lunedì 21 ottobre 2013

Gruppo di Lettura: "AILI - DESTINI INTRECCIATI" di Ilaria Marsili - Riassunto seconda tappa + Inizio terza tappa

Buon lunedì lettori e lettrici! Due settimane fa abbiamo dato il via al nostro primo Gdl (qui il post d'inaugurazione dell'iniziativa), mentre la scorsa settimana ci siamo ritrovati sul blog per discutere sulla prima tappa (qui il post), e ora siamo pronti per inaugurare la terza tappa di questa lettura di gruppo.
Prima di tutto, però, facciamo il punto della situazione. In questa seconda tappa la lettura comprendeva la parte che va dal capitolo 5 fino al capitolo 10 incluso. Qui sotto troverete, quindi, un riassunto delle vicende narrate in questo frangente, una descrizione del protagonista, le citazioni più belle e qualche domanda per discutere insieme del romanzo.
Sbizzarritevi pure con i commenti, noi ne siamo felicissime, ma in questo post ricordatevi di parlare solo dei capitoli che dovevano essere letti nella seconda tappa. Se siete andati avanti con la lettura o avete già letto il romanzo va benissimo, ma non fate spoiler, limitatevi a scrivere le vostre considerazioni di questa prima parte.

Image and video hosting by TinyPic


RICAPITOLANDO
Capitolo 5 - Capitolo 10
==================================================================================================================
Aili, in viaggio insieme alle due guardie Iane e Rimet per trovare la veggente che può aiutarla a fare luce sulla condizione di Deam, viene aggredita improvvisamente proprio da colui che vuole salvare a tutti i costi. Incredula e sconvolta, dopo essere riuscita a scampare al suo attacco, fa prigioniero il ragazzo con l'aiuto dei suo compagni e insieme proseguono il cammino verso l'abitazione della donna. Ma Deam, nonostante abbia le mani legate, tenta la fuga e Aili lo insegue infiltrandosi nel bosco. Arrivato in prossimità di una cascata si getta tra i flutti e la fanciulla lo imita, salvandogli la vita. Il ragazzo, allora, comincia a sentirsi confuso e una debole fiammella di fiducia si accende nei suoi occhi, donando speranza ad Aili.
Mentre percorrono la strada, però, un temporale complica la situazione e un fulmine colpisce un albero, mandandolo a fuoco e provocando scompiglio. Deam legato e senza possibilità di muoversi liberamente finisce a terra, ma Aili gli fa scudo con il suo corpo, sbattendo la testa e perdendo i sensi. Una volta risvegliatasi, i quattro continuano ad avanzare verso la loro meta, ma un frana li costringe a dividersi: Iane e Rimet devono trovare un'altra strada per raggiungere il luogo, mentre Aili e Deam possono proseguire in direzione della casa della savia. Arrivati lì, l'anziana donna li accoglie calorosamente e gli permette di rifocillarsi, poi spiega ad Aili la vera natura della fede che sembra aver trasformato Deam in un'altra persona da quando l'ha sfiorata. Nel frattempo, i due giovani si avvicinano e il ragazzo sembra innamorarsi nuovamente di Aili, e le rivela anche che è stata Eica, la cameriera personale di Aili (che una volta si occupava del mago) a convincerlo a inseguirla e ad attaccarla per prenderle la vera traendolo in inganno, ma la mattina seguente, al risveglio, la fanciulla scopre che è scomparso portandosi via l'anello
