Amaranth

Recensione: "La gestazione degli elefanti" di Ilaria Mainardi

11/29/2023

Nella scheda di lettura “La gestazione degli elefanti” è definito satira distopica. Ingenuamente (e con una certa supponenza) ero convinta che i due termini potessero scambiarsi ruolo grammaticale e che anzi, meglio sarebbe stato dire distopia satirica perché ero stata attratta dalla dimensione distopica del romanzo.
La satira non l’avevo considerata ma...

sembra che il senso dell’umorismo contagi anche chi lo ha ripudiato.



TitoloLa gestazione degli elefanti
Autorə: Ilaria Mainardi
Editore: Les Flâneurs Edizioni- 27 ottobre 2023
Genere: Satira distopica
Pagine: 238
Prezzo: € 17,00

Trama
In uno stato totalitario nel quale ogni aspetto della vita è pianificato per rimarcare le siderali e ghiacciate distanze nelle relazioni umane, da quattordici anni e sette mesi è diventato proibito, per legge, ridere. Rinchiuso in un carcere di massima sicurezza e sorvegliato da truppe mono-espressive e
irritabili tentacoli biotronici, D., attore comico dall’innato talento di far piangere dalle risate i suoi spettatori fino a costringerli a sorreggersi la pancia tra le mani, cercherà di sconquassare l’ordine costituito per salvaguardare la potenza sovversiva dell’ironia che può cambiare il mondo, anche quando ci fa solo immaginare di cambiarlo davvero.

***

D. è deciso a farla finita. Sì, gli rimane ancora Sparky e, in effetti, per il suo migliore amico a quattro zampe, D. potrebbe desistere. Ma davvero, non gli rimane altro: il suo spirito assomiglia a quel cinema abbandonato dove ha lavorato per anni: presente, ma senza vita.
Non che abbia molte chance di riuscita: le TT (Truppe Tentacolate) sanno dove si trova. Il pungiletto, il braccialetto che tutti indossano e che, con scariche elettriche, inibisce l’istinto alla risata o al sorriso, rivela con precisione anche la posizione per garantire un intervento tempestivo contro le malefatte e la gioia. Il Governo ha dovuto vietare la risata e persino il sorriso perché cause di leggerezza del comportamento e disordine sociale.
D., attore comico, si è trovato a spasso dall’oggi al domani e, dopo aver tentato un suicidio eversivo, si trova in un carcere di massima sicurezza. Nella cella 121 bis, per la precisione.
Suoi compagni di cella, per voler del caso o di Mainardi, o forse per necessità narrativa, sono Billy lo stronzo (e poi Billy tante altre cose) e Charlie, un uomo probabilmente più vecchio di Matusalemme.
Si tratta, come è ovvio, di due personaggi fondamentali per gli eventi che si mettono in moto nelle pagine a seguire, quando emergono i meccanismi perversi della prigione, della società tutta e le ragioni per cui Billy è davvero uno stronzo imperscrutabile, ma anche l’unica speranza per cambiare le carte in tavola.

Fidati, “La gestazione degli elefanti” non è affatto come hai immaginato leggendo la mia trama o quella della quarta di copertina. Sì, è una distopia ma non solo.
L’irriverenza satirica, che forse Mainardi mutua dal suo protagonista, non è soltanto una scelta stilistica volta a far risaltare la spietatezza della logica del governo. Si infiltra nella trama stessa, abbattendo tutte le pareti (non solo la quarta): diventando un'attrice attiva nella storia, la voce narrante si svela al lettorə e lə rende consapevole che il potere decisionale non è in mano ai personaggi.
Dal canto loro, i personaggi non sono confinati nella bidimensionalità narrativa e, talvolta, sembrano poter interagire con l’autorə e con ə lettorə. Agendo come se fossero consci del proprio ruolo, giocano con i cliché e sottolineano gli stratagemmi narrativi, ricordando che quanto si sta leggendo è solo un romanzo.
Mainardi, però, ci trascina tutti (D., Billy, Charlie, Sparky, Lettorз e Autorə) dentro la storia stessa: ne siamo parte integrante e contribuiamo a renderla possibile, e questo non solo in virtù della famosa sospensione dell’incredulità.
La gestazione degli elefanti” è un romanzo eversivo, un'opera che si libera da schemi, generi e limiti predefiniti. Mainardi erompe con un’abilità narrativa di alto livello, capace di reggere gli equilibri delle dimensioni che lei stessa ha voluto scompigliare.
è un romanzo scritto a carte scoperte, ma che lascia molto da indagare tra le righe. Raccontando un mondo in cui la gioia è stata vietata, Mainardi riesce a far sorridere e persino a intenerire, rivelando una penna davvero sfaccettata, che spinge a riflettere in maniera non banale sulle nostre scelte.
Mi rimane un desiderio: leggere altri romanzi di Mainardi ed esplorare ancora la sua originale narrativa.

ognuno è libero di affrontare le conseguenze delle scelte non libere che liberamente sceglie di compiere.




Alessandra Angelo Comneno

C'è post@per noi... #532

11/26/2023


Buona domenica lettori!
Che freddino è arrivato. Oggi per quanto mi riguarda sarà tutta casa e letture, la settimana è stata lunga e devo ricaricare le batterie. E voi? Tranquilli, per le letture ci pensiamo noi a segnalarvi qualcosa di nuovo la rubrica C'è post@ per noi!

SENSAZIONI PERICOLOSE
di Maria Teresa Cristodaro
Butterfly Edizioni | 253 pagine
ebook €3,99
23 ottobre 2023


Daniel ha perso l'amore della sua vita, ma quando il destino gli offre una nuova possibilità, tutto cambia. Deciso a vendicare la sua promessa sposa, si infiltra nell'organizzazione criminale portoricana dove si nasconde il suo assassino. Abbandona il suo ruolo di agente dell'FBI e diventa Alex, il confidente fidato di Victor Lamanna. Mentre l'obiettivo sembra alla sua portata, la sfida più grande è la moglie del boss, che riaccende una scintilla che pensava di aver perso per sempre.
Helena vive in una lussuosa villa, prigioniera di una gabbia dorata.
Suo padre e colui che ha in mano le chiavi della sua libertà le hanno strappato l’amore della sua vita e la ricattano utilizzando sua figlia.
Tuttavia, quando incontra Alex, un legame profondo si forma, facendo risvegliare il suo cuore. Ma l'amore tra loro sembra impossibile, e sentimenti pericolosi si intrecciano in questa storia coinvolgente.
In un intrigo di passione, vendetta e pericolo, i protagonisti dovranno combattere mettendo in gioco tutto ciò che hanno, fino a rischiare l'ultimo respiro.

