venerdì 24 marzo 2017

Recensione : MISS YOU di Sara Stroppa e Roberta Ambrogio


Titolo: Miss You
Autore: Sara Stroppa e Roberta Ambrogio
Editore: Lettere Animate
Pagine: 34
Prezzo: €0,99 (ebook); €7,99 (cartaceo)

Trama. Sono tanti i motivi che possono spingere una ragazza a partecipare al concorso di bellezza più famoso e importante d'Italia. Per Stella è uno solo: il bisogno impellente di un riscatto. Un bisogno da sempre avvertito anche da Christian, il fascinoso modello di cui si innamora perdutamente. Soltanto quando la loro storia d'amore viene messa a dura prova dagli eventi, però, Stella comprende il significato profondo dell'esperienza che desidera intraprendere, l'impatto che questa avrà sulla sua vita e sulla donna che vuole diventare. O che forse già è.


La mia recensione
Quella che troverete tra queste pagine è una storia breve, un racconto, con protagonista Stella, una ragazza bella certo, ma anche comune. Stella quasi per caso si ritrova a partecipare al concorso di Miss Italia, non per smania di apparire ma per riscattarsi di un torto subito, che le ha spezzato il cuore e anche un po' al fiducia negli altri.
Il racconto si presenta certamente come un monito alla crescita e al farsi forza, al non perdersi dietro un rifiuto e a un tradimento. Questo fa Stella, alza la testa, inforca la sua fascia da Miss e cerca di dimostrare prima di tutto a se stessa di potercela fare, di riuscire a voltare pagina e spiccare il volo. Ma non solo, Stella ci vuole anche dimostrare come, dietro alla bellezza, non sempre ci sia solo un guscio vuoto, ma anche une persona intelligente e sensata.
La storia è carina, intrattiene sicuramente per il breve tempo in cui si legge, eppure l'ho trovata, seppur ben scritta, piena di cliché, ma di quelli che più comuni non si può: la bella ragazza che emerge dalla massa, il ragazzo belloccio e vanesio che si frega con le sue mani, la rivale rifatta e volgarotta, il parrucchiere amico che più amico non si può e che ovviamente è omosessuale. Insomma, un racconto che ho trovato semplice, leggero, che voleva dare anche un piccola lezione di vita ma che, anche per la sua brevità, ho trovato troppo pieno di cose scontate, elementi già visti e rivisti.

Voto
2 cuori e mezzo!

Alla prossima






mercoledì 22 marzo 2017

Recensione: "Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato)" di Virginia Bramati

Titolo: Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato)
Autore: Virginia Bramati
Editore: Giunti Editore
Pagine: 240 pagine
Prezzo: € 14,90 (cartaceo) € 5,99 (ebook)
«Sono nata con due mesi di anticipo, odio i tempi morti, sono fisicamente allergica ai giochi di pazienza e adoro il tasto fast forward»: Agnese è così, una ragazza esuberante, autonoma, in­sofferente verso il principio dell'«ogni cosa a suo tempo»… 
Ma improvvisamente, ecco che la vita prende una piega terribilmente dolorosa e la scaraventa dal centro di una metropoli che non dorme mai a una grande casa lungo un fiume, lontana quanto basta per essere immersa nei ritmi lenti e immutabili della campagna. Non solo: quando l'inverno finalmente è alle spalle e tutto sta per sbocciare, si ritrova sola, con un esame importante da preparare e solo il ronzio delle api a farle compagnia. 
Impulsiva come sempre, Agnese non si arrende e riesce ugualmente a riempirsi le giornate con tutto ciò che non dovrebbe fare… fino a che dalle pagine di un libro non spunta un piccolo dono prezioso: una bustina di semi di Impatiens, la pianta i cui fiori rosa hanno il potere di curare le ferite dell'anima e insegnare l'ascolto e l'armonia. 
Sullo sfondo di una campagna lombarda sorprendente e rigogliosa, non lontano dal magico borgo di Verate che le sue lettrici hanno imparato ad amare, Virginia Bramati ci regala ancora una volta una protagonista adorabile, piena di vita, alle prese con un mistero da risolvere, un esame da superare e soprattutto con il compito più difficile: scoprire che la felicità è molto più vicina di quanto pensiamo, se solo sappiamo rallentare e guardarla negli occhi.


LA MIA OPINIONE
Avevo adocchiato questo romanzo tra le prossime uscite e la trama mi aveva incuriosita, pur non avendo letto nessuno dei romanzi precedenti di Virginia Bramati.
Sapevo che mi serviva una lettura diversa in questo periodo, qualcosa di breve e romantico al punto giusto che mi facesse superare il blocco del lettore che ultimamente mi prende ogni due per tre.
Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato) è arrivato sul mio Kindle al momento giusto. L'ho divorato in due sere e mi ha tenuta incollata alle pagine dalla prima all'ultima riga.

Nella vita di Agnese sembra tutto perfetto: la scuola, le amiche, il tennis e la sua famiglia. Tutto si muove in armonia, finché un terribile incidente non scombina le carte in tavola.
Costretta a trasferirsi dal centro di Milano alla campagna lombarda, nel paesino di Terzi, Agnese è costretta a raccogliere tutti i cocci della sua vita per provare a rimetterli insieme.
Immersa in un ambiente del tutto nuovo, dai ritmi lentissimi rispetto a quelli della città, Agnese si sente come un pesce fuor d'acqua, finché non incontra Adelchi, che le insegna il valore della natura e dell'attesa, della pazienza, proprio a lei che è così impaziente ed impulsiva.
Tra l'estate alle porte e la maturità da preparare, le vacanze a cui pensare e molti imprevisti in arrivo, la vita di Agnese cambia proprio vivendo in quello che sembra il paesino più tranquillo del mondo.

