaglia del veterinario del paese, nonché con un affascinante e misterioso ex forestale che sembra saperne più di quel che dice...



Recensione


"In cima al cuore"  è il primo di tre libri, costituito da più o meno 130 pagine. Sono pagine che si susseguono una dietro l'altra con un ritmo incalzante, forse con un po' troppa fretta.

La nostra protagonista è Chiara; lei è una ragazza molto semplice che sta affrontando un momento molto particolare della sua vita. Non vede nessuno sbocco per il futuro e questo la spaventa tantissimo ma proprio quando sembra andare tutto storto eredita una casa e una cifra imponente dalla zia appena defunta. Con la zia aveva un bellissimo rapporto e passava molto tempo con lei, però, ancora una volta, la zia ha voluto giocare con lei e l'unica opzione affichè possa ritirare l'eredità è di scoprire chi ha ucciso la sua cagnolina. Non è e non sarà semplice arrivare a delle conclusioni sulla morte della povera Ellie ma la nostra protagonista non può fare a meno di rimboccarsi le maniche e iniziare con la sua indagine. Per la prima volta vede un futuro e non vuole lasciarsi sfuggire questa occasione e poi teneva davvero tanto alla zia e alla cagnolina.
Durante le indagini conosciamo meglio alcuni personaggi come il veterinario e l'agente forestale, tra di loro si nasconde l'assassino del cane o è veramente morta a causa di una caduta accidentale dal burrone??
Vediamo come e se Chiara riuscirà a svelare questo giallo. 

La storia è abbastanza scorrevole e carina, tutti i dialoghi, le descrizioni, ecc sono state scritte in maniera impeccabile. Per quanto riguarda il giallo e tutto quello che circonda questo mistero mi sarebbe piaciuto trovare un maggiore approfondimento con più indizi e più "complicazioni" per arrivare alla verità. Insomma avrei preferito che l'intera vicenda si svolgesse più lentamente, che fosse dato più spazio alla caratterizzazione dei personaggi, infatti alcuni di loro non sono propriamente riuscita ad inquadrarli. 
E' presente una storia d'amore ma questa è trattata in maniera marginale e non distoglie l'attenzione da quella che è la storia principale.

Se volete una lettura senza pretese ma comunque carina allora "In cima al cuore" fa al caso vostro. 
Sarà in grado di regalarvi alcune ore di svago. 







Spero che questa recensione vi sia piaciuta ^^







Ti potrebbe anche interessare

0 commenti