ATTRACTION
di Denise Argiolas
Hot Edizoni | 115 pagine
ebook €3,99
7 novembre 2023 


Evelyn Brown e Blake Davis si conoscono fin dai tempi del liceo. Lui è uno squattrinato donnaiolo; lei è una irraggiungibile ereditiera.
I loro mondi sono troppo lontani per potersi avvicinare, infatti non sono mai stati insieme. Otto anni dopo, si rivedono al matrimonio di un amico in comune e scatta quella scintilla che non si era mai spenta.
Blake è rimasto fedele a quel ragazzo tormentato che era al liceo, pieno di tatuaggi che nascondono un segreto e tanto dolore.
Evelyn, invece, è come una soave poesia che ti insegna a vivere e ti sconvolge l’esistenza.
Il destino di Blake è già scritto, ma Evelyn può fare la differenza…
Resterà a guardare, perdendolo per sempre, oppure avrà il coraggio di amarlo alla luce del sole?

MARIPURA E IL DONO DELL'ACQUA
di Chiara Carminati
illustrazioni di Pia Valentinis
Lapis Edizioni | 48 pagine
cartaceo €16,00
13 ottobre 2023


Maripura era un paese senz’acqua, misero e morente. Fin quando un giorno la fonte iniziò a zampillare. Merito di Samina, una bambina speciale che aveva stretto un patto con il Grande Spirito delle Acque: in cambio della sorgente, tutti avrebbero potuto attingere acqua ma solo di giorno, mai di notte, per non disturbare i sogni d’acqua dello Spirito. L’acqua del giorno era abbondante, fresca: bastava per tutti e la fonte era sempre colma. Nessuno si azzardava a toccare la sorgente dopo il tramonto, per paura della maledizione. Finché una notte, un’ombra più scura del buio giunge alla sorgente: un uomo avido, deciso a infrangere il patto, riempie il suo otre. Dopo otto notti di furti, la fonte sì prosciuga e non zampilla più… che ne sarà del paese di Maripura e dei suoi abitanti? Una fiaba moderna, con le atmosfere e i colori di un’antica leggenda. Parole e immagini per raccontare l’importanza vitale dell’acqua, bene prezioso e diritto di tutti, e del rispetto che le dobbiamo. Età di lettura: da 5 anni.

COME IL VOLO DI UNA CICOGNA
di Alessandra Angelo-Comneno
Casa Editrice Kimerik | 300 pagine
cartaceo €15,00
30 marzo 2022


Ciò che è doloroso può spingere negli abissi e far affondare, ma anche portare a galla, verso la luce, può condurre alla ricerca di qualcosa che rende la vita speciale, può spingere persino a compiere un viaggio fisico e interiore. Ed è quello che fa Emily dopo aver perso il marito, dopo aver vissuto nel buio per tre anni. Inizia il suo percorso a ostacoli, affrontando la depressione, una sofferenza insopportabile che soffoca e i fantasmi del suo passato... qualcosa che è accaduto in un altro Paese. Questo è un romanzo di grande impatto e Alessandra Angelo-Comneno con la sua storia racconta che non basta sopravvivere, bisogna tornare vivere. Bisogna sperare, affrontare ciò che spesso si nasconde persino a sé stessi, credere nella propria forza e rinascere dalle macerie. Attraverso la memoria, le sensazioni narrate e i momenti vissuti, la scrittrice è in grado di creare uno scambio simbiotico tra sé e il lettore, ed è capace di coinvolgere emotivamente, fino in fondo.

BROKEN. ANIME SPEZZATE
di Connie Furnari
selfpublishing | 444pagine
ebook €0,99
17 ottobre 2023


Clelia arriva ad Harrison Hall, un orfanotrofio di Los Angeles, un freddo mattino di Novembre. Ha solo otto anni e i suoi genitori l’hanno abbandonata perché costretti a tornare in Messico, come immigrati clandestini.
Poco tempo dopo, conosce Nick, portato ad Harrison Hall nell’attesa di crescere, dopo essere scampato all’attentato in cui ha perso la vita sua madre.
Tra Clelia e Nick nasce una strana amicizia, fatta di comprensione e di silenzi. Lei è una bambina messicana e spontanea, cresciuta nella povertà dei vicoli di San Diego, lui è un ragazzino ricco, scontroso e solitario, l’erede dei Damiano, una potente famiglia di Malibu.
Le loro strade sono subito destinate a dividersi, per poi rincontrarsi. Anni dopo, Clelia si iscrive alla Schubert Academy di Los Angeles, un conservatorio in cui studiare musica, dopo essere stata adottata da una nuova famiglia, e incontra Nick nella stessa università.
Lui è diventato bellissimo, violento e soprattutto degno erede di suo padre. Ma per Clelia, che lo ha conosciuto molto bene, i suoi occhi azzurri continuano a rimanere dei cieli oscuri senza stelle, pieni di oscurità.
Entrambi sono stati spezzati dalla vita, per motivi diversi, e i segreti del loro turbolento passato riaffiorano.
Ci sono legami troppo forti per essere distrutti dalla vita e dal dolore, soprattutto se si è fatti l’uno per l’altra.


LA DANZA DELLE OMBRE
INDACO
di Nicky Persico
Les Flaneurs Edizioni | 108 pagine
ebook €8,99 | cartaceo €15,00
31 ottobre 2023


In una sera di maggio, un uomo si ritrova a bordo di un convoglio tratteggiato a tinte surreali. Si tratta di un viaggio verso il destino? Ombre dal passato ignoto ma dalla parola assai feconda lo accompagnano in un tragitto onirico che si rivelerà cruciale per la sua sopravvivenza. Con la leggerezza consueta a chi s’introduce in punta di piedi nei mondi interiori e sa apprezzare tutto il valore dei sentimenti, Persico ci invita a risalire la china, a non prestare il fianco allo sconforto e a non darsi mai per vinti, ma a prendere coscienza della nostra umana condizione attraverso il dono della condivisione. Un romanzo dalla natura multiforme sulla ricerca del senso, che ci ricorda come l’immaginazione possa aprire dinanzi ai nostri occhi nuovi orizzonti, nuove strade da intraprendere.

Alla prossima




Maria Cristina Buoso

RECENSIONE: "Vernissage" di Maria Cristina Buoso

11/22/2023

 

Titolo: Vernissage - L'intimità di un quadro

Autore: Maria Cristina Buoso

Edizioni: PlaceBook Publishing 

Genere: Thriller

Formato: Digitale - Cartaceo

Prezzo: Digitale Eu 4,90 - Cartaceo Eu 13,78

Pagine: 212

 

Sinossi: 

Livia Mexico, bellissima e famosa pittrice, compare a Treviso. Le sue opere emanano una forte sensualità. Colori brillanti e pregni di mistero, così come la sua vita.
Ginevra Lorenzi, giovane ispettore capo della questura di Treviso, è incaricata di occuparsi della sparizione di un noto gallerista della città.
Ma è davvero solo una sparizione?
Il caso s’infittisce quando scompaiono altre persone e appaiono gl’inquietanti quadri di Livia.
Arte, sesso e mistero sono il file rouge di questo appassionante thriller. 

Recensione:

Un viaggio all'interno dell'arte nella sua forma più intima, e nella psiche malata, fanno da sfondo a questo thriller a tinte noir, che inquieta e allo stesso tempo affascina, spingendoci ad addentrarci sempre più nei meandri delle sue pagine.

