Fiere del Libro in Italia

Fiere del Libro in Italia - settembre e ottobre 2022

7/27/2022

L’estate è fatta di letture sotto l’ombrellone o all’ombra di un albero, ma anche di altre piccole attività che servono a ricaricare le energie prima di ripartire a settembre. Perché, in fondo, è così che funziona: anche settembre è un nuovo inizio e noi per essere un pochino fuori dal coro inauguriamo oggi, proprio per salutarvi prima della nostra pausa estiva, la rubrica dedicata alle fiere del libro in Italia.

In questo primissimo appuntamento ci occuperemo delle fiere che si svolgeranno a settembre e a ottobre e se l’esperimento mi piacerà, torneremo ogni mese con gli appuntamenti dei due mesi successivi. Quindi, aggiornate i vostri calendari e fateci sapere se questa idea vi piace.

Festivaletteratura
XXVI edizione
Dal 7 al 11 settembre 2022


"La letteratura sa leggere il mondo, ne interpreta paure e speranze, vede distintamente ciò a cui ancora non sappiamo dare un nome, ricorda e guarda oltre"

Festivaletteratura esplora storie nazionali e tensioni globali, crisi identitarie e percorsi di emancipazione, diritti di base e paesaggi in trasformazione attraverso romanzi, raccolte poetiche, narrazioni giornalistiche, memoir, carteggi d’autore, albi a fumetti, testi teatrali, preziosi testimoni del tempo che cambia. 

Tra gli ospiti:
Gaia Guasti, Manuela Salvi, Marco Peano, Daniela Palumbo, Kento, Marco Magnone, Davide Longo, Lucio Villani, Amir Issaa e Piergiorgio Pulixi. E molti altri.

Pordenonelegge, festa del libro con gli autori
XXIII edizione
Dal 15 al 19 settembre 2022


La rassegna verrà presentata l’8 settembre a Praga, città crocevia di culture e scambi, ponte simbolico del dialogo che Pordenonelegge vuole continuare a portare avanti. Il festival si soffermerà, quindi, sulla guerra in Ucraina con una serie di incontri dedicati alla letteratura e agli autori ucraini ma anche alla geopolitica.
Il 14 settembre, poi, verrà riproposta la formula dell’inaugurazione simultanea nelle città di Pordenone, Trieste e Lignano Sabbiadoro. Anche quest’anno, infatti, la rassegna coinvolgerà la provincia e in particolare nove Comuni (Azzano Decimo, Casarsa della Delizia, Cordenons, Maniago, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo ai quali si aggiungono Prata di Pordenone e Sesto al Reghena).

Tra gli ospiti: Roberto Saviano, Maurizio De Giovanni, Gianrico Carofiglio, Diego De Silva, Daria Bignardi, Maurizio De Giovanni, Massimo Recalcati, Valeria Parrella, Nadia Terranova, Chiara Valerio, Ilaria Tuti, Carlo Lucarelli, Marco Balzano, Carlo Ginzburg, Pier Aldo Rovatti, Piero Zellini, Paolo Crepet, Davide Rondoni, Ivano Dionigi, Luca Bianchini, Loriano Machiavelli, Andrea Segrè, Piero Dorfles, Giovanni Maria Flick, Flavio Caroli, Giampiero Mughini, Mauro Corona, Andrea Maggi, Valeria Della Valle, Viola Ardone, Matteo Bussola, Beppe Severgnini con il Gen. Francesco Paolo Figliuolo, Antonio Scurati, Massimo Carlotto, Aldo Cazzullo, Tullio Avoledo, Enrico Galiano, Annarita Briganti, Massimo Cirri. Il nostro tempo osservato e raccontato al festival da Federico Rampini, Roberto Saviano, Massimo Franco, Stefano Feltri, Umberto Ambrosoli, Mario Calabresi, Fiorenza Sarzanini, Marco Damilano, Marzio Breda, Luca De Biase, Alessandro Benetton, Lucio Luca, Riccardo Staglianò, Marco Frittella, Toni Capuozzo e da Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e dal Governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga al suo esordio letterario, in anteprima a pordenonelegge.

Fiera del Libro di Argonautilus
VII edizione, "La Meraviglia"
Dal 29 settembre al 4 ottobre 2022
Iglesias, Portoscuso, Gonnesa, Domusnovas, Musei e Villamassargia

Sei giorni di incontri, dibattiti, tavoli tematici, percorsi di formazione professionale e un ampio spazio di laboratori per i bambini. La Fiera del Libro di Argonautilus cerca così la risposta alla domanda che ispira il tema della sua settima edizione: è ancora possibile meravigliarsi sui libri?


