Recensione: I QUATTRO PRINCIPI DI SAKOMAR - Il Regno dell'Acqua

08:18



Scheda tecnica:
Titolo: I quattro principi di Sàkomar – Il Regno dell’Acqua
Autrice: Cristina Cumbo
Pagine: 272 pag.
Formato: cartaceo – e-book
Editore: Self publishing

Trama: Christine, Fabio, Roby e Valenthine sono quattro fratelli molto legati fra loro. Durante l'estate, sono vittime di strani fenomeni paranormali che riguardano gli elementi. Una sera il tempo si ferma e un Elfo e una Fata li conducono in una dimensione parallela in cui i quattro sono addirittura Principi. Le sorprese non sono finite. Il quinto Principe, Alessandro, prigioniero del nemico, nasconde un segreto, così come Stephenyl, Elfo Portavoce del Regno dell'Acqua dove verrà inviata Christine. Sàkomar non è però solo una dimensione fantastica, ma è anche una terra piena di pericoli. I personaggi mitologici sono reali, la vita ha avuto una diversa evoluzione e la magia regna sovrana. Infine una guerra, nata da un amore proibito, percuote le viscere della terra senza alcuna pietà e il Cavaliere dal Cuore Nero è deciso a far soffrire ogni abitante con qualsiasi mezzo possibile. Il primo volume è scritto in prima persona da Christine che dovrà affrontare una situazione complessa all'interno del suo Regno dove convivono Ninfe dell'Acqua e dei Fiori, Elfi, Sirene e Tritoni, senza dimenticare Nessie. Eh sì, perché il Lago di Lochness non è un semplice specchio d'acqua, ma un portale dimensionale. Una storia travolgente che conduce il lettore in luoghi lontani, in cui la magia è all'ordine del giorno, le melodie celtiche attraversano spazio e tempo e in cui anche una ragazza, timida e pasticciona, può ritrovarsi a combattere a ritmo di spade e a governare un Regno con coraggio e saggezza. E' un libro adatto a chi si sente ragazzo nel proprio cuore.

La mia visione d’insieme:
Christine, Roby, Valenthine e Fabio sono quattro fratelli che si accorgono di strani fenomeni verificatisi attorno a loro, poco dopo averne parlato tutto cambia, una strana luce blocca tutto ciò che li circonda e un elfo ed una fata si presentano loro.
Gli esseri magici rivelano ai quattro che sono i principi di rispettivi regni in un mondo parallelo al loro e che urge la loro presenza per salvarne gli abitanti dalla tirannia del Cavaliere dal Cuore Nero.
Christine, che ha il dono di leggere nel pensiero, scopre di avere un fratello gemello, Alessandro, rapito durante l'infanzia e ormai prigioniero nell'altro mondo, il suo obiettivo è ritrovarlo oltre che aiutare il proprio regno.
I quattro fratelli dovranno addestrarsi fisicamente e psichicamente per poter difendere se stessi ed i loro regni, grazie anche ai loro poteri magici.
Christine, principessa del Regno dell'Acqua, sembra provare qualcosa per Stephenyl, il suo Portavoce ed addestratore, lui sembra ricambiarla ma il Patto Acquatico sembra rendere la loro storia impossibile, riusciranno a stare insieme?
Numerose sono le figure fantastiche e mitologiche presenti nel romanzo, mi hanno molto incuriosita, come se le nostre leggende e i nostri miti non fossero altro che la realtà di Sàkomar.
Ho trovato difficile iniziare la lettura visto che non amo il genere fantasy ma, dopo le prime 20 pagine circa, quando ho iniziato ad appassionarmi al personaggio di Christine, il mio interesse si è fatto vivo e non mi ha più lasciata.
Avevo avuto come un dejavu pensando a "Le cronache di Narnia" ma a parte i quattro fratelli, principi in un mondo parallelo le somiglianze sono davvero poche.
Una lettura interessante e piacevole, per ragazzi ed adulti che si fa divorare in poco sebbene non sia breve, peccato solo sia l'inizio di una trilogia e quindi bisogna aspettare per conoscere gli altri sviluppi della storia.
Devo dire di essere molto curiosa di conoscerne gli sviluppi futuri :).

Indice di gradimento:








Ti potrebbe anche interessare

0 commenti