C'è post@ per noi... #76

08:49

   
Buona domenica lettori! Rieccoci con la nostra rubrica settimanale di segnalazioni tutte Italiane, questa volta titoli completamente diversi tra loro ma che sapranno, probabilmente, accontentare tutti.


Titolo: Jolly Roger
L’autore: Gabriele Dolzadelli
Pag: 306 pp.

Sinossi: La terra di nessuno
1670. In un clima di scontri per la colonizzazione del 'Nuovo Mondo' e per la supremazia commerciale, un giovane irlandese di nome Sidvester O'Neill parte per il Mar dei Caraibi con destinazione l'isola di Puerto Dorado. Lo scopo è quello di ritrovare il fratello Alexander, partito anni prima, per riportarlo a casa. Ma il viaggio avrà risvolti inaspettati. Nelle oscurità della giungla della piccola isola vi è nascosto un segreto a cui le principali potenze europee (Francia, Inghilterra ed Olanda) ambiscono. Intrighi, inganni e complotti farciscono le giornate di Puerto Dorado, in una lotta al potere fra i più astuti capitani presenti sull'isola. Il tutto sotto l'occhio vigile di una nave pirata ancorata all'orizzonte, di fronte a quella piccola terra di tutti e di nessuno.




Titolo: Scrittrici in giardino
Autrice: Adele Cavalli

Presentazione ad opera dell’autrice: Attraverso le biografie, i carteggi con amici e parenti, le opere di dieci tra le scrittrici più apprezzate dell' ottocento e del novecento, sono entrata nei loro giardini progettati e curati con amore nel corso della loro vita.
Ogni capitolo del libro è dedicato ad una scrittrice ed è corredato di fotografie della casa in cui ha abitato e del giardino a cui si è dedicata.
Il 'piccolo viaggio' inizia dal giardino francese di Colette: il giardino della sua infanzia, nella campagna della Borgogna disegnata da morbidi sentieri tappezzati di erica violetta.
Si entra, poi, nel mondo particolare di Emily Dickinson che ama la natura “che è ciò che noi vediamo”.
Ci si perde nelle 'stanze' progettate minuziosamente da Vita Sackville West nella sua tenuta di Sissinghurst. Scrittrice, romanziera e poetessa Vita è famosa per la sua più grande  passione: il giardinaggio, è un' esperta giardiniera.
Si è accolti nella natura selvaggia e intricata della tenuta in Pomerania, tanto amata da Elisabeth von Arnim, che sente essere il posto perfetto per sè da scrivere: “...qui è stato l'inizio della mia vita reale.”
E la casa bianca di Marguerite Yourcenar sull’isola di Mount Desert si disegna tra le frasche mosse dal vento che arriva dal mare, qui lei vive con Grace, la sua compagna; qui lei vive poi, alla morte di Grace, da sola; qui ritorna dopo i suoi viaggi; qui finisce la sua vita.
Le aiuole disegnate da Edith Warton nel suo parco-giardino di The mount delimitate da sentieri che si snodano tra le felci e i tassi ci accompagnano nella sua residenza dove scrive: “Le occupazioni di cui non mi stanco mai e che mai mi annoiano sono la scrittura e il giardino...”.
Ancora, la campagna francese diventa ospitale, per noi, arrivando a Nohant dove George Sand ha saputo creare un ambiente accogliente per sè ed i suoi amici.
Quando “la bruma si alza dalle valli e dalle gole” si delinea la casa bianca di Karen Blixen ed il suo giardino danese, tanto diverso da quello africano, pieno di fiori che lei utilizza per le sue colorate e stravaganti composizioni floreali.
E il Mississippi, terra cotta dal sole di cui  Eudora Welty conosce ogni angolo, ci accoglie.
Chestina, sua madre, le ha trasmesso l'amore per il giardino che per lei è luogo rasserenante di pace e tranquillità.
E' Jane Austen che ci saluta dalla sua dimora di Chawton Cottage dove, seduta al suo piccolo scrittoio di noce, scrive davanti alle aiuole fiorite del suo giardino e gode di tutto ciò che la circonda.
L’autrice: Adele Cavalli vive in Franciacorta (Brescia) a Rodengo Saiano dove parecchi anni fa ha trovato la sua prima casa con giardino. Lì, con il tempo, è nato il suo interesse per gli arbusti e per i fiori.
Ama la lettura, la scrittura e il giardinaggio e da queste sue passioni il desiderio di cercare, tra le scrittrici più amate, quelle che hanno curato con amore gli spazi verdi intorno alle loro case riempiendoli di profumi e colori. Così, dopo un paziente lavoro di ricerca, è nato Scrittrici in giardino, la sua prima esperienza come autrice.


 
Titolo: Aili Destini Spezzati
Genere: Fantasy, Romance
Pagine: 503 (pagine ebook)

Sinossi: Nei reami unificati si cerca di ritrovare un clima di quiete dopo gli avvenimenti che hanno insanguinato il suolo intorno alla capitale. Si prova a guardare al domani lasciandosi alle spalle il passato. Ma i piani degli uomini non sono quelli del fato. Un tragico evento porta Aili alla ricerca di aiuto e risposte. Conducendola in un viaggio che le svela più di quanto pensasse. Non le resta che appellarsi ancora una volta alla speranza, mentre il futuro sembra perso e la vita di tutti corre nuovamente sul filo di una lama; in un mondo dove un ritardo anche di soli pochi secondi può cambiare il destino del mondo intero.
Gli ultimi pezzi del puzzle nel capitolo conclusivo della trilogia.


Qualche titolo ha colpito la vostra attenzione o è finito già nella vostra wish list? Io trovo molto romantica l'idea dei giardini letterari.



Ti potrebbe anche interessare

1 commenti

  1. Ciao :-)
    Uuu il secondo libro è adorabile, se poi c'è la mia Jane non posso ignorarlo :D
    L'idea è davvero interessante, grazie per la segnalazione!

    RispondiElimina