Treviso. Eva è una pittrice di talento, ma frenata da un "blocco" emotivo, finchè non incontra l'uomo che la "sbloccherà": Leo, importante e affascinante gallerista molto più grande di lei, a cui Eva deve la sua fortuna, ma che ora ha smesso di dedicarle attenzione, lasciandola annientata e inevitabilmente innamorata e sua succube.

Quando la pittrice Livia Mexico farà il suo ingresso a Treviso, nella galleria di Leo, le cose prendono una piega imprevista. Eva si accorge che il fascino sensuale della nuova arrivata sedurrà un altrò gallerista, Ivo, il quale non è però l'unico a subire lo charme della misteriosa pittrice. L'attrazione che emana l'enigmatica pittrice colpisce tutti, Leo compreso. La sua arte emana erotismo e inquietudine allo stesso tempo, nelle sue tele i colori sembrano prendere vita.

Pagina dopo pagina, scopriremo che ciò che lega Eva a Leo non è solo passione e gratitudine per averla fatta crescere artisiticamente: lei è dipendente dal suo "amore", nella vita e nell'arte e dalle emozioni sensuali che lui le regala. Infine c'è l'ispettrice Ginevra Lorenzi, terza ed ultima donna protagonista del romanzo. A differenza delle prime due, che vivono di passione e istinto, Ginny è una donna razionale, amica di Eva dai tempi della scuola, dedita al suo lavoro e alla ricerca della verità.

 Quando scompare Ivo, Ginevra inizia ad indagare nei luoghi familiari al gallerista, a sentire i suoi conoscenti, e capisce che è nell'ambiente artistico che deve cercare a fondo, per scoprire che fine ha fatto l'uomo. La scomparsa di Ivo è solo la prima: dopo di lui altre due persone spariranno, come inghiottite nel nulla. "Vernissage" è un libro che non ho apprezzato immediatiamente, ma che ho scoperto poco a poco, unico nel suo genere, una di quelle opere che non ti aspetti, ma che finiscono per ammaliarti.





Anna Chillon

Cè post@ per noi... #531

11/19/2023


Buona domenica! I titoli che ti presento oggi appartengono a generi diversi.
Io sto leggendo La gestazione degli elefanti di Ilaria Mainardi: mi ha intrigato l’idea di uno Stato in cui la risata, così apparentemente innocente e naturale, viene vietata.
Tu cosa stai leggendo? 



Onda di Passione di Anna Chillon

Titolo: Onda di Passione

Autorə: Anna Chillon
Editore: autopubblicato - 4 ottobre 2023
Genere: erotico (ménage à trois, mfm, hate to love)
Pagine: 137
Prezzo: ebook - € 0,99; flessibile - € 5,90

Trama
La vacanza indesiderata di Unique Meyers, erede unica del magnate Thomas Meyers, inizia male fin dall’arrivo all’aeroporto, dove viene travolta da un energico passante. Tra lei e quel giovane, attraente ma grezzo, scaturiscono subito scintille come tra due pietre focaie: attrito e fuoco.
Ma ancora non immagina fin dove la sua permanenza a Grand Cayman la condurrà.
Fra le abili mani di due giovani e seducenti uomini, sopraffatta da quel fremito che dà il batticuore e fa scorrere veloce il sangue nelle vene, si troverà faccia a faccia con i suoi desideri più nascosti.
Sarà così che Unique perderà il controllo, lasciandosi trascinare sulla cresta di un’onda di passione pura e selvaggia.

Bronzo assassino. Intrighi a Sparta di Marco Bertoli

Tannatamuwatalla, Possente devastatore, era il nome con cui il padre lo aveva presentato al
popolo, mostrandolo dalla terrazza della reggia di Troia.
Sorrise. Il suo ospite, per quanto avvezzo alla parlata dei popoli che abitavano le sponde del Mare
Inospitale, aveva riassunto lo scioglilingua in Ettore, il Forte.



TitoloBronzo assassino. Intrighi a Sparta
Autorə:  Marco Bertoli
Editore: NPS Edizioni - 1 novembre 2023
Genere: thriller storico
Pagine: 280
Prezzo: ebook - € 2,99; flessibile - € 15,00

Trama
Sparta, 1208 a.C.
Il principe Ettore, erede al trono di Troia, guida una missione diplomatica per stipulare un trattato di
alleanza con Menelao, wanaka di Sparta, ma si ritrova coinvolto in una serie di efferati delitti e di
macchinazioni politiche.
In una lotta contro il tempo e la sete di vendetta dei bellicosi Achei, il primogenito di Priamo dovrà
trovare le prove per scagionare Paride ed Enea dalle accuse di omicidio e salvarli così da una
condanna a morte.

Marco Bertoli è geologo in pensione. Vive a Pisa. Numerosi suoi racconti hanno vinto concorsi, o si sono classificati finalisti, e sono stati pubblicati in trecento antologie e riviste.
Tra i suoi numerosi romanzi: il giallo storico L’avvoltoio. Delitti all’alba della scrittura, e il romanzo steampunk 1886. Quando le Lunatermiti invasero la Terra, entrambi editi dall’associazione culturale “I doni delle muse”.
​​​​​​​Per NPS Edizioni, ha scritto racconti per le antologie Bestie d'Italia, Streghe d’Italia e Fantasmi d’Italia e pubblicato i romanzi Percussor. I delitti del Reame Pisano e La signora che vede i morti.

Una stagione in più di  Elena Lugli, Emilia Li Gotti e Ilaria Orzali



Titolo
Una stagione in più
Testi di: Elena Lugli ed Emilia Li Gotti
Illustrazioni di: Ilaria Orzali
Editore: Lapis Edizioni - 4 ottobre 2023
Genere: albo illustrato (dai 5 anni in su)
Pagine: 32
Prezzo: € 12,90

Trama
Anna ama il passaggio da una stagione all'altra: i monti che si imbiancano, la pioggerellina che sfiora i bucaneve, i colori sgargianti della primavera.
Una mattina, però, inizia a dolerle la testa. La piccola è spaventata perché non le passa, così mamma e papà la portano dal dottore, che la tranquillizza e le spiega che dovrà affrontare delle cure.
La storia di Anna prende vita e corre di mese in mese, tra difficoltà, cambiamenti e sogni, per arrivare alla stagione più bella ed emozionante: quella della sua guarigione.
A ciascun bambino Anna regala un abbraccio, stretto tra le parole di una favola. A ciascun bambino Anna regala la sua speranza. Questo libro nasce per raccontare ai più piccoli cosa significhi attraversare una stagione di cura, e farlo con fiducia: perdendo i capelli, sì, ma per averne di nuovi e tornare fuori a giocare al primo raggio di sole.

