Recensione: " Solo l'amore" di Francesca Lesnoni

09:00


Titolo: Solo l’amore
Autore: Francesca Lesnoni
Pagine: 155
Prezzo: 2.99€
Formato: Kindle
Genere:  Romance contemporaneo

Sinossi:
Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:

"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca. 

Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…

Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle,ho scelto la metà mezza piena del bicchiere,la sola che doni la vera gioia. 

E sorrido


Recensione:

Un libro particolare ovvero la storia di un viaggio alla ricerca di una persona, ma soprattutto una ricerca interiore, quella di Pier, protagonista di questa vicenda.
Pier ama la lettura, il suo amore per i libri è iniziato osservando il padre impegnato in questo passatempo. Dovevano essere qualcosa di grande quei libri, per donare al suo papà quell'espressione che Pier non è mai più riuscito a ritrovare.
Nemmeno nei momenti di canonica contentezza: le lauree, i matrimoni, la nascita dei nipoti eccetera. Pier lascerà la comodità del suo mondo, la poltrona marrone su cui si rilassa ogni giorno, per rincorrere una donna che ha amato perdutamente ed in silenzio fin dalla giovane età.
La ricerca di Lucia sarà la possibilità per lui di uscire dal torpore, dalla rassegnazione, dalla menzogna, per alzarsi dalla sua avvolgente poltrona di velluto marrone, dalle pagine consunte dei suoi libri, dalle sue abitudini e finalmente vivere, rischiare. 

Una storia delicata che rileva l’importanza del viaggio come riscoperta, il lettore sarà coinvolto in un tour emozionale in cui si evidenzia che ogni cosa avviene per un motivo preciso, ma soprattutto che l’amore vince su tutto.

Le grandi acque non possono spegnere l’amore, né i fiumi travolgerlo. Se uno desse tutte le ricchezze della sua casa in cambio dell’amore, non ne avrebbe che dispregio. 

L’entusiasmo contagia e la perseveranza premia, come sottolineato dall'autrice ed espresso pienamente dalla trama di questo prezioso romanzo.

“Cosa c’è alla fine del mare del cielo?
Voglio imparare a volare per arrivarci. E tu, vuoi imparare a volare, Pier? “











Ti potrebbe anche interessare

0 commenti