Quella che ci racconta Virginia Bramati in questo romanzo non è una storia straordinaria o piena di colpi di scena, ma è indubbiamente una storia realistica, che possiamo sentire vicina come se fosse capitata alla nostra migliore amica.
È così che pagina dopo pagina capita di percepire Agnese, che diventa un'amica, una confidente che ci racconta gli ultimi sei mesi della sua vita, piena di stravolgimenti, seguendo due line temporali, quella dell'inverno che poi diventa primavera e quella dell'estate piena.
Per lei, cresciuta in città, abituarsi alla vita ed ai ritmi della campagna non sarà così semplice, ma allo stesso tempo proprio la vita a Terzi le darà l'opportunità di rimettersi in sesto, dopo che la sua vita è cambiata così all'improvviso.
Impulsiva di natura e impaziente per vocazione, Agnese deve trovare un nuovo equilibrio.
Accanto a lei sin da subito troviamo Adelchi, un personaggio adorabile, che dietro un look dark nasconde tante passioni, che spaziano dalla letteratura alla floricoltura. Ade sin da subito si rivela un compagno prezioso per Agnese, una guida preziosa che l'aiuta a scoprire le bellezze della vita nella campagna lombarda.
Ovviamente nel romanzo non manca un aspetto romantico un po' imprevisto, del quale però non vi voglio spoilerare nulla, perché è un piacere leggere di questa storia d'amore che nasce un po' in sordina e che poi sa sorprendere.

Questo è un romanzo che ho apprezzato sicuramente per la sua delicatezza. La storia ha degli aspetti drammatici e nel corso della storia emergono anche sentimenti molto forti, ma il tutto è trattato con una delicatezza disarmante. Allo stesso tempo però la storia si rivela anche molto coinvolgente.
Tutta colpa della mia impazienza (e di un fiore appena sbocciato) si è rivelato un ottimo romanzo-cuscinetto, di quelli da leggere tra due letture impegnative, che sa catturare l'attenzione trattando di sentimenti forti e di aspetti anche drammatici ma senza cadere nel dramma più buio.
L'unica pecca, secondo me, è che si tratta di un romanzo troppo breve, che avrebbe avuto bisogno di qualche pagina in più per trovare la sua "dimensione" giusta.






lunedì 20 marzo 2017

Recensione: LA CASA DEGLI ANGELI di Giulia Bewyman

Titolo: La casa degli angeli
Autrice: Giulia Beyman
Editore: Rizzoli
Collana: You Feel
Pagine: 116

Sinossi: La Maison des Anges. Così le tre sorelle De Feo hanno deciso di chiamare la loro masseria in Salento ora che, dopo tanti sacrifici, sono riuscite a ristrutturarla e a farne un agriturismo di lusso. Finalmente tutto è perfetto. Jo si divide tra la bimba nata da pochi mesi e l’imminente mostra in cui per la prima volta esporrà i suoi quadri. Meg ha trovato il fidanzato dei suoi sogni e si rilassa con rigeneranti sedute di shopping online. E Beth si appresta a fare il grande passo: sposerà l’uomo che ama, nonostante un’insana tendenza alla fuga degna della Julia Roberts di “Se scappi ti sposo” le suggerisca il contrario. Ma, proprio quando tutto sembra aver raggiunto l’equilibrio ideale, le cose cambiano. All'improvviso la quiete della "casa degli angeli" viene turbata da un'oscura minaccia che sconvolge la masseria e la vita stessa delle tre sorelle.
Chi è in verità Amanda, l’ospite misteriosa de La Maison des Anges? La giovane violoncellista olandese sembra non essere arrivata in Salento solo per dimenticare le sue pene d’amore, come dice…


Recensione: 
Dopo Il cielo era pieno di stelle, torna la saga delle SORELLE, ambientata in Salento.

Beth è sul punto di sposarsi col suo Andrea, vivono distanti e organizzare il matrimonio le da ansia, tanto da vedere una ricorrente Julia Roberts che fugge a cavallo dalle sue nozze, come nel film Se scappi ti sposo.

Meg si diletta ormai con lo shopping online e fa un po' da wedding planner per la sorella tra un'uscita e l'altra col suo Gianrico.

La giovane Joanna è alle prese con la maternità ed il progetto di una sua mostra in Toscana.

Tutte gestiscono la Maison des Anges, una masseria ereditata dal loro padre e che funge sia da abitazione per loro, che da attività.

Dopo le dovute ristrutturazioni, la masseria sta ottenendo successo tra i turisti, tutto precipita però quando un incendio ne distrugge gran parte. L'incendio è di origine dolosa, qui parte il filone giallo del romanzo, chi avrà appiccato l'incendio e perchè?

I sospetti aleggiano sull'unica ospite presente al momento del misfatto, la giovane violoncellista olandese Amanda.

Chi è in realtà questa giovane ospite e come è arrivata proprio alla masseria delle sorelle De Feo?

Vi lascio qualche interrogativo da risolvere con la lettura.

Un libricino breve e molto scorrevole, se alcune cose si riescono ad intuire, altre restano una sorpresa fino alla fine. 
Anche in questo caso, viene messo in luce come le apparenze spesso ingannino, sia nel bene che nel male.

Essendo una pugliese d.o.c. ho rivissuto alcuni momenti e luoghi raccontati dalle protagoniste, in particolare la visita di Amanda a Castel del Monte che ho recentemente rivisitato.

Un altro elemento che mi ha colpita è stata la teoria del Surrending per cui è bene prendere la vita come viene, cosa che personalmente ho imparato e cerco di fare.



domenica 19 marzo 2017

C'è post@ per noi ... #210

Buona domenica lettori!
Come tutte le domeniche spulciamo insieme qualche segnalazione arrivata dritta dritta nella nostra casella postale virtuale!