Tra gli ospiti:
Stefano Mancuso, Dario Fabbri, WU Ming, Francesco Abate, Andrea Maggi, Andrea Marcolongo, Antonio Manzini, il Premio per il Giornalismo Investigativo Roberto Morrione, Piergiorgio Pulixi, Cristina Caboni, Daniele Serra, Daniele Mocci, Annarita Briganti, Roberto Van Heughten, Rosario Russo, Sebastiano Ambra, Gaudenzio Schillaci, Alberto Minnella , Luca Occhi Raffaella Fenoglio, Luca Usai, Matteo Giusti, Nicola Dessì, Marco Belli, Aldo Dalla Vecchia, Letizia Vicedomini, Stefano Lamorgese, Eleonora Zocca, Luigi Sanciu, Ciro Auriemma, Giuseppe Marino, Giorgio Lupo, Francesca Spanu, Riccardo Cavallero, Roberto Russo, Natalino Fioretto, Cristina Marra, Francesco Cheratzu, Livio Milanesio, Antonella Serrenti, Claudia Aloisi, Fiorella Carta, Daniela Melis, Sandro Pellarin, Susanna Trossero e Angelo Piero Cappello direttore del CEPELL.

www.fieralibroiglesias.it

Pisa Book Festival
Il salone dell’editoria indipendente
XX edizione
Dal 29 settembre al 2 ottobre 2022

La XX edizione del Pisa Book Festival dà appuntamento agli Arsenali Repubblicani per incontrare gli editori e in due luoghi simbolo della città: il Museo delle Navi Antiche e il Museo di Palazzo Blu.
Per il ventennale Pisa Book Festival ha già in programma oltre cento eventi e più di 200 relatori, tra ospiti italiani e internazionali. 
Tra le novità si segnala il format Art Book, conversazioni intorno all’editoria d’arte e al mondo dell’illustrazione, che si svolgeranno a Palazzo Blu con la cura di Maria Chiara Favilla, responsabile delle collezioni permanenti del muse, e in collaborazione con le case editrici Polistampa, De Luca Editori d’Arte, Marinonibooks, Topipittori, Barta, EDT, Interno Poesia.

www.pisabookfestival.it/

Che dite: ci rivediamo a settembre?





c’è posta per noi

C’è post@ per noi... #487

7/24/2022

 

Bentrovati, cari Lettori!
Questo è l’ultimo appuntamento della rubrica prima della nostra pausa estiva: scoprirete che assai breve, ma sappiamo che da settembre ci saranno molte e belle novità.







Alfabeti della gioia di Gianluigi Gherzi


Dopo il successo del libro Ti aspetto nella mia casa a disordinare (AnimaMundi, 2019) Gianluigi Gherzi torna con una nuova raccolta di poesie.

“Lascia che il rosso
della facciata di una casa
ti sia d’augurio
per tutto il giorno
e che il primo volto
incontrato per strada
sia per te un romanzo
di domande.”

Titolo: Alfabeti della gioia
Autore: Gianluigi Gherzi
Editore: Anima Mundi Edizioni - 12 agosto 2022
Pagine: 80
Prezzo: € 12,00


 Alfabeti della gioia è un libro che parla e canta le dimensioni della gioia, del corpo, della felicità. Le canta senza ignorare, ma, anzi, in continuo dialogo con il grigio che sta attorno. Un canto che è un invito all’azione, alla creazione di destini, personali e collettivi. Il libro indaga le dimensioni della felicità possibile, dell’amore che pervade certi gesti, la meraviglia dell’attenzione alle cose, la gioia dell’imboccare sentieri sconosciuti, lo stupore della memoria come forza che riempie e riesplode nel presente, il ruolo della poesia, dei libri, nell’essere indicatori di rotte e cammini.

Gianluigi Gherzi è scrittore, attore, regista teatrale. Ha recitato e diretto spettacoli per alcuni dei più importanti gruppi italiani di teatro di ricerca. Come scrittore ha pubblicato i romanzi Tuani, Pacha della strada, Atlante della città fragile per l’editore Sensibili alle foglie. Come poeta ha pubblicato i libri A cosa serve la poesia - Canti per la vita quotidiana (Sensibili alle Foglie) e Ti aspetto nella mia casa a disordinare (AnimaMundi, 2019). Nel 2020, insieme a Cristiano Sormani Valli, ha scritto A che pagina è la nostra fortuna? (AnimaMundi, 2020).