L’atlante di Adassaya (Cieli senza sole #1) di Laura Silvestri



Titolo
L'atlante di Adassaya (Cieli senza sole#1)
Autorə: Laura Silvestri
Editore: Nativi Digitali Edizioni- 26 ottobre 2023
Genere: Fantasy (Sword & Sorcery)
Pagine: 200
Prezzo: ebook -  € 4,99; cartaceo - € 13,00

Trama
Quinto secolo dopo Cristo. In una bettola di Samarcanda, il principe Emeka incontra quattro mercenari dall'indole scontrosa, per ingaggiarli come scorta personale. Cosa c'è di strano? Che Emeka sta cercando guerrieri fuori dal comune, esperti nel combattimento contro creature disumane. Il principe stregone sa che li aspetta un viaggio pieno di pericoli. Quel che però neppure Emeka può sapere è che il Passaggio di Rubino lo condurrà ad Adassaya: una dimensione parallela popolata da creature di ogni tipo, dove le leggi degli uomini – e della fisica – valgono poco o nulla. Ma le azioni spesso avventate dello stravagante quintetto – guidato dall’inquieta Naishada – non passeranno inosservate a un'entità demoniaca che si cela dietro i misteri di quel mondo, un nemico che da millenni segna la storia della Terra e che metterà i suoi spietati seguaci sulle loro tracce...

Prima parte del dittico fantasy Cieli senza Sole in parte di ispirazione storica e in parte Sword and Sorcery, senza rinunciare a sfumature decisamente dark, L'atlante di Adassaya è, come per i personaggi del romanzo, la porta verso un nuovo mondo. Che ci insegna in particolare due cose: che per raggiungere un luogo, quello che davvero conta è la volontà di farlo. E che, quando la situazione è di vita o di morte, tutti gettiamo le nostre maschere.

Laura Silvestri è nata a Roma nel 1982. Sin da bambina ama leggere e inventare storie. Laureata in Ingegneria Gestionale, lavora nell’ambito della logistica internazionale.
Ha pubblicato i romanzi fantasy Nel nome della Dea (ed. Giovane Holden, 2015) e Jingū – La leggenda di un’Imperatrice (Watson Edizioni, 2019). Con Delos Digital ha pubblicato i racconti lunghi La notte in cui tutte le donne, Materia Grigia e Popularity nella collana Futuro Presente; La canzone di Shartìs e Yule – Viaggio nel cuore dell’inverno per la collana Heroic Fantasy Italia; i racconti solarpunk Lasciate fare a Elvis e Natura morta con kintsugi nella collana Atlantis.
Suoi racconti sono stati inclusi in antologie di diversi editori (tra cui Watson Edizioni, Kipple Officina Libraria e Moscabianca Edizioni) e nel 2019 ha vinto la XXV edizione del Trofeo RiLL con il racconto Leucosya. Nel 2020 RiLL ha dedicato alle sue storie brevi l’antologia personale La Luna e l’Eden (ed. Acheron Books).

Ha pubblicato con Nativi Digitali Edizioni il racconto lungo di fantascienza sociale "I Figli dell'Aurora Boreale e nel 2023 "L'Atlante di Adassaya", prima parte della duologia fantasy “Cieli senza Sole”, finalista al Premio Odissea 2021.

La gestazione degli elefanti di Ilaria Mainardi

«La paura è una sostanza melliflua: se la fai colare dentro qualcuno si espande con
lentezza. Dopo puoi anche tentare di lavarla via, ma la traccia rimane impressa dentro
le viscere. È un elemento strano, la paura, va saputa maneggiare per non farla divenire
una spinta ridicola»



TitoloLa gestazione degli elefanti
Autorə: Ilaria Mainardi
Editore: Les Flâneurs Edizioni- 27 ottobre 2023
Genere: Distopia satirica 
Pagine: 238
Prezzo: € 17,00

Trama
In uno stato totalitario nel quale ogni aspetto della vita è pianificato per rimarcare le siderali e ghiacciate distanze nelle relazioni umane, da quattordici anni e sette mesi è diventato proibito, per legge, ridere. Rinchiuso in un carcere di massima sicurezza e sorvegliato da truppe mono-espressive e
irritabili tentacoli biotronici, D., attore comico dall’innato talento di far piangere dalle risate i suoi spettatori fino a costringerli a sorreggersi la pancia tra le mani, cercherà di sconquassare l’ordine costituito per salvaguardare la potenza sovversiva dell’ironia che può cambiare il mondo, anche quando ci fa solo immaginare di cambiarlo davvero.

Ilaria Mainardi risiede a Pisa, sua città d’origine. Qui ha visto maturare l’amore per il cinema, scrutato col rispetto e la sospensione incredula che si deve a ciò che è al tempo stesso familiare e misterioso. Con Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato il romanzo La quarta dimensione del tempo (2020) e Il
racconto di un sogno. Ritorno a Twin Peaks (2021). L’altra sua grande passione è il calcio. Collabora con il sito “Monza cuore biancorosso” e sogna una cena con Pep Guardiola.


Un tempo Maripura non aveva acqua. Era un paese di gente povera, che viveva di stenti. Gli abitanti coltivavano orti polverosi e i bambini si spremevano in bocca il succo acidulo delle piante grasse. Fino a quando, improvvisamente, la fonte iniziò a zampillare. Merito della piccola Samina, che aveva stretto un patto con Yaku, lo spirito dell’acqua: grazie al dono della fonte, tutti avrebbero potuto usare l’acqua di giorno, ma mai di notte, per non disturbare i sogni dello spirito. Se qualcuno si fosse spinto a prendere l’acqua nelle ore notturne, avrebbe perso per sempre la cosa più preziosa che possedeva.

Maripura e il dono dell’acqua di Chiara Carminati e Pia Valentinis



Titolo
Maripura e il dono dell’acqua
Testi di: Chiara Carminati
Illustrazioni di: Pia Valentinis
Editore: Lapis Edizioni- 13 ottobre 2023
Genere: albo illustrato (dai 5 anni in su)
Pagine: 40
Prezzo: € 16,00

Trama
Così Maripura ebbe l’acqua, fresca, abbondante e buona. E, al calar del buio, nessuno osava infrangere il patto con Yaku per non perdere ciò a cui teneva di più, come il proprio gregge, i campi o gli attrezzi da lavoro.
Una notte, però, mentre tutti dormivano, il perfido Beliano prese il suo grande otre di pelle e si diresse verso lo specchio d'acqua, deciso ad appropriarsi di quel tesoro...

Le illustrazioni di Pia Valentinis, ricche di simboli ed elementi decorativi, ci introducono in un mondo suggestivo ed emozionante, vicino all'immaginario delle fiabe africane, mentre le parole di Chiara Carminati danno vita a una storia dal sapore antico, capace di raccontare ai bambini di oggi l’importanza vitale dell’acqua e il rispetto che le dobbiamo.

Chiara Carminati è autrice di storie, poesie e testi teatrali per bambini e ragazzi. La sua carriera è costellata di importanti premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Andersen 2012 come miglior autrice, il Premio Orbil 2015 e il Premio Strega Ragazzi 2016. Tra i titoli editi da Lapis, A fior di pelle (2018), Ninna no (2019) e Quattro passi (2022).