Titolo: L'isola nera. Le cronache di Ràvanphis #1
Autore: Alessandro Bugliazzini
Editore: self publishing
Pagine: 313
Prezzo: €0,99 (ebook); €9,99 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 21 novembre 2016

Dove acquistare: Amazon


Trama. Il mondo di Ràvanphis è profondamente diviso dal mare e da insormontabili montagne. Pharados, un uomo dai poteri quasi divini e mosso dal rancore più profondo, viene cacciato dal luogo in cui è nato fino ad arrivare ad una terra lontana, dove non può essere ostacolato e sulla quale costituisce il proprio impero. La crudeltà e il potere dei suoi discendenti si affievolisce con il passare dei secoli, fino al giorno in cui uno di questi, l'imperatore Tusna, inizia a comprendere quanto gli è stato segretamente tramandato e il desiderio di vendetta all'interno della propria essenza. Un uomo coraggioso, Farthan, accompagnato da Kalatur, uno strano e misterioso criminale che lui considera come la propria nemesi, partiranno per volere di Tusna alla volta di Tyrnémos, le terre ad ovest dell'impero oltre un grande mare; tanto lontane da essere sconosciute agli abitanti dell'impero e cariche di una magia che tutti credono inesistente. Ma Tyrnémos si rivelerà il luogo peggiore nel quale potessero capitare; l'influenza degli antichi poteri di quelle terre, le sue maledizioni e un terribile esercito nero, si riveleranno tanto forti da rendere la sorte di ogni suo abitante, o viaggiatore, una continua sfida contro l'orribile e mortale natura di quei luoghi.


Titolo: Voglio sole te
Autore: Susy Tomasiello
Editore: La Sirena Edizioni
Pagine: 250
Prezzo: €2,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2017

Dove acquistare: Amazon

Trama. Samantha è bella, ricca e appartiene a una famiglia potente. Dylan è un ragazzo solare, ha un cuore d’oro e una gran forza d’animo. Il loro sembra un amore da favola, ma nella loro favola sembra non essere previsto un lieto fine. E lei lo abbandona. Dopo quattro anni però Samantha bussa alla sua porta e tutte le convinzioni di Dylan svaniscono perché lei torna con una bambina che giura essere anche sua figlia. Anche per lei non è facile. Nasconde un grande segreto dietro la sua scelta di lasciare Dylan ed è convinta di meritare tutto il suo risentimento, ma non può fare a meno di sperare che la presenza della piccola Mary addolcisca l’uomo e lo renda più disponibile nei loro confronti. Perché lui è l’unico che possa salvarle.


Titolo: Killer di cuori e altri semi
Autore: Anonima Strega
Editore: self publishing
Pagine: 118
Prezzo: €0,99 (ebook); €4,99 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 7 febbraio 2017

Dove acquistare: Amazon

Trama. ♥ KILLER DI CUORI - Stregare un negromante invidioso non è semplice quando ha riportato in vita l’uomo dei tuoi sogni per ucciderti. ♣ LA FELCE E IL FALÒ - C’è un orco molto più sexy di quelli delle fiabe. Per la sua specie sei mostruosa. Potrai sedurlo con la magia della natura? ♦ CLAUSOLA DI RESCISSIONE - E se Paganini, Mozart, Bach, Vivaldi e Beethoven tornassero per un talent show con un gruppo black metal? Chissà cosa ne penserebbe un’opinionista strega... ♠ LA FAME DEL GHOUL - Può l’amore di una strega andare oltre l’apparenza di un mostro che cambierebbe aspetto grazie alla passione?



Titolo: Non innamorarti di una cam girl
Autore: Rujada Atzori
Editore: Butterly Edizioni
Pagine: 74
Prezzo: €0,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 12 febbraio 2017

Dove acquistare: Amazon


Trama. Katia ha una doppia vita che non le permette di avere una relazione stabile.Ogni uomo la lascia a causa del suo lavoro. Così, per non soffrire più, ha messo delle regole: vietato innamorarsi e vietato uscire con i clienti del web; ma qualcuno riesce, comunque, ad abbattere quel muro che lei si è creata per proteggersi.
Cosa succederà quando Katia verrà messa di fronte a una scelta che cambierà la sua vita per sempre?

Alla prossima



venerdì 17 marzo 2017

Recensione: QUESTO NON È UN ROMANZO FANTASY! di Roberto Gerilli

Questo non è un romanzo fantasy è uno dei libri che mi hanno più entusiasmato nell'ultimo periodo e uno dei primi a cui penso se devo consigliare una lettura.
Se amate il fantasy, questo romanzo è per voi, ma in fondo Gerilli strizza l'occhio a lettori e scrittori indistintamente e, quindi, penso che possa essere interessante un po' per tutti, anche per quelli che vorranno leggerlo proprio perché Questo non è un romanzo fantasy.


Titolo: Questo non è un romanzo fantasy
Autore: Roberto Gerilli
Editore: Plesio Editore
Prima edizione: gennaio 2015
Pagine: 206
Prezzo: ebook - € 3,49; cartaceo - € 12,00

Trama
Filippo Mengarelli ha un’ultima speranza: il Lucca Comics & Games. Il suo esordio letterario, Le cronache di Falcograd, è stato stroncato da pubblico e critica e il resto della trilogia rischia di non essere mai pubblicato. Durante la manifestazione, il ragazzo vuole trovare qualcuno disposto a credere nella sua opera. E qualcuno c’è: quattro cosplayer ispirati ai protagonisti del romanzo, ragazzi molto immedesimati, al punto da far nascere qualche sospetto sulla loro identità.
Aiutato dalla sua amica Alessandra, illustratrice e fangirl, Filippo dovrà scoprire la verità sui quattro e trovare il modo di assicurare a tutti il lieto fine.
Tra citazioni e riferimenti nerd, “Questo non è un romanzo fantasy!” evidenzia con ironia i pregi e i difetti del Fantasy visto attraverso gli occhi di chi lo scrive, ma soprattutto di chi lo legge.