Due anime di Valeria Mancini

«Una specie di siccità interiore si era abbattuta sul mio animo
e io non sapevo cosa fare»


TitoloDue Anime
Autore: Valeria Mancini
Editore: Les Flâneurs Edizioni - 17 luglio 2022
Pagine: 186
Prezzo: € 15,00

Trama
Alex è un pianista, vive a Londra e in poco tempo ha lasciato il segno nel panorama musicale. Ha inciso due dischi e girato il mondo con le sue composizioni, sempre più apprezzate da pubblico e critica. Il suo è un dono naturale, la musica è sempre nella sua testa a suggerire i giusti accordi, le giuste note. Tutto sembra andare per il meglio fino a quando, un giorno, Alex si accorge che la musica lo ha abbandonato. Niente nella sua vita è tanto forte da suggerirgli un’emozione da scrivere sul pentagramma. Così prende una decisione importante: si trasferisce in Italia, in un piccolo borgo, nella speranza di trovare la tranquillità che gli serve per tornare a comporre. Durante una delle sue passeggiate quotidiane, scopre una villa immersa nel bosco in cui scorge l’ombra di una persona misteriosa che lo guarda. Forse non è l’unico ad aver scelto quel borgo come rifugio.

Valeria Mancini (Trani, 1994) è laureata in Lingue e Letterature Moderne presso l’Università di Bari. La sua passione per la Francia l’ha portata a Lione, dove insegna italiano. Nel 2014 ha pubblicato la raccolta di poesie Diario lirico. Nel 2018 con Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato Silvia, il suo primo romanzo.

Tornate a trovarci ancora mercoledì! Inauguriamo una nuova rubrica!





Massimo Bertarelli

RECENSIONE: “Rosso d’Ischia” di Massimo Bertarelli

7/20/2022

 


Titolo: Rosso d’Ischia
Autore: Massimo Bertarelli
Edizioni: Nero Press Edizioni
Genere: Poliziesco
Formato: Cartaceo
Pagine: 215

Descrizione:
Il ritrovamento del corpo di un anziano nel piccolo cimitero di Sant'Angelo, a Ischia, dà il via alle indagini della polizia locale, coordinata dal commissario capo Criscuolo. Il cadavere è vestito in maniera trasandata e senza documenti addosso, inoltre dall'autopsia emerge che il decesso non è avvenuto a causa del colpo ricevuto alla nuca, ma a seguito di un infarto. Risaliti all'identità dell'uomo, il commissario e i suoi collaboratori rinvengono all'interno della sua misera abitazione un biglietto che sembra profetizzare ciò che gli è accaduto, insieme a una breve lista con tre nomi e il luogo dov'è morto. Criscuolo e i suoi saranno costretti a scavare nel passato della vittima, portando alla luce un segreto rimasto sepolto per ben cinquant'anni. Su tutto la vita e la bellezza genuina dell'isola di Ischia che fa da sfondo alle ricerche coi suoi profumi e colori partenopei. 

È ottobre sull’isola di Ischia e la folla estiva dei turisti si sta avvisando al termine, lasciando il posto a quella dei pensionati che si recano sulla famosa isola per le cure termali. 

Nel cimitero di Sant’Angelo viene ritrovato il corpo di un anziano, con un colpo alla nuca. Di chi si tratta e chi ha colpito a morte quel vecchio  dall’aria trasandata, che è stato ucciso, per ironia della sorte, proprio nel luogo in cui riposano i defunti? Si occupano del caso il commissario Mimmo Criscuolo e il giovane agente Marrazzo, aiutati nelle indagini dal sostituito procuratore, Elena Carbone.

Leggendo l’opera scritta da Massimo Bertarelli ho avvertito costantemente la dicotomia tra le descrizioni della bellissima isola partenopea, con i suoi scorci e il suo mare azzurro, e la crudezza della morte. È difficile immaginare che in questo paradiso del Mediterraneo, con i suoi scogli e le case colorate, si celi uno spietato individuo, capace di colpire a morte qualcuno. 


Confidando che il commissario ne avrà per un po’, Marrazzo decide di regalarsi un attimo tutto per sé. Attraversa il piccolo piazzale della chiesa, passa dietro al monumento e si ferma sul belvedere ad ammirare il panorama: a destra Serrara, a sinistra Barano, di fronte le scoscese balze del terreno intervallate da profondi canaloni digradanti verso la spiaggia dei Maronti. Peccato che le nuvole basse e scure e una insistente pioggerellina  gli nascondano la vista di Capri e della costa partenopea”.


