sabato 21 febbraio 2015

C'è post@ per noi... #82


Buongiorno, Lettori!
Come ogni sabato, anche oggi <i>C'è post@ per noi</i>. In questa rubrica vi presentiamo i libri che abbiamo trovato nella nostra mail.









I ragazzi che si amano di Martina Parodi



Titolo: I ragazzi che si amano
Autore: Martina Parodi
Editore: autopubblicato
Pagine: 245
Dimensione file: 815 KB
Prezzo: € 0,99

Trama:
Emanuel ha 21 anni, vive su una sedia a rotelle e ama la poesia. 
Even ha 16 anni, vive in strada ed è la ragazzina più problematica, sboccata e violenta degli interi Stati Uniti. 
Si incontreranno in un carcere minorile di Portland nel 1995 e nulla impedirà loro di amarsi, tra mani che tremano e luccicanti lentiggini, ricordi dolorosi e fughe rocambolesche, felpe logore e jeans strappati, denti scheggiati e la dolcezza del primo amore. 



Racconti nascosti nei sogni di Annarita Petrino


Titolo: Racconti nascosti nei sogni
Autore: Annarita Petrino
Editore: autopubblicato
Data di pubblicazione: gennaio 2015
Prezzo: € 1,00



I nove racconti di questa raccolta sono quelli nascosti nei sogni senza Dio di un’umanità ormai alla deriva, che trova nella fede l’ultimo appiglio che le impedisce di rinunciare completamente a se stessa. Nove racconti di fantascienza ma anche di vita reale che, attraverso le vicende dei protagonisti umani e non, in futuri più o meno possibili, raccontano il dramma di alcune situazioni che affondano le radici nel nostro presente. Uno sguardo lungo della fantascienza sui sogni di onnipotenza dell’uomo. 
Apre la raccolta un racconto brevissimo “Cristoforo” finalista al Match D’Autore di Montesilvano scrive 2014, dove il destino dell’umanità si gioca all’interno di un dialogo muto tra un uomo e un robot telepatico. 
Seguono due racconti lunghi: 
Non quando esso vive” finalista al concorso Amore e Morte indetto da Il Mondo dello Scrittore Network in collaborazione con Edizioni Esordienti Ebook tratta il controverso tema dell’eutanasia. In un futuro in cui ai pazienti in coma è assegnato un ologramma che esprime la volontà di morire, staccando la spina, il vero amore lotta per vincere sulla logica del relativismo. 
La stessa medaglia” finalista al Concorso Omero indetto dalla casa editrice Il Papavero e al concorso N.A.S.F. 10, dedicato a non vedenti e ipovedenti, narra di una temporanea cecità della protagonista che, tornando a vedere, scopre che la realtà che la circonda ha sempre avuto due facce. 
Si prosegue con racconti molto brevi che di volta in volta hanno partecipato a contest letterari organizzati dal blog Il Mondo dello scrittore. 
Pinocchio” una favola 2.0 in cui il famoso burattino di Collodi si presta a dare voce a tutti quei bambini ottenuti per “diritto al figlio” dei genitori. 
Nascosto nei sogni” è la speranza di un’umanità che ha rinunciato a se stessa in nome di una folle, quanto insensata, ricerca di Dio. 
Il suono di quelle campane” è la storia di un’assenza e di un cuore spezzato in bilico tra la rete, la sua solitudine e la sua offerta di eternità e il nostalgico suono delle campane di una chiesa. 
Ariadne” è un omaggio a quanti sono scomparsi prematuramente e al nostro desiderio di poterli riavere qui con noi. 
Minosse” è un robot giudice di vite ormai considerate inutili e non più degne di essere vissute. 
Le luci delle Strade” un racconto di Natale dedicato a tutte le spose in attesa di maternità. 

Nove racconti che spezzettano la modernità e la dipingono quale essa appare, pur continuando a sollevare interrogativi a cui è necessario dare una risposta.

Gold Apple School di Veronica Piras


Titolo: Gold Apple School
Autrice: Veronica Piras
Editore: autopubblicato
Anno: 2014
Pagine: 428
Prezzo: cartaceo - € 9,93; ebook - € 1,18

Trama:
Dopo diversi tentennamenti alla fine Giada ce l’ha fatta: si è iscritta alla Gold Apple School, la scuola di cucina più famosa al mondo. È consapevole del fatto che dovrà rinunciare al sole di Roma per la grigia Londra, ma iscriversi alla facoltà di Giurisprudenza non è il suo sogno, è quello del padre. Le valigie sono pronte, il suo cuore un po’ meno. A soli 19 anni dovrà lasciare gli amici, la famiglia, il suo cane Spank e la sua adorata nonna, che le ha trasmesso l’amore per la cucina. Ma Londra la attende e la Gold Apple School ha in serbo per lei emozioni indimenticabili. Un romanzo che racchiude una storia di speranza, d’amore e di amicizia. Non si è mai troppo giovani, né troppo vecchi, per incominciare ad inseguire i propri sogni.



Veronica Piras, classe 84′, nasce a Villanovatulo, un piccolo paese in provincia di Cagliari. Attualmente vive a Roma, dove si è specializzata in Informazione e Sistemi Editoriali con una tesi sul self-publishing. Si è anche laureata in Lingue e Comunicazione a Cagliari con una tesi in antropologia dal titolo “Il rituale dell’argia sarda e il tarantismo pugliese”. Ha inoltre conseguito un master in Editoria e da maggio 2011 è iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti. 
Gold Apple School è il suo secondo romanzo. È fermamente convinta che qualunque scrittore debba cimentarsi in generi diversi e reinventarsi continuamente. 
Le piace l’arte in tutte le sue forme, in particolar modo adora leggere, scrivere e recitare. Ama viaggiare e guardare film. È fautrice del fai da te: da quando ha scoperto il mondo della cosmesi naturale e di come sia possibile realizzare prodotti cosmetici a casa, non ne può più fare a meno!


Avete già letto questi libri? Vi incuriosiscono?
Fateci sapere cosa ne pensate!

Nessun commento:

Posta un commento