***

Filippo Mengarelli è il giovanissimo autore de Le Cronache di Falcograd, primo libro di una trilogia mai conclusa e spietatamente stroncato da Paolo Ziti, blogger letterario con un seguito considerevole.

Se non siete maniaci del fantastico (e io prego Dio che non sia così) non conoscete una delle principali dinamiche virtuali che riguardano questo genere: la stroncatura. Trincerati dietro a barricate di ottusità, esistono decine di blogger convinti che il possesso di una tastiera e di una connessione internet li trasformi in critici letterari.

Anche se ci è andato giù pesante, Ziti non si è sbagliato troppo e lo stesso Filippo ha riconosciuto i limiti della sua opera prima. Ecco perché si trova al Lucca Comics & Games: ha rivisto il suo romanzo e spera di trovare una casa editrice interessata a pubblicare la nuova versione. I rifiuti lo travolgono uno dopo l'altro, ma è proprio allora che incontra Alessandra, l'unica fan de Le Cronache di Falcograd.
Mentre si sta lasciando stordire dalla parlantina dell'esuberante Alessandra, accade l'impensabile. Tra la folla si distinguono quattro cosplayer: un guerriero, un bardo, un elfo e un mago. Sono quattro dei cinque personaggi principali del romanzo di Filippo. Ma perché mai qualcuno dotato di buon senso ha speso tempo e soldi per il peggior libro fantasy della storia?

Questo non è un romanzo fantasy è, dunque, la storia di Filippo, un aspirante scrittore disastrosamente pubblicato, costretto a scontrarsi con la realtà editoriale e le regole del mercato, pronto a fagocitare e sfruttare qualsiasi cosa abbia una possibilità di successo.
Alle stesse regole deve sottostare lo sfortunato autore e voce narrante delle vicende di Filippo Mengarelli. Si assiste così a un'apparente rottura della terza parete: l'autore si manifesta palesemente e mette in chiaro che si trova costretto a raccontare le avventure di Filippo.

Sappiate che non vorrei narrare le gesta di un simile perdente, ma le esigenze di mercato sono più forti dei miei desideri. Vorrei spiegarvi meglio, ma purtroppo il semaforo pedonale sta per scattare.

Nonostante l'onniscienza della voce narrante, la narrazione è vincolata ai limiti temporali delle azioni compiute dal protagonista e dagli altri personaggi. Benché il suo punto di vista sia privilegiato e offra una sorta di visione dall'alto, deve approfittare delle pause, delle piccole interruzioni per spiegare meglio al lettore gli eventi pregressi o i dettagli di un mondo, quello fantasy, che si presume (e si spera) gli sia sconosciuto.
Denunciando i cliché ormai ritriti ed evidenziando le ingenuità del genere, Gerilli si diverte a pungolare gli autori e i lettori di fantasy, senza risparmiare un'ironica sferzata ai pregiudizi e ai loro sostenitori. Ce n'è per tutti, persino per i blogger e il delirio di potere che può sorprendere chiunque si trovi dietro a una tastiera.
Il multilevel narrativo è ampliato dal romanzo scritto dal protagonista: Le Cronache di Falcograd diventano un universo da esplorare sotto gli aspetti della costruzione originaria, dell'effettiva realizzazione e dello sviluppo. A questo livello, Gerilli ribalta completamente la situazione e trasforma l'insuccesso in un successo, dimostrando che persino gli errori possono essere determinanti per salvarci.
Questo è un romanzo fantasy, tuttavia, non è solo una storia (o più storie) da leggere, ma è anche e soprattutto un romanzo metaletterario che, insieme al ritratto della dimensione del fantasy, propone una riflessione sulle responsabilità dell'autore, responsabilità che si indirizzano nei confronti del suo ipotetico lettore quanto e soprattutto verso i personaggi e il mondo creati.
Avrete notato che non ho ancora parlato dei personaggi di Gerilli, in effetti, e non lo farò lasciandovi, per diverse ragioni, il piacere di scoprirli direttamente dalle sue pagine. Voglio soffermarmi soltanto su Alessandra, l'unica sostenitrice de Le Cronache di Falcograd. Alessandra è la fangirl esuberante e sognatrice (non è difficile riconoscersi in lei) ed è soprattutto la lettrice: il suo ruolo è fondamentale per l'esistenza del libro di Filippo e offre l'occasione per ripensare al potere di cui ogni lettore è investito e che la lettura stessa ha e dona. Un autore non sarebbe tale senza un lettore perché se è dalla sua penna che nasce un mondo è attraverso il lettore che quel mondo vive.
Non sarò mai in grado di esprimere tutto ciò che il romanzo di Gerilli è, ma spero di aver reso almeno un po' l'idea di un libro che pur nella sua complessità riesce a rimanere leggero, divertente e capace di suggerire un punto di vista diverso. Questo non è un romanzo fantasy è un'occasione per riflettere sui cliché letterari e non solo, sulla letteratura e l'editoria. È un romanzo che ogni autore, ma anche ogni lettore dovrebbe leggere e tenere ben presente nella sua mente: si potrebbe considerare come un piccolo manuale cui far sempre riferimento.



mercoledì 15 marzo 2017

C'è post@ per noi... #209


Ciao a tutti! Eccomi qui con qualche nuova segnalazione, conoscete già qualcuno di questi libri?
Ce n'è uno che mi attira molto e credo che sarà uno dei prossimi che recensirò, buon mercoledì!