Eppure qualcosa di terribile è successo e quell’uomo ancora senza nome è morto per davvero. Il romanzo si sviluppa in maniera lineare, con un ritmo abbastanza scorrevole e piacevole per chi legge. I personaggi sono descritti dettagliatamente e si inseriscono molto bene nella storia. Ho apprezzato particolarmente il personaggio del commissario, con le sue battute in napoletano e la sua fisicità imponente ma bonaria, ma anche gli altri personaggi, con i loro difetti e le loro peculiarità, danno sapore ad un libro che vi farà trascorrere delle piacevoli ore di lettura, nella soleggiata e allo stesso tempo “oscura” Ischia. 






Amaranth

Recensione: L’APPARTAMENTO DEL SILENZIO di Gianni Verdoliva

7/13/2022


Titolo
: L'appartamento del silenzio
Autore: Gianni Verdoliva
Editore: Fides edizioni - 19 maggio 2022
Pagine: 172
Prezzo: € 14,00

Trama
Non tutti i luoghi sono casa; ma “l’appartamento del silenzio”, un’elegante dimora in centro città, lo diventa per Beppe Novari, dopo anni di abbandono per strane dicerie. È proprio grazie a questo appartamento che i personaggi del romanzo si incontrano: personalità e vite diverse che dall’unione riescono a salvarsi, riunendosi attorno a un fuoco familiare. Insieme, riusciranno a ricucire le loro vite e quelle di chi, prima, ha abitato le stanze di quella bella e un po’ sinistra dimora, trasformando il silenzio in gioia.

***

Ci sono silenzi densi, impenetrabili e soffocanti che nascono dal risentimento e dal dolore, che impediscono alla verità di venire a galla e ostacolano la giustizia e la serenità.
Non tutti i silenzi, però, hanno lo stesso rumore. Ci sono silenzi da apprezzare, carichi di sorrisi e felicità, alimentati dal piacere della condivisione, della stima e dell’amore reciproci.
Nell’appartamento del silenzio, come non a caso lo chiamano Regina e Manuela, questi silenzi convivono.

È una bella casa ma, nonostante il prezzo di vendita sia ormai molto appetibile, ogni potenziale acquirente finisce per tirarsi indietro. Si direbbe che qualcosa o qualcuno (una presenza, forse?) li respinga.
Non è così per Beppe, che sin dalla prima visita ha intuito che quell’appartamento è il posto giusto. A convincerlo sono state Iris e la sua bambina, entrambe morte prematuramente ma per lui mai perse.
Grazie a Beppe e ai suoi nipoti, Marcello e Stefano, nell’appartamento del silenzio torna la vita: confidenze, profumi e sapori di fiori, mele e altre prelibatezze che Marcello e Stefano preparano con cura e che Beppe ama condividere con i suoi amici.

Soltanto una stanza rimane esclusa da questa rinascita: la sala della musica.Romanzo breve e intenso, “L’appartamento del silenzio” presenta alcune caratteristiche peculiari. In primo luogo, la scelta di limitare a poche occasioni il discorso diretto prediligendo quello indiretto mi ha spinta a concentrarmi maggiormente sulla dimensione del silenzio e a comprenderne il valore all’interno del romanzo.
Ho trovato interessante anche la tecnica con cui Verdoliva espone le personalità dei protagonisti: questa emerge a poco a poco, per lo più dalle descrizioni dei loro interessi, dall’approccio con le altre persone o dalle sensazioni che ricavano dagli ambienti.
Tuttavia, la scelta del presente come tempo verbale della narrazione mi ha impedito di immergermi nella storia e di entrare in sintonia con i protagonisti. Inoltre, ho avuto l’impressione che lo sviluppo delle vicende sia stato limitato dalla foliazione relativamente breve: una maggiore distensione nella narrazione degli eventi, soprattutto passati, avrebbe forse potuto rendere il romanzo ancora più godibile.
Si tratta, comunque, di una lettura piacevole che trova un quid in più grazie alle presenze benevoli che accompagnano Beppe e a quelle accoglienti e protettive che popolano l’appartamento del silenzio.
Leggetelo se avete voglia di leggere una storia carica di profumi e sapori invitanti, amore, mistero e un pizzico di tensione!


 


#Iononesisto

C'è post@ per noi... #486

7/10/2022


 
Buongiorno!
Ecco alcuni titoli tra cui scegliere le vostre letture sotto l'ombrellone. Buona lettura a tutti!


