C'è post@ per noi... #173

09:00

Buona domenica lettori, eccoci come sempre con le nostre segnalazioni settimanali.










Titolo: Agnes
Autrice: Antonella Sacco
Editore: self publishing
Pagine: 100
Trama: Romanzo breve, introspettivo e delicato che si sviluppa come un giallo.
Agnes ha settant'anni e non si è mai mossa dalla città in cui vive e quasi mai dal quartiere in cui abita e in cui ha insegnato per tanti anni. Un giorno, dopo aver letto la biografia di un pittore a lei sconosciuto sente che è stato il destino a mettere questo libro nelle sue mani e che deve sapere di più sull'artista e vedere i suoi quadri; non trovando alcuna notizia su di lui né in biblioteca né su Internet si reca nel paese in cui sembra che il pittore abbia vissuto ma trovare le sue tracce è quasi impossibile. Agnes comunque non si arrende e, inseguendo il pittore, intreccia nuovi rapporti e si trova, suo malgrado, a tirare un bilancio della propria vita, a scoprire il perché delle scelte fatte e capisce che un futuro è ancora possibile.

Biografia dell'autrice:  Laureata in Matematica, ho sempre amato, oltre alla Matematica, leggere e scrivere.
Ho pubblicato in cartaceo alcuni libri per ragazzi: nel 2006 con la casa editrice Raffaello, nella collana Il Mulino a Vento “Un evento memorabile”; nel 2011 “La torre della Papessa” nella Serie Arancio de Il battello a vapore (Piemme); “Lidia, che detesta la Matematica” è uscito per i tipi di Scienza Express alla fine del mese di Giugno 2013; “Carolina Lucrezia, William e le stelle” (una biografia per bambini e ragazzi degli astronomi Carolina Lucrezia e William Herschel) nella collana  I Gufi - Il Villaggio Ribelle, dell'editore David and Matthaus nel giugno 2014.

Ho inoltre pubblicato una decina di ebook, sia romanzi che raccolte di racconti, fra cui “La grande menzogna”, “Piangere non serve” e “Lo specchio: 27 racconti”.


Titolo: Una nuova alba
Autrice: Cristina Lattaro
Editore: Rizzoli
Collana: You Feel
Uscita: 29 luglio 2016
Trama: Sabina insegna fisica in un istituto superiore. È sola, dopo la fine della convivenza con Giancarlo. Per lei non è stato facile chiudere un rapporto che durava da tempo, dimenticare e ricominciare. Così quando il preside, uomo molto severo, inizia a corteggiarla, lei va in crisi, dibattuta fra il ricordo di un amore passato e la proposta di una nuova avventura amorosa. Forse fin troppo ardita, dato che il preside è impegnato con una ragazza più giovane di Sabina e non ne fa mistero. Eppure per arrivare alla luce bisogna passare nel buio della notte. E tra le tempeste del cuore. Lo sa Marco, un ragazzo che Sabina incontra quando entra nella chiesa di Santa Lucia per ripararsi da un acquazzone. Un incontro casuale, o forse no?


Titolo: Il Cadavere e Il Vinto
Autore: Valerio Di Lorenzo
Editore: GDS
Anno di pubblicazione: 2016
Genere: thriller – horror
Pagine: 176
Trama: Filippo è un ragazzo di circa vent’anni, bello, ricco, frontman di una piccola rock band, pieno di sé e molto popolare. Il suo dramma è quello del tedio e dell’insoddisfazione, alla continua ricerca di approvazione e di un “qualcosa”. Il suo percorso è di non-formazione, una involuzione che lo porterà a rasentare la follia, vittima di sé.
Ettore è un carabiniere cinquantenne, padre fallito, cinico e con scarsa voglia di vivere. Ha dentro di sé una morale focosa, che viene però seppellita dal contesto sociale selvaggio e spietato.
Giorgio è un prete laureato in psicologia. Ascolta i turbamenti di Filippo e lo vuole indirizzare verso la via religiosa, senza essere invadente. Il suo ruolo è quello del “grillo parlante”, la coscienza che troppo spesso non vuole essere ascoltata.
Un ultimo personaggio chiave è MetalMan, batterista della band di Filippo. È un ragazzo senza nome, lo si conosce soltanto attraverso il soprannome. La sua spiritualità e la sua forza vitale sono lo stimolo per Ettore di vedere il prossimo sotto un’altra luce e rincominciare a credere in qualcosa; per Filippo, invece, è il moto di invidia che diventa una pericolosa ossessione.

Biografia dell'autore: Valerio Di Lorenzo scrittore, autore e sceneggiatore romano, si è laureato in Antropologia e Filosofia, presso l’università Tor Vergata di Roma. Ha fondato un’associazione culturale dove realizza e dirige laboratori ed eventi e collabora attivamente con il portale di informazione 2DueRighe.com. Ha all'attivo un altro romanzo "Storia di un uomo" pubblicato nel 2012 con Edizioni Senso Inverso e ristampato, di recente, da Eve Edizioni (2016).


Titolo: Non ne ho la minima idea
Autrice: Francesca Massaroli
Genere: pseudo autobiografico
Casa Editrice: Panda Edizioni
Pagine: 130
Formato: cartaceo
Trama: Buongiorno, mi chiamo Anita Giunchi e sono il personaggio pseudo autobiografico di questo romanzo pseudo autobiografico. Più pseudo però, me l’hanno giurato. Ho fatto un corso per diventare così che è durato 4 martedì e 1mercoledì ma siccome delle volte, io le cose non le capisco, mi sa che delle cose, non le ho capite. Si parla di intestardimenti in questo romanzo qui e poi  si parla di due scritte sullo stesso muro. Però dopo, il racconto della storia, vuole essere un certo provare di capire il perché sono sempre quelli buoni che muoiono prima che tanto poi dopo, moriamo anche tutti noialtri.

Biografia dell’autrice: Sono Francesca Massaroli, sono nata e vivo a Ravenna, mi sono laureata in Lettere e poi ho fatto: la barista, la baby sitter, la spazzina, la scrutatrice nei seggi, la commessa, l'impiegata dal notaio, la prof. di italiano, di storia e poi anche di geografia. E infatti il punto è proprio che io, su questo pianeta, faccio una gran fatica. E allora cammino. E delle volte scrivo. Perché qualcosa con me,  devo pur fare.



Come saprete sono una fan della collana You Feel per cui la mia preferenza oggi è ovvia. Voi preferite qualche titolo in particolare?



Ti potrebbe anche interessare

0 commenti