Titolo: Orpheus

Editore: Lettere Animate

Anno di pubblicazione: 2016

Genere: Urban fantasy

Appartenenza a serie: Orpheus- La saga- Vol.1

Pagine: 170

Formati disponibili: Cartaceo , copertina flessiblile 9,99e Ebook:Formato kindle, epub 2,99e

Link di acquistoAmazon | Feltrinelli | Kobo

Social: pagina facebook Autore | sagaTwitter

Trama:
Geena, appartiene ad una famiglia di potenti streghe di antiche origini. Fin da piccola è perseguitata da un incubo, che torna prepotentemente ad alloggiare le sue notti dopo l'inaspettato incontro con il carismatico Orpheus, leader di una band rock molto famosa in tutto il mondo. Orpheus ha un oscuro passato e capovolgerà la vita della giovane donna. Grazie a lui Geena si riunirà alla madre che non vede da dieci anni. Scoprirà di essere l'unica sopravvissuta di un parto gemellare e che sulla sua testa pende un'antica profezia legata al bracciale, al libro di poesie, ricevuto in eredità dalla nonna, e ad Orpheus.


Biografia Diana Mistera

Diana Mistera è nata al Roma nel 1972 da padre italiano e madre inglese.
È bilingue e trascorre la propria adolescenza a cavallo fra Italia e Inghilterra fino al 2003 quando si trasferisce in Finlandia, dove tuttora risiede.
Dopo la maturità scientifica intraprende la carriera universitaria, studiando all'Università degli Studi di Siena, Lingue e letterature straniere, con la specializzazione in Anglo-Americano.
Ama la subcultura gotica, l'esoterismo e la storia; soggetti dai quali prende ispirazione per i propri scritti.
Nel 2007, autopubblica una silloge poetica intitolata WINGLESS, in lingua inglese.
Nel 2011, autopubblica il racconto ”Il Signore delle Ombre”.
Nel 2015, 10 poesie sono inserite nell'antologia Runokohtauksia, pubblicata dalla casa editrice finlandese Robustos. Le poesie sono state tradotte in finlandese dal poeta Tommi Parkko.








Titolo: Accesso negato

Autore: Ugo Lucchese

Marchio: Libromania

Genere: Thriller

Formati: epub, mobi

Prezzo: € 1,99
Tra bastardi che non vorresti mai trovare sulla tua strada e canaglie con cui è impossibile non simpatizzare, un thriller dal ritmo incalzante e pieno di continue sorprese 
Tradire un'organizzazione criminale è una cosa rischiosa, soprattutto se si ha a che fare con la Costellazione, un impero del crimine potentissimo e supersegreto. Non la pensa così Nico, che si occupa di fabbricare dossier per mettere sotto scacco imprenditori, politici e chiunque entri nel mirino del Giudice, il misterioso capo dell'organizzazione. Forse stanco di una vita da furfante e accecato dalla perizia che ha sempre dimostrato nel suo lavoro, Nico ha deciso di rischiare e assicurarsi un futuro sereno grazie ai segreti di cui è a conoscenza e alla sua esperienza negli "affari". Qualcun altro, però, lo ha anticipato e il tradimento non passa inosservato come sperato, scatenando una caccia all'uomo senza quartiere in cui tutti fanno il doppio gioco e forse nessuno è davvero quello che sembra. 
Perché lo abbiamo scelto La trama è ben congegnata e riserva colpi di scena dall’inizio alla fine; il cast dei personaggi costituisce una galleria di tipi umani, molti dei quali poco raccomandabili, ma assolutamente irresistibili. 


Ugo Lucchese (Foggia, 1980), diplomato al Liceo Classico San Giuseppe di Monza, lavora in Unicredit per cui si occupa della gestione audio e video degli eventi aziendali. È sposato e ha una figlia, Gemma.






Titolo : Paradiso Nero

Autore: Fabio Galli

Editore : Lettere Animate

Anno di pubblicazione : 2016

Genere : dark-fantasy

Pagine : 346

Formati: Cartaceo (17 Euro ) e Kindle (3,99)



Sinossi:
Sono passati anni da quando il Risveglio dei morti ha sconvolto il mondo. Neppure il millenario potere dei maghi è riuscito a fermare la catastrofe che ha distrutto, senza alcuna eccezione, le nazioni di umani, elfi e nani. I pochi sopravvissuti cercano ancora di lottare, giorno dopo giorno, per strappare un briciolo di normalità all’incubo in cui sono sprofondati. 

Il popolo di Askan resiste duramente e orgogliosamente dietro le mura della propria città, forse l’unica rimasta ancora al mondo, mentre all’esterno torme di non-morti infestano le terre; ma all’orizzonte si profilano pericoli molto più antichi dello stesso Risveglio, che minacceranno la precaria stabilità di Askan e dei suoi cittadini. 


Mi chiamo Fabio Galli, 39 anni.
Appassionato di cinema e letteratura di genere, mi diletto a scrivere racconti di carattere fantastico e brevi sceneggiature per cortometraggi. I generi che mi interessano maggiormente sono l’horror e il fantasy, 
“Paradiso Nero” è il mio primo romanzo. 
Con “Paradiso nero “ volevo provare a calare le atmosfere dell’apocalisse zombie in una classica ambientazione fantasy cercando appunto di coniugare i due generi.




Titolo: “Perdonami se rido”

Autrice: Chiara Cerri

Editore: Nativi Digitali Edizioni

Data di uscita: ebook 09/02/17, cartaceo 16/02/17

Genere: Romanzo Contemporaneo

Collana: “Storie”

Prezzo: Ebook 3.99€, cartaceo 10€

Formato: ebook (epub, mobi, pdf) e cartaceo su Amazon

Lunghezza: 170 pagine (circa)

Link per acquisto  | Sito web editore

Sinossi:

Cosa succede a Viareggio a settembre, quando l'estate è ormai finita e il Carnevale è ancora lontano, quando gli ombrelloni lasciano spazio all'odore del salmastro e alla malinconia?