Pia Valentinis, cagliaritana d’adozione, Premio Andersen 2002 come migliore illustratrice, nella sua carriera ha collaborato con il Centro Pompidou, Stepan Zavrel, Sergio Toppi ed Emanuele Luzzati. Tra le sue uscite in casa Lapis, Oltre il giardino del Signor Monet e 100 Artisti che hanno lasciato il segno, insieme con Giancarlo Ascari.



Einaudi

Recensione: SONO TORNATO PER TE - Lorenzo Marone

11/15/2023


SONO TORNATO PER TE 
di Lorenzo Marone
Einaudi | 272 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €18,00
31 ottobre 2023

Un amore che attraversa la guerra e rimane intatto nonostante gli orrori che lo mettono alla prova. L’epopea di un ragazzo che difende la propria vita facendo a pugni per tornare dalla donna che lo aspetta. Cono Trezza e Serenella Pinto sono due giovani del Sud, cresciuti nella zona del Vallo di Diano, tra Campania e Basilicata. Lui contadino, lei figlia di un artigiano di idee socialiste. Si sono conosciuti che erano adolescenti, aspettano solo il momento di sposarsi. Ma sono gli anni Trenta del secolo scorso, e a mettersi tra loro ci sono i fascisti. Soprattutto Romano, il figlio del podestà. Stufo di subirne l’arroganza, Cono si ribella, compiendo un gesto che la sua famiglia pagherà a caro prezzo. Poi la partenza per il servizio militare, e dopo l’8 settembre 1943 la deportazione in Germania. A tenerlo in vita, saranno la speranza di rivedere Serenella, l’aiuto di un compagno di prigionia dal cuore grande e la sua abilità nel tirare di boxe. C’era uno sport che veniva praticato nei campi di concentramento, il pugilato. Piaceva al Führer, piaceva alle guardie naziste che scommettevano sugli incontri, piaceva ai kapò che obbligavano i prigionieri a combattere di notte su ring improvvisati. “Sono tornato per te” racconta la storia di chi è sprofondato in quell’inferno e ne è uscito aggrappandosi a un ricordo. «In quella stanca e sventurata stagione che aveva già vendemmiato, nella quale le foglie a una a una cadevano dai tralci, Cono ripensò al bacio con Serenella quando erano accovacciati sotto le viti. Ma qualcosa dentro di lui gli impedì di lasciarsi spezzare, in testa gli si conficcò l’ordine di non dimenticare, di tenere bene a mente il pianto di Benedetta, gli occhi disperati di sua madre, le urla di suo padre, il volto sfatto di Serenella. Per tutti loro avrebbe resistito, e per lei un giorno sarebbe tornato».

La mia recensione
Primo pensiero quando ho letto la sinossi? Cazxo la boxe! Io non so niente di boxe! Cioè ci sono due in un quadrato che si pigliano a pugni. Questo il mio concetto di boxe. Ma il libro è di Lorenzo e quindi io ci provo. Lo leggo. Lo leggo in circa 24h (compreso mangiare, dormire, chiacchierare con Lallì al telefono e portare il cane superiore a fare i suoi giretti), di cui le ultime 2h sono state devastanti. Tanto che io e Lallì stiamo pensando di fare un saltino a Napoli per chiedere spiegazioni (e visto che siamo lì vuoi che non ci scappi una pizza e una sfogliatella??). Non è possibile ridurci alle lacrime ad ogni libro, qui abbiamo ancora i traumi post Diego (nb. protagonista di "Le madri non dormono mai").

Monte Rianu, sud Campania. Qui di guerra si sente parlare ma per il momento gli unici a palesarsi sono i fascisti, le camice nere che impestano il paese. Ma quella di Cono e della sua famiglia, i Trezza, è un'esistenza tranquilla. A differenza di tanti altri in paese il loro fondo risente meno di altri la crisi economica e grazie alla loro dedizione al lavoro tirano avanti senza grossi scossoni. 

Siamo nella prima parte del libro, tutta dedicata a Cono, alla sua famiglia e a questo paesino tra Campania e Basilicata che vive di agricoltura, bestiame e piccole attività artigianali, che magari non è ricco ma vivacchia e riesce ad andare avanti in un periodo difficile dell'Italia. Siamo negli anni 30 del '900 e il Fascismo sta stravolgendo il paese. Anche a Monte Rianu le camicie nere dettano legge. Cono ci sta lontano, sa che non deve mischiarsi con loro, il padre continua a dirglielo che contro di loro non si vince. Ma Cono ha ben altro per la testa, ha Serenella. È figlia di un artigiano socialista e gli ha rubato cuore e anima. Finite le faticose ore di lavoro nei campi, quel lavoro duro, che non ha giorni liberi, che non può essere rimandato ma che alla fine della giornata lo riempie di soddisfazione, il ragazzo trova ogni modo per vedere la sua damigella, per rubarle un bacio, sfiorarle la mano. 
Cono è un ragazzo semplice e dal cuore enorme, uno di quelli che temo si siano estinti. È tutto casa, lavoro e Serenella, non c'è altro nella sua vita, non vuole altro dalla sua vita.

Cono però non riesce a voltarsi davanti a ingiustizie e soprusi, e di fronte alla violenza del figlio del podestà non sa trattenersi e lo riempie di botte. Deve fuggire Cono, scappare dalla sua casa e dai suoi affetti, sarebbe comunque dovuto partire da lì a poco per il servizio militare, ma ora deve fare tutto di corsa, di nascosto. Salutare Serenella, vedere il padre portato via con la forza, chiudere gli occhi e partire per il nord. E qui che gli viene incontro l'8 settembre del 1943, l'armistizio, la caccia agli italiani traditori, l'arresto e la deportazione nel Campo. Un luogo terribile, un buco nero dei sentimenti umani, in cui le identità si perdono e si è solo numeri, in cui se sai lavorare vivi, se solo zoppichi muori. Cono qui deve annientare se stesso per sopravvivere, voltarsi davanti al dolore altrui per non sprofondare nel proprio, solo due cose lo tengono a galla: la boxe e Serenella.

La seconda parte del romanzo piegherebbe anche il più cinico cuore che si possa trovare davanti al libro. Io ho provato un misto di emozioni. Da una parte l'inevitabile orrore per il campo di concentramento e le tante storie che si susseguono, si incrociano, si affastellano una sull'altra. Ci sono episodi eroici, ma che dimostrano anche il degrado dell'animo umano, c'è violenza, orrore, pietà, ma anche amicizia, sostegno. 
Ma a un certo punto inizia ad accendersi in te una piccola fiammella, un lumino, che piano piano cresce e illumina sempre di più. È la speranza, che Cono possa vincere non solo sul ring ma nella vita, che Palermo andrà a fare il fabbro nel podere dei Trezza, che tutto si risolverà per tutti. È strano visto il contesto in cui si trovano, eppure in questo romanzo ho trovato tanta luce a schiacciare le tenebre. 
Il finale, che ve lo dico a fa', è un colpo al cuore, le lacrime non mancheranno (state attenti, spostate il libro che sempre di carta e inchiostro è) ma tornerà anche la fiammella che avevamo incontrato nelle pagine precedenti, che ora è ancora più grande e splendente, che guarda al futuro, ai nipoti che verranno e alla famiglia di Cono Trezza che si riunirà nell'aia del podere per festeggiare.