Titolo: Lo snob nella società dello 
snobismo di massa
Autore: Gaetano Cappelli
Edizioni: Oligo
Formato: Cartaceo  
Pagine: 96

 Descrizione:

Eddai su, diciamocelo: c'è qualcosa di più insopportabile di uno snob, di più urticante della sua aria perennemente schifata, il sopracciglio alzato, l'atteggiamento di superiorità sul mondo? Ma allora perché, anche se difficilmente lo confesseremmo, sentir accompagnare il nostro nome a quell'elegante puntuto epiteto non ci dispiace affatto? Questo trattatello prova a spiegarne il paradosso attraverso il racconto divertito, a tratti sferzante, dello snobismo dalle tragicomiche eccentricità dell'aristocrazia britannica agli umilianti rituali dei salotti mondani parigini svelati da Proust, per arrivare agli atteggiamenti e ai pregiudizi degli snob contemporanei; a come vestono, conversano, vanno a tavola, in vacanza, e fanno opinione. In fine si scoprirà quel nucleo misterioso per cui lo snobismo è divenuto, attraverso i social e con un ulteriore paradosso, tra i modelli più riconoscibili e seguiti della società di massa.  


 Titolo: Il coraggio di amar(mi)
Autore: Jessica Fortes
Genere: Poesia romantica
Edizioni: Auto pubblicato
Formato: Digitale-Cartaceo
Pagine: 117
Prezzo: Digitale Eu 2,99- Cartaceo Eu12

Sinossi:

Lei era un completo disastro. Fatta d’ansia, incertezze e dolore. Un essere imperfetto dallo sguardo perfetto. Più di un disastro, una bellissima catastrofe. Lei era incomprensibile agli occhi del mondo, ma poco le importava. Imparò ad accettarsi e amarsi. Quel bellissimo caos divenne poesia per coloro che seppero leggerla. 


Titolo: La vendetta di Giasone
Autore: Stefano Labbia
Edizioni: Amazon
Genere: Narrativa
Formato: Cartaceo
Pagine: 81

Trama:

Il mondo è cambiato. Si è evoluto. Per alcuni in realtà si è involuto: tra morti di fama, invidiosi, truffatori senza scrupoli, ingenui dal cuore buono, piccoli diavoli e imbonitori, l'arte di vivere o meglio di sopravvivere si è trasformata in una bolgia dantesca, sviluppata direttamente sul pianeta terra. Il Labbia, qui per metà Dante e per metà Virgilio, ci accompagna in un viaggio dritto attraverso la nostra coscienza. Un flusso di immagini, canzoni, chiaroscuri, voluttà e virtù 2.0 messo nero su bianco che ci fa ridere, sognare e arrabbiare con noi stessi. Un piccolo grande manuale del viver nel nuovo millennio.

 Titolo: #Iononesisto Viaggio nel mondo dei disturbi alimentari. Un progetto di fotografia, esperienza sanitaria e racconti di vite
Fotografie: Marco Rilli
Interviste: Giorgia Fumagalli
Backstage: Davide Comotti
Pagine: 232
Prezzo: Eu 29,90

Descrizione:

#IOnonESISTO è un progetto di fotografia, esperienza sanitaria, clinica, racconti di vite e di persone che ha ha lo scopo di far conoscere i Disturbi del Comportamento Alimentare, che interessano un numero sempre maggiore di ragazzi e adolescenti, coinvolgendo l’intera sfera familiare. Un viaggio emotivo attraverso la sofferenza e il dolore di chi ne soffre in prima persona e di coloro che ne vengono inevitabilmente coinvolti. Un messaggio forte che, mediante l’immagine e il racconto, possa far comprendere e far riflettere sulle difficoltà, la paura, l’angoscia, l’impotenza, il senso di colpa, la sensazione di inadeguatezza di chi vive o di chi è indirettamente coinvolto in queste malattie. Quello che ci preme raccontare è la storia di queste persone e dei loro incidenti di percorso. Non intendiamo dare risposte, ma al contrario speriamo di generare domande. Il lettore, leggendo le interviste e guardando negli occhi i soggetti, deve poter comprendere la trasversalità della malattia, che coinvolge tutti con le nostre vulnerabilità. #IONONESISTO a febbraio del 2022, grazie al sostegno della Regione Lombardia,  è diventato una mostra fotografica allestita a Milano a Palazzo. Ora la mostra, racchiusa in edizione completa in questo volume, sta compiendo un viaggio itinerante in tutto il territorio nazionale toccando in maniera capillare sia le grandi città sia i paesi di provincia.