Ce lo raccontano Elena, barista part-time e aspirante ballerina, sua madre Eleonora, in bilico tra i rimpianti del passato e le utopie di un futuro idealizzato, Ivano, belloccio vincitore di un concorso televisivo che rinnega le sue origini, Rino, manovale vedovo in tempo di crisi, e suo figlio Jacopo, alla faticosa ricerca di uno spazio per sé tra la pineta e il mare.

Personaggi diversi, storie diverse ma che finiscono inevitabilmente a incrociarsi tra loro, come può succedere solo in provincia.

Ambientato in una Versilia che è come Orange County, ma senza l'Orange, il romanzo di Chiara Cerri è semplice ma anche ambizioso, riflessivo ma anche svagato, malinconico ma anche genuinamente divertente; la chiave di lettura di Perdonami se rido è nello stesso titolo: quell'arte tutta italiana di stemperare i momenti più difficili con una risata.


L'autrice

Chiara Cerri nasce a Viareggio davanti alla pineta, tra uno zoccolo e un coriandolo ci vive. Se tornasse indietro spenderebbe meno soldi in Università e più in viaggi.
Ama la letteratura americana, iniziare nuovi sport ed è simpatica soprattutto quando si ubriaca. Per curiosità o disperazione ha infilato il naso un po' in tutte le arti, ma la scrittura pare essere l'unica costante.
Vince dei premi letterari, tra cui il Premio Versilia Giovani e il premio indetto dalla casa editrice Giulio Perrone che le pubblica un libro di racconti.
Scrive alcuni articoli per il sito letterario Nazione Indiana e dal 2014 scrive di viaggi e altro sul suo blog personale love the shoot.
Abita per caso a Londra, ma si sente davvero a casa dove c'è il mare.
Blog | Pagina Facebook








lunedì 13 marzo 2017

Recensione: Il mio imprevisto più dolce - Chiara Trabalza


Titolo: Il mio imprevisto più dolce
Autrice: Chiara Trabalza
Casa Editrice: Lettere Animate
Pagine: 147
Data di pubblicazione: 2015
Prezzo: 0,99€ (ebook)

Trama: 

Elena e Liam si conoscono da sempre, sono come fratello e sorella, eppure, a un certo punto,
la vita li separa. Quando si rincontreranno dopo molti anni l'affetto e l'amicizia reciproca
lasceranno spazio a un amore non previsto che li spaventerà. Il sottile equilibrio che Elena
era riuscita a costruire con Liam vacillerà all'improvviso sotto la spinta irrefrenabile della passione.
a lei non è ancora pronta per una storia d'amore e allontana da sé Liam separando ancora una volta le loro strade. Eppure la vita spesso è imprevedibile e fa un dono inaspettato a Elena.
Ma Liam è ormai lontano e il destino sembra averli divisi per sempre. Elena è spaventata, confusa, sola.
Dovrà prendere una decisione. Rivorrà Liam accanto a sé oppure le sue paure la condurranno verso scelte sbagliate?
E Liam sarà in grado di rivelare ad Elena un terribile doloroso segreto del suo passato che per anni lo ha tormentato? Perché alcune volte anche un imprevisto può trasformarsi in un meraviglioso dono se si è disposti a perdonare e a concedere una seconda possibilità.


Recensione

Se devo essere sincera ho iniziato la lettura de "Il mio imprevisto più dolce" solo spinta dalla bellezza della cover, non avevo neanche letto la trama, mi sono solo fidata del lato estetico e devo dire che non mi sono pentita.
E' stata una storia molto carina e nella sua semplicità molto coinvolgente.

Dopo 10 anni Liam torna a Roma e cerca la sua amica di infanzia, Elena.
Con Elena, durante l'infanzia, erano come fratelli sempre insieme e inseparabili. Questi 10 anni non hanno intaccato il loro rapporto, nonostante non si siano più sentiti, appena si rivedono è come se non si fossero mai separati. 
Piano piano recuperano il tempo perduto e l'amicizia si trasforma in altro. 

La storia tra Liam e Elena è molto dolce ma, come dicevo prima, molto coinvolgente. Vediamo una lotta interiore, vediamo la negazione dell'attrazione che provano l'uno per l'altra, perchè ovviamente la paura di rovinare una cosi grande amicizia non è assolutamente facile. Sono afflitti da mille dubbi, sono confusi.
Ma poi i sentimenti hanno il sopravvento sulla razionalità, il cuore vince sul cervello, e i due ragazzi si abbandonano l'uno all'altra. 
Si vede lontano un miglio che sono fatti per stare insieme però c'è un'ombra che proviene dal passano che cercherà di distruggere tutto. 

Il libro è scritto in prima persona e vengono alternati i punti di vista dei due protagonisti, lo stile di scrittura mi è piaciuto molto, le descrizioni sono ben dettagliate e curate nei dettagli, i sentimenti sono ben trattati e sviluppati. 
L'unica pecca che ho trovato è il punto di vista di Liam, mentre leggevo i suoi pov non pensavo che fosse un ragazzo a parlare, ma "sentivo" il tocco femminile. 

Per il resto è un libro che consiglio assolutamente, è un libro che vi farà trascorrere alcune ore in compagnia e vi farà provare delle emozioni intense.





A presto^^



domenica 12 marzo 2017

C'è post@ per noi... #208

Buona domenica lettori!
Rieccoci con le nostre segnalazioni made in Italy.









Titolo: L'incensiere
Autore: Valerio Dalla Ragione
Data pubblicazione: Gennaio 2017
Genere: Fantascienza
Pagine: 382
Editore: Lettere Animate
Pagina facebook: https://www.facebook.com/sagadiselene/

Sinossi: Con vostra grande sorpresa vi scoprite essere lo scomodo bersaglio della classe dominante della vostra città, una città dove centotrenta milioni di persone vivono con lo spettro di un conflitto che potrebbe annientare le loro esistenze. Mentre la corruzione dilagante ingloba la vita politica e un monarca semi-umano getta le fondamenta di una nuova società, la morte a cui vi hanno predestinato potrebbe non essere la vostra unica opzione: dimore imperiali oltre la via della seta, autostrade informatiche, etnie robotiche sepolte dal tempo e cerimonie del tè in un pomeriggio d'autunno si mostreranno nel campo delle vostre possibilità. Fra i riflessi distorti di una metropoli dormiente e le notti di delirio nella ferocia di un'altra epoca, vi chiederete se le domande sulla vostra vita e quello che vi circonda valgano la pena di essere poste.