Voto



Alla prossima




Così

C'è post@ per noi...#530

11/12/2023


 Buona domenica cari lettori,

ecco sei nuovi consigli letterari per voi, tra i quali scegliere le vostre prossime letture!



Titolo: Scrivere Storie Fantastiche

Autore: Alessandra Minervini

Edizioni: Les Flaneurs Edizioni

Collana: Casa di scrittura

Formato: Cartaceo

Genere: Saggistica

Prezzo: €15

Descrizione:

 La suggestione da cui nasce “Scrivere Storie Fantastiche” è la meraviglia. La meraviglia di scoprire angolazioni insolite nel quotidiano. La meraviglia si manifesta nella letteratura delle piccole cose. La meraviglia è nello sguardo del puro, del bambino, del precursore, del visionario. La meraviglia si nutre ed è nutrita dagli outsider. Di outsider, nel presente volume, ce ne sono diciotto. Autori e autrici che hanno riletto e riscritto altrettante storie fantastiche da “Il mare non bagna Napoli” di Anna Maria Ortese ai “Trilobiti” di Breece D’J Pancake, e tante altre voci imprescindibili per la narrativa breve. “Scrivere Storie Fantastiche” non contiene regole inossidabili, consigli e segreti di scrittura invincibili. Le storie che contiene sono il nostro modo di guardare il mondo per ricrearlo attraverso lo sguardo di chi racconta e di chi legge. In pieno accordo con una delle voci più autorevoli in termini di storie fantastiche, Flannery O’Connor che scrive: “Anche quando si scrive narrativa fantastica, la base giusta da cui partire è la realtà. Una cosa è fantastica perché è tanto reale e tanto reale da essere fantastica”.

Nel volume sono contenuti i racconti di: Nicole Zoi Gatto, Gabriele Ajello, Ilaria Amoruso, Margherita Lomangino, Emma Cannavale, Micaela Di Trani, Cristian Attolico, Antonella De Biasi, Alessia Incampo, Palmina Colella, Arianna Corsini, Bianca Favale, Milena Pesole, Carola Maselli, Gius Petruzzi, Sissi Patruno, Manuela Gessica Montanaro e Sara Maria Serafini. 

 

 


 Titolo: Mosaici sepolti

 Autore: Marta Pavesi

 Edizioni: Fides Edizioni

 Collana: Nuove Parole

 Genere: Narrativa

 Formato: Cartaceo

 Prezzo: €18

Descrizione:

 È una storia di sopravvivenza quella di Lavinia, che dall’età di quattordici anni si porta dietro un segreto: la diagnosi di una malattia rara, dove non tutte le linee cellulari hanno un patrimonio genetico alterato, tanto da non dare altre manifestazioni se non la bassa statura. Può fare finta di niente. È così che Lavinia si abitua a sentirsi un frammento del suo albero genealogico, senza farne parte del tutto: la madre casalinga, ex infermiera; il padre commerciante di mobili, ex produttore; una sorella maggiore già inserita nell’azienda di famiglia, ex compagna di giochi. Lavinia diventa donna e resta piccola. In ogni nuova tappa della sua vita rimane divisa tra il desiderio di accettazione nella famiglia d’origine e l’inclinazione all’autodeterminazione, scissa tra quel lato oscuro, celato a tutti, e la voglia di essere sé stessa. Con una visione della realtà sempre sopra le righe, Lavinia riuscirà a crescere solo quando avrà dato un significato diverso anche al sangue che si porta dentro. 

 


 Titolo: Trattoria Mercuri

 Autore: Laura Quagliarini

 Edizioni: Les Flaneurs

 Genere: Narrativa

 Formato: Cartaceo

Pagine: 330

Prezzo: € 20,00


 

Descrizione: 

 Siamo a Roma, nella storica Trattoria Mercuri, luogo simbolico della memoria collettiva e della vita familiare. Qui il presente incontra un passato che si dipana attraverso la storia d’Italia, dalla presa di Porta Pia al secondo dopoguerra, grazie al racconto di due donne legate alla gestione della locanda: Fulvia, la madre di Maurizio, e Laura, la figlia di Maurizio, ultima della stirpe e per questo destinata a ricevere l’incarico di custodire e tramandare la memoria familiare. Le consapevolezze della nonna e le insicurezze adolescenziali della nipote si fondono in quel dolore che le unisce, la perdita di Maurizio: Fulvia cercherà di lasciarlo andare e Laura proverà ad accoglierlo in sé, come testimonianza di storie che altrimenti sarebbero destinate all’oblio. Trattoria Mercuri è un romanzo d’esordio maturo e delicato, che, partendo dalla narrazione di un’esperienza familiare, richiama un vissuto universale, in cui ogni lettore può rispecchiarsi. In un perenne moto oscillatorio fra dolore e speranza, scopriremo che la cura del passato può assumere il valore della rinascita, oltre che della crescita individuale e generazionale. 

 


 Titolo: L'utopia dei bastardi

 Autore: Josè Stancarone

 Edizioni: Les Flaneurs Edizioni

Genere: Narrativa/Distopico

Formato: Cartaceo

Prezzo: € 15,00 

Pagine: 170

 

Descrizione:

Il Vecchio Mondo, fondato sul principio del consumo, è ormai decaduto a causa dell’inquinamento e delle guerre, figlie della bramosia degli esseri umani. È toccato ai sopravvissuti, i Fondatori, costruire una nuova civiltà in cui tutto è orientato al bene comune. Nella Repubblica di Concordia ogni persona, fin dalla nascita, fa parte di un progetto più grande che tende alla perfezione. Tutti seguono rigide regole da cui nessuno pensa di potersi discostare. Elliot, originario di Dado, borgo della capitale Biblo, viene adottato da una maestra di strada e la sua malattia infantile lo ha portato a temere il confronto con gli altri. Per questo decide di iscriversi al programma degli Ottimi, in cui pensa di poter eccellere grazie alla sua capacità di pensare fuori dagli schemi. Sarà il suo ingegno ad aiutare gli abitanti di Dado a combattere il Mostro e sovvertire l’ordine delle cose. 

 

Titolo: Così

Autore: Claire Lebourg

 Edizioni: Lapis Edizioni

Formato: Cartaceo

Prezzo: € 14,90

Pagine: 32

 

Descrizione:

 Una mamma racconta al suo pulcino come si è sentita davanti al suo primo sorriso, come lo immagina quando sono lontani, cosa prova se lui ha un brutto sogno e lo accoglie sotto la sua ala… COSÌ. Dalla nascita al momento della nanna, dai giochi alle passeggiate: un albo illustrato per ripercorrere le "prime volte" attraverso lo sguardo pieno d’amore degli adulti.Un libro capace di rappresentare i sentimenti e l'intimità di una famiglia con semplicità e tenerezza.

Un meccanismo narrativo coinvolgente, da cui scaturisce una sorprendente magia, che consente ai piccoli di leggere nel cuore dei genitori e ai genitori di manifestare tutto il loro amore. 

