Recensione: UN ALTRO GIORNO ANCORA di Bianca Marconero

08:00

Titolo: Un altro giorno ancora
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton
Pagine: 381
Prezzo: € 6,90 (cartaceo) € 1,99 (ebook)

TRAMA
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l'equitazione. L'esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un'inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate... Una storia sull'amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.


LA MIA OPINIONE
Una volta mia mamma mi ha detto che se non legge romanzi d'amore è perché le sembrano tutti uguali. 
D'altronde è vero, tutte le storie d'amore si assomigliano un po' e dentro c'è sempre qualche cliché. Ma la particolarità delle storie che scrive Bianca sta nel come le racconta.

Elisa, 19 anni e una passione per l'equitazione che porta praticamente nel DNA, sta per raggiungere un traguardo molto importante: dopo una vittoria ai campionati regionali, è pronta ad acquistare Omnia Sparkle, il cavallino che ha curato e addestrato per più di un anno. I risparmi di un'intera stagione di lavoro le permetteranno finalmente di averlo tutto per sé.
Certo però Elisa non ha messo in conto che il proprietario del maneggio e anche di Sparkle è interessato soltanto ai soldi e quando riceve un'offerta più alta, non ci pensa due volte a cederlo ad Andrea Serpieri, un altro allievo del maneggio che è arrivato ad offrire una cifra molto al di sopra di quella di Elisa.
Andrea ha rovinato il sogno e le speranze di Elisa, quindi lei ci mette un attimo a passare dall'indifferenza al rancore nei suoi confronti, ma certo la loro storia non può finire così.
Un'amicizia inaspettata che nasce da un'assurda premessa, un accordo che potrebbe portare solo guai e una storia d'amore che è una lenta e continua scoperta, tutta da vivere.

La prima cosa che c'è da dire su questo romanzo è che non è soltanto una storia d'amore tra due ragazzi, ma è una storia d'amore in tutte le sue sfaccettature. Elisa ama profonfamente lo sport che pratica, ama moltissimo i cavalli e soprattutto Sparkle, un animale che è riuscita ad addestrare per essere un campione e con il quale ha un rapporto di grandissima fiducia.
E poi c'è la famiglia: ultima di quattro fratelli (Dante, Leone, Gabriele e Vittorio) ed orfana di entrambi i genitori, Elisa sa di poter contare soltanto su sé stessa e sui quattro uomini della sua vita.
E poi c'è Andrea, che le capita tra capo e collo. Non proprio, visto che lo conosce da dieci anni, ma dal trattamento indifferente che gli ha sempre riservato, deve necessariamente avercela con lui quando le porta via Sparkle.
Una storia fatta di sentimenti forti, insomma, che Bianca riesce a disegnare uno per uno con tutte le sfumature necessarie per colpire i suoi lettori. Quando si tratta di sentimenti, questa autrice non ha filtri, perché sa esattamente come raccontarli e come trasmetterli.

Elisa e Andrea sono due personaggi caratterialmente agli antipodi: lei è forte, indipendente, cinica e ribelle, mentre lui è composto, educato, gentile ed è davvero un bravo ragazzo.
Quando le loro strade si incrociano però cominciamo a scoprire anche altro di loro, attraverso nuovi equilibri e squilibri che si vengono a creare.

Anche questa volta sono rimasta attaccata alle pagine, curiosa come non mai di scoprire i risvolti di questa storia, quando in questo periodo faccio davvero molta fatica a leggere in generale.
Bianca è riuscita a conquistarmi ancora con i suoi personaggi (anche questa volta non esenti dalle mie immaginarie padellate), con le emozioni e ovviamente con la sua splendida penna, che sa rendere unica ogni storia.
E nonostante i cliché, nonostante siano "solo storie d'amore", finché Bianca continuerà a scriverne, io continuerò a leggerle.




Ti potrebbe anche interessare

0 commenti