L'autore: Toscano, classe '95. Ho frequentato il Liceo Classico ad Arezzo e ora studio economia alla Copenhagen Business School.
L'incensiere è la mia seconda pubblicazione ("Selène", romanzo breve di fantascienza, ad inizio 2015). Ho una passione per le lingue (studio cinese da autodidatta) e per la musica classica (suono il pianoforte e compongo).


Titolo: Razov
Serie: Deceptive Hunters #2
Autrice: Giovanna Roma
Self-pubblishing
Genere: Dark romance
Data di pubblicazione: 17 gennaio 2017
Pagine: 300
Prezzo: € 2,99
Booktrailer: http://bit.ly/2ktGWsD

Sinossi:
Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie è tagliato fuori.
Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d'arma d'assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un'errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi.

L'autrice: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi "La mia vendetta con te, il suo sequel "Il Siberiano" e lo storico "Il patto del marchese".


Titolo: I love my boss
Autrice: Sadie Jane Baldwin
Editore: Butterfly Edizioni
Pagine: 390
Prezzo ebook: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 15,00 €
Collana: Digital Emotions
Genere: romanzo rosa contemporaneo
Pubblicazione ebook: 8 febbraio
Pubblicazione cartaceo: 24 febbraio

Sinossi:

Adam Kent, a 30 anni, ha tutto ciò che desidera: è sexy, sfacciatamente ricco e capo di una grande azienda, ma il suo successo non si limita solo al lavoro, ha anche una lunga schiera di ragazze ai suoi piedi. Abituato a comandare e ad avere storielle di poco conto, si ritrova impreparato quando conosce la nuova stagista. Alice Bell, 22 anni, ha incontrato Adam in un'altra occasione e con un altro nome, è stata piantata in asso senza motivo e prova un profondo odio nei confronti del capo. Decisa a vendicarsi del torto subito, non fa altro che fargli dispetti e renderlo ridicolo di fronte a tutti come fosse un nemico da combattere. Ma i due non potranno resistere a lungo alla potente attrazione che li sorprende un po' dovunque... anche in ufficio. Perché c'è solo un filo sottilissimo che separa l'odio dall'amore...


Titolo: Ritratto di dama
Autrice: Giorgia Penzo
Editore: CartaCanta Editore
Pagine: 152
Prezzo: 13€
Data di pubblicazione: gennaio 2017

Sinossi: Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola
metropolitana esaltata dalle atmosfere parigine.
Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame, una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di storia dell’arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci, quadro al quale è devoto. Con una sconvolgente, immediata, complicità, dal Point Zéro della capitale inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore.
A un passo dall’alba la fanciulla svela a Guillaume il suo segreto: lei è davvero la Belle Ferronnière.
Ogni dieci anni, il 10 agosto, è libera di uscire dal quadro che la imprigiona, ma deve rientrarvi prima dell’aurora o perderebbe l’immortalità. Questa volta, però, non vuole farlo: Guillaume le mette al dito un anello di carta e le chiede di sposarlo. Ma il destino è in agguato. Dieci anni dopo...

L’autrice: Giorgia Penzo, 29enne di Reggio Emilia, è laureata in Giurisprudenza e appassionata di storia, mitologia classica, filosofia, arte.
Nel 2013 pubblica una duologia urban fantasy (Red carpet e Asphodel, Editrice GDS) che riscuote grande

successo. Si autodefinisce una nerd, nata nel posto sbagliato, nell’epoca sbagliata e laureata nella facoltà sbagliata. Forse proprio per questo il suo blog conta più di 5.000 iscritti (con 67.000 visitatori unici a oggi) e il suo profilo Twitter vanta più di 16.000 follower.

Conoscete già qualcuno di questi titoli? Uno o più vi hanno colpito in particolar modo? 



venerdì 10 marzo 2017

Recensione: Il manuale del rapporto di coppia di Annabelle Lee



Titolo: Il manuale del rapporto di coppia
Autore: Annabelle Lee
Genere: Saggistica
Formato: ebook
Prezzo: 2,99€

Sinossi:
Tempi duri per i romantici: le coppie sempre più spesso scoppiano, anche quelle che sembrano perfette (ahimè, vedi Brad e Angelina)! In un mondo frenetico che cambia sempre più velocemente, tra mille impegni e distrazioni, tra Facebook e Tinder, le relazioni di coppia durature sono destinate a diventare roba da altri tempi?

Ma no: l'amore, quello vero, è troppo bello e importante per rinunciarvi. Bisogna però non commettere errori: evitare di idealizzare il partner, concretizzare le proprie aspettative, risolvere i problemi e consolidare il rapporto.

Sembra difficile? È per questo che abbiamo un manuale! Annabelle Lee con il "Manuale del rapporto di coppia" propone le soluzioni e i segreti per costruire la vostra storia d'amore ideale e mantenerla stabile e vivace nel tempo!

Una guida per tutti, con tutto quello che c'è da sapere per salvaguardare il proprio rapporto d'amore.

Recensione:

Questo libro è un vero manuale che insegna tutto quello che è necessario sapere al fine di salvaguardare il rapporto di coppia che ciascuno di noi vive. Una guida moderna il cui obiettivo è quello di dare i consigli più appropriati per costruire una storia d’amore solida e durevole. Tuttavia, come sottolineato dall’autrice, questo libro non fa miracoli, non trova il partner perfetto, né può essere inteso come un ricettario amoroso. 