Da consigliare o regalare a chi aspetta un bambino, ma anche da leggere insieme a fratellini e sorelline più grandi. 

 


Titolo: The Necronomicon Gamebook

Autore: Valentino Sergi

Edizioni: Officina Meningi

Genere: Gamebook



Descrizione:

 Dopo il successo  di Dagon e Carcosa, i librogame italiani più venduti su Kickstarter, celebriamo il 5° anniversario di questo progetto vincitore del premio di Lucca Comics & Games nel 2020 (il più importante riconoscimento europeo per la narrativa interattiva), con un’edizione di lusso che raccoglie i volumi in una sovraccoperta di pelle, un playset corredato da dado, matita, mappa e segnalibro, e un terzo libro: The Necronomicon Gamebook – Kadath, che vi guiderà nelle Terre del Sogno raccontate da Howard P. Lovecraft.


 

 

 

 


 

 

 


Il bacio dell'incubo.

Recensione: Il bacio dell'incubo - Nina Talvi

11/08/2023

 

Titolo: Il bacio dell'incubo
Autrice: Nina Talvi
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Data di pubblicazione: 19/09/2022
Pagine: 372
Prezzo: 14,92€

Sinossi:

Fin da bambina, Cora soffre di paralisi del sonno che le causano incubi agghiaccianti. Un giorno, sulla spiaggia del Mar Baltico, trova un ciondolo misterioso in grado di attenuare la sua condizione.
Quello che non si aspetta è che il monile richiami a sé il suo vero padrone.
Eric è un essere soprannaturale che si nutre di incubi ed è uno dei tre figli di Caino. Custodisce dentro di sé una parte dell’arma con cui ha condannato il padre all’oblio eterno, che gli scatena una fame di sangue tenuta a bada solo dal prezioso amuleto.
Cora riceve un’offerta che non può rifiutare ma che la catapulta in un mondo di creature che sembrano uscite dalle fiabe… o dagli incubi più terribili.
Mentre i due combattono l’attrazione pericolosa che cresce tra loro, un essere oscuro e antico minaccia il mondo soprannaturale di Helsinki, mettendo a repentaglio i delicati equilibri raggiunti in secoli di pace
.


Recensione

"Il bacio dell'incubo" è il primo libro della trilogia "La stirpe Maledetta", paranormal romance incentrati sui fratelli Cavendish. Ogni libro parla di un fratello e sono autoconclusivi. 
Eric, Darran e Gabriel sono dei Fae antichissimi, potenti e di una bellezza ultraterrena, sono inoltre i figli di Caino, primo Fae della storia. I tre fratelli, conosciuti anche come Incubo, Abisso e Bestia, vivono in un mondo abitato sia da umani che da Fae. 
Devo ammettere che sono stata colpita da questa trama cosi affascinate e dall'ambientazione spettacolare.

Cora è la protagonista femminile di questa storia, è un'umana che dopo un periodo vissuto in Italia torna ad Helsinki. Cora soffre di paralisi notturne e questa patologia le condiziona la vita, tanto da perdere il suo lavoro. 
Un giorno, su una spiaggia, trova uno strano amuleto e una volta indossato la sua condizione pare migliorare. Questa collana diventa un ancora di salvezza e non ha alcuna intenzione di restituirla al suo legittimo proprietario. Il proprietario della collana è proprio Eric ed anche per lui è di vitale importanza. 
Cora ed Eric stringono un patto e da questo punto il destino dei due si incrocerà.
Non voglio dire altro perchè ho paura di rivelare troppo. 

Sono rimasta totalmente rapita da questa storia, le vicende, i colpi di scena i personaggi e la narrazione mi hanno tenuto incollata fino all'ultima pagina. Senza contare che spicca una certa originalità che, in mezzo all'attuale contesto fantasy, è una ventata d'aria fresca. Le interazioni tra Cora ed Eric sono avvincenti, sensuali ed esplosive. 
La narrazione è in terza persona ma questo non disturba assolutamente, devo ammettere che lo stile di scrittura è fluido, i personaggi sono ben caratterizzati. 
Non sembra affatto un libro d'esordio e ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Lettura assolutamente consigliata, non vedo l'ora di leggere i prossimi libri. 





Avete già letto questo libro? Fatemi sapere 





c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #529

11/05/2023

Buona domenica lettori! Rieccoci con le nostre segnalazioni domenicali all'insegna del tricolore.






Titolo: Peritas

Autrice: Ilia Camilla Muzio

Genere: Fantasy Storico

Pagine: 85

 

Sinossi: Un’antiquaria riceve da un amico un dono inconsueto: un reperto in marmo raffigurante la stella degli Argeadi, emblema della famiglia di Alessandro Magno.

La donna, appassionata da sempre dalla figura del condottiero, ipotizza che la pietra faccia parte della tomba del macedone e decide di andare alla sua ricerca,

recandosi nel luogo dove l’oggetto è stato rinvenuto. Trova però sulla sua strada uno strano individuo che cerca di ostacolarla. Nel suo viaggio, tra antiche

profezie e prove che metteranno a rischio la sua vita, ad aiutarla ci saranno gli amici che conoscerà nel suo cammino e un misterioso cane.

L’autrice: Ilia Camilla Muzio (pseudonimo), giornalista e mamma, è da sempre appassionata di letteratura e poesia. Vive a Gorgonzola in provincia di Milano,

dopo aver passato i primi anni in Liguria, a Sestri Levante, e in seguito essersi trasferita a Milano. Lo Specchio di Giano è il suo primo romanzo.


Titolo: Un’anguria chiamata estate

Autore: Franco Cordiale

Editore: Edizioni GDS

Pagine: 160

 

Sinossi: “S. N. sono le iniziali di un uomo qualsiasi, calato dentro le 24 ore di una giornata come chissà quante altre per ciascuno di noi, dentro il deserto umano della grande metropoli estiva che tutti possono riconoscere, benché non la si nomini mai espressamente.

La sua storia, preannunciata da torbidi sogni ed un risveglio confuso, contiene la coscienza di una strana “missione” che egli sente di dover intraprendere, dentro “un arido giorno di ferie mancate”.

Incontro dopo incontro, situazione dopo situazione, quella specie di sciarada che si va componendo viene a svelare il suo messaggio.

Si compie un vero transito dall’uomo vecchio insignificante, negletto e disperato, verso un inedito “uomo nuovo” che le tendenze e le mode letterarie predominanti certo non contemplano. Non so chi rappresenterebbe storie come questa.

E ne accetterebbe gli imprevisti, le “catastrofi” (fanno paura), le soluzioni oltre gli orizzonti di questo mondo.

Eppure si tratta di una vicenda concreta e ben possibile, come ne devono succedere più di quanto non si immagini.

Parlarne non rientra di solito nei canoni imperanti, per cui ti senti rispondere da non pochi editori e promoter loro associati e sodali che “questi racconti sono fuori mercato”.

Domanda che oso porre: ma esiste soltanto il dio-mercato?

