Segna-Libro #22

08:45

Buongiorno lettori, rieccoci con nuovo un segna-libro!
Di recente sono entrata in contatto con dei libri a tema salute di cui vorrei parlarvi.

Titolo: Vitamina D - Regina del sistema immunitario
Editore: Terra Nuova Edizioni
Pagine: 128

Sinossi: Serve a prevenire e contrastare malattie autoimmuni e cronico-degenerative, protegge dall’obesità e dai disturbi del sistema nervoso, rafforza il sistema immunitario e ha una funzione antitumorale. È la vitamina D, un vero toccasana per la nostra salute ma la cui carenza è sempre più diffusa. Si stima che oltre un terzo della popolazione mondiale abbia bassi livelli di vitamina D, mentre in Italia si arriverebbe addirittura all’80%. Eppure, come spiega il dottor Paolo Giordo nel libro "Vitamina D, regina del sistema immunitario", «un giusto apporto garantirebbe la prevenzione di molte malattie, anche gravi». Inoltre, «va preso atto del fatto che, in caso di malattie conclamate, la vitamina D ad alte dosi ha effetti terapeutici evidenti e assai significativi».

L’autore: Laureato in medicina e chirurgia all'Università Cattolica di Roma, il dottor Paolo Giordo è specializzato in neurologia e in biotipologia e metodologia omeopatica presso la Scuola superiore di medicina olistica dell'Uuniversità di Urbino; è diplomato in fitoterapia all’università della Tuscia di Viterbo e ha conseguito vari titoli di perfezionamento in discipline olistiche e nutrizione. Si è perfezionato in terapia chelante presso la Sitec (Società italiana di terapia chelante) e nel metodo Gerson al Gerson Institute di San Diego (USA) con tirocinio presso la clinica Gerson di Tijuana in Messico. Si è specializzato nell’utilizzo del metodo con alte dosi di vitamina D studiando con il professor Cicero Galli Coimbra a Sao Paolo, in Brasile. Promuove la conoscenza delle terapie non convenzionali attraverso libri, conferenze,
partecipazioni televisive, riviste, eccetera.

La mia opinione:
Ho scelto questo libro poiché da anni mia madre assume questa vitamina per l'osteoporosi e volevo documentarmi.
Il libro inizia con la chimica, l’autore ci spiega, infatti, come avviene la sintesi della vitamina D.
Sono rimasta scioccata dal fatto che gli schermi solari, per proteggerci dai danni del sole, impediscano l’assorbimento di tale vitamina. Resta quindi il dilemma, osteoporosi o melanoma? Difficile rispondere!
Possiamo incrementare la vitamina D con integratori alimentari naturali, a base di alghe, ma anche con gli alimenti che ne sono più ricchi come il tuorlo d’uovo, il pesce ed alcune verdure.
Non immaginavo, ma nel libro ci sono alcune ricette ad hoc per incrementare l’apporto della vitamina D, sono abbastanza particolari ma devo dire che quella del Dessert Orientale mi ha allettato.
E’ presente un questionario che dovrebbe far supporre la carenza di tale vitamina ma, secondo me, ci rientreremmo tutti o quasi, risulta un tantino allarmante.
Altra cosa che ho scoperto è che la vitamina D non è utile solo per la sintesi del calcio nelle ossa, ma anche per altre patologie di tipo dermatologico, mentale e sistemico.

In definitiva, una lettura interessante.



Titolo: Superfood mediterraneo
Editore: Terra Nuova Edizioni
Pagine: 120

Sinossi: Sesamo, mandorle, pistacchi, semi di girasole e di zucca, nocciole e mandorle sono veri e propri superalimenti, ricchi in nutrienti e utili per mantenere un sano equilibrio generale. Sono fonti di proteine vegetali, minerali e grassi buoni, omega 3 e 6, fibre e antiossidanti come la vitamina E. Una manciata di semi oleosi nella dieta può addirittura prevenire l’aumento di peso all’interno di un regime calorico controllato. Inoltre aiutano nella prevenzione del diabete, delle malattie cardiache e di quelle infiammatorie, sostengono lo sviluppo osseo e la produzione di energia.
Le oltre 90 ricette del libro suggeriscono come utilizzare semi oleosi e frutta secca in tutte le portate, dalla colazione al dolce. In queste pagine gli ingredienti della tradizione mediterranea
sono sapientemente combinati con altri di paesi più lontani (bacche di goji, semi di chia, alghe), arrivati sulle nostre tavole grazie alla sempre maggiore attenzione per un’alimentazione in grado di associare sapore e salute.


L’autrice: Alice Savorelli è nata e vive a Ravenna. Si è diplomata alla Sana Gola di Milano in cucina vegan-macrobiotica. Giornalista pubblicista, si occupa di cucina naturale e sostenibile attraverso corsi, seminari e un blog. Collabora con il mensile Terra Nuova.

La mia opinione:
Ormai siamo sempre più attenti alla nostra alimentazione, o almeno cerchiamo di esserlo. A casa mia ogni tanto si introduce qualcosa di nuovo, in particolare i miei genitori provano semi vari e cercano di mangiare alcuni frutti secchi nella giusta misura.
Ma cosa sono i supercibi delle nostre tavole? Sicuramente la frutta secca non tostata ne salata ed i semi oleosi.
Il libro di fatto è un ricettario, ma con la breve premessa ho imparato molte cose, tipo che le nocciole sono tra la frutta secca più digeribile, come si ricava abbastanza facilmente il latte vegetale, che i semi piccoli vanno tritati altrimenti non hanno nessun effetto.

Inutili dire che molte ricette mi abbiano parecchio stuzzicato, per citarne qualcuna: smoothie cioccolato e datteri, chips di rape rosse, cracker crudisti pomodoro e peperoni, pesto di pomodorini con menta e nocciole, pomodori gratinati con menta, sesamo e pistacchi, rape rosse saltate con noci, menta e crema di aceto balsamico, crema di cocco e mandorle con zenzero e curcuma, biscottini alle noci. Insomma, mi è venuta fame solo a leggerle!

Ottimo ricettario per i vegani ma direi stuzzicante anche per i curiosi, alcune ricette risultano un po' complesse per preparazione (necessità di avere un essiccatore, per esempio) o per ingredienti poco usuali ma, onestamente, ne assaggerei diverse.


Ti potrebbe anche interessare

1 commenti