Recensione: Bestie d'Italia, volume 1, AA. VV.

1/13/2020




Titolo: Bestie d'Italia - volume 1

Autore: Autori vari

Editore: NPS Edizioni

Genere: antologia di racconti fantastici

Pagine: 208

Formato: cartaceo e digitale

ISBN: 978-88-31910-156 (cartaceo) 

Descrizione:
La prima tappa di questo viaggio nel folclore d'Italia ci porterà in Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia, sulle tracce di lupi, draghi e mostri marini.
Lupomanaio, marabbecca, munacielli.

Sono solo alcune delle creature fantastiche che popolano le regioni d'Italia. Escono dai grimori, balzano fuori dai ricordi dei nonni, protagoniste di storie e leggende che per secoli si sono tramandate di bocca in bocca, incrementando la ricchezza culturale della penisola.

Il progetto "Bestie d'Italia" parte da qui, dal recupero delle tradizioni folcloristiche italiane, per raccontarle a chi non le conosce, per guardare con occhi diversi il nostro territorio, pregno di storia, misteri e magia.

Il volume 1 di "Bestie d'Italia" contiene dieci racconti di scrittori italiani, appassionati di fantastico e folclore.

Elenco dei racconti e degli autori:
Lupomanaio, di Marco Bertoli
Il pozzo, di Gianluca Malato
Anime nella bufera, di Alessio Del Debbio
Jackie Chan contro Dracula, di Mala Spina
Nella bocca del dragone, di Giuseppe Chiodi
Ambrosia, di Elena Mandolini
L'illusione di Morgana, di Giuseppe Gallato
Le figlie della lupa, di Alessandra Leonardi
Il mistero di Atlanta, di Daniela Tresconi
La Mala Grotta, di Monica Serra
Copertina e illustrazioni interne a cura di Marco Pennacchietti.


Recensione:

Bestie d'italia è un'antologia di racconti basati sul folclore delle nostre terre, in particolare sulle leggende che narrano di creature magiche o di streghe, risalenti a epoche più o meno lontane.
Ho sempre pensato che il folclore è una fonte preziosa di basi per la stesura di racconti che spesso viene sottovalutata, ma che in questa raccolta trova un esempio di come anche le antiche leggende possano dare spunti originali e interessanti per sviluppare storie ambientate in qualunque epoca, anche ai nostri giorni.

Ho amato questa raccolta prima di tutto perché si nota la cura che è stata posta dagli autori nel descrivere ambientazioni a loro familiari, luoghi che probabilmente appartengono alla loro infanzia o di cui hanno sentito parlare in prima persona. 

Quasi tutte le storie mi hanno colpito, tra le più leggere spicca Jackie Chan contro Dracula, che narra di un luna park e della sua misteriosa casa stregata. Mi ha colpito molto Ambrosia, che richiama la mitologia più antica e forse più conosciuta: la protagonista è infatti la maga Circe. Di questo racconto ho apprezzato molto l'ambientazione e la rivisitazione in chiave moderna dei personaggi.
Un altro racconto che mi ha colpito, forse uno dei più cupi, è Anime nella bufera, che narra del naufragio su un'isola misteriosa di una nave di briganti.

Tengo molto a dire quanto abbia apprezzato la cura nell'editing nei racconti, che si sente e che impreziosisce una raccolta ricca di originalità e di storia popolare.

Ricordo che da piccola uno dei miei libri preferiti era Fiabe e leggende delle dolomiti, un volumetto le cui storie mettevano le radici sulle montagne, alcune delle quali sovrastavano il mio paese, che non ho più riletto e che forse oggi mi farebbe sorridere nella sua semplicità, ma che ha contribuito nella mia infanzia alla passione per le leggende, per il folclore e anche per il fantasy che ancora oggi mi porto dentro. Ho ritrovato in questa raccolta una parte di quella magia che a volte sembra non essere parte della nostra vita quotidiana, ho ripensato ai racconti dei miei nonni e alle creature terribili che li popolavano, quasi sempre pensate per spaventare i bambini disobbedienti. 
Pochi tra questi racconti presentano un lieto fine, ma tutti a mio parere riescono a incantare il lettore e a portarlo a sognare una vita più vicina alla propria terra e alla ricchezza delle leggende che racconta.

Consiglio questa raccolta a tutti, per me è stata una splendida scoperta e non vedo l'ora di finire di scrivere questa recensione per buttarmi a capofitto nella lettura del secondo volume, in particolare sarà apprezzata da chi ama la mitologia e il folclore, ma a mio parere non deluderà chi sceglierà di leggerla.





Ti potrebbe anche interessare

1 commenti