L’autore: Franco Cordiale è un ex docente di materie umanistiche ormai in pensione nella scuola superiore lombarda (periodo 1978 – 2019).

Attualmente insegnante di Storia Medievale e di Filosofia presso la Università della Terza Età di Cesano Maderno, M. B.

Laureato in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano (1977) con una tesi di Filosofia Moderna su Augusto Del Noce, filosofo contemporaneo studioso di Cartesio e di Pascal, intesi negli sviluppi critici del loro pensiero dal sec XVII fino ad oggi.


Titolo: Niente paura

Autore: Deborah Prosperi

Pagine: 493

 

Sinossi: La paura spesso blocca, intimorisce e ci rende deboli.

Il protagonista di questo Thriller lo sa molto bene.

La paura è la sua ombra e fa parte della sua quotidianità.

Il padre è un alcolizzato ma porta la maschera di un uomo ricco, di successo e vuole che il figlio abbia lo stesso destino. Lo spinge ogni

giorno a scavalcare gli altri per ottenere successi.

Il modo del padre di comunicare col figlio è tossico, malato e pericoloso.

Ma c’è molto più di questo.

Il protagonista, Dorian, è un diciottenne con un dono, vede i morti.

Li vede da sempre e il padre lo sa ma fa finta di non saperlo.

Il protagonista si è abituato alla sofferenza, è così bravo a nasconderla che tutti lo vedono come un punto di arrivo.

Tutti vorrebbero essere lui e lui è l’unico a non volerlo essere.

Nella vita, per uscire dal buio, ci vuole una luce che ti mostri la via.

Quella luce che ti tenga attaccato alla speranza di potercela fare.

La luce di Dorian è Raylai, una ragazza con il naso nel libro, una mosca bianca che odia la superficialità e l’ignoranza.

Esternamente sembrano diversi ma la verità interna è ben diversa.

Grazie a questo Dorian inizierà a combattere le sue paure, una ad una, sporcandosi le mani di sangue. È un personaggio vero e reale. Senza finzioni, senza eroismo, senza falsità o esagerazione.

Questo thriller mozzafiato ti farà comprendere che, per affrontare la vita, non bisogna avere paura e soprattutto che bisogna tirare fuori la forza.

Quella forza che ognuno di noi possiede all’interno.

Basta trovare la luce giusta.


Titolo: In clinica psichiatrica c’é il glicine fiorito

Autrice: Barbara Giangravé

Editore: Fides Edizioni

Genere: Narrativa/Psicologico

Collana: Parole

Pagine: 272


Sinossi: Nel 1978, la cosiddetta “Legge Basaglia” sancisce la chiusura dei manicomi in Italia.

Si prospetta, idealmente, una nuova era, in cui chi soffre di disturbi mentali non venga più stigmatizzato e rinchiuso in spaventose strutture di contenimento, ma riabilitato e reinserito nella società. Ma, da quel momento a oggi, cosa si è realmente fatto? Cosa è davvero cambiato? Questo libro rappresenta una testimonianza diretta della realtà dei “nuovi manicomi”, uno spaccato di vita all’interno di una clinica psichiatrica italiana, dove l’autrice entra di sua spontanea volontà per provare a sconfiggere quel cancro dell’anima che risponde al nome di “depressione”, un male invisibile e, in quanto tale, troppo spesso sottovalutato e banalizzato da chi non lo prova sulla propria pelle. Un racconto potente nella sua semplicità, un collage di fatti, riflessioni e ricordi, capace di risvegliare le coscienze e scagliare il lettore in una dimensione a cui la maggior parte dei cosiddetti “sani” non vuole neppure pensare.

L’autrice: Barbara Giangravè (Palermo, 1982). Laureata in Scienze della Comunicazione, giornalista professionista dal 2006, ha lavorato per agenzie informative, testate giornalistiche on-line, uffici stampa. Nel 2011 viene insignita del titolo di Inspiring Woman of Italy per il suo attivismo antimafia. Inerti è stato il suo primo romanzo, vincitore del Premio Letterario Nazionale Augusta e finalista al Premio Letterario Nazionale Piersanti Mattarella. Con Fides Edizioni pubblica il suo secondo romanzo: In clinica psichiatrica c’è il glicine fiorito. 


Titolo: La vita a mano libera

Autrice: Alessandra Tempesta

Editore: Fides Edizioni

Genere: Narrativa

Collana: Parole

Pagine: 256

 

Sinossi: La foto di una giovane donna, una chiave che custodisce troppi segreti: sono questi gli elementi che danno il via alla narrazione. Ed è grazie a loro che, durante un pomeriggio piovoso nella sua libreria, la giovane Angelica entra in punta di penna nella storia di Bianca, una conterranea a cui negli anni Settanta è stato portato via il figlio dal signorotto del paese. Tra incontri inaspettati, destinati a sparigliare le carte, e amicizie antiche pronte a supportarle, Angelica si butterà a capofitto nella vita di Bianca, fino a intrecciarla con la propria, per indagare su un mistero insoluto da troppo tempo.  Un romanzo delicato e romantico, che, grazie a una scrittura circolare che si muove tra passato e presente, ci introduce in un sud arcaico e affascinante, custode di storie e tradizioni ancora da scoprire.

L’autrice: Alessandra Tempesta (Nardò, 1978). Laureata in Lettere Moderne presso l’Università del Salento, con la tesi Figure dell’amore nel teatro di Giovanni Verga. Insegnante di Lettere nella Scuola Secondaria di Primo Grado. Ha un figlio di 14 anni. La vita a mano libera è il suo primo romanzo.


Titolo: Notizie per Bartleby

Autrice: Filippo Golia

Editore: Les Flaneurs Edizioni

Genere: Poesia

Collana: Icone

Pagine: 160


Sinossi: Le notizie, quelle che saturano il mondo, diffuse da strumenti moltiplicati come mai prima, prese una per una e rovesciate, anzi fatte a brandelli, in una forma poetica: per tornare ad avere l’ombra di un significato. Cosa succederebbe, infatti, se l’informazione fosse tagliata con le lame della poesia?

Si verificherebbe un cortocircuito tra l’espressione e l’espressività, tra il senso e la sua progressiva assenza, tra il ritmo e il rumore di fondo, tra l’unicità della tragedia (o della commedia) e la sua infinita riproducibilità. E dal lampo generato risorgerebbe, scettico, lo spirito dello scrivano Bartleby, per chiudere la partita: io almeno – esclamerebbe – preferirei di no!

L’autore: Filippo Golia, per anni inviato agli esteri del Tg2, oggi organizza il lavoro della redazione e degli altri inviati. Ha pubblicato i libri C’era 49 volte un paese e Il campionato del mondo delle favole con l’editore Robin; con le edizioni Laltracittà ha pubblicato i libri per bambini Zelda Mezzacoda e Zelda Mezzacoda La carica dei fuoriclasse; per Mattioli 1885 ha curato la sceneggiatura del graphic novel Il bacio fantasma, disegnato da Marco Petrella e dedicato alla vita dello scrittore americano Richard Brautigan.




la nostra newsletter nella tua email