C'è post@ per noi... #25

08:50

Non so se esista qualche superstizione a proposito, ma non ho intenzione di informarmi prima di fare questo annuncio (né dopo averlo fatto, a essere sincera): finalmente inizierò a lavorare alla mia tesi di laurea triennale. Piccola, minuscola (sì, bastano le braccia) danza di festeggiamenti e prometto che torneremo a occuparci dei nostri amati libri.






Forse… di Dydo

Da qualche tempo, precisamente dalla lettura di Cose che nessuno sa di cui vi ho parlato qui, ho iniziato a interessarmi agli audiobook. Anche se non riesco a immaginare di sostituire il supporto cartaceo, o quanto meno visivo, con l'ascolto, mi sembra (ma la mia esperienza è davvero minima) che non sia del tutto spiacevole accompagnare la lettura con una voce narrante esterna.
Così, perché non dare una possibilità a Forse…?
Molti di voi conosceranno gli Huga Flame e sapranno che all'inizio di quest'anno Dydo, autore e rapper del gruppo, ha intrapreso diversi progetti da solista. Tra questi vi è la serie di audio-racconti Pensieri e Parole.
Forse… è il primo audio-racconto della nuova raccolta Diario di un sognatore.


Altri contatti utili:

Avanti divorzio di Anna Franchi

Parlare di novità, in questo caso, è quanto meno inappropriato, ma si tratta di un'interessante operazione editoriale e, prima di tutto, culturale, volta a riscoprire un'opera quasi sconosciuta di Anna Franchi.


Titolo: Avanti divorzio
Autore: Anna Franchi
Curatore: Elisabetta de Troja
Editore: Sandron
Pagine: 242
Prezzo: € 20,00

Oserei affermare che il titolo è quanto meno attuale, se non fosse che il libro è stato scritto e pubblicato nel 1902. Il romanzo è autobiografico e racconta la giovinezza rubata da un matrimonio infelice, conclusosi con una separazione drammatica. Il diritto di famiglia ottocentesco infatti prevedeva, in caso di divorzio, che i figli minori venissero affidati al padre.
Il dramma di Anna Franchi è narrato con un realismo che scandalizzò il pubblico dell'epoca, denunciando la condizione di inferiorità sociale e giuridica delle donne italiane. Il divorzio fu introdotto in Italia solo settant'anni dopo, ma agli inizi del Novecento rappresentava ancora un diritto da conquistare per liberarsi da matrimoni spesso mortificanti.

La nuova edizione dell'opera è preceduta da un'introduzione di Elisabetta De Troja, professoressa dell'Università di Firenze.

A qualcuno piace corto di Barbara Gramegna

Non posso dire di essere una lettrice accanita di racconti, anche se, qualche volta, sono proprio quello che ci vuole per ritagliarsi uno spazio personale. A qualcuno piace corto è una raccolta antologica sulla vita, sulle occasioni e sulle rivelazioni, ma anche sull'amore.


Titolo: A qualcuno piace corto
Autore: Barbara Gramegna
Editore: Fontana Editore
Prezzo:  Ebook-€ 4,99

C’era una volta un bambino ciccio, ciccio, ciccio, che aveva una mamma ciccia, ciccia, ciccia e una nonna ciccia, ciccia, ciccia. Ludovico, così si chiamava il bambino, si alzava ogni mattina... si alzava forse è un po’ inesatto, diciamo che veniva scarrucolato ogni mattina giù dal suo letto, un letto che era stato rinforzato e che passava ogni qualche mese il controllo delle prove di carico insieme all’ascensore del condominio... si rimpinzava di ciambelle, macedonia, fagottini e tazze di caffelatte e andava a scuola con il servizio trasporto carichi eccezionali, la mamma rimaneva a casa a cucinare...




Quale titolo vi stuzzica di più?
Cosa ne pensate?







Ti potrebbe anche interessare

0 commenti