Recensione: "SUDDEN STORM" di Chiara Cilli

12:31

Buon giovedì, accaldati lettori di IDIB-BE! Non so voi, ma io mi sto sciogliendo nel vero senso della parola, quindi ho pensato fosse in tema parlarvi di una storia che presenta un'abbondante quantità di pepe: Sudden Storm, primo volume della MSA Trilogy di Chiara Cilli. Ormai lo sapete tutti che il genere erotico non è il mio preferito, ma mi sono divertita a leggere la serie di questa brava autrice nostrana, quindi eccovi le mie impressioni sulla sua opera ^-^

***********************

Titolo: Sudden Storm (The MSA Trilogy #1)
Autore: Chiara Cilli
Editore: Self Publishing
Prezzo: € 4.99 (ebook) - € 13.28 (cartaceo)
Pagine: 324 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Erotic Romance
Anno di pubblicazione: 2013

Trama
Forte, bella e trasgressiva, Cristina Cabrisi ama essere al centro dell'attenzione e avere il controllo, soprattutto con gli uomini. Così, quando il destino la mette sulla stessa strada di un uomo talmente bello e intrigante da mozzare il fiato, Cris sfodera tutte le sue armi di seduzione per conquistarlo. Ma Matt Staton, giovane proprietario della Msa, ha altri progetti per lei: la vuole nel team della sua particolare agenzia ed è disposto a tutto pur di averla. In una partita in cui i sentimenti non sono ammessi, Matt sa che Cris è perfetta per questo lavoro e la sfiderà per ottenere ciò che vuole. Ma lei è abituata a vincere ed è disposta a spingersi oltre il limite pur di far capitolare Occhi di Ghiaccio. Entrambi sanno che questo è un gioco molto pericoloso, ma quello della passione sfrenata è un richiamo a cui non possono resistere.