Insieme alle due fidate guardie reali, Aili torna a palazzo e si reca nella stanza di Eica, ma lei non c'è. Incontra, però, Alect, il fratello di Eica e cameriere a palazzo, che le racconta la loro storia, svelandole di essere i figli del mago, anche loro in possesso di poteri magici, e che dietro al cambiamento di Deam c'è lo zampino della sorella che vuole portare avanti la vendetta iniziata dal padre. Aili prega Alect di portarla da lei e Deam e il ragazzo acconsente, avvertendola però che lui non farà niente per aiutarla e che andare lì potrebbe esserle fatale. Ciononostante, Aili è irremovibile e, grazie alla magia di Alect, in un batter d'occhio si trova nel luogo dove Eica ha trascinato Deam. I due giovani si riuniscono e tentano di sconfiggere la maga, ma falliscono e il piano della ragazza ha successo: il cuore di Deam smette di battere e Aili cade nella disperazione. Quando Eica sta per ucciderla, si mette in mezzo Alect, che distrugge il pendente di legno da cui la giovane catalizza la magia e mette fine alla sua vita. Ma Eica con un ultimo atto di forza riesce a uccidere a sua volta il fratello, che preso alla sprovvista non ha modo di sfuggirle. Rimasta sola, Aili corre stravolta e disperata verso Deam, credendo di averlo perso per sempre, ma si accorge che il suo battito non è cessato del tutto e che sulla fede ci sono delle strisce di colore che continuano a pulsare. Così, capisce che l'unico modo per salvarlo è distruggere l'anello e lo getta tra le fiamme. Deam si risveglia, stavolta con la memoria intatta, e i due tornano al castello sani e salvi e di nuovo felici.
La notte prima delle nozze, tuttavia, Deam viene svegliato da una strana voce che lo chiama dal bosco. Aili, spaventata e turbata da questo sussurro che lei non percepisce, decide di accompagnarlo a controllare e trovano la vecchia veggente ad aspettarli. Gli fa segno di seguirla e i due innamorati non rifiutano. Ma, una volta soli con lei, la vecchia si rivela per quello che è realmente, confessando una verità sconcertante e tragica e riferendo a Deam la sua vera natura, ossia quella di mago, erede di una lunga e potente stirpe magica, e suo primogenito. Tramite una falsa visione convince il principe che Aili è morta e lo persuade ad abbracciare le tenebre. Deam sviene, a quando si risveglia crea dal nulla una spada infuocata con cui taglia di netto la testa alla donna. Poi, raggiunge Aili e, non provando più nulla per lei, decide di tagliarle la gola. Ma quando sta per farlo, sopraggiungono Iane e Rimet in aiuto alla principessa e lui si dissolve nel giro di un attimo, lasciando Aili di nuovo sola e in preda al dolore più atroce.     