Ho trovato interessante il modo in cui il manuale è organizzato: quattro sezioni che vanno dalla fase del corteggiamento, fino a quella del consolidamento del rapporto e quindi del mantenimento dei traguardi. Creare un rapporto duraturo tra due persone può essere veramente molto complesso, perché le persone sono complesse.

Ci sono tanti fattori, sia interni che esterni, che possono intervenire influenzando le fasi del rapporto e persino la sua riuscita. Ma preparare bene il terreno su cui stiamo posando le fondamenta, è il primo passo per raggiungere l’obiettivo. Divertenti alcune osservazioni poste nella fase due, in particolare quelle inerenti alla fase di assestamento/realtà.
Se, infatti, il lettore seguirà con attenzione la fase 1, il seguito sarà un passaggio molto piacevole e costruttivo. Siccome, però, vale sempre il detto “mai abbassare la guardia”, anche questo step è fondamentale per raggiungere il traguardo sperato.

Nella seconda fase occorre chiarezza, non c’è alcun motivo di correre ed affrettare i tempi. Che poi, ognuno ha i suoi; tuttavia è importante, sottolinea l’autrice, chiarire in partenza gli obiettivi comuni. II manuale sottolinea l’importanza del rispetto, valore a prescindere, in particolare per il partner.
Il sentimento nasce spontaneo ma può crescere col passare del tempo mentre quanto alle incomprensioni, ne vanno ricercate le motivazioni per risolvere i problemi.
In conclusione vivere insieme, avere un rapporto solido ed appagante, contare sull’altro … sono tutti aspetti bellissimi della vita di coppia, ma nulla cade dal cielo! Ecco perché questi aspetti devono essere curati e gestiti con attenzione.

E’ necessario investire nella nostra storia. Siamo noi a decidere della nostra vita e della nostra felicità. Un manuale chiaro, ben scritto e suddiviso, a mio modesto giudizio, in parti schematiche e chiare (quasi fosse una sorta di bigino dell’amore, da consultare all’occorrenza).
Ad una prima guida alla lettura, segue una trama suddivisa nelle fasi salienti di ciascun rapporto d’amore.

Utile sia per i single ancora alla ricerca, che per tutti coloro che l’amore l’hanno trovato e vogliono mantenerlo.









mercoledì 8 marzo 2017

Recensione: Il Principe delle Ombre, di Francesca Persico


Titolo: Il principe delle ombre

Autore: Francesca Persico

Editore: Lettere Animate

Anno edizione: 2017

Pagine: 314 p.


E se il mito dei sette principi degli inferi fosse reale? Se i vizi capitali avessero un volto? Se si muovessero in mezzo a noi per corromperci, irretirci, trascinarci nell'oblio? Cassie ha diciassette anni. È ironica, pungente e ama le storie impossibili, ma di certo non si pone domande di questo tipo. Costretta a trasferirsi in un piccolo paesino di provincia si imbatte in Rio. Dispotico, irriverente, vendicativo ed egoista, una furia. Tra mille difetti, però, è anche di una bellezza senza pari, così bello da non sembrare di questo mondo. Cassie ancora non sa che l'incontro con Rio segnerà definitivamente la sua intera esistenza e la condurrà alla scoperta di un segreto terribile. Una guerra senza scrupoli si combatte dalla notte dei tempi, l'eterna battaglia tra le creature del buio e quelle della luce e le anime degli uomini rappresentano il bottino più prezioso.


Recensione:



La protagonista del libro è Cassie, una ragazza di 17 anni che si è trasferita dalla zia a seguito di una bruttissima esperienza, era infatti stata rapita dal suo ex fidanzato, catturato dalla polizia e poi fuggito, dal quale in questo modo la sua famiglia pensa di tenerla al sicuro.


Inizierà una nuova vita nella nuova scuola, dove conoscerà Stefano, un ragazzo gentile col quale legherà fin da subito, e un gruppo di ragazzi piuttosto strani, che poi Cassie scoprirà essere fratelli adottivi.


In particolar modo si ritroverà, suo malgrado, a fare amicizia con Pig, una ragazza svogliata e mite con la passione per il colore rosa. 
L'altro protagonista di questa storia, Rio, è un tipo impulsivo, dai modi violenti, che incute timore nella maggior parte degli studenti. Cassie all'inizio proverà un sentimento ambivalente nei suoi confronti, poi imparerà a conoscerlo e capirà che alla base della sua ostilità c'è molto più di quello che lei credeva.


Questo libro presenta parecchi fattori classici dei fantasy young adult e la cosa all'inizio mi aveva un po' frenata, poi però, leggendo, ne ho apprezzato parecchi dettagli interessanti. Lentamente mi sono ritrovata presa dalla curiosità e dal desiderio di sapere come proseguiva la storia di Cassie e di Rio, sicuramente questo è dovuto anche al fatto che il romanzo è scritto bene, oltre a mantenere questa originalità che ho apprezzato molto.
L'ho letto con curiosità, apprezzandone la trama e i molti colpi di scena che l'autrice ci regala fino alla fine. I personaggi sono esplorati e caratterizzati con cura, mi hanno colpito in particolare Pig e Lussie. Spero tanto che Francesca abbia in programma un seguito, perché lo leggerei molto volentieri.


Lo stile dell'autrice è avvincente e le descrizioni sono ben fatte, cosa a mio parere molto importante quando si ha a che fare con elementi propri del mondo che si sta raccontando, dettagli difficili da immaginare senza una guida.

In conclusione, il libro mi è piaciuto molto più di quanto mi sarei aspettata, faccio i complimenti all'autrice e aspetto un seguito.

Consiglio questo libro agli amanti del fantasy, soprattutto a chi predilige le storie su angeli e demoni e a chi piacciono le storie romantiche.