sabato 22 novembre 2014

C'è post@ per noi...#74

Buongiorno lettori! Come sempre, questo weekend vi segnaliamo alcuni scritti Made in Italy nella nostra consueta rubrica di segnalazioni.











Titolo libro: Gli Eredi di Atlas
Saga: La Guerra degli Elementi
Genere: Fantasy, Urban Fantasy
Autore: Veronika Santiago
Pagine:  354 pp.
Editore: YouCanPrint
Data di pubblicazione: Luglio 2014
Blog: http://laguerradeglielementi.blogspot.it/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/laguerradeglielementi
Pagina Google+: https://plus.google.com/u/0/+VeronikaSantiagoLaGuerraDegliElementi/posts
Sinossi: Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.
Biografia: Nata e cresciuta nella città del Sommo Poeta, ivi laureata con il massimo dei voti, attualmente lavora nel campo della creatività per un’azienda di fama internazionale. Ha iniziato a scrivere all’età di tre anni e da allora non ha più smesso…
Questo è ciò che avrei voluto dirvi di me ma l’unica informazione che risponde a verità è il mio luogo natio, dove vivo e lavoro. In realtà, grazie ai consigli non richiesti di una zelante professoressa delle scuole medie, sono finita al liceo scientifico che ho concluso con sufficienze striminzite in matematica e ottimi voti nelle materie umanistiche. Poco tempo dopo il diploma sono stata assunta nell’azienda dove tutt’ora lavoro occupandomi di contabilità, e per quanto possa sembrare un impiego che non necessita di creatività, vi assicuro che a volte per scovare le differenze ci vuole tanta fantasia…



Titolo: Il ritorno di Inna-Monk
Autpre: Max Giorgini
Editore: 0111 Edizioni
Pagine: pp. 232
Sinossi: IL RITORNO DI INNA-MOK è un fantasy di impostazione classica, con combattimenti, magie e colpi di scena. Il ritmo è abbastanza veloce ed essenziale, i personaggi sono colti nella loro complessità psicologica e nelle loro dinamiche interiori. Le diverse parti del romanzo sono inframmezzate da brevissimi inserti narrativi che aprono piccoli squarci sul mondo immaginario in cui è ambientata la storia.

A proposito della storia… Inna-mok, uno stregone potentissimo appartenente al popolo degli spettri, cerca di sottomettere la Terra di Ruhel, però le altre razze, alleate, riescono a sconfiggerlo. Credono di averlo neutralizzato per sempre, ma non è così. Il negromante molto tempo dopo torna – il romanzo comincia qui; ma forse si era già capito – con l’intenzione di rispolverare il vecchio progetto. Purtroppo per lui troverà qualcuno deciso a impedirglielo.

Quanto ai personaggi principali, tralasciando lo stesso Inna-mok sono tre quelli che svolgono un ruolo davvero fondamentale. Innanzitutto c’è una giovanissima maga dei figli dell’aria, che si chiama Venorè, e che – detta così fa un po’ ridere - all’inizio del romanzo è già morta. Comunque ciò che doveva fare l’ha fatto, perché prima di morire, presagendo il ritorno del negromante, ha messo a punto un’arma magica con cui affrontarlo. Gli altri sono due giovani di razza umana, e questi – buon per loro - sono ancora vivi: Rash, fuggito dal castello di famiglia e diventato bracconiere; e Nystrid, a cui, mentre è coinvolta in un combattimento contro i barbari della steppa, succede che…


Titolo: Ossessioni
Autore: AA. VV.
Editore: È scrivere (autopubblicazione di escrivere.com)
Genere: vari
Pagine: 64 pp.
Sinossi: L’antologia che stringete fra le mani è il frutto del lavoro di un’intera comunità di scrittori esordienti ed emergenti (o aspiranti tali). Un lavoro collettivo che ha impegnato non solo i membri dello staff di escrivere.com, ma anche gli utenti stessi, fino a ottenere il risultato che ora vi apprestate a leggere. Questa antologia è composta da una serie di racconti incentrati sulla degenerazione di un hobby, sulle ossessioni (da cui il titolo della raccolta). Perché le passioni possono spesso sfociare in disturbi lievi o in alcuni casi veramente gravi. E noi abbiamo voluto rappresentarli nelle loro sfumature più varie.

Qualche titolo ha colpito la vostra attenzione? Non amo i fantasy ma penso il primo romanzo sia molto accattivante! 




Nessun commento:

Posta un commento