I PERSONAGGI
==================================================================================================================

Deam

È il protagonista della storia insieme ad Aili. È un ragazzo forte e coraggioso, valoroso e pieno di buone qualità. Ha un animo generoso, onesto e leale, e farebbe di tutto per proteggere il suo grande amore. È cresciuto in solitudine, orfano di padre e privato dell'affetto della madre che era solo una marionetta nelle mani del mago. Nasconde un'identità a lui ignota: è un mago e un figlio illegittimo; suo padre era il re del Regno del Nord, ma la sua vera madre è quella che tutti credono una vecchia veggente ma che in realtà è una potente maga. È l'erede al trono dei Regni Unificati (Regno del Nord e Regno del Sud), ed è innamorato di Aili, legittima erede al trono del Regno del Sud, usurpato dal mago che ha scatenato la guerra tra i due regni.


CITAZIONI
==================================================================================================================
Quando fu chiaro che ero ormai tornata in me, ci alzammo e facemmo ritorno nel salone. Appena aprimmo la porta Deam si voltò a guardarci e i nostri occhi si incontrarono. Sentii una stretta al cuore e una ferma determinazione si insinuò nel mio animo. Avrei protetto qualcosa di così puro e bello con tutte le mie forze. Lo avrei salvato a qualunque costo. 
Mi alzò l’anello davanti agli occhi. Il poco colore che ancora restava al suo interno, sparì in quel momento, tornando della sua tinta originale. Spalancai gli occhi. Il respiro mi si fermò nei polmoni. Mi girai verso Deam e lo vidi cadere. La spada gli scivolò dalla mano senza presa. Le gambe cedettero e lui si accasciò a terra, restando immobile.
Iniziai a urlare. Non sapevo di poter emettere simili suoni così pieni di strazio e disperazione. 
Avevo fallito, non ero riuscita a salvarlo. Sentii il mio cuore andare in mille pezzi e lo desiderai. Meglio morire che sopportare un simile dolore. Le forze mi abbandonarono e non fosse stato per il pupazzo che mi teneva per le braccia, mi sarei piegata in due sul terreno. Persi il controllo della mente, che chiedeva solo l’oblio, per non dover affrontare la situazione.
Deam stava ancora combattendo. Lottando per non perdere. Per non perdere me. 
Barcollando riuscii a mettermi in piedi. Mi avvicinai alla casa che ardeva e mi sfilai la fede dal dito. Mi fermai un secondo a osservarla, rigirandola tra i polpastrelli, ma avevo già deciso. Sollevai il braccio sopra la testa e la lanciai tra le fiamme.
Tornai da Deam e mi lasciai andare accanto a lui, con le mani nell’erba e le unghie conficcate nella terra. Trattenendo il respiro. In attesa. Pregando di aver fatto la cosa giusta. Di non aver appena commesso il più terribile errore della mia vita.
Improvvisamente sulla pelle di Deam iniziarono a disegnarsi spire di fuoco, che si annodavano e turbinavano tra loro. Era come se il suo corpo le stesse assorbendo dall’etere. Riuscivo a vederle anche attraverso i suoi vestiti tanto erano luminose. Si muovevano, danzando, verso un punto preciso: il centro del suo cuore. Quando lo raggiunsero sparirono e io avvertii il cambiamento. 
La volta precedente né io né lui ci eravamo accorti di quello che era successo. Poteva essere capitato in qualsiasi momento, ma questa volta lo sentii chiaramente. Il mio cuore saltò un battito e un momento dopo prendeva a palpitare con un ritmo nuovo, diverso, più forte, che non era solo mio, era nostro. Il legame si era ricreato.


COMMENTIAMO INSIEME
==================================================================================================================

Siete rimasti soddisfatti della lettura fino a questo momento? Pensate che i capitoli appena letti abbiano spiegato esaustivamente i misteri che avvolgono Aili e Deam e che erano stati inseriti nella prima parte del romanzo? La narrazione è abbastanza dinamica, ma considerate questo un aspetto positivo del libro o trovate che le vicende si svolgano troppo frettolosamente? Qual è il personaggio che ha destato maggiormente il vostro interesse? E che ne pensate della scelta dell'autrice di inserire una svolta direzionale nella trama e nel personaggio di Deam? Vi aspettavate un simile colpo di scena?

____________________________________________________________________________________________________________________________


INIZIO TERZA TAPPA

La terza tappa del gdl prevede la lettura dei capitoli che vanno da 11 al 15 incluso. Inizia oggi e terminerà il 27 Ottobre, quindi avete una settimana di tempo per immergervi nella lettura. Il 28 Ottobre ci ritroveremo di nuovo qui per fare il punto della situazione e dare il via alla quarta e utlima tappa. 

Il GDL si concluderà il 4 Novembre per un totale di quattro tappe. Le iscrizioni resteranno aperte per tutta la durata dell'iniziativa, quindi se volete partecipare siete ancora in tempo (qui per iscrivervi), solo che dovrete mettervi in pari con i capitoli. Per qualsiasi domanda, dubbio e informazione, non esitate a contattarci alla nostra email idib.books.edition@gmail.com o su Facebook.

Calendario tappe:
  • 7 Ottobre: Inaugurazione GDL + Iscrizioni + Inizio prima tappa
  • 7-13 Ottobre: Lettura dal Prologo al capitolo 4 incluso
  • 14 Ottobre: Inizio seconda tappa + punto della situazione
  • 14-20 Ottobre: Lettura dal capitolo 5 al capitolo 10 incluso
  • 21 Ottobre: Inizio terza tappa + punto della situazione
  • 21-27 Ottobre: Lettura dal capitolo 11 al capitolo 15 incluso
  • 28 Ottobre: Inizio quarta e ultima tappa + punto della situazione
  • 28 Ottobre-3 Novembre: Lettura dal capitolo 16 al capitolo 21
  • 4 Novembre: Chiusura GDL + Commento collettivo

Per il momento è tutto. Continuiamo ad andare avanti con i capitoli per saperne di più sui misteri che avvolgono le vite dei protagonisti. Vi auguriamo buona lettura! Alla prossima settimana!

