Recensione: Gli Sfacciati - favole di un'epoca moderna, di Chiara Rodeghiero

4/14/2021

 


Titolo: Gli Sfacciati - favole di un'epoca moderna

Autore: Chiara Rodeghiero

Genere: racconti, surreale

Lunghezza: 203 pagine

Sinossi:

Un'antologia di Favole per adulti dallo sfondo noir e surreale, in cui l'autrice ci offre una visione distorta e fantasiosa di eventi non troppo distanti dalla realtà odierna. Il racconto che dà il titolo al libro, "Gli Sfacciati", tratta appunto di una fantomatica pandemia che invade il Mondo, per cui verrà trovato un rimedio alquanto bizzarro... "TiSgrido" è uno pseudo-thriller (con tanto di cadavere) ambientato in una soffocante realtà piena di costrinzioni, dove esistono leggi che regolamentano qualsiasi cosa, dalla lunghezza del cucchiaino del caffè alla misura del pelo dello zerbino. In questa raccolta di racconti si alternano diversi mood narrativi, passando dalla storia drammatica di Faccia di Specchio, alla buffa vicenda di un compratore di formaggio. E poi ci sono la signora Fefé Conda e il signor Stè Riley che cercano a tutti i costi di avere un bambino, e la storia di un'Isola alquanto strana. C'è un'Anima alle prese con una scelta importante prima di reincarnarsi ed, infine, un racconto interattivo, dove il lettore potrà decidere le sorti del protagonista. Un cocktail esplosivo di fantasia, ironia e realtà, condito con qualche goccia di amarezza.


Recensione

Gli Sfacciati è un'antologia variegata, che racconta il mondo odierno attraverso metafore spesso assurde, in un'atmosfera che richiama delle favole noir.

Avevo già recensito un'altra antologia di Chiara, che a mio parere vale davvero la pena di recuperare, e che trovate qui: Se i conti tornano, i racconti rattornano.

Direi che questa nuova antologia mi trova a dare una conferma di quanto avevo già detto nella prima recensione: i racconti sono assurdi, folli, eppure così rapportabili al mondo che stiamo vivendo da rendere la lettura divertente, ma soprattutto a tratti amara. L'autrice ha un modo quasi innocente di porre di fronte a noi situazioni tutt'altro che semplici da descrivere, come omicidi e costrizioni piuttosto singolari e crudeli, e di farci vivere situazioni tutt'altro che piacevoli con una leggerezza quasi innaturale.

Tra tutti i racconti il mio preferito è stato l'ultimo dell'antologia: Attenti al lupo. Un racconto a bivi che mi ha fatto ricordare i libri game che da piccola prendevo in biblioteca. Un racconto attuale, divertente e pungente che narra di una Cappuccetto Rosso alle prese con lupo, nonna, cacciatore e mirtilli in un modo davvero originale.
Ho amato tantissimo la possibilità di poter fare le scelte a nome di Cappuccetto Rosso in modo attivo, anche se come immaginerete alla fine le ho lette tutte.

Mi ha colpito molto anche Specchio, che narra di una ragazza nata con uno specchio al posto del viso, che vive attraverso chi le sta intorno. Uno dei racconti più originali e inquietanti che abbia mai letto.

Ciascuna delle storie ci mostra aspetti diversi della società attuale, portandoci a ragionare su cosa sia davvero importante per noi in quanto esseri umani.

L'originalità resta il punto forte di questa raccolta di favole per adulti, che mi sento di consigliare a chi, come me, considera la fantasia un qualcosa al quale non rinunciare mai. 







Ti potrebbe anche interessare

0 commenti