Recensione: Se i conti tornano i racconti rattornano, di Chiara Rodeghiero

07:00


 

Titolo: Se i conti tornano i racconti rattornano

Autore: Chiara Rodeghiero

Editore: Self publishing

Lunghezza: 71 pagine

Genere: Antologia di racconti

Prezzo: cartaceo 10,40 €, ebook 

Acquistabile su Amazon e con Kindle unlimited

Estratto:

"La donna senza passato
rideva rideva
e non parlava mai di sè
perché non avendo
un passato
non aveva nulla
da raccontare"

Edito la prima volta nel 2016, da oggi è disponibile sui circuiti Amazon!

Una raccolta di 12 racconti fantastici, imprevedibili e surreali, tra cui: "Jan Lenuòt", "La Voce", "Annalia","Scuola di Caduta per foglie", "O la borsa o la vita", "Il tagliatore di ombelichi".



Recensione:

Se i conti tornano i racconti rattornano è un'antologia di racconti molto originali che mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine. 

Anche solo dal titolo potrete intuire che non si tratti di storie convenzionali, infatti questi racconti non si danno limiti, mescolando elementi del mondo che conosciamo con altri spesso ai limiti del nonsense. Sono delle fiabe per adulti che attraverso le metafore che l'autrice usa ci portano a sorridere e a volte anche a riflettere sul mondo che abbiamo intorno e su noi stessi.

Credo che l'originalità sia la forza di questa raccolta, insieme allo stile dell'autrice, scorrevole e frizzante, che vi spingerà a continuare a leggere chiedendovi: e adesso che cosa potrà ancora capitare?

Se dovessi trovare un aggettivo per descrivere questo libro penserei alla parola strano. È originale e si capisce che il libro è stato costruito dall'autrice in totale libertà, perché non ha regole. Ogni storia a modo suo è spiazzante e originale, e ha poco a che vedere con le precedenti, sia per la forma che per l'ambientazione.

Già dal secondo racconto Jan Lenuòt capiamo che il mondo nel quale le storie sono ambientate prende spunto dal nostro, ma vi si discosta parecchio. Jan è un ex nuotatore olimpionico che, stanco della routine nella quale si è accontentato di vivere, sceglie di impegnarsi per studiare una nuova disciplina tutt'altro che convenzionale, con risultati impressionanti.

Mi è difficile scegliere il mio preferito, ma credo che Scuola di caduta per foglie meriti una menzione: la protagonista del racconto è una noce spezzata che cerca di ritrovare la propria altra metà e del viaggio delle due metà in questa ricerca.

Tra le storie che ho preferito vorrei citare anche Annalia, che racconta la vita ricca di una donna in carriera; e La borsa o la vita, forse una delle storie più particolari, che parla di uno spirito con una faccenda in sospeso da sistemare per potere finalmente avere pace.

Consiglio questo libro a chi ama i racconti e i mondi fantastici nei quali tutto è possibile, ma anche a chi ha voglia di sognare e di divertirsi un po' leggendo qualcosa di originale, pungente e fuori dagli schemi.








Ti potrebbe anche interessare

0 commenti