IDIB-BE STAFF

2 commenti:

  1. Devo ammettere che sto faticando un po' a continuare la lettura di questo libro.
    E' un continuo sali e scendi di tensione: prima con il mago alla fine del capitolo 4, poi, quando sembrava che tutto si fosse sistemato, ecco che Deam è come impazzito e Aili cade di nuovo nella disperazione. Lo salva di nuovo da Alect ed Eica e anche questa volta sembra che il loro futuro possa essere finalmente felice, ma ecco arrivare ala maga nonché vera madre di Deam.
    Ammetto che in un romanzo i colpi di scena mi piacciono, perchè rendono la storia più intrigante, ma qui ce ne sono troppi e non sono gestiti bene secondo me. Avrei preferito di più avere un unico "cattivo" e vedere Aili e Deam lottare contro una sola persona per proteggere il loro amore. Così invece si sono ritrovati contro tutta una famiglia praticamente nel giro di pochissimo tempo, in un continuo alzarsi ed abbassarsi della tensione narrativa che sinceramente non mi è piaciuto affatto.
    La narrazione per me resta fin troppo dinamica, ci sono troppi eventi concentrati in uno spazio narrativo troppo ristretto.
    Devo ammettere però che non mi aspettavo il fatto che Deam fosse figlio della maga, anche se potrebbe essere una carta che, se giocata bene, potrebbe un po' risollevare le sorti di questa storia, dato che ormai non sono più nemmeno molto curiosa di sapere come va a finire.
    I personaggi, rispetto ai primi capitoli, devo dire che, nonostante tutto quello che è accaduto, sono rimasti abbastanza uguali a loro stessi, e credo proprio che questo aspetto poteva essere gestito meglio. Esattamente come nelle fiabe Aili e Deam restano perdutamente innamorati l'uno dell'altra. E grazie tante. Non c'è nessuna evoluzione da questo punto di vista e secondo me il libro nel complesso ne risente molto.
    Come deve ormai risultare evidente, non sono rimasta molto soddisfatta dalla lettura di questi capitoli.
    Spero in un colpo di coda, almeno nel finale!

    Alla prossima tappa,
    Anna.

    RispondiElimina
  2. Sono stupita dalla fatica con cui sto portando avanti questa lettura. Mi dispiace, ma man mano mi imbatto in quelli che secondo me sono punti deboli e sono tentata di mollar tutto.
    Deam non ricorda chi sia Aili: una scelta interessante, l'inizio di una nuova avventura. Se non che, a un certo punto, i comportamenti del principe cambiano: smette di essere astioso e aggressivo e, anzi, appare pronto a proteggere Aili. Che si sia ricordato dell'amata? No.
    Ebbene, allora, io sono confusa. Non mi sembra motivato in alcun modo questo cambiamento. Nel tentativo di capire meglio, però, sono andata avanti. E Deam, in effetti, desidera proteggere Aili senza ricordare completamente il loro amore. Okay, sono confusa.
    Comunque nella prima parte, occorre affrontare i figli del mago o, meglio, la figlia. Il motivo per cui odia Aili e Deam è alquanto deboluccio per non parlare del modo in cui i due si salvano. In ogni caso ho di nuovo vissuto la sensazione di essere arrivata alla fine della storia, ma invece del matrimonio abbiamo un nuovo capovolgimento della situazione: la savia che aveva aiutato Aili è, in realtà, la vera madre Deam (che quindi ha dei poteri) nonché madre dei due fratelli maghi.
    Rivelando la natura del principe, la magia viene liberata: Deam distrugge la strega, ma nuovamente non ricorda perché amasse Aili.
    In tutto questo, trovo noioso il ripetersi dello schema (siamo già alla terza volta o sbaglio?), l'amore tra i due ragazzi non evolve e i personaggi non crescono. Sì, va bene: è una fiaba, ma è troppo sperare in qualcosa di più?

    RispondiElimina