***********************


La mia recensione

Quando ho iniziato a leggere questo romanzo, non sapevo bene cosa aspettarmi. È stato il primo romance erotico che io abbia mai letto e ogni cosa era completamente nuova. Le tematiche e l’approccio sentimentale sono molto più forti rispetto ai miei soliti canoni e non avevo aspettative di nessun tipo, mi sono solamente lasciata guidare dalla lettura. Leggendo Sudden Storm, primo volume della MSA Trilogy scritta dalla giovane e talentuosa Chiara Cilli, ho capito molte cose su questo genere. Prima di tutto, che le storie narrate, anche se più spinte e con personaggi più disinibiti, non sono per questo meno profonde o ricche di emozioni. Secondo, che l’autrice in questione ha davvero molto talento e che riesce a esplorare un’ampissima gamma di sentimenti e sensazioni, il che trasporta il lettore senza noia dalla prima all’ultima pagina. Certo, devo ammettere che comunque il genere non fa proprio per me perché si discosta troppo dai miei gusti e dalla mia idea di romanticismo, ma la qualità dell’opera di Chiara Cilli è davvero elevata e ne sono comunque rimasta assai soddisfatta. Penso che lei sia stata l’unica autrice in grado di farmi appassionare a un romanzo con forti tratti erotici! Una grande conquista, credetemi!
Parliamo un po’ della trama di questo romanzo (uscito inizialmente in sei episodi: L’uomo proibito, Proposta allettante, Dipendente da te, Brucia per me, Rubino di sangue, La tua eccezione) e dei suoi protagonisti. La storia è ambientata a Pescara, dove vivono la giovane e intraprendente Cristina Cabrisi e l’uomo dagli occhi di ghiaccio Matt Staton. I due non hanno niente in comune e non si conoscono, ma un giorno il caso vuole che entrambi si trovino nel posto giusto al momento giusto e scoppia inevitabilmente la scintilla. L’attrazione tra i due è chimicamente intensa, ma cercano di resistere, iniziando un gioco di seduzione che alla fine non farà altro che spingerli ancora di più uno verso l’altro. Tuttavia, la questione non è così semplice come può sembrare. Matt, infatti, è il proprietario di una nota agenzia di escort e desidera ardentemente che la ragazza inizi a lavorare per lui. Una proposta che di certo la cara Cris non si sarebbe mai aspettata, ma che non sa rifiutare. Quando accetta di diventare il rubino della Matt Staton's Agency, ottiene finalmente il potere e l’attenzione che ha sempre desiderato, ma i sentimenti che la legano a Matt renderanno tutto più complicato e difficile da gestire. In più, quando sembra che la situazione stia assumendo una parvenza di normalità e serenità, l’entrata in scena dell’affascinante e gentile Stefano Diamanti rimette tutto in discussione. Cristina è divisa tra un angelo luminoso dagli occhi verdi e brillanti e un diavolo oscuro e tentatore dalle iridi di ghiaccio...
La lode più grande va allo stile di Chiara Cilli. Scrive veramente molto bene e con la sua penna riesce a trasmettere una tempesta di emozioni. La sua prosa è scorrevole, non si intoppa mai, e per tutta la lettura si ha sempre la curiosità di scoprire cosa succederà nei prossimi capitoli. Anche la struttura narrativa del romanzo mi è piaciuta parecchio perché alterna momenti di grande tensione ad altri più riflessivi con un equilibrio che facilita il passaggio tra un cambiamento e l’altro. E qui di cambiamenti e svolte improvvise ce ne sono tante. Infatti, ritengo che il libro sia in un certo senso come un’altalena. È pieno zeppo di alti e bassi, non qualitativamente, ma per quanto riguarda gli avvenimenti. Le personalità dei protagonisti sono molto difficili e questo li porta a fare scelte spesso contraddittorie, non per la loro natura ma per la logica, quindi a volte si vorrebbe davvero prendere a schiaffi Cristina per ciò che fa o dice (casomai senza neanche pensarlo realmente), ma non ci vuole molto perché le acque si calmino per poi ritornare alla tempesta…insomma, mentre si legge questo romanzo si ha la sensazione di essere completamente sballottati dalla volontà cattivella dell’autrice.
La storia l’ho raccontata brevemente, ma presenta tanti avvenimenti. Io l’ho letta divisa in episodi e ho molto chiara la struttura narrativa del romanzo. Inizialmente le vicende sono più soft e, anche se c’è sempre una buona dose di sensualità, si mantiene maggiormente sul romance. Poi, però, c’è una cena, un avvenimento scatenante che mostra in pieno la natura erotica del testo e da lì la trama si fa molto più torbida. Ammetto che, dopo aver letto Brucia per me c’ero rimasta un po’ male dalla piega che avevano preso gli eventi; forse era naturale, ma per me è stata una svolta inaspettata, brusca e improvvisa, non immaginavo questo svolgersi degli eventi, e per me che non ero abituata a questa tipologia di storie è stato un boccone difficile da digerire. Avrei voluto prendere Cristina e fermarla, farle capire che il gioco non l’avrebbe vinto in questo modo, anzi così avrebbe perso sé stessa. Tuttavia, proseguendo la lettura, sono riuscita a superare lo scoglio e, pur suscitandomi emozioni contrastanti a causa del contenuto di alcune parti, mi sono davvero appassionata alla storia.
I personaggi costruiti dall’autrice sono tutti ben caratterizzati, sia i primari che i secondari. Il POV è in prima persona e segue Cristina, permettendo di conoscere questa ragazza a 360° e di sapere tutto ciò che le passa per la testa. Ho avuto un rapporto strano con lei: mi era simpatica, ma spesso e volentieri l’avrei presa a schiaffi, ma solo per il suo bene! Comprendo la sua personalità e, contemporaneamente, non la comprendo affatto. È il mio esatto opposto e il suo carattere mi confonde perché è come se ci fossero due identità distinte in lei, una che indossa quotidianamente, l’altra che tiene gelosamente nascosta per paura di rovinarla. Nel corso del romanzo, subisce una maturazione, non ancora ultimata, ma in particolare alla fine ha fatto una scelta che le ha fatto guadagnare molti punti ai miei occhi. Brava Cris! Matt, invece, è il personaggio che proprio non sono riuscita a inquadrare; affascinante, talentuoso, sexy…ma su di me non esercita alcun effetto. Io non sono riuscita a capire la sua personalità, il motivo di tanti suoi comportamenti…è ancora un mistero. So solo che vorrei tanto metterlo in riga e riempirlo di calci. Non esagero…mi ha fatto davvero arrabbiare in numerose occasioni. Infine, c’è Stefano. Ecco, lui sì che mi piace. Sembra un bravo ragazzo (anche se non sono proprio sicura), gentile, dolce, tranquillo...mi trasmette serenità. Ma non è questo il punto, non si tratta del fatto che Matt sembra il mascalzone della situazione e Stefano il salvatore, anzi io sono una che adora i bad boy, ma in questo caso non è andata così. Matt è troppo contraddittorio per i miei gusti, troppo enigmatico e lontano dai miei canoni, non accetto assolutamente il suo lavoro, è moralmente inaccettabile, e non è riuscito a conquistarmi, mentre Stefano ha il sapore della normalità, mi è piaciuto dal primo istante e sono contenta della sua entrata in scena. 
Dopo aver letto Sudden Storm, posso dire di essere soddisfatta della storia scritta da Chiara Cilli e che la qualità del suo lavoro è molto alta. La sua opera è curata in ogni dettaglio e risulta piacevole e coinvolgente. Ambientazione particolare, dialoghi efficaci, descrizioni particolareggiate, psicologia approfondita, schemi narrativi a effetto, frequenti colpi di scena, sensazioni palpabili. La trama è di certo particolare e molto spazio viene dato all’assunzione di Cristina nella società di Matt, quindi si entra in questo mondo di escort e si possono osservare alcuni retroscena, ma il fulcro della storia risiede nel legame che unisce i due protagonisti e nell’incontro-scontro tra le loro personalità di fuoco e abituate al comando. Sono presenti svariate scene di sesso esplicito, alcune più forti e trasgressive altre meno, ma in ogni caso sono esposte con la fluidità e l’eleganza che improntano lo stile fresco, moderno e immediato di questa autrice.
Sudden Storm è un concentrato di sensualità e sentimenti estremi e consiglio la sua lettura alle appassionate di erotic romance. Qui troverete amore, passione, lussuria e molto altro. Insomma, la Matt Staton's Agency vi aspetta!


Ti potrebbe